consigliato per te

  • in

    C femminile, Messina Volley cede in casa per 3-1 contro l’Alus Mascalucia

    Di Redazione Battuta d’arresto per il Messina Volley che, fra le mura amiche del PalaJuvara, cede per 3-1 contro gli etnei dell’Alus Mascalucia, nella seconda giornata del Campionato di Serie C femminile. Eppure le ragazze di mister Danilo Cacopardo riescono ad imporsi nel primo parziale, ma purtroppo cedono nei set successivi. Da sottolineare comunque l’impegno delle peloritane che rimangono sempre in partita e lottano su ogni palla. L’inizio del primo set sorride alle padrone di casa che piazzano un +4 (8-4) con Sara Arena, Stefania Criscuolo (punto e ace) e ben 4 acuti di capitan Cannizzaro, al rientro dopo un infortunio. Per le ospiti in evidenza Giorgia Privitera e Kreta Caruso. Si viaggia più o meno con questo margine fino all’ace di Michela Laganà (+5; 14-9) che induce il tecnico Giuseppe Privitera a chiedere il time-out. Pausa che sembra sortire i suoi frutti visto che capitan Simona Pandolfo piazza il -4 (14-10), ma che successivamente innesca la vena realizzativa locale con un break di 5 punti (+9; 19-10) con 2 punti di Cannizzaro, 2 di Giulia Spadaro e l’ace di Criscuolo. Privitera chiama di nuovo la pausa ed al rientro le ospiti riducono il gap di due lunghezze (-7; 19-12), ma il doppio colpo di Giulia Mondello riporta le sorti del set a +9 (21-12). Beatrice Fargetta e Sara Bachini accorciano (-6; 22-16), ma il muro di Arena e il pallonetto di Criscuolo consegnano il set al Messina Volley (25-16). Il secondo si apre appannaggio delle etnee con un +5 (0-5) siglato da Pandolfo, due volte Caruso e la pipe di G. Privitera. Il Messina Volley reagisce, ma le ospiti sono brave a mantenere più o meno questo vantaggio fino al pari locale (9-9) dettato da tre punti di capitan Cannizzaro. Due ace consecutivi di Criscuolo valgono il sorpasso (+3; 12-9), con Privitera a chiamare la pausa. Le due compagini si sfidano praticamente punto a punto fino al pari (16-16) sancito da due punti di capitan Pandolfo. Caruso, Manuela Siciliano e l’ace di Pandolfo determinano il +3 (17-20) ospite con coach Cacopardo a chiamare il time-out. Al rientro Spadaro accorcia (-2; 18-20), ma il pallonetto di Rachele Privitera e i punti di Bachini e G. Privitera consegnano alle etnee il +6 (18-23). Il tecnico messinese chiede di nuovo la pausa con il pallonetto di Cannizzaro ad accorciare (-3; 20-23). Bachini firma il 24-20 ospite, mentre Mondello e l’ace di Lorenza Panarello annullano due set point per gli ospiti (22-24). G. Privitera chiude il parziale a favore dell’Alus Mascalucia (22-25). Il terzo parte in equilibrio fino allo strappo dell’Alus Mascalucia (+3; 3-6) siglato da due ace di R. Privitera e il punto di G. Privitera. Cacopardo chiama la pausa, ma al rientro sempre R. Privitera allunga con un altro ace (+4; 3-7). Il set continua praticamente con le due squadre divise sempre da 2-3 punti di distacco fino al +4 ospite (17-21) che induce Cacopardo al suo secondo time-out. Criscuolo accorcia (-2; 19-21), ma R. Privitera e tre volte G. Privitera chiude il set in favore delle etnee (19-25). Il parziale successiva parte in equilibrio fino al 5 pari, quando il Messina Volley tenta la fuga con Criscuolo e Cannizzaro (+3; 9-6). Due punti di Bachini determinano il pari (11-11), mentre due volte G. Privitera e R. Privitera firmano il sorpasso (+4; 11-15). Cacopardo chiama time-out, che inizialmente sembra dare i suoi frutti grazie a Mondello e Panarello (-2; 13-15). Due palle a terra di G. Privitera ristabiliscono il +4 (13-17), mentre due volte Criscuolo e l’ace di Laganà accorciano a -2 (16-18). Ma l’Alus Mascalucia si riprende subito con G. Privitera, Caruso e Pandolfo (+4; 17-21). Cacopardo chiama il suo secondo time-out, con Mondello a cercare di limitare il gap con le avversarie (-3; 19-22). E adesso Privitera a chiedere la pausa ed al rientro  due punti di Caruso (pallonetto e ace) e la palla a terra di G. Privitera chiudono il match in favore l’Alus Mascalucia (19-25). “E’ la prima sconfitta – commenta coach Cacopardo alla fine della partita – e non siamo più abituati in quanto erano tanti anni che non perdevamo. Abbiamo fatto un buonissimo primo set, anche se non sul livello che noi siamo capaci di tenere, però abbiamo subito molto il fatto di avere di fronte una squadra che avesse molta più continuità di noi. La cosa su cui dobbiamo lavorare è che i nostri concetti di gioco dovevano essere maggiormente sostenuti durante i momenti di difficoltà, che è una nostra caratteristica e quindi va ricostruita. L’importante è che noi capiamo velocemente quali sono i problemi e gli atteggiamenti che devono essere tenuti durante tutto l’arco della partita. Fra l’altro nella prossima partita avremo un avversario molto difficile e questo ci darà la possibilità di vedere quanto saremo capaci di mantenere questo distacco dal punteggio ed essere più vicini al nostro concetto di gioco. Il lavoro in settimana sarà basato su questo e vedremo se domenica prossima il riscontro sarà migliore e questo ci farà capire che siamo sulla strada giusta”. Nel prossimo turno il Messina Volley incontrerà, sempre fra le mura amiche del PalaJuvara, il CUS Catania, compagine che in questo turno si è imposta per 3-0 sugli Amici del Volley Giarre.   TabellinoMessina Volley – Alus Mascalucia 1-3 (25-16; 22-25; 19-25; 19-25)Messina Volley: Dulcetta, Criscuolo 16, Panarello 2, Mondello 11, Laganà 3, Perdichizzi, Sorbara, Cannizzaro (Cap.) 17, Raineri, Spadaro 5, Arena 5, Biancuzzo (Lib. 1), Scarfì (Lib. 2). All. Cacopardo.Alus Mascalucia: Barbagiovanni, Caruso 11, Pandolfo (Cap.) 8, R. Privitera 10, Vitaliti, Gancio 2, Fargetta 1, Buscemi, Bachini 8, G. Privitera 19, Siciliano 4. All. BonaccorsoArbitri: Scilipoti e Burrascano di Messina (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Messina Volley, Cannizzaro: “Brave a mantenere il livello costante”

