consigliato per te

  • in

    A2 Credem Banca: Taranto vince gara1 di semifinale. 3-2 a Cuneo

    Gara 1 Semifinali Play Off PromozionePrisma Taranto – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-2 (25-20, 25-17, 22-25, 17-25, 15-13)Prisma Taranto: Coscione 4, Fiore 11, Di Martino 6, Padura Diaz 25, Gironi 16, Alletti 11, Cascio (L), Hoffer (L), Cottarelli 0, Cominetti 0, Goi (L), Parodi 1. N.E. Persoglia. All. Di Pinto.BAM Acqua S.Bernardo Cuneo: Pistolesi 4, Tiozzo 17, Sighinolfi 9, Pereira Da Silva 15, Preti 6, Bonola 10, Bisotto (L), Chiapello (L), Catania (L), Galaverna 11. N.E. Gonzi, D’Amato, Rainero. All. Serniotti.ARBITRI: De Simeis, Palumbo.NOTE – durata set: 26′, 24′, 31′, 27′, 22′; tot: 130′.
    TARANTO – Vittoria al tie-break per la Prisma Taranto: nella gara1 delle semifinali playoff, la squadra di coach Di Pinto si impone per 3-2 sulla BAM Acqua S. Bernardo Cuneo e si porta in vantaggio nella serie.
    SESTETTI – Sestetto tipico per coach Di Pinto: Coscione in cabina di regia, Padura Diaz opposto, Gironi e Fiore schiacciatori, Alletti-Di Martino centrali con Goi libero. Coach Serniotti risponde con Pistolesi in regia, opposto Wagner; centrali Bonola e Sighinolfi, in banda Tiozzo e Preti, libero Catania.
    LA PARTITA – Avvio di match scoppiettante: break iniziale di Cuneo (4-5), poi Taranto prova a creare il primo allungo con la pipe di Gironi e l’ace di Fiore (9-6). I piemontesi provano a reagire, Alletti e Padura Diaz lo ricacciano indietro fino al 15-10, con coach Serniotti che chiama timeout. I rossoblù mantengono le redini del gioco e passano sul 19-15: Cuneo chiede la seconda sospensione. DI Martino e Padura Diaz rispondono a Sighinolfi e Tiozzo (23-20), poi l’opposto italo-cubano mette a segno il 25-20 dopo un lungo scambio.
    Taranto parte benissimo nel secondo set: break di 4-1 firmato Coscione, Alletti e Gironi con Serniotti che interrompe subito il gioco. La Prisma cresce tanto, soprattutto in attacco: gli uomini di Di Pinto sono in palla e si portano sul +6 (13-7) obbligando Cuneo al secondo timeout del set. L’ingresso di Galaverna, al posto di Preti, dà maggior lucidità agli attacchi dei piemontesi ma Taranto è un rullo compressore: sul 24-15, i rossoblù hanno a disposizione ben nove palle set. Cuneo ne riesce ad annullarne due, poi Galaverna sbaglia la battuta (25-17).
    Serniotti conferma Galaverna al posto di Preti nel terzo set. Cuneo parte meglio, piazzando un break di 1-5 con Di Pinto che chiede timeout. La formazione ospite approfitta del momento di sbandamento dei tarantini: squadre molto fallose, specie in battuta, con gli orange che riescono a doppiare Taranto (8-16). La Prisma prova a forzare la mano (11-17), DI Pinto getta nella mischia Parodi al posto di Fiore per cercare maggior lucidità. Sul 14-21, il tecnico dei rossoblù chiama il secondo timeout: la Prisma reagisce con un break di 7-2 che riporta Taranto sul -2 (21-23). Cuneo rimane fredda, affida gli attacchi decisivi a Wagner e Tiozzo e si porta sul 2-1 (22-25).
    Galvanizzata dalla vittoria del set, Cuneo parte forte anche nel quarto parziale: 2-4 e timeout chiesto da Di Pinto. L’inerzia resta a favore dei piemontesi: Taranto continua a fare fatica, Galaverna entra totalmente in partita e porta Cuneo sul 4-10. La squadra di Serniotti prende fiducia, Pistolesi piazza l’ace del 6-14 portando sul +8 gli ospiti. Fiore e Padura Diaz provano a dare la scossa ma Cuneo è brava a non far rientrare Taranto nel set: Wagner mette a segno il punto del 17-25 con la partita che scivola al tie-break.
    La Prisma entra con un piglio diverso nel quinto parziale: muro di Di Martino e attacco out di Pistolesi per il 2-0 iniziale, con Serniotti che chiede subito il timeout. Taranto va sul 4-1, poi Cuneo la riprende con Galaverna e due muri di Bonola (4-5): Di Pinto chiama timeout. Le due squadre si rispondono punto a punto: ne beneficia lo spettacolo. Sale in cattedra Padura Diaz che, con un muro e un attacco vincente, porta Taranto sul +3 (11-8): Serniotti sospende il gioco. Wagner regala il 12-8; entra in campo Preti per Tiozzo. Cuneo non molla e si riporta sul -3 (13-10), poi Padura Diaz consegna a Taranto quattro match-point. Due muri di Bonola riportano Cuneo sul -1 (14-13), poi Sighinolfi sbaglia la battuta con Taranto che vince 15-12 e porta a casa gara-1.Domenica 25 aprile, in terra piemontese, gara-2 delle semifinali: l’inizio del match è fissato per le ore 18.00. LEGGI TUTTO

  • in

    A3 Credem Banca: Gara3 Ottavi. Promosse Motta di Livenza, Brugherio, Grottazzolina e Lecce

    MODENA – Con i risultati di oggi termina la competizione a due gironi in Serie A3 Credem Banca, giunta agli Ottavi Play Off. Le vincenti si uniscono ora in un unico tabellone che prevede Quarti e Semifinali al meglio delle 3 gare. Le due squadre vincitrici le Semifinali saranno promosse in Serie A2.
    HRK Motta di Livenza batte ViViBanca Torino e trova l’abbinamento con Abba Pineto, che ha chiuso i giochi con Normanna Aversa Academy.
    Gamma Chimica Brugherio piega in casa la Vigilar Fano per 3-0 e raggiungerà domenica il campo di Grottazzolina, dopo che la Videx (leader del Girone Blu) con un 3-1 in Gara 3 ha chiuso il campionato della Pallavolo Franco Tigano Palmi.
    Efficienza Energia Galatina, seconda in Regular Season e a lungo protagonista del Girone Blu, scivola in casa al quinto set e spalanca la strada ad Aurispa Libellula Lecce, eroica underdog partita ultima dai Sedicesimi. Si invertono quindi le sedi gara previste nella sfida Blu contro Bianchi: la già qualificata Med Store Macerata (terza Bianca in classifica) parte col favore di campo contro Lecce (10a Blu).
    La prossima quarta sfida era già stata definita dalle Gare 2, con Delta Group Rico Carni Porti Viro in lizza con Maury’s Com Cavi Tuscania.
    Risultati Gara 3 Ottavi di Finale Play Off A3 Credem Banca – Girone BiancoHRK Motta di Livenza – ViViBanca Torino 3-1 (18-25, 25-23, 25-23, 25-16)Gamma Chimica Brugherio – Vigilar Fano 3-0 (25-21, 25-19, 26-24)Risultati Gara 3 Ottavi di Finale Play Off A3 Credem Banca – Girone BluVidex Grottazzolina – Pallavolo Franco Tigano Palmi 3-1 (25-16, 25-15, 20-25, 25-16)Efficienza Energia Galatina – Aurispa Libellula Lecce 2-3 (25-19, 25-18, 25-27, 9-25, 11-15)Abba Pineto – Normanna Aversa Academy 3-0 (25-12, 25-14, 25-16)
    PROGRAMMA – Tutte le gare in diretta su Legavolley.tvGara 1 Quarti di Finale Play Off A3 Credem Banca Domenica 25 aprile, orari da definireHRK Motta di Livenza – Abba PinetoMed Store Macerata – Aurispa Libellula LecceVidex Grottazzolina – Gamma Chimica BrugherioDelta Group Rico Carni Porto Viro – Maury’s Com Cavi Tuscania
    Gara 2 Quarti di Finale Play Off A3 Credem Banca Domenica 2 maggio, orari da definireAbba Pineto – HRK Motta di LivenzaAurispa Libellula Lecce – Med Store MacerataGamma Chimica Brugherio – Videx GrottazzolinaMaury’s Com Cavi Tuscania – Delta Group Rico Carni Porto Viro
    Eventuale Gara 3 Quarti di Finale Play Off A3 Credem Banca Mercoledì 5 maggio, orari da definireHRK Motta di Livenza – Abba PinetoMed Store Macerata – Aurispa Libellula LecceVidex Grottazzolina – Gamma Chimica BrugherioDelta Group Rico Carni Porto Viro – Maury’s Com Cavi Tuscania LEGGI TUTTO

  • in

    A2 Credem Banca: Brescia e Taranto vincono gara 1 di semifinale play off

    MODENA –  I tabellini di gara1 di semifinale play off promozione di A2 Credem Banca.
    Prisma Taranto – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo 3-2 (25-20, 25-17, 22-25, 17-25, 15-13)Prisma Taranto: Coscione 4, Fiore 11, Di Martino 6, Padura Diaz 25, Gironi 16, Alletti 11, Cascio (L), Hoffer (L), Cottarelli 0, Cominetti 0, Goi (L), Parodi 1. N.E. Persoglia. All. Di Pinto.BAM Acqua S.Bernardo Cuneo: Pistolesi 4, Tiozzo 17, Sighinolfi 9, Pereira Da Silva 15, Preti 6, Bonola 10, Bisotto (L), Chiapello (L), Catania (L), Galaverna 11. N.E. Gonzi, D’Amato, Rainero. All. Serniotti.ARBITRI: De Simeis, Palumbo.NOTE – durata set: 26′, 24′, 31′, 27′, 22′; tot: 130′.
    Emma Villas Aubay Siena – Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia 2-3 (25-21, 23-25, 21-25, 25-21, 13-15)Emma Villas Aubay Siena: Fabroni 1, Massari 16, Zamagni 7, Romanò 27, Yudin 17, Barone 10, Crivellari (L), Fantauzzo 0, Fusco (L), Panciocco 0. N.E. Della Volpe, Ciulli, Truocchio. All. Spanakis.Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia: Tiberti 2, Galliani 14, Candeli 11, Bisi 19, Cisolla 15, Esposito 16, Tonoli (L), Tasholli 0, Cogliati 0, Franzoni (L), Bergoli 0. N.E. Orlando Boscardini, Crosatti, Ghirardi. All. Zambonardi.ARBITRI: Merli, Grassia.NOTE – durata set: 26′, 28′, 28′, 28′, 20′; tot: 130′.
    Prossimo turnoGara 2 Semifinali Play Off A2 Credem BancaDomenica 25 Aprile 2021, ore 18.00Gruppo Consoli Centrale del Latte Brescia – Emma Villas Aubay SienaBAM Acqua S.Bernardo Cuneo – Prisma Taranto
    Gara 3 Semifinali Play Off A2 Credem BancaDomenica 2 maggio 2021, orari da definireEmma Villas Aubay Siena – Gruppo Consoli Centrale del Latte BresciaPrisma Taranto – BAM Acqua S.Bernardo Cuneo
    Eventuale Gara 4 Semifinali Play Off A2 Credem BancaMercoledì 5 maggio 2021, orari da definireGruppo Consoli Centrale del Latte Brescia – Emma Villas Aubay SienaBAM Acqua S.Bernardo Cuneo – Prisma Taranto
    Eventuale Gara 5 Semifinali Play Off A2 Credem BancaDomenica 9 maggio 2021, orari da definireEmma Villas Aubay Siena-Gruppo Consoli Centrale del Latte BresciaPrisma Taranto-BAM Acqua S.Bernardo Cuneo LEGGI TUTTO

  • in

    A2 F.: Pool Promozione, vincono Vallefoglia e Sassuolo. Pool Salvezza: Vince Torino

    MODENA – Megabox Vallefoglia e Green Warriors Sassuolo escono vittoriose dai due match di recupero della 5^ giornata della Pool Promozione. Le tigri di Fabio Bonafede strappano un’altra vittoria significativa dopo quella contro Roma e raggiungono Macerata in terza posizione a quota 52 punti. Avanti due set a zero con parziali netti, le pesaresi hanno la possibilità di chiudere sia nel terzo che nel quarto (quattro match point complessivi), ma le ragazze di Michele Marchiaro, nonostante la fatica accumulata due giorni fa in Salento, riescono a issarsi al tie-break, il 13° stagionale. Lì, le padrone di casa sono praticamente perfette e dominano 15-3. Da stropicciarsi gli occhi il confronto tra martelli: Pamio sigla 34 punti con 5 ace, Zago 27 con 3 muri.Le neroverdi di Enrico Barbolini conquistano il primo duello contro l’Omag San Giovanni in Marignano, battuta per 3-0 in Romagna. Sassuolo, bella e concreta, ritrova sé stessa e la vittoria: con un’ottima prestazione di squadra, Dimitriadhi e compagne cancellano in fretta la sconfitta subita a Macerata e si rilanciano nella corsa ai Play Off Promozione, raggiungendo l’ottavo posto a quota 40 punti, appaiando il Volley Soverato. Probabilmente poco brillanti per gli impegni ravvicinati a cui sono state chiamate dopo un lungo periodo di stop, le zie di Stefano Saja non offrono una prestazione positiva. L’opportunità di riscatto giungerà presto, visto che nel weekend le due squadre si riaffronteranno, questa volta al PalaConsolata di Sassuolo. Top scorer è Antropova con 18 punti.
    MEGABOX VALLEFOGLIA – EUROSPIN FORD SARA PINEROLO 3-2 (25-19 25-18 28-30 25-27 15-3)MEGABOX VALLEFOGLIA: Balboni 1, Pamio 34, Bertaiola 16, Colzi 14, Bacchi 19, Kramer 14, Bresciani (L), Durante. Non entrate: Dapic, Costagli, Ricci, Stafoggia. All. Bonafede.EUROSPIN FORD SARA PINEROLO: Gray 10, Zago 27, Buffo 3, Akrari 10, Boldini 4, Fiesoli 8, Fiori (L), Bussoli 8, Pecorari 1, Casalis, Nuccio. Non entrate: Guelli (L), Allasia. All. Marchiaro.ARBITRI: Turtu’, Mattei.NOTE – Durata set: 20′, 22′, 30′, 29′, 10′; Tot: 111′.
    OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO – GREEN WARRIORS SASSUOLO 0-3 (17-25 22-25 20-25)OMAG S.GIOV. IN MARIGNANO: Peonia 11, Ceron 4, Berasi 1, Silva Conceicao 13, Cosi 5, Fiore 9, Bonvicini (L), Fedrigo 3, De Bellis 1, Spadoni 1, Aluigi, Urbinati, Penna (L). All. Saja.GREEN WARRIORS SASSUOLO: Busolini 7, Spinello 1, Salinas 10, Civitico 9, Antropova 18, Dhimitriadhi 9, Falcone (L), Pasquino 1. Non entrate: Ferrari, Pelloni (L), Magazza, Fornari. All. Barbolini.ARBITRI: Laghi, Clemente.NOTE – Durata set: 24′, 26′, 27′; Tot: 77′.
    CLASSIFICHE – Acqua & Sapone Roma Volley Club 59 (3); Lpm Bam Mondovì 56 (3); CBF Balducci HR Macerata 52 (2); Megabox Vallefoglia 52 (3); Eurospin Ford Sara Pinerolo 47 (2); Sigel Marsala 43 (3); Cuore Di Mamma Cutrofiano 42 (2); Volley Soverato 40 (2); Green Warriors Sassuolo 40 (3); Omag San Giovanni in Marignano 34 (6).(tra parentesi le partite ancora da disputare)
    POOL SALVEZZA – Il Barricalla Cus Torino pone fine alla propria stagione con un successo soffertissimo sulla Sorelle Ramonda Ipag Montecchio, concluso solo 20-18 al tie-break dopo aver annullato alle avversarie ben quattro match point. In un match che non metteva alcunché in palio ma comunque spettacolare, le ragazze di Mauro Chiappafreddo vanno sotto, la ribaltano e poi rischiano di perderla contro le vicentine che confermano l’ottimo momento di forma. Cagnin, schiacciatrice ospite, è la migliore realizzatrice della serata con 22 punti, mentre tra le cussine 18 di Venturini (tra cui anche il punto finale).
    Giovedì alle 18.00 l’Olimpia Teodora Ravenna, che lo scorso weekend ha conquistato matematicamente il primo posto della Pool Salvezza e dunque l’accesso ai Play Off Promozione, ospiterà al PalaCosta il Club Italia Crai.
    BARRICALLA CUS TORINO – SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO 3-2 (17-25 25-22 25-19 18-25 20-18)BARRICALLA CUS TORINO: Sainz 3, Bertone 4, Rimoldi, Pinto 16, Mabilo 8, Sironi 13, Torrese (L), Venturini 18, Severin 2, Gamba, Batte. Non entrate: Rengoni (L). All. Chiappafreddo.SORELLE RAMONDA IPAG MONTECCHIO: Scacchetti 4, Cagnin 22, Bovo 14, Covino 8, Battista 6, Bartolini 3, Monaco (L), Brandi 11, Canton 6. Non entrate: Imperiali (L), Mangani, Rosso. All. Fangareggi.ARBITRI: Cavicchi, Brunelli.NOTE – Durata set: 24′, 24′, 23′, 27′, 25′; Tot: 123′.
    CLASSIFICHE –  Olimpia Teodora Ravenna 41 (2); Futura Volley Giovani Busto Arsizio 35 (1); Itas Città Fiera Martignacco 35 (1); Geovillage Hermaea Olbia 32; Cda Talmassons 31 (2); Barricalla Cus Torino 30; Club Italia Crai 23 (4); Sorelle Ramonda Ipag Montecchio 15 (1); Exacer Montale 8 (1).(tra parentesi le partite ancora da disputare) LEGGI TUTTO

  • in

    Play Off/Finale Gara3. Civitanova domina 0-3 e torna avanti nella serie. 26 errori per Perugia, Leal MVP

    FINALE SCUDETTO – GARA 3Sir Safety Conad Perugia – Cucine Lube Civitanova 0-3 (20-25, 18-25, 14-25)Sir Safety Conad Perugia: Travica 0, Leon Venero 12, Russo 3, Atanasijevic 12, Plotnytskyi 8, Solé 4, Biglino (L), Colaci (L), Ter Horst 0, Ricci 0, Vernon-Evans 0. N.E. Zimmermann, Muzaj, Piccinelli. All. Fontana.Cucine Lube Civitanova: De Cecco 1, Juantorena 10, Simon 9, Rychlicki 8, Leal 15, Anzani 6, Larizza (L), Balaso (L), Hadrava 0, Kovar 0. N.E. Yant Herrera, Diamantini, Falaschi, Marchisio. All. Blengini.ARBITRI: Rapisarda, Lot.NOTE – durata set: 25′, 29′, 27′; tot: 81′.
    PERUGIA – Il fattore campo continua ad essere annullato nella Finale Scudetto. La Lube Civitanova espugna ancora il PalaBarton, al termine di 81 minuti dominati, contro una Sir Safety Perugia troppo brutta per essere vera. Mvp Leal, a tratti inarrestabile (71%) e determinante al servizio, sia nei punti diretti che per costruire la fase break. Tra i Block Devils significativo che il migliore sia proprio Atanasijevic, 12 punti come Leon ma con una percentuale migliore in attacco (58%). La serie tornerà a Civitanova sabato 24 aprile, ed i cucinieri avranno la prima possibilità di chiudere i conti con il tricolore.
    PIU’ E I MENO – Civitanova fa meglio in attacco (52% a 61%) e nelle ricezioni perfette (17% a 22%). Oltre a Leal, Leon ed Atanasijevic, in doppia cifra anche Juantorena (64%). 7 punti per i centrali di Perugia, 15 per quelli della Lube. 26 errori diretti per i perugini contro i 13 dei marchigiani. La differenza è stata soprattutto qui.
    LA CHIAVE – Perugia molla gli ormeggi proprio nei fondamentali che le permettono spesso di fare la differenza: il servizio (1 a 7 gli ace) ed a muro (nessuno contro i 5 dei marchigiani). Difesa e contrattacco (59%) asfissiante per la Lube, con De Cecco che vince nettamente la sfida in regia con Travica.
    SESTETTI – Fontana si affida a Travica-Atanasijevic diagonale di posto due, Russo e Solé centrali, Leon e Plotnytskyi in banda e Colaci a guidare la seconda linea. Blengini risponde con De Cecco in regia e Rychlicki opposto, Anzani-Simon al centro, Leal e Juantorena a schiacciare e ricevere e Balaso libero.
    LA PARTITA – Il muro di Simon (5-7) e l’ace di Juantorena (6-9) spezzano l’equilibrio iniziale; Leon (due palloni su otto a terra), impatta (10-10), ma non basta ai Block Devils per imboccare la strada giusta. Perugia sbaglia troppo (10 errori, 7 in battuta), e la Lube scappa ancora (12-15); la Sir non riesce più a ricucire lo strappo, e nel finale i muri di Anzani (17-20), Juantorena (18-22) e Rychlicki chiudono la pratica.
    Alla ripresa, quattro colpi di Leal (tre ace consecutivi) scavano il solco (3-9); Civitanova attacca bene (65%), la Sir invece si perde in ricezione (ace di De Cecco, 5-13). Il margine resta pressoché invariato per tutta la frazione (13-20), Atanasijevic (5 punti, 71%) riduce leggermente il gap (17-22), senza però modificare l’inerzia; l’errore di Solé vale il raddoppio.
    Botta e risposta in avvio di terzo set, poi l’ace di Juantorena (6-8) e l’affondo di Leal (7-10) spingono ancora gli ospiti. Ricci subentra a Russo, ma la musica non cambia (12-18); Perugia stacca definitivamente la spina (13-22) e l’ultimo colpo della coppia di ex De Cecco-Anzani manda in ghiaccio la partita. LEGGI TUTTO

  • in

    Play Off/Finale Gara3. I commenti di Atanasijevic, Leal, Blengini, Balaso, Rychlicki, De Cecco

    PERUGIA – Le parole dei protagonisti di gara 3 di finale scudetto.
    Aleksandar Atanasijevic, opposto della Sir Safety Conad Perugia: “Penso che loro sono stati molto bravi a metterci in difficoltà. Hanno battuto benissimo ed hanno tenuto benissimo quando il servizio entrava a noi. I playoff sono questi, c’è la vittoria e c’è la sconfitta. Adesso dobbiamo ricaricarci e pensare a sabato, dovremo dare tutto perché non c’è domani”.
    Yoandy Leal, MVP, schiacciatore della Cucine Lube Civitanova: “Siamo felici per essere riusciti a entrare in campo con una mentalità differente rispetto a gara 2. Abbiamo giocato una pallavolo di altissimo livello. Ora dobbiamo riposarci, tornare in campo sabato e provare a ripeterci per chiudere la serie ed evitare la quinta gara. Volevamo riscattare gli errori dell’ultimo match e abbiamo interpretato bene il match e anche nel prossimo incontro dovremo fare altrettanto”.
    Gianlorenzo Blengini, allenatore della Cucine Lube Civitanova: “La voglia di riscatto quando perdi c’è sempre, soprattutto da parte di grandi giocatori che sanno di poter fare buone cose. Rispettiamo l’avversario, Perugia è una squadra tosta, tenace, agguerrita e di qualità. Sapevamo di dover offrire una pallavolo diversa da quella mostrata in Gara 2. Non si può scegliere di riuscirci, ma si può dare il massimo. Stasera lo abbiamo fatto. Siamo riusciti a dare più continuità alla ricezione e di conseguenza anche al nostro cambio palla. Quella di oggi è stata una grande sfida, ma è solo una partita. In una Finale Scudetto bisogna restare agganciati, resettare e stringere i denti, sia quando si è sopra e gli avversari cercano di recuperare, sia quando si è in svantaggio e si deve rimontare. Se non si riesce, bisogna riprovarci nel set dopo. La Finale Scudetto è dura, perché si affrontano due grandi squadre: soffrire e resistere è normale, questo non deve essere il motivo di un cambio di atteggiamento o di una perdita di fiducia”.
    Fabio Balaso libero della Cucine Lube Civitanova: “È stata una bella gara per noi: un risultato netto ottenuto giocando bene in tutti i fondamentali. Perugia in Gara 4 tenterà il tutto per tutto, dovremo resistere nei momenti difficili. Ce ne saranno che sicuramente. Gara 2? Abbiamo giocato con alti e bassi facendo fatica, per poco non siamo riusciti a portare a casa il match. Adesso pensiamo a Gara 4 che è la cosa più importante”.
    Kamil Rychlicki opposto Cucine Lube Civitanova: “Una serata molto bella per noi e per i tifosi, ma dobbiamo restare razionali, perché ancora non abbiamo nulla in mano. Il fattore campo? Di solito è più dura in trasferta, ora però vogliamo vincere in casa. Oggi tutto è andato bene, in particolare la battuta, che di solito è il punto di forza di Perugia”.
    Luciano De Cecco (regista della Cucine Lube Civitanova): “Perugia aveva mostrato i muscoli in Gara 2, oggi siamo stati noi a farlo. Mettere il giusto atteggiamento in campo ci dà consapevolezza ed è un’altra cosa. Per giocare queste sfide bisogna sempre avere un livello alto. In Gara 2 non abbiamo giocato come volevamo, ma eravamo lì. Gara 4? Non ci penso troppo, mi godo la vittoria odierna. Poi penseremo alla prossima partita”. LEGGI TUTTO

  • in

    Conegliano: Il primo scudetto di Paola Egonu. “Mi piace pensare che questo sia solo l’inizio…Verona, ci vediamo presto”

    Egonu MVP e primo scudetto

    CONEGLIANO – Su Instagram il pensiero di Paola Egonu, al suo primo tricolore.
    di Paola Egonu Mi sono chiesta tante volte come sarebbe stato il mio primo Scudetto. In quale città sarò? Che colori di maglia vestirò? Che volti avranno le compagne attorno a me? Di sicuro non mi sarei mai immaginata di vincere il mio primo tricolore senza quel pubblico che da sempre anima il nostro sport. Da un lato voglio credere che anche questo servirà a rendere ancora più unico questo giorno, dall’altro sogno già il prossimo circondata dal calore del nostro pubblico che tanto ci manca. Non è e non sarà mai la stessa cosa senza l’affetto dei nostri tifosi!Noi, sul campo, ci siamo strette forti in un periodo storico in cui gli abbracci sono una rarità…mi sento fortunata.Questo Scudetto si è fatto attendere ma, come tutte le cose sospirate e volute, posso davvero dire che ne sia valsa la pena!Mi hanno chiesto come io mi senta…eccomi qui: una bimba felice che salta di gioia. Questa sono io oggi!Mi godo questo presente ancora per qualche minuto… non è ancora tempo di festeggiare.Abbiamo un altro appuntamento che ci attende tra 10 giorni ed avremo bisogno di tutte le nostre forze, fisiche e mentali, per affrontarlo.Mi piace pensare che questo sia solo l’inizio…Verona, ci vediamo presto!Paola

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteA1 F.: L’ultimo punto di Folie e la premiazione di Egonu MVP LEGGI TUTTO