consigliato per te

  • in

    Misano Bike, “la Gran Fondo dei Campioni”: appuntamento il 5 settembre

    Misano Bike, la Gran fondo dei campioni. L’appuntamento è per il 5 settembre per l’evento promosso da Comune di Misano e Fondazione Misano, con il supporto strategico di Misano World Circuit ed Eurobike. Da Misano Adriatico il via alla prima edizione della corsa che parte proprio da Misano e “anticipa” di due settimane il Gran Premio della MotoGP. Attesi diversi grandi nomi delle due ruote tra cui il talent Sky Sport Mauro Sanchini e l’ex campionessa Fabiana Luperini. 

    Il percorso
    Novantanove chilometri. La partenza (alle ore 8) è prevista “sul rettilineo del Circuito Marco Simoncelli – fanno sapere gli organizzatori -. Dopo i primi quattro km fra i cordoli che pochi giorni dopo saranno percorsi dai piloti della MotoGP, avverrà il via ufficiale proprio fuori l’autodromo, in via del Carro. Dunque altri 7 km di panoramica fino a Casteldimezzo, prima di imboccare una discesa verso Colombarone, e sulla Siligata ci si dirigerà verso Gradara”. Tappa quindi a Tavullia – casa di Valentino Rossi. E poi “discesa verso San Giovanni in Marignano che riporterà in Romagna, per ripartire in salita verso Santa Maria del Monte, dove ci sarà il primo ristoro. In direzione Gemmano salita impegnativa e poco conosciuta dagli appassionati delle granfondo; qui è prevista un tratto cronometrato di 2,7 km con una pendenza media vicina al 10%. Previsto un premio ai tre ciclisti più veloci. Una salita, per chi è mediamente allenato, da circa 15 minuti. Il secondo ristoro è invece previsto nella cornice delle Grotte di Onferno. Da qui in riva sinistra del Conca si parte all’attacco della salita di Sassofeltrio, poi verso Montelicciano per espatriare in territorio sammarinese, con 400 metri di dislivello complessivo, per arrivare alla ‘Cima Coppi’ della Misano Bike. Infine, discesa in direzione Coriano, nella città di Marco Simoncelli, Misano Monte e mirino sull’arrivo ancora al Misano Wolrd Circuit”.  LEGGI TUTTO

  • in

    Vuelta, Fabio Jakobsen vince la 16^ tappa in volata. Eiking conserva maglia rossa

    L’olandese Fabio Jakobsen ha vinto in volata la 16^ tappa della Vuelta, da Laredo a Santa Cruz de Bezana di 180 chilometri. E’ il terzo successo, dopo quelli conquistati nella quarta e nell’ottava tappa. Jakobsen, che consolida il primato nella classifica a punti, ha battuto allo sprint il belga Meeus e Trentin. Quinto posto per Dainese, ottavo Minali. In classifica generale Eiking conserva il primato con un vantaggio di 54″ sul francese Martin e 1’36” sullo sloveno Roglic. Giulio Ciccone è stato costretto al ritiro per una caduta che ha coinvolto diversi corridori all’inizio della tappa. Mercoledì la 17^ tappa da Unquera a Laghi di Enol (185.8 km). LEGGI TUTTO

  • in

    Vuelta, il polacco Majka vince la 15^ tappa. Eiking conserva la maglia rossa

    Il polacco Rafal Majka si impone per distacco nella 15^ tappa della Vuelta dopo una fuga solitaria di 90 chilometri. Nella frazione di 197.5 chilometri da Navolmoral de la Mata a El Barracco il polacco ha preceduto di 1’27” l’olandese Kruijswijk e di 2’20” l’australiano Hamilton. Quarta posizione per Adam Yates con 2’42” che ha anticipato il resto del gruppo con i big in classifica di 15 secondi, con un attacco nella parte finale dell’ultima salita. Il norvegese Eiking ha conservato la maglia di leader della classifica generale davanti a Martin (+54″), Roglic (1’36”), Mas (+2’11”), Lopez (3’04”). Lunedì è previsto il giorno di riposo. LEGGI TUTTO

  • in

    Vuelta, Romain Bardet vince la 14^ tappa. Eiking conserva la maglia rossa

    Il francese Romain Bardet conquista la 14^ tappa della Vuelta, da Don Benito-Pico Villuercas di 165.7 chilometri. Lo scalatore della DSM, che è anche il nuovo leader della classifica degli scalatori davanti a Caruso, ha preceduto di 44 secondi Herrada e Vine. Quarto Pidcock con un distacco di 1’12”, quinto Champoussin a 1’14”. Il primo dei big di classifica al traguardo è stato Miguel Angel Lopez, con un ritardo di 10’25” dal vincitore di giornata. Il colombiano della Movistar ha guadagnato 4 secondi su Roglic, Mas, Bernal e Haig. Il norvegese Odd Christian Eiking conserva la maglia rossa di leader della classifica generale con 54″ sul francese Martin, 1’36” su Roglic, 2’11” su Mas, 3’04” su Lopez, 3’35” su Haig, 4’21” su Bernal e 4’49” su Adam Yates. Domenica la 15^ tappa da Navalmoral de la Mata a El Barraco di 197.5 chilometri. LEGGI TUTTO