    Di Redazione Dopo la vittoria a Giarre per 3-0, contro gli Amici del Volley, il Messina Volley si appresta ad esordire fra le mura amiche del PalaJuvara domenica prossima contro l’Alus Mascalucia, compagine che si è affermata, nella prima giornata del torneo di Serie C, sempre per 3-0 nell’impegno casalingo contro il Roccalumera. Il tecnico di Letojanni Danilo Cacopardo vorrà testare le informazioni utili dettate dalla prima uscita stagionale e conta di recuperare Francesca Cannizzaro, in panchina lo scorso turno per motivi precauzionali viste le non perfette condizioni fisiche. Ed è proprio il capitano giallo-blu ad analizzare il momento del team peloritano dopo la prima di campionato ed in vista del prossimo appuntamento: “Secondo me, sabato scorso contro il Giarre abbiamo disputato una buona partita, soprattutto perché siamo state capaci di mantenere dei livelli di concentrazione pressoché costanti per tutti e tre i set. Comunque questo non era scontato, considerato che l’ultima partita disputata è stata quasi due anni fa. Siamo state molto brave perché abbiamo fatto pochi errori e dobbiamo considerare anche il poco tempo a disposizione che hanno avuto i nuovi innesti, fra cui le due centrali, per assimilare gli schemi di gioco“. “In ogni caso – conclude il numero 14 del team del direttore generale Mario Rizzo – nonostante la vittoria di sabato non dobbiamo abbassare la guardia, ma cercare di allenarci sempre con lo scopo di migliorarci, soprattutto in vista della partita contro il Mascalucia in casa“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    C femminile: Messina Volley, si riparte con un sorriso

    Di Redazione Dopo più di un anno e mezzo di stop causato dalla pandemia, il Messina Volley riparte con una vittoria per 3-0 in casa degli Amici del Volley Giarre nella prima giornata del campionato di Serie C femminile. Le messinesi, guidate da coach Danilo Cacopardo, si presentano al Palajungo di Giarre con il reparto delle centrali totalmente rinnovato ed il debutto in assoluto, in questa categoria, della giovane Sara Arena. Fra l’altro, per motivi precauzionali viste le non perfette condizioni fisiche, il capitano Francesca Cannizzaro rimane in panchina. Ottime la cabina di regia, diretta dalla palleggiatrice Michela Laganà e la difesa controllata dal libero Giovanna Biancuzzo. Si parte in totale equilibrio con le due squadre intente a studiarsi praticamente fino al 12 pari, con in evidenza Stefania Criscuolo, Lorenza Panarello e due ace di Giulia Mondello. Per le locali in risalto capitan Maran e Grasso. Il Messina Volley ingrana la marcia e realizza uno strappo di quattro punti (12-16) con Panarello e un altro ace di Laganà. Coach Bonaccorso chiama la pausa che sortisce i suoi frutti grazie ai quattro punti consecutivi, con tre ace, di Aliffi che riducono il gap a meno 1 (17-18), con Panarello a limitare il recupero avversario con due palle a terra. Le ospiti ripartono subito a testa bassa e, con tre punti di Mondello (con 2 ace) e un muro di Arena, tornano a più 4 (19-23). Altra pausa locale che comporta il meno 2 (21-23) firmato Pignatello. Il Messina Volley si ricompatta immediatamente e chiude a suo favore il set (21-25). Il secondo si apre con le locali subito avanti di tre lunghezze con Maran autrice di due punti (un ace). Si viaggia più o meno con questo gap fino al pari (8-8) siglato da Mondello. Le ospiti ribaltano le sorti del match (più 2, 10-12) con due ace di Panarello che inducono il tecnico Bonaccorso al time out. Pausa che inizialmente produce gli effetti desiderati (12-12), ma successivamente si innescano le attaccanti ospiti Mondello e Criscuolo ed impongono il più 4 (12-16). Secondo time out per il Giarre che, dopo un batti e ribatti, trova il pari (17-17) con due punti di Aliffi e l’ace di Orto. Giulia Spadaro, l’ace di Criscuolo ed un chirurgico pallonetto di Laganà concretizzano il break di 3 punti che consente alle peloritane di portarsi sul 22-19. Un monster block di Area chiude il set con il punteggio di 25-21 per le giallo-blu. Il parziale successivo vede le ragazze di Cacopardo subito avanti (0-2) con Criscuolo e l’ace di Arena. Le locali pareggiano con Pignatello e l’ace di Aliffi e così si va avanti fino al 5 pari, con il punto dalla battuta di Spadaro a consegnare il più 2 (5-7) alle ospiti. Il Messina Volley aumenta il ritmo e piazza un più 7 (9-16) con Criscuolo, Arena e un altro pallonetto millimetrico di Laganà. Le locali accorciano a meno 4 (12-16), ma l’ace di Laganà le riporta a meno 6 (12-18). Bonaccorso chiama la pausa, ma al rientro il pallonetto di Spadaro e il punto di Panarello allungano 12-20, con il tecnico etneo a chiedere di nuovo time-out. Un doppio Pignatello accorcia di due lunghezze il gap (14-20), ma Mondello lo riporta sul 14-22. Il doppio punto di Panarello e il tap-in vincente di Arena consegnano il match alle ragazze del direttore generale Mario Rizzo (17-25). “Sono soddisfatto – commenta coach Cacopardo a fine partita – per la prestazione delle ragazze, viste le vicissitudini che abbiamo vissuto e stiamo vivendo, come le poche ore di allenamento e la mancanza di amichevoli. Questi sono degli aspetti di cui tener conto, insieme al fatto che abbiamo sostituito completamente il reparto delle centrali; non a caso le ragazze più giovani in campo ricoprivano questo ruolo. Si sono comportate egregiamente, nonostante una fosse esordiente per la categoria e l’altra non avesse mai fatto il centrale. Siamo stati molto bravi a giocare come sappiamo fare senza perdere la calma, rimanendo sempre molto lucidi e senza farci condizionare dagli errori che, visto il percorso, erano quasi inevitabili“. Amici del Volley Giarre-Messina Volley 0-3 (21-25, 21-25, 17-25)Amici del Volley Giarre: Aliffi 11, Pignatello 6, Grasso 2, Bisicchia. Santoro 7, Orto 3, Maran (Cap.) 4, Marletta, Moschella (Lib.). All. BonaccorsoMessina Volley: Dulcetta, Criscuolo 8, Panarello 9, Mondello 9, Laganà 5, Perdichizzi, Sorbara, Cannizzaro (Cap.), Raineri, Spadaro 5, Arena 6, Biancuzzo (Lib. 1), Scarfì (Lib. 2). All. Cacopardo.Arbitri: Sacco di Gravina (CT) e Saccone di Aci S. Antonio (CT) (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Messina Volley, dopo quasi due anni si gioca: “Tanti punti interrogativi”

    Di Redazione Debutto in trasferta per il Messina Volley, che sabato prossimo al PalaJungo di Giarre affronterà il team locale degli Amici del Volley. Per coach Danilo Cacopardo questo sarà un impegno particolare, visto che le sue atlete non calcano il taraflex, in partita ufficiale, da più di un anno e mezzo. Circa l’inizio di questo torneo di Serie C, il tecnico giallo-blu dichiara: “Il campionato che andiamo ad affrontare è particolare in quanto ci troviamo in una situazione che non avevamo mai incontrato. Oltre alla contingenza del Covid, bisogna prendere in considerazione il fatto che è da quasi due anni che non giochiamo“. “Inoltre – prosegue Cacopardo – è cambiato anche il nostro reparto delle centrali, che abbiamo dovuto ricostruire e, come facciamo di solito noi, con delle ragazze giovani cresciute nella società. In più ci sono da mettere insieme persone nuove o che hanno cambiato ruolo come Giulia Spadaro, che fino all’ultimo campionato faceva il posto 4 e la metteremo al centro, e c’è una ragazza come Sara Arena che non ha mai fatto un’esperienza di questo livello“. “È chiaro – spiega il coach – che questo richiederebbe un tempo di rodaggio abbastanza lungo, ma questo non c’è stato perché, sempre per il Covid, dobbiamo affrontare problematiche giornaliere. Per esempio il fatto di non poterci allenare più di tre volte la settimana, di aver cominciato la preparazione con almeno un mese di ritardo e la difficoltà aggettiva di fare amichevoli. Inoltre all’interno del nostro girone praticamente tutte le squadre hanno fatto attività, mentre noi abbiamo sospeso l’attività a novembre dell’anno scorso per poi riprenderla il 24 settembre di quest’anno con la conseguenza di quasi un anno di assoluta inattività. Perciò affrontiamo il campionato con curiosità, ma anche con tanti punti interrogativi, nella speranza che questi piccoli handicap possano essere smaltiti in breve tempo“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Messina Volley, arriva la giovane Sara Arena: “Prenderò esempio dall’esperienza delle mie compagne”

    Di Redazione Il Messina Volley ufficializza il tesseramento della giovane pallavolista Sara Arena. Il centrale (classe 2003) proviene dalla Libertas Villafranca e rappresenta un’atleta di prospettiva per il team guidato dal tecnico di Letojanni Danilo Cacopardo, sempre focalizzato alla crescita e valorizzazioni dei giovani. Circa il suo arrivo in maglia giallo-blu, Arena ha dichiarato: “Sono finalmente giunta al Messina Volley dopo tantissimi impedimenti legati anche al Covid, che purtroppo ci ha fatto rimanere fermi per un po’ di tempo. Sono contenta di essere arrivata in questa nuova realtà e per me questo sarà il primo campionato di Serie C. Per questo sono emozionata ed, allo stesso tempo, un po’ preoccupata perché ci siamo dovute preparare per il campionato in breve tempo, ma nonostante ciò sono molto tranquilla perché accanto a me ho delle compagne che hanno già affrontato questo torneo e sono sicura che mi daranno una mano. Inoltre io sono una delle più piccole all’interno della squadra, ma so che le mie compagne più grandi dimostrano sempre di tutelare ed aiutare le più giovani. Questo rispecchia l’obbiettivo di questa società che è quello di fare crescere le proprie atlete, quindi sono tranquilla su questa nuova avventura e sono sicura che riuscirò a migliorare anche dal punto di vista tecnico, grazie al mister ed alla costanza che sicuramente avrà questa squadra. Il campionato inizierà a breve e, nonostante ciò, noi vogliamo dare il meglio già dalla prima partita e riuscire a dimostrare ciò che realmente valiamo. Questo torneo sarà impegnativo però questo non ci spaventa, anzi ci dà la forza di disputarlo al meglio” (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Messina Volley, promozione in prima squadra per Valentina Sorbara

    Di Redazione Si focalizza in cabina di regia il nuovo inserimento del Messina Volley, team peloritano che si appresta ad iniziare una nuova stagione nel Campionato di Serie C femminile. Infatti, ad affiancare nel ruolo di regista Michela Laganà, sarà la giovane Valentina Sorbara (Classe 2001). Come l’opposto Chiara Raineri, anche Sorbara proviene dalla squadra di Prima Divisione del Messina Volley, dopo aver disputato tutti i tornei giovanili ed un Campionato di Serie D sempre in maglia giallo-blu. Il numero 12 ha già partecipato ad un torneo di Serie C nella stagione 2018-2019. Circa il suo innesto la palleggiatrice ha dichiarato: “Faccio parte del Messina Volley da più di dieci anni, squadra che ormai considero come una seconda famiglia. Ho giocato nei settori giovanili e fino all’anno scorso in Prima Divisione. Quest’anno ho avuto la possibilità di far parte della squadra di Serie C, che io considero una bellissima squadra composta da giocatrici che lavorano per ottenere lo stesso obiettivo. Purtroppo è poco il tempo che abbiamo per prepararci in vista della prima partita di campionato, ma ci crediamo e faremo di tutto per farci trovare pronte per i nostri futuri avversari”. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Giulia Spadaro al “centro” del progetto Messina Volley in Serie C

    Di Redazione Il Messina Volley si prepara ad affrontare questa nuova stagione che la vedrà protagonista nel Campionato di Serie C e ufficializza la riconferma della giovanissima Giulia Spadaro (classe 2003). Spadaro rappresenta il frutto della politica della compagine giallo-blu tesa alla valorizzazione dei giovani. Cresciuta nel club guidato da mister Danilo Cacopardo, per lei questo rappresenta già il terzo anno in Serie C. Un ulteriore stimolo per la numero 77 sarà il cambio di ruolo che la vedrà passare da schiacciatrice a centrale. Circa la sua riconferma Spadaro ha dichiarato: “Anche quest’anno sono felice di far parte del Messina Volley, società in cui sono cresciuta. Questo sarà il mio terzo anno di Serie C e non vedo l’ora di cominciare il campionato con le mie compagne. Abbiamo conosciuto da poco il nostro girone che sarà costituito da squadre provenienti da diverse provincie. Questo rappresenterà un ulteriore stimolo per affrontare al meglio questo torneo. La novità che mi riguarda personalmente è il cambio di ruolo, in quanto da schiacciatrice inizierò a fare il centrale. Non vediamo l’ora di iniziare a giocare a metà novembre e ci stiamo allenando con costanza per arrivare pronte al fischio d’inizio”.   (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Messina Volley, arriva la conferma di Giulia Mondello: “Un’altra stagione piena di obiettivi”

    Di Redazione Continua l’avvicinamento al Campionato di Serie C del Messina Volley con la conferma di un altro alfiere dello scacchiere di mister Danilo Cacopardo. Infatti a consolidare il reparto offensivo giallo-blu ci sarà, anche per questa stagione, l’esplosività di Giulia Mondello. Il giovane martello (classe 2000) è cresciuta nel team del direttore generale Mario Rizzo, conquistando il titolo di Campione Provinciale Under 18 nel 2017-18 e il Campionato di Serie C nella stagione 2019-20. Dal 2013-14 ha disputato, sempre con la maglia del Messina Volley, il campionato di Seconda Divisione, due di Serie D, tre di Serie C e uno di Serie B2. La scorsa stagione ha giocato, in prestito, il campionato di Serie C con La Saracena. Circa la sua riconferma la banda ha dichiarato: “Siamo riuscite finalmente a rientrare in palestra dopo un anno e più di fermo a causa del Covid. Ricominciare gli allenamenti con Danilo e le mie compagne è stato emozionante e non abbiamo mai perso le speranze riguardo l’inizio di questa nuova stagione di Serie C. D’altro canto questa stagione è ancora un’incognita riguardo, soprattuto, alle squadre che parteciperanno a questo campionato. Sappiamo benissimo di avere poco tempo, ma questo non ci deve fermare, bensì darci una marcia in più per dimostrare quello che siamo. E’ anni che gioco con il Messina Volley e insieme siamo riuscite a conquistare il titolo provinciale Under 18 e, quasi un anno dopo, la promozione in Serie B2. Tutto questo grazie a Danilo, Mario e tutti i dirigenti che sono riusciti, soprattutto l’allenatore, a farci crescere sia mentalmente che tecnicamente”.    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO