consigliato per te

  • in

    F1, Verstappen: “Io sotto pressione? Mai stato meglio”

    SOCHI – “Lewis ha detto che sono sotto pressione? Eh sì, ha ragione, sono talmente teso che a stento riesco a dormire la notte, è davvero orribile lottare per il titolo o per vincere tutte le gare”. Max Verstappen scherza durante la conferenza stampa del Gran Premio di Russia, quindicesimo appuntamento stagionale della Formula 1. Il pilota olandese, che precede di pochi punti Lewis Hamilton in classifica generale, si è mostrato rilassato per il testa a testa di questo finale di stagione: “Chi mi conosce lo sa, io sono sempre rilassato, non sono mai stato meglio. È una sensazione fantastica poter contare su una macchina con cui puoi vincere sempre e dovunque. I suoi commenti dimostrano che non mi conosce ma va bene così, neanche io lo conosco bene. Abbiamo entrambi molta pressione ma di certo questo non cambierà il modo in cui io guido, il mio approccio sarà sempre lo stesso”.
    Su Monza
    Verstappen è poi tornato sull’incidente di Monza: “Quando sono uscito dalla mia monoposto, anche lui stava cercando di uscire. L’ho visto e non aveva problemi. Anzi stava talmente bene che poche ore dopo si è messo su un aereo ed è andato a un galà, quindi buon per lui. Sì, sono rimasto sorpreso della sanzione, ma alla fine hanno deciso così e devo accettarlo, non è la fine del mondo. La penso in modo diverso, non devo per forza essere d’accordo ma solo accettare la decisione e lasciarmela alle spalle”. Poi qualche parola sulla tappa in Russia, dove subirà la penalità di tre posizioni in griglia per l’incidente: “Faremo un bel weekend. Sappiamo che loro qui sono forti ma già l’anno scorso non siamo andati male e stavolta possiamo fare ancora meglio. Sinceramente non importa dove siamo, quest’anno riusciamo a essere sempre competitivi. E poi sembra che pioverà, quindi vedremo, sarà una bella gara. In passato dovevo sperare nel maltempo per avere una chance ma ora non più”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen: “Non sono mai stato meglio. Monza? Accetto la sanzione”

    SOCHI – Max Verstappen scherza in conferenza stampa alla vigilia del Gran Premio di Russia, valevole per la quindicesima tappa del Mondiale 2021 di Formula 1. Il pilota olandese della Red Bull si è detto rilassato, rispondendo alle dichiarazioni del rivale Lewis Hamilton: “Lewis ha detto che sono sotto pressione? Eh sì, ha ragione, sono talmente teso che a stento riesco a dormire la notte, è davvero orribile lottare per il titolo o per vincere tutte le gare. Chi mi conosce lo sa, io sono sempre rilassato, non sono mai stato meglio. È una sensazione fantastica poter contare su una macchina con cui puoi vincere sempre e dovunque. I suoi commenti dimostrano che non mi conosce ma va bene così, neanche io lo conosco bene. Abbiamo entrambi molta pressione ma di certo questo non cambierà il modo in cui io guido, il mio approccio sarà sempre lo stesso”.
    Sull’incidente di Monza
    Verstappen è poi tornato sull’incidente di Monza: “Quando sono uscito dalla mia monoposto, anche lui stava cercando di uscire. L’ho visto e non aveva problemi. Anzi stava talmente bene che poche ore dopo si è messo su un aereo ed è andato a un galà, quindi buon per lui. Sì, sono rimasto sorpreso della sanzione, ma alla fine hanno deciso così e devo accettarlo, non è la fine del mondo. La penso in modo diverso, non devo per forza essere d’accordo ma solo accettare la decisione e lasciarmela alle spalle”. Poi qualche parola sulla tappa in Russia, dove subirà la penalità di tre posizioni in griglia per l’incidente: “Faremo un bel weekend. Sappiamo che loro qui sono forti ma già l’anno scorso non siamo andati male e stavolta possiamo fare ancora meglio. Sinceramente non importa dove siamo, quest’anno riusciamo a essere sempre competitivi. E poi sembra che pioverà, quindi vedremo, sarà una bella gara. In passato dovevo sperare nel maltempo per avere una chance ma ora non più”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen torna su Monza: “Per me è un incidente di gara”

    ROMA – Max Verstappen e Lewis Hamilton sono divisi solamente da cinque punti in classifica. La lotta sembra accendersi sempre più, di Gran Premio in Gran Premio, a suon di colpi di scena che potebbero coinvolgere anche il weekend di Sochi. L’appuntamento in Russia vedrà il pilota della Red Bull scontare tre posizioni nella griglia di partenza: “Per quanto riguarda il campionato abbiamo ancora molte gare davanti a noi ed è un margine esiguo. Cercheremo di sfruttare al massimo il weekend e lavoreremo con il pacchetto che abbiamo”, le sue parole. 
    “Monza? Nulla è perduto”
    Quanto avvenuto a Monza è ancora sotto la lente d’ingrandimento di numerosi addetti ai lavori. Max però vuole voltare pagina: “Nulla è perduto – prosegue come riportato da racingnews365.com -. Ognuno può pensare quello che vuole, ma è importante guardare avanti e continuare a spingere. Io credo ancora che sia stato un incidente di gara, ma ci è stata data una penalità di tre posizioni in griglia e ora dobbiamo solo lavorare. La gara di Monza sicuramente non è stata la nostra miglior giornata per molte ragioni, ma ora ho solo intenzione di guardare a Sochi. La penalità ovviamente non è l’ideale ma nulla è perduto: io la vedo così”.  LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen: “Molte gare ancora, il margine su Hamilton è esiguo”

    ROMA – Solamente cinque punti dividono Max Verstappen da Lewis Hamilton. La lotta sembra accendersi sempre più, di Gran Premio in Gran Premio, a suon di colpi di scena che potebbero coinvolgere anche il weekend di Sochi. L’appuntamento in Russia vedrà il pilota della Red Bull scontare tre posizioni nella griglia di partenza: “Per quanto riguarda il campionato abbiamo ancora molte gare davanti a noi ed è un margine esiguo. Cercheremo di sfruttare al massimo il weekend e lavoreremo con il pacchetto che abbiamo”, le sue parole. 
    L’incidente di Monza
    Quanto avvenuto a Monza è ancora sotto la lente d’ingrandimento di numerosi addetti ai lavori. Max però vuole voltare pagina: “Nulla è perduto – prosegue come riportato da racingnews365.com -. Ognuno può pensare quello che vuole, ma è importante guardare avanti e continuare a spingere. Io credo ancora che sia stato un incidente di gara, ma ci è stata data una penalità di tre posizioni in griglia e ora dobbiamo solo lavorare. La gara di Monza sicuramente non è stata la nostra miglior giornata per molte ragioni, ma ora ho solo intenzione di guardare a Sochi. La penalità ovviamente non è l’ideale ma nulla è perduto: io la vedo così”.  LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Bottas: “Un onore lavorare con Hamilton, c'è grande rispetto”

    ROMA – A pochi Gran Premi dall’addio alla Mercedes, Valtteri Bottas non mette in dubbio l’amicizia con Lewis Hamilton. Il finlandese correrà per l’Alfa Romeo nel 2022, ma è voglioso di chiudere al meglio un’avventura che lo ha visto affiancare uno dei più grandi piloti di sempre: “Riguardo alla Mercedes, ci sono state molte persone con cui sono diventato amico e lo stesso vale per Lewis. È stato un piacere assoluto e un vero onore lavorare con lui. Siamo stati capaci di lavorare davvero bene come squadra, avendo un bel rispetto. È stato un compagno di squadra fantastico e ho imparato molto da lui”, dichiara Bottas. 
    “Continuerà a fare bene”
    Bottas correrà da avversario di Hamilton la prossima stagione: “Non ho dubbi sul fatto che farà bene anche in futuro. Posso sicuramente dire che siamo amici. C’è un gran rispetto in entrambi i sensi. Corriamo l’uno contro l’altro, ma siamo una vera e propria squadra. Se guardate agli ultimi anni, sapete trovarmi una squadra migliore? Abbiamo realizzato un bel po’ di cose”, conclude al podcast ‘F1 Nation’.  LEGGI TUTTO