  • in

    Vuelta, Senechal vince davanti a Trentin. Eiking conserva maglia rossa

    Florian Senechal si impone nella terza frazione della Vuelta, la Belmena-Villanueva de la Serena di 203.7 chilometri senza Gpm. Il francese ha sconfitto in volata Matteo Trentin, tezo posto per Alberto Dainese a 2 secondi dal vincitore. Decima posizione per Egan Bernal (+6″), che guadagna 5 secondi sugli altri uomini di classifica. Il norvegese Eiking conserva la maglia rossa con 58 secondi sul francese Martin. Terzo Roglic a 1’56”, quarto Mas a 2’31”, quinto Lopez a 3’28”. Bernal settimo a 4’41”. Sabato la quattordicesima tappa Don Benito-Pico Villuercas di 165.7 chilometri. LEGGI TUTTO

  • in

    Vuelta, Roglic vince l'11^ tappa a Valdepenas de Jaén. Eiking conserva la maglia rossa

    Primoz Roglic continua a dare spettacolo alla Vuelta a Espana. Dopo il micidiale attacco della 10^ tappa, poi in parte rovinato da una caduta, lo sloveno della Jumbo-Visma trionfa nell’11^ tappa, 133.6 chilometri da Antequera a Valdepenas de Jaén. Roglic ha staccato gli avversari sull’ascesa finale, precedendo sul traguardo lo spagnolo Enric Mas di 3 secondi e il colombiano Miguel Angel Lopez di 5”. Miglior italiano di giornata Giulio Ciccone, 17esimo a 23” di ritardo
    Eiking sempre leader della classifica generale
    Il padrone della classifica generale resta il norvegese Odd Christian Eiking, che conserva 58 secondi di vantaggio su Guillaume Martin. Terzo Roglic, che accusa un ritardo di 1’56”. Ciccone, è 12esimo a 6’22” ed è il primo degli italiani. Domani, giovedì 26 agosto, è in programma la 12^ tappa, da Jaén a Cordoba, in Andalusia, lunga 175 chilometri e con un paio di salite piuttosto insidiose.  LEGGI TUTTO

  • in

    Vuelta, Storer vince la 10^ tappa. Eiking nuova maglia rossa, Roglic guadagna su Bernal

    L’australiano Michael Storer conferma di essere in stato di grazia e centra il secondo successo alla Vuelta 2021 in pochi giorni. Dopo la 7^ tappa conquistata a Balcon de Alicante arriva anche il bis per il corridore della DSM, primo sul traguardo di Rincon de la Victoria nella decima frazione. Storer corona una lunga fuga in solitaria, precedendo Mauri Vansevenant (Deceuninck-Quick Step) e Clement Champoussin (Ag2r). La maglia rossa di leader della corsa passa sulle spalle di Christian Odd Eiking, corridore norvegese della Intermarché. Eiking che ha ora 58 secondi di vantaggio su Guillaume Martin e 2’17” su Primoz Roglic, grande favorito per la vittoria finale. 

    Roglic cade ma incrementa su Bernal
    Il protagonista di giornata è proprio Roglic, che attacca sul Puerto de Almachar, 10,9 km al 5%, staccando i rivali. Lo sloveno sbaglia poi una curva a destra in discesa e cade, facendosi riprendere da Mas. Nonostante questo contrattempo, il corridore della Jumbo-Visma guardagna comunque 37 secondi su Egan Bernal. Con il colombiano, vincitore dell’ultimo Giro d’Italia, arriva anche un buon Fabio Aru. Domani, mercoledì 25 agosto, è in programma l’11^ tappa, 133.6 chilometri da Antequera a Valdepenas de Jaen, altra frazione con diversi Gran Premi della montagna.  LEGGI TUTTO

  • in

    Vuelta, Damiano Caruso vince la nona tappa. Roglic si conferma maglia rossa

    Damiano Caruso domina la nona tappa della Vuelta. Nella frazione di 188 chilometri con partenza da Puerto Lumbreras e arrivo ad Alto de Velefique il siciliano se ne va ai 65 chilometri con altri corridori, per poi involarsi in solitaria. Caruso, che in questa stagione aveva conquistato la tappa dell’Alpe Motta al Giro d’Italia chiuso al secondo posto, si è imposto con un vantaggio di 1’05” su Roglic, 1’06” su Mas, 1’44” su Haig, Lopez e Yates. Ottavo posto per Ciccone, che come Bernal ha perso 2’10” dal vincitore di giornata. In classifica Roglic si conferma in maglia rossa con 28″ su Mas, 1’21” su Lopez, 1’42” su Haig, 1’52” su Bernal, 2’07” su Adam Yates e 2’39” su Ciccone. Damiano Caruso è anche il nuovo leader della classifica degli scalatori. LEGGI TUTTO