consigliato per te

  • in

    La Prima Divisione femminile dei Lupi Santa Croce non sbaglia un colpo

    Di Redazione

    Non sbaglia un colpo la Prima Divisione femminile dei Lupi. La quattordicesima vittoria su quindici incontri consente alle biancorosse di mantenere il + 10 sulla seconda in classifica, CUS Pisa. Segue a – 14 la Folgore S. Miniato che però ha due gare in meno rispetto alla formazione di S. Croce, e quindi, virtualmente, potrebbe considerarsi a – 8. Un vantaggio, comunque, difficilmente colmabile quando mancano appena quattro giornate alla fine e la media della capolista è quella sopra descritta (14 vinte, 1 persa).

    Tornando al match di sabato (3-0 contro Torretta Livorno, parziali di 25-9, 25-14, 25-19) queste le parole del coach biancorosso Manuele Marchi: “Partita di sabato è andata via abbastanza liscia, perché abbiamo seguito perfettamente quanto ci eravamo detti alla vigilia, giocando semplice e senza sbavature. Ho fatto ruotare un po’ tutte le ragazze della rosa. Poco altro da aggiungere su questa partita. I tre punti ci consentono di tenere un buon margine sulle inseguitrici, puntiamo a rendere matematico il primo posto nel girone per poi iniziare a pensare alla sfida promozione con la prima classificata dell’altro girone (che in questo momento è Torretta Livorno Gialla ndr)”.

    Prossimo step, sabato 25 marzo, ore 18.30, a Pontedera: avversaria, Bellaria Volley Cappuccini.

    Lupi S. Croce-Torretta Livorno 3-0 (25-9, 25-14, 25-19)Lupi S. Croce: Allori, Campigli, Cipollini, Fabiani, Giacomelli, Giovannoni, Lupi, Mannucci, Moretti, Rinaldi, Russoniello, Sabatini, Tinacci, Tozzi. All. MarchiTorretta Livorno: Belli, Carta, Cavallini, Colaciello, Contini, Franceschi, Guarneri, Lodovici, Pellumbi, Pini, Pullerà, Rossi, Sarais. All. Lunardi

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: i Lupi Santa Croce vincono l’infinita battaglia con Pontedera

    Di Redazione

    Partita record tra Gruppo Lupi Pontedera e Lupi Santa Croce: 2 ore e 45 minuti di gioco spettacolare, tiratissimo, con qualche momento di nervosismo ma tutto nelle dinamiche di un derby. L’hanno spuntata gli ospiti, protagonisti di una gara di sacrificio, bravi a non lasciare andare anche quando, a metà del quarto set, la partita sembrava ormai saldamente in mano agli avversari (2-1, 16-13).

    Sfida all’ultima palla tra gli opposti: Sabatini, classe 1983, non ha perso smalto e ha picchiato cinque set senza tregua (22 pt); Arguelles, classe 2003, ha fatto ancora meglio, 40 punti, senza cali, con grande maturità e determinazione. Sopra quota 20 punti anche i due “S1”, Lumini e Brucini, ma in grande spolvero tutti gli altri. I Lupi perdono un punto nei confronti di Castelfranco e Civita Castellana, ma guadagnano in autostima, anche per le tante soluzioni proposte a livello di organico. Pontedera rallenta la poderosa rimonta, ma ha tante qualità e dirà la sua fino in fondo.

    La cronaca:Coach Pagliai schiera Giovannetti in regia, Caproni e Compagnoni al centro, Brucini e Favaro in banda, Arguelles opposto, Loreti libero. Alessandro Lazzeroni risponde con il figlio Tommaso a palleggiare, Lumini e Falaschi schiacciatori, Lusori e Pitto in posto tre, Sabatini opposto, Maggiorelli libero.

    Inizio di primi parziale equilibrato. Le squadre viaggiano appaiate fino al 5-5. Il primo break è di marca locale, 8-5 su invasione ospite. I Lupi faticano in contrattacco, l’esperienza dei padroni di casa è determinante su azioni lunghe e tocchi e rigiocate: 10-6. Lusori prende Arguelles per l’11-7. L’opposto biancorosso si rifà subito dopo, manda in battuta Compagnoni che realizza un ace. 12-10. Era Volley reagisce e il vantaggio torna a più 4. Sabatini imperversa da prima e seconda linea, ma sul 16-13 Brucini lo mura a i Lupi tornano a -2. L’aggancio è sul 17-17, dopo uno scambio lunghissimo e spettacolare.

    I Lupi volano, sull’onda dell’entusiasmo. Coach Lazzeroni chiama due time-out in pochi minuti. Ancora Arguelles da posto 4 per il 18-20, poi Brucini mette in difficoltà la ricezione ospite, +3. Sul 20-22 va al servizio Sabatini, azione lunga e confusionaria risolta sotto rete da Pitto. Secondo time-out per coach Pagliai. Arguelles ottiene il cambiopalla, 21-23, poi mette in rete il servizio. Anche Falaschi batte fuori e Favaro ancora sulla palla successiva: 23-24. Momento di grande tensione: Arguelles in attacco fa rimbalzare la palla sulle mani e poi sull’asta. Palla difficile da vedere, chiamata dal secondo arbitro.

    Lazzeroni propone Pergolesi come libero di difesa, e subito ad inizio secondo parziale il giocatore di casa si propone in un recupero spettacolare. Ancora una volta l’inizio del set è di marca locale, 8-4. Pagliai chiama time-out. Al rientro la squadra è trasformata. Favaro al servizio suona la carica e si arriva sull’8-8. Lumini con un bel diagonale guadagna la palla e Gruppo Lupi scappa di nuovo. Gran turno al servizio di Tommaso Lazzeroni, con il secondo time-out di Pagliai. Sul 18-16 per i locali, Pagliai prova Giannini al servizio per Caproni.

    Lumini la chiude per i suoi, 19-16, poi va a segno anche da seconda linea, più 4 per i padroni di casa. Brucini accorcia, 21-18. Un altro punto per la squadra ospite, e coach Lazzeroni ferma tutto. Due errori di fila in attacco, per i Lupi, e punteggio sul 23-19. Sabatini allunga il servizio, ultime possibilità per gli ospiti ma Favaro non trova il tocco del muro. Falaschi sbaglia, e Arguelles in battuta riaccende la speranza portando i suoi fino al 24-23. Chiude Lumini.

    Rabbiosa reazione dei Lupi, subito avanti +4. I padroni di casa accorciano con un muro di Cerquetti su Brucini, 5-7. Favaro tiene il doppio vantaggio, ma qualche errore di troppo consente ai locali di rifarsi sotto, 10-10. Una grande difesa di Lazzeroni su Arguelles propizia il punto del 12-12 per Pontedera. Che prende margine, 14-13, per poi volare via sospinta dalle bordate di Sabatini in battuta. Pagliai avvicenda Giovannetti con Giannini, ma Pontedera difende il +3. 20-17, Arguelles in battuta. Lazzeroni chiama il time out per spezzare il ritmo. L’opposto ospite la mette in rete, ma sbaglia anche Lazzeroni. Sabatini fa girare la P1 ai suoi, è “on fire” e trasforma anche il 23-18. Secondo time-out per i Lupi.

    Sul 23-19 esce Favaro, entra Rossi. Lusori gira troppo un primo tempo, Pagliai decide di provare Tellini in battuta. I Lupi guadagnano un altro punto. 23-21. Questa volta Lusori la mette giù, e porta il primo set-point ai suoi. Arguelles abbatte il difensore avversario per il 22esimo punto, poi lo stesso opposto chiude la strada a Sabatini. E’ Brucini a mettere giù il 24-24. Sabatini passa col muro a tre, poi va in battuta. Loreti mette una super ricezione, Arguelles finalizza da posto 4. Sabatini spacca la parallela, l’azione successiva è ancora dei padroni di casa con un gran colpo di Cerqueti che tira alto sul muro e porta i suoi sul 2-1.

    Il quarto parziale inizia punto a punto. Il primo break è di Pontedera, 9-7. Arguelles sbaglia misura sulla seconda linea, 10-7. Entra ancora Giannini per Giovannetti. Lumini mette una gran salto float in diagonale, 11-7, poi replica spaccando il bagher di Loreti. + 5 per i pontederesi, con coach Pagliai che chiama tempo. La Gruppo Lupi non molla, e con un cambiopalla regolare tiene gli ospiti a distanza. Lupi sbagliano qualcosa di troppo in contrattacco ma è onesto dire che gli avversari non lasciano una palla. Arguelles trova il meno 1 dalla battuta, 16-15, poi con un altro ace pareggia. Lazzeroni chiaramente ferma tutto. In campo c’è Rossi per Favaro. La partita è combattuta, con azioni spettacolari: 19-19.

    Entra Tellini in battuta per Caproni. Nulla di fatto, poi Sabatini mette giù su Arguelles e guadagna il 21-19. Compagnoni a muro su Pitto, 21-20. Giannini trova l’ace del 21-21. Pitto passa, 22-21. Sabatini out dai 9 metri. Lumini in “pipe” trova il 23-22 ma un inesauribile Arguelles non ci sta: 23-23. Ennesimo arrivo in volata. Sabatini per il 24-23, mentre in campo c’è un po’ di nervosismo e prende un giallo Compagnoni. 24-24. Giallo anche per Lumini. Arguelles dai 9 metri, forte addosso a Maggiorelli, 24-25. Il secondo servizio va fuori. Ancora Arguelles per il 25-26. Sabatini pareggia con un gran parallelo da posto 4. Brucini riporta i suoi a +1. Un errore di misura tra Lazzeroni e Cerquetti porta al 26-28.

    Lupi in campo nel tie break con Rossi e Giannini dentro. Pontedera stesso 6+1 del set precedente. Biancorossi sprintano al via, 0-3. Lazzeroni chiama tempo ma Brucini mette l’ace dello 0-4. Rossi prende Cerquetti a muro. Altro punto per i giovani Lupi e secondo tempo richiesto dalla panchina locale. Ci pensa Lumini a ottenere il cambiopalla. Sul 2-6 ancora Tellini per Caproni in battuta. Tra alterne vicende la Gruppo Lupi accorcia, 5-7. Rossi ottiene l’ottavo punto.

    Giovannetti avvicenda Giannini. Pontedera è una squadra esperta, guadagna un punto alla volta e torna ad essere pericolosa, arrivando al pareggio. Brucini a muro segna il 9-10. L’11-10 del ribaltone lo firma Sabatini. Pagliai chiama time-out. Controsorpasso Lupi: 11-13 grazie a due aces consecutivi di Brucini. Che poi sbaglia. Arguelles vola per il 12-14. Ancora l’opposto biancorosso per il punto della vittoria.

    Gruppo Lupi Pontedera-Lupi Santa Croce 2-3 (23-25, 25-23, 27-25, 26-28, 12-15)GRUPPO LUPI PONTEDERA: Lazzeroni T. 1, Sabatini 22, Falaschi 2, Lumini 24, Pitto 7, Lusori 9, Grassini R., Cerquetti 7, Zaccaria 1, Pantani, Maggiorelli, Pozza, Pergolesi, Aliberti, Cerasini. All. Lazzeroni A.LUPI S. CROCE: Gabbriellini, Arguelles 40, Favaro 7, Caproni 4, Brucini 22, Garibaldi, Camarri N., Camarri L. Antonelli, Compagnoni 6, Rossi 4, Giovannetti 2, Giannini 1, Dell’Endice, Tellini, Molesti, Landi. All. Pagliai.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    1° Divisione femminile, le “Lupe” Santa Croce battono Folgore e volano in classifica

    Di Redazione

    Vincere lo scontro diretto in trasferta regala sempre tanta carica e adrenalina. Le “Lupe”, con lo 0-3 di sabato, hanno rafforzato la prima posizione in classifica: + 10 il vantaggio sul CUS Pisa, + 11 sulla stessa Folgore, battuta nel derby. Questo, pur contando che le giallorosse hanno una gara in meno e quindi virtualmente potrebbero essere a -8.  Alla fine della regular season mancano 5 giornate. Le ragazze di Marchi giocheranno sabato prossimo alla Banti contro Torretta Volley Nera, per poi andare due volte a Pisa, con il CUS e con la Turris, e una a Pontedera con Bellaria. Osserveranno il turno di riposo nel week-end 14-15 aprile, ultima giornata di campionato.

    Della gara di sabato scorso, e delle prospettive nel torneo, ha parlato coach Manuele Marchi: “Abbiamo giocato bene, di squadra, concentrate, grintose, sempre state in partita. Abbiamo avuto difficoltà iniziali nei primi due set, subendo in ricezione, ma pian piano ci siamo adattate alle varie situazioni. Abbiamo sbagliato poco, e quando succede così alla fine il risultato lo porti a casa. In settimana avevamo preparato quel che dovevamo fare e il muro-difesa, tutte insieme. E’ una vittoria di tutte e quattordici le atlete. Si sono adoperate e impegnate affinchè riuscissimo a vincere questo scontro diretto. Dobbiamo cercare di gestire al meglio le partite che ci mancano, e poi iniziare a pensare ai play-off”.

    Folgore S. miniato-Lupi Santa Croce 0-3 (20-25, 25-27, 12-25)

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Lupi S. Croce: pronto riscatto nel derby con Grosseto

    Di Redazione

    Torna subito alla vittoria la serie B dei Lupi S. Croce. Il passo falso di Orte è archiviato e i ragazzi possono riprendere la marcia d’alta classifica: -4 dalla capolista Civitacastellana, -1 dai cugini dell’Imballplast Castelfranco, secondi.

    Il derby con Grosseto era molto temuto, per il rientro di Alessandrini, capitano ospite, sia per la determinazione che le squadre di Rolando e Feltri sono solite mettere in questo tipo di partite. In realtà Invicta non ha messo in campo una prestazione insufficiente, anzi, va a merito dei biancorossi aver gestito al meglio i finali dei parziali, tutti molto equilibrati e combattuti, soprattutto il primo e il terzo.

    I Lupi si sono fatti preferire in attacco (44% contro 35%), grazie anche alla buona vena dei laterali, tutti in doppia cifra, con nota di merito per un incontenibile Brucini, 19 punti, 52% in attacco con 2 aces e 1 muro. Un bel sabato che fa da preludio al derby-day del prossimo turno, la trasferta a Pontedera contro la Gruppo Lupi, verifica importante da un punto di vista tecnico oltre che crocevia per la classifica.

    Coach Pagliai sceglie Brucini ai lati in coppia con Favaro, poi Compagnoni-Caproni al centro, Giannini in regia, Arguelles opposto, Gabbriellini libero. Grosseto risponde con Pantalei in diagonale con Pellegrino, Alessandrini e Galabinov in diagonale, Ielasi e Gasperi al centro, Cappuccini libero.

    1set. Il primo set è equilibratissimo. Nessuna delle due formazioni riesce a staccare l’altra. I Lupi gestiscono il +2, un’invasione ospite li lancia sul 17-15 ma Grosseto è sempre pronta a reagire e a mettere a terra la palla del -1. Brucini ottiene il 19-17 e il match prosegue con questo “up and down” fino alle battute finali, dove i padroni di casa la spuntano ai vantaggi, 26-24.  

    2set. Parte alla grande S. Croce piazzando un bel break e portandosi a +3 (12-9). Grosseto rimonta subito, Alessandrini mette giù il 12-11. I Lupi però non mollano mai il vantaggio. Arguelles con un gran mani e fuori risolve uno scambio complicato, 16-13, poi tira alto sulle mani del muro e porta i compagni a +4.  E’ il momento dell’allungo decisivo. Invicta tiene il cambiopalla ma non riesce ad affondare in fase break. Gasperi dal centro guadagna il -3, ma Alessandrini sbaglia la battuta. Un altro errore ospite, questa volta in attacco, lancia i padroni di casa, che chiudono grazie ad una “pipe” fuori misura dello stesso capitano Invicta.

    3set. La terza frazione appare subito molto più equilibrata della precedente. Pellegrino mette giù la parallela del 9-10, vantaggio ospite. I Lupi la riprendono e vanno a +2, poi accorcia ancora l’opposto di Grosseto, 13-12, ma la squadra di casa è “on-fire” e prova la fuga. Un ace di Arguelles segna il 18-13, coach Rolando chiama time-out. I ragazzi di Pagliai riescono a tenere il vantaggio senza far rientrare gli avversari, Brucini spazzole le mani alte del muro per il 22-18. Ancora lo schiacciatore biancorosso risolve una P1 mettendo in terra la diagonale del 23-20. Sembra finita, ma una invasione a muro dei locali porta Invicta a -1. Pagliai ferma tutto. Al rientro in campo Arguelles guadagna il primo match point, annullato da Grosseto con una grande prestazione in difesa. Sul 24-23, però, attacca fuori misura Pellegrino, e i Lupi possono festeggiare i tre punti e l’ennesima vittoria al Pala Parenti.

    LUPI S. CROCE-INVICTA GROSSETO 3-0 (26-24, 25-19, 25-23)LUPI S. CROCE: Gabbriellini, Arguelles 15, Favaro 10, Caproni 6, Brucini 19, Garibaldi, Camarri N., Camarri L. Antonelli, Compagnoni 5, Rossi, Montagnani, Giannini, Dell’Endice, Tellini, Molesti, Landi. All. PagliaiINVICTA GROSSETO: Cappuccini, Morviducci, Caldelli, Pellegrino 12, Alessandrini 6, Pantalei 6, Barbini, Rossi, Ielasi 5, Galabinov 8, Pezzetta, Gasperi 10. All. Rolando

    (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: i Lupi Santa Croce tornano da Orte a mani vuote

    Di Redazione

    Trasferta stregata per i Lupi Santa Croce che tornano a mani vuote da Orte. I ragazzi di coach Pagliai messi di fronte ad una delle squadre più in palla del girone, su un campo non facile, hanno retto la prova ma non sono riusciti a chiudere a proprio favore i parziali, finendo per cedere l’intera posta. I biancorossi hanno fatto fatica ad orientarsi in battuta, sbagliando tanto (16 errori diretti), e sono stati spesso preda del muro (11 “blocchi” per i laziali a fronte dei 4 santacrocesi). In classifica si è registrato il contro-sorpasso di Castelfranco, impegnata in casa contro la Sir Safety. Con i tre punti la Imballplast è tornata in seconda posizione, accorciando peraltro su Civitacastellana, sconfitta in casa a sorpresa da Rossi Ascensori Foligno. Queste tre squadre hanno un po’ fatto il vuoto (Villadoro è a -5 dai Lupi, -9 dalla vetta): l’impressione è che potrebbero giocarsi primi due posti fino alla fine, salvo clamorosi recuperi. Sabato prossimo, Lupi al Pala Parenti per il derby contro Grosseto, Imballplast a Foligno contro la squadra del momento, Rossi Ascensori, Civitacastellana ad Assisi per affrontare la Sir Safety.

    La cronaca:

    Orte sceglie Troiani al palleggio in diagonale con Viciedo, Ceccobello e Facchini al centro, Coluccia  e Pasquini schiacciatori di banda, Sgrazzutti libero. Coach Pagliai risponde confermando Brucini ai lati in coppia con Favaro, poi Compagnoni-Caproni al centro, Giannini in regia, Arguelles opposto, Gabbriellini libero.

    Al termine di una frazione equilibrata si arriva sul 20-20 con Orte al servizio. Arguelles accende gli entusiasmi tirando una “bomba” da zona 4 e permettendo al sestetto di girare e portarsi in una rotazione più favorevole. All’opposto dei Lupi risponde il posto quattro Coluccia, che entra di prepotenza sulla diagonale e fa 21-21. Sulla ricezione successiva Giannini smarca bene Arguelles proponendo un cambio lato forzato ma indovinato. “Edu” non si fa pregare per tirare la palla ma la mette fuori allungando leggermente la diagonale. 22-21, situazione ribaltata. Pagliai opta per il secondo time-out. Arguelles è sfortunato anche sulla palla successiva, che gli sbatte addosso dopo una murata. Probabilmente sarebbe uscita. Il cambiopalla lo ottiene Brucini. 23-22. Ma nello scambio successivo , Orte passa in primo tempo e guadagna due set-point. Il primo lo annulla ancora Brucini, ispiratissimo. Sul 24-23 va in battuta Arguelles, che tira fortissimo ma la palla esce. Orte ringrazia e gira 1-0.

    La reazione dei nel seconto set Lupi è buona. Anche nella seconda frazione la gara è equilibrata e i ragazzi di Pagliai lottano su tutti i palloni. Si arriva spalla a spalla al 19-19. E’ lì che Orte guadagna un mini-break, portandosi 21-19 grazie ad un muro su Brucini. I laziali vanno in fuga con un pallonetto di Viciedo, + 3, ma Coluccia termina il turno di servizio mettendo la palla in rete. Il mancino di Viciedo non perdona. 23-20. Un ace di Ceccobello affossa i Lupi e regala parecchi set-point ai laziali. Arguelles abbatte Troiani e annulla il primo: coach Santi si preoccupa e chiama time-out. Arguelles forza il servizio, ma sul successivo contrattacco perde la misura della parallela. 2-0 Orte.

    Il doppio svantaggio abbatte il morale degli ospiti. Questa volta Orte prende un break di + 4 subito nella prima parte: 10-6, 15-11. Pagliai prova a scuotere i suoi e a dare le indicazioni, chiamando la sospensione. Il vantaggio locale si dilata. 18-12. I biancorossi hanno una percentuale di side-out anche buona ma non riescono più a incidere in fase break, principalmente per gli errori in battuta. E quindi diventa difficile recuperare. Il gap si riduce sul 22-19. La squadra di casa chiama time-out. Al servizio si presenta Giannini. Sull’azione successiva si esalta Brucini da seconda linea. Si arriva al 23-21. Sul servizio di Favaro, Viciedo gioca con le mani del muro. Al primo match-point Orte la chiude, fermando il tentativo di Brucini.

    Volley Club Orte -Lupi S. Croce 3-0 (25-20, 25-22, 25-16)Volley Club Orte: Fratini, Sgrazzuti, Facchini 4, Pasquini 3, Sammassimo, Bonifazi, Gennamari, Paris, Viciedo 13, Coluccia 11, Ceccobello 13, Troiani 2, Crocoli, Paradisi, Catalano. All. SantiLupi S. Croce: Gabbriellini, Arguelles 18, Favaro 4, Caproni 8, Brucini 11, Garibaldi, Camarri N., Camarri L. Antonelli, Compagnoni 4, Rossi, Montagnani, Giannini 1, Dell’Endice, Tellini, Molesti, Landi. All. Pagliai

    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile, Santa Croce vince il derby e si riprende il secondo posto

    Di Redazione

    Crocevia importante per i Lupi di coach Pagliai: la vittoria per 3-0, ottenuta ai danni di una squadra ben allenata come il Volley Prato, consente ai biancorossi di riprendersi il secondo posto in classifica, scavalcando Imballplast Castelfranco.

    Contro Prato i padroni di casa hanno avuto un ottimo rendimento in attacco, 52% contro 37% degli ospiti. Al di là di tante altre considerazioni, questo, per una squadra giovane, è un buon indicatore. Sabato prossimo, a Orte, ci sarà un altro test da brividi.

    Al Pala Parenti Lupi in campo con Giannini-Arguelles, Compagnoni-Caproni, Favaro e la novità di giornata, Brucini, Gabbriellini libero. Risposta di Prato: Giona Corti al palleggio, Catalano opposto, Pini e Matteo Alpini in banda, Matteini e Coletti al centro, Mattia Civinini libero.

    La prima frazione parte in equilibrio ma la prima fuga “vera” è firmata dagli ospiti (9-12, 11-15). Prato sbaglia qualcosa di troppo in attacco: con un errore di Catalano sul 13-15 la truppa di Pagliai torna definitivamente sotto. Sullo scambio successivo, è un “rigore” sparato fuori da Prato a regalare il pareggio.  Il set cambia completamente indirizzo: ad andare in fuga sono i Lupi, con gli avversari che rimangono incredibilmente a quota 15 punti (17-15). Coach Novelli propone Bandinelli per Lemma. Il cambiopalla lo ottiene Alpini in “pipe”. Il break di vantaggio dei Lupi, però, si dilata subito dopo: il mani-fuori di Arguelles, dopo una gran difesa di Giannini, porta S. Croce sul 21-16 (+5). Prato rimane in partita, ma non riesce a recuperare: un servizio in rete di Catalano consegna il set ai biancorossi.  

    Anche nel secondo set la partenza migliore è di marca ospite (5-8, 6-10). Lemma si fa prendere a muro da Arguelles, poi Giannini mette giù un grande ace in battuta: 9-10, la pressione dei Lupi si fa sentire. Il turno in battuta del capitano prosegue; lo interrompe Catalano, con Bandinelli di nuovo e definitivamente in campo al posto di Pini. Prato frena l’emorragia di punti e si ripropone, trovando un nuovo break (13-16) con Alpini. Catalano tiene gli ospiti avanti (16-18), la squadra di Novelli ci crede ma prima Arguelles, in attacco da posto 4, poi Brucini, con un monster block sullo stesso Catalano, rendono possibile l’aggancio. Sullo slancio i Lupi scappano (22-20), Prato chiama time-out, ma al rientro un mani-fuori di Brucini consente ai locali di aumentare il vantaggio. Arguelles segna il 24esimo punto, la squadra avversaria riprende la palla e annulla anche il secondo set-point, ma sul 24-22 Compagnoni chiude la strada ad Alpini e accompagna i suoi sul 2-0.

    Come negli altri set, anche nel terzo Volley Prato riesce ad avere qualcosa in più nei primi scambi. Ma questa volta la squadra di Pagliai reagisce prima e soprattutto riesce a piazzare break importanti che tengono a distanza il sestetto avversario. L’aggancio è sull’11-11 (servizio fuori di Alpini), ma Coletti in primo tempo riporta avanti i lanieri. Arguelles segna il 12 pari, poi finalizza un contrattacco: 13-12, è il momento chiave del parziale e poi della partita. Prato gioca bene, rimane a una sola lunghezza per qualche rotazione. Un altro gran turno di battuta a firma Giannini consente ai biancorossi di scappare: l’ennesimo punto di Arguelles (alla fine saranno 27) sigilla il 18-14. Prato capisce che non può fare di più, i biancorossi sentono l’odore della vittoria e dei tre punti: il punteggio scivola via. Gli ultimi due punti di Arguelles permettono ai Lupi di chiudere senza soffrire, 25-16, e di festeggiare la vittoria numero 14 di questo straordinario campionato.

    LUPI S. CROCE-KABEL VOLLEY PRATO 3-0 (25-20, 25-22, 25-16)LUPI S. CROCE: Gabbriellini, Arguelles 27, Favaro 8, Caproni 2, Brucini 10, Garibaldi, Camarri, Antonelli, Compagnoni 7, Rossi, Montagnani, Giannini 1, Dell’Endice, Tellini, Molesti, Landi. All. PagliaiKABEL VOLLEY PRATO: Civinini M., Bandinelli 5, Alpini L., Coletti 7, Civinini J., Pini 1, Catalano 12, Alpini M. 10, Menchetti, Corti, Matteini 5. All. Novelli

    (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    B maschile: Nulla da fare per la Lupi Santa Croce nel derby

    Di Redazione

    Troppa Lupi Santa Croce per la Kabel Volley Prato. I pratensi riassaporano il gusto amaro della sconfitta e lo fanno nel derby contro i pisani. Un derby di alta classifica in cui Prato ha giocato alla pari due set e mezzo. Peccato soprattutto per i primi due parziali dove la Kabel ha agevolato il lavoro dei cugini vanificando inizi promettenti di parziale.

    La cronaca1° set: Prato con Corti e Catalano in diagonale, Coletti e Matteini al centro, Pini e Alpini di banda e Civinini libero. Inizio equilibrato (9-9) con Prato che piazzava il break con attacco di Catalano e muro su Arguelles (9-11). Tempo Lupi. Kabel sul 9-13 con Catalano al servizio e Coletti al centro. Lupi che tornavano sotto con orgoglio e sfruttando qualche errore pratese. Parità sul 15-15 e tempo Novelli dopo due ingenuità dei suoi. Dentro Bandinelli. Alla ripresa Lupi sul 15-17 e poi a scappare sul 16-19 e 19-23. Chiusura a 20.

    2° set: Nel secondo parziale ancora buona partenza Lupi (3-1), ma immediato è il recupero pratese (10-10). Dentro Bandinelli. Kabel a provare la fuga (11-13 e 13-16). Tempo Lupi. Alla ripresa Bandinelli per il 17-19, ma poi rimonta Santa Croce propiziata dai tanti errori dei ragazzi di Novelli ma anche dalla qualità dei Lupi. Prato avanti fino al 18-20 poi break dei ragazzi di casa fino al 24-20. Chiusura a 22.

    3° set: Equilibrio iniziale anche nel terzo parziale (5-5 e 10-10). Il break dei Lupi arrivava sul 14-12 con Arguelles e Novelli chiamava tempo. Al ritorno in campo padroni di casa che scappavano sul 18-14. Catalano per il 15, ma era un fuoco di paglia. Santa Croce veleggiava sul 20-15 e chiudeva a 16.

    Lupi Santa Croce-Kabel Volley Prato 3-0 (25-20, 25-22, 25-16)Lupi Santa Croce: Arguelles, Tellini, Compagnoni, Favaro, Brucini, Rossi, Gabbriellini, Molesti, Antonelli, Montagnani, Landi, Dell’Endice, Giannini, Camarri. All. Pagliai.Kabel Volley Prato: Alpini M., Alpini l., Bruni, Coletti, Giona Corti, Civinini J., Civinini M., Pini, Catalano, Matteini, Bandinelli, Menchetti, Maletaj. All. Novelli.Arbitri: Marani e Vannuzzi

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Prima Divisione femminile: Lupi Santa Croce, la cavalcata continua

    Di Redazione

    Undicesimo successo in dodici gare per la Prima Divisione femminile dei Lupi Santa Croce. Così coach Marchi a fine gara: “C’è da fare un plauso alle avversarie, tutte ragazze Under 16 che se la sono giocata a viso aperto. Naturalmente si è vista tanta differenza, soprattutto a livello di esperienza e capacità di gioco. Ho utilizzato tutte le atlete a disposizione, eccetto Fabiani che è ancora a riposo a scopo preventivo, post infortunio. La giornata è stata positiva, abbiamo preso ancora qualche punto di vantaggio. Ci aspetta un’ultima parte di stagione da giocare ‘a tutto braccio’, dritte all’obiettivo“.

    Il margine cui si riferisce il coach è il più 10 sulla Folgore San Miniato, sconfitta a Pisa dalla Grandi Turris (3-2), e sul CUS (che ha osservato un turno di riposo). Classifica ovviamente da rivalutare perché le giallorosse hanno due partite in meno rispetto alle biancorosse, il CUS Pisa una. La prossima giornata, con Santa Croce chiamata allo stop, restituirà una graduatoria ancora più realistica e attendibile, quanto al numero delle gare disputate. Tra quindici giorni, trasferta a Capannoli contro la Pallavolo S. Bartolomeo.

    Lupi Santa Croce-Volley Livorno 3-0 (25-14, 25-14, 25-19)LUPI S. CROCE: Allori, Campigli, Cipollini, Fabiani, Giacomelli, Giovannoni, Lupi, Mannucci, Moretti, Rinaldi, Russoniello, Sabatini, Tinacci, Tozzi. All. Marchi.VOLLEY LIVORNO: Artico, Bradac, Cabras, Calzecchi, Cingolani, Deri, Fabras, Marini, Mercedi, Risaliti, Rossi, Rosso, Villani. All. Bosco.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO