consigliato per te

  • in

    Trento dà filo da torcere, ma i tre punti vanno alla Megabox

    La Megabox Ondulati del Savio Vallefoglia trova i tre punti che cercava ai danni del fanalino di coda Itas Trentino che, come previsto, ha dato grande filo da torcere alle tigri per due terzi di partita, prima di crollare di schianto nel terzo parziale. La squadra di Pistola ha praticamente condotto la partita dall’inizio alla fine, ma nei primi due set non è mai riuscita a staccare definitivamente le avversarie, sempre capaci di rientrare a tiro anche se quasi mai in grado di andare in vantaggio. Nei finali punto a punto, decisivo il numero di errori delle ospiti (22 contro 14) e la maggior esperienza della Megabox. Nel terzo set le ospiti si sono arrese, improvvisamente prostrate dall’inutile sforzo.

    1° set – Nel primo set parte bene la Megabox: un errore di Acosta e un ace di Degradi portano le tigri sul 4-1 e Mazzanti spende subito il time-out. Aleksic firma l’ace del 5-1, entra Shcherban per Acosta. La Megabox allunga ancora (7-2, al termine di uno scambio combattutissimo). Sull’8-3 Mazzanti chiama il secondo time-out, Shcherban riporta sotto le compagne (10-8) e stavolta è Pistola a fermare il gioco per parlare alla squadra. Trento impatta su un errore di Degradi (10-10), che si rifà subito dopo. Le tigri riallungano 14-11 con Aleksic e Dijkema, Kosheleva punisce una ricezione lunga per il 17-13. Entrano Stocco per Guiducci e Giovannini per Kosheleva, Olivotto firma l’ace del -2 (19-17). Il muro di Aleksic (22-18) dà fiato alle tigri, l’attacco out di Shcherban vale il 23-18, poi Marconato firma un attacco e un muro su Aleksic. Pistola chiama il secondo time-out, Mingardi strappa il 24-20 e chiude 25-21.

    2° set – Nel secondo set guadagna subito un break la Megabox, ma Degradi sbaglia ricezione e attacco e un muro di Shcherban su Mingardi portano per la prima volta avanti Trento. Michieletto allunga 7-5 (4-0 di parziale), Pistola chiede time-out, ma ora Trento ha preso fiducia. Due errori in fila di De Hoog bloccano la fuga delle ospiti, che però tornano avanti con Olivotto (11-10). Entra Scholten per De Hoog, Scholten manda out e la Megabox torna a +2 (14-12). Shcherban sorpassa di nuovo (15-14), si procede punto a punto. Mingardi strappa il +2 (18-16, Mazzanti chiama time-out), Degradi firma il successivo +3 (19-16) ma De Hoog riporta sotto le compagne (19-18). Pareggia Shcherban, Pistola richiama a sé le sue atlete. Degradi e Mingardi guadagnano l’ennesimo break (21-19, time-out per Mazzanti), ma la Itas non molla. Michieletto ha la palla del 22 pari, ma la manda out. Mancini mette a terra una fast cruciale (24-22), chiude Degradi 25-23.

    4° set – Nel terzo set parte nuovamente bene la Megabox con Kosheleva e Aleksic (3-0, subito time-out per Mazzanti). Degradi allunga a +4, Kosheleva trova d’astuzia il 6-1 (altro time-out del coach ospite, che non vuole fare scappare via la partita). Degradi è scatenata e trova il 7-1 con una pipe, Mazzanti toglie Michieletto per Acosta e Mingardi allunga ancora. L’ace di Aleksic sigla il 9-1, De Hoog interrompe il break, torna in campo Michieletto, entra anche Moretto per Marconato. La Megabox arriva al +13 (19-6, tre punti in fila di Aleksic), Trento ormai non ne ha più dopo due set giocati a buon livello. Chiude Degradi sul 25-15.

    Così alla fine della partita la Mvp Sara Panetoni: “Sono molto contenta a livello personale e di squadra perchè questa era una partita difficile, loro combattono sempre e non mollano mai. Abbiamo avuto un po’ di alti e bassi, è vero, ma è arrivata la vittoria che cercavamo ed ora proseguiamo il nostro impegno: abbiamo davanti a noi altre partite difficili, a cominciare da mercoledì a Firenze”.

    “Abbiamo giocato due buonissimi set con probabilmente i nostri migliori numeri dell’anno, sia in ricezione che in attacco, sprecando qualcosa in avvio del primo parziale e sul finale del secondo set – ha spiegato a fine gara il tecnico dell’Itas Trentino Davide Mazzanti – . In quei frangenti dovevamo solamente rischiare un po’ di più, perché Vallefoglia ci ha concesso dello spazio ma ne abbiamo approfittato solo a sprazzi. Nel terzo set siamo calati in ricezione soprattutto per demerito nostro, perdendo lucidità anche negli altri fondamentali”.

    Megabox Ond. Savio Vallefoglia – Itas Trentino 3-0 (25-21 25-23 25-15)Megabox Ond. Savio Vallefoglia: Degradi 10, Aleksic 11, Mingardi 19, Kosheleva 9, Mancini 2, Dijkema 2, Panetoni (L), Giovannini. Non entrate: Gardini, Cecconello, Kobzar, Badioli (L), Grosse Scharmann. All. Pistola.Itas Trentino: Guiducci 1, Acosta Alvarado, Marconato 5, Dehoog 10, Michieletto 9, Olivotto 7, Parlangeli (L), Shcherban 12, Scholten 1, Stocco, Mistretta (L), Moretto. Non entrate: Angelina. All. Mazzanti.Arbitri: Canessa, Autuori.Note – Spettatori: 793, Durata set: 28′, 29′, 23′; Tot: 80′. MVP: Panetoni.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Chieri riparte da Trento: “Ci aspetta una partita tirata e dura”

    Smaltite le fatiche della semifinale d’andata di CEV Cup, la Reale Mutua Fenera Chieri ’76 si rituffa nel campionato. L’appuntamento che l’attende è la trasferta alla ilT Quotidiano Arena contro l’Itas Trentino, gara valida per l’ottava giornata di ritorno della Serie A1 Tigotà. Si gioca domenica 25 febbraio con fischio d’inizio alle 17.

    Rispetto alla gara d’andata vinta 3-1 al PalaFenera, le biancoblù trovano una squadra rinnovata, a partire dalla guida tecnica dove non c’è più Marco Sinibaldi ma l’ex commissario tecnico azzurro Davide Mazzanti, di cui Giulio Cesare Bregoli è stato a lungo braccio destro sia in club sia in nazionale. Reduci dalla vittoria per 1-3 a Cuneo, le trentine sono in cerca di continuità dei risultati e punti necessari per risalire in classifica ed evitare la retrocessione. Chieri da parte sua necessita di un risultato positivo per consolidare il quinto posto.

    La partita del girone d’andata è l’unico precedente fra queste due società. Il Trentino Volley femminile raccoglie però la diretta eredità di quella Trentino Rosa contro cui Chieri ha giocato per la prima volta nel 2014 nella finale della Coppa Italia di B1, e poi altre 14 volte fra A2 e A1, per un bilancio complessivo di 10 vittorie a 5. Dà ulteriore sapore alla gara la presenza nelle file trentine dell’ex biancoblù Giulia Angelina, indimenticata protagonista della promozione in A1 nel 2018 e della prima stagione nella massima categoria.

    A fare il punto della situazione alla vigilia della gara è il viceallenatore Gerardo Daglio: “A un paio di mesi dalla fine della stagione, come tutte le squadre avvertiamo ovviamente un po’ di stanchezza, la pressione e la tensione dell’avvicinarci ai momenti decisivi. Essere in semifinale di CEV Cup è un traguardo bellissimo e ci carica molto, ma è chiaramente anche un peso extra che si fa sentire. Come staff continuiamo a portare avanti gli studi e il lavoro legato anche alla parte fisica, insieme ai fisioterapisti, lo staff medico e il preparatore atletico: stiamo facendo, credo, un bellissimo lavoro, di cui siamo molto contenti. Proviamo ad andare avanti step by step curando ogni singolo dettaglio giorno dopo giorno, cosa che ha portato Chieri a essere quel che è oggi. Di questo siamo fieri“.

    “A Trento – continua Daglio – ci aspetta una partita sicuramente tirata e dura, contro una squadra diversa rispetto a quella che abbiamo trovato nel girone d’andata anche per il cambio di allenatore e le giocatrici che si sono aggiunte. Hanno obiettivi chiari su quel che devono fare. La vittoria su Cuneo darà una spinta in più a una squadra che ha bei nomi e bei giocatori che verranno fuori con il loro gioco. Noi come sempre studiamo e prepariamo ogni singola partita come se fosse una finale, ogni singolo punto come se fosse l’ultimo, alla ricerca del risultato che vogliamo“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’Itas cerca continuità contro Chieri: “Abbiamo lavorato tanto sull’attacco”

    A distanza di quasi un mese l’Itas Trentino ritrova la ilT quotidiano Arena. Dopo due trasferte, tra cui il successo di Cuneo, e una settimana di sosta in concomitanza con la Final Four di Coppa Italia, le gialloblù di coach Mazzanti torneranno ad esibirsi di fronte ai propri tifosi nell’impegnativa gara casalinga che le vedrà opposte alla Reale Mutua Fenera Chieri ‘76, quinta forza del campionato e reduce sia dalla Final Four di Coppa Italia, sia dal recentissimo successo sul Levallois Paris nella semifinale d’andata della CEV Cup. Un incontro, dunque, tanto complicato quanto importante per l’Itas Trentino, alla ricerca di preziosi punti per cercare di avvicinarsi al terzultimo posto in classifica che vale la permanenza in categoria. Il fischio d’inizio del match è previsto per domenica 25 febbraio alle 17, con diretta streaming su Volleyball TV.

    Due settimane senza gare ufficiali sono servite all’Itas Trentino per poter migliorare i propri automatismi in vista del rush conclusivo della regular season. Nessun problema di natura fisica in casa gialloblù con coach Mazzanti che potrà quindi fare affidamento sull’intera rosa per il match interno contro Chieri: “Domenica sarà particolarmente importante riuscire ad offrire una prestazione consistente nel fondamentale dell’attacco – dichiara l’allenatore -. La scelta dei colpi, insieme alla qualità di battuta e della difesa, sono stati infatti gli argomenti più trattati nelle ultime due settimane, in cui abbiamo potuto lavorare con maggiore tranquillità in palestra: domenica sarà importante metterli in campo fin da subito“.

    L’unico precedente in gare ufficiali si riferisce alla sfida del girone d’andata dell’attuale campionato di Serie A1: il 18 novembre scorso Chieri si impose in quattro parziali. Giulia Angelina è l’unica della sfida, avendo vestito la maglia di Chieri nel biennio 2017-2019. L’incontro sarà diretto da Andrea Clemente di Parma e Massimo Florian di Treviso. È possibile acquistare i biglietti online o domenica presso le casse della ilT quotidiano Arena, attive a partire dalle 16 (stesso momento in cui verranno aperti anche gli ingressi del palazzetto).

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trento, Stocco: “Ora dovremo essere brave a sfruttare ogni occasione”

    Alla vigilia di un weekend senza partite ufficiali, con il campionato di Serie A1 Tigotà che lascerà spazio alla Final Four di Coppa Italia, l’Itas Trentino prosegue il suo lavoro in palestra gli ordini di Mazzanti per farsi trovare pronta al prossimo appuntamento, in programma domenica 25 febbraio in casa contro la Reale Mutua Fenera Chieri.

    “La vittoria ottenuta a Cuneo ci ha regalato speranza e fiducia e ci permette di preparare i prossimi impegni con maggiore serenità – ha spiegato la palleggiatrice dell’Itas Trentino, Martina Stocco, intervenuta giovedì mattina nel tradizionale appuntamento che Radio Dolomiti dedica settimanalmente al Club di via Trener – . Ora ci attende un weekend senza gare ufficiali e poter lavorare con alle spalle una bella vittoria è senz’altro molto importante. Il calendario delle prossime partite ci propone numerosi scontri diretti con squadre di bassa classifica e dovremo essere brave a farci trovare pronte per cercare di sfruttare tutte le occasioni che si presenteranno. Fisicamente finalmente sto bene, mi sono ripresa dall’infortunio al ginocchio e sono felice di aver ritrovato il campo e di aver potuto dare il mio contributo alla squadra“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trento-Bergamo del 6 marzo slitterà di due settimane per concomitanza con la Superlega

    Il programma del mese di marzo della formazione femminile di Trentino Volley registra una variazione. La gara di campionato, valida per la decima giornata del girone di ritorno di Serie A1 Tigotà, tra Itas Trentino e Volley Bergamo 1991, originariamente prevista per mercoledì 6 marzo, si giocherà invece due settimane dopo, mercoledì 20 marzo alle ore 20 presso ilT quotidiano Arena.

    La variazione si è resa necessaria per il contemporaneo impegno della formazione maschile di Trentino Volley nei quarti di finale dei Playoff di Superlega.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trento, Roslandy Acosta: “Cercavamo la vittoria da tanto, l’abbiamo meritata”

    Dopo la splendida vittoria centrata sul campo dell’Honda Olivero San Bernardo Cuneo, primo successo esterno della stagione per le gialloblù di coach Mazzanti, l’Itas Trentino è ritornata oggi in palestra per iniziare una settimana priva di impegni ufficiali, visto che Michieletto e compagne torneranno in campo solamente domenica 25 febbraio per ospitare alla ilT quotidiano Arena la Reale Mutua Fenera Chieri.

    “E’ stata davvero bello riassaporare il gusto della vittoria, la cercavamo da molto tempo e finalmente siamo riusciti ad ottenerla – ha spiegato la laterale dell’Itas Trentino, Roslandy Acosta, intervenuta lunedì sera nella diciannovesima puntata stagionale della rubrica RTTR Volley – . Non è stata una stagione facile, lo sappiamo, ma come ci dice sempre coach Mazzanti dobbiamo continuare a lavorare bene in palestra e crederci fino alla fine.”

    “Davide, come noi, era felicissimo per questa vittoria che abbiamo inseguito a lungo dopo tante delusioni. Siamo state brave a reagire nel quarto set dopo una terza frazione in cui abbiamo commesso troppi errori, non era scontato farlo e riuscire a chiudere la gara in quattro parziali. I punti da recuperare sono ancora tanti, la classifica non è bella ma dobbiamo lavorare sodo ogni giorno per riuscire a migliorarla”.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trento rialza la testa, la sfida salvezza con Cuneo finisce in quattro set

    L’Itas Trentino espugna in quattro set il campo della Honda Olivero San Bernardo Cuneo e in solo colpo conquista la prima vittoria esterna della stagione, il primo successo “pieno” del campionato e, cosa più importante, rosicchia tre punti alle dirette concorrenti per la salvezza, portandosi a -8 dalla terz’ultima piazza.

    Le gialloblù centrano così in Piemonte la seconda vittoria in campionato, bissando il successo al tie break ottenuto nel girone d’andata sempre contro il sestetto piemontese. Sugli scudi Itas Trentino, protagonista di una gara da incorniciare: premiata come mvp della sfida, la laterale gialloblù ha brillato al servizio (2 ace), in ricezione (59%) ma soprattutto in attacco, dove ha chiuso con un ottimo 46% di positività. Molto positiva la prestazione dell’intero collettivo gialloblù, ma un’altra menzione particolare la merita Itas TrentinoItas Trentino, protagonista di una partita di grande qualità, con 5 muri (bene nel fondamentale anche la compagna di reparto Olivotto con 3) e il 46% a rete. Nella metà campo piemontese Signorile ha provato ad aggrapparsi alla subentrata Haak per riaprire la gara ma i 19 punti della svedese non sono bastati a Itas Trentinoper allungare la sfida al quinto set.

    La cronaca Mazzanti si affida inizialmente a Guiducci in regia, Scholten opposto, Michieletto e Angelina in posto 4, Marconato e Olivotto al centro e Mistretta libero, portando con sé in panchina il nuovo acquisto Scholten. Massimo Bellano, tecnico di Cuneo, risponde con Signorile al palleggio, Enweonwu opposto, Stigrot e Kubik laterali, Hall e Sylves al centro e Ferrario libero.La squadra di casa approccia meglio il primo set grazie alla vivacità di Hall al centro della rete, con l’Itas non sempre precisa in ricezione (9-6). La crescita in attacco di Scholten riporta però Trento in parità (10-10), con il turno al servizio di Guiducci che spedisce la formazione ospite sul 10-12 con Bellano costretto a chiamare time out. Cuneo reagisce prontamente (13-13) ma l’ingresso di Shcherban si rivela preziosissimo perché l’Itas torna a premere sull’acceleratore e con gli spunti di Marconato e Scholten allunga nuovamente (15-18). Il turno in battuta di Michieletto manda in confusione la ricezione di casa (ace del 15-20), Bellano si gioca la carta Tanase ma Trento non accusa cali di concentrazione e si prende il primo set con l’attacco da posto 4 di Michieletto (20-25).

    Meglio l’Itas anche in avvio di secondo set con Guiducci (ace) e Olivotto (muro) che confezionano il +4 (3-7). Enweonwu si carica sulle spalle il peso dell’attacco piemontese e ricuce lo strappo (9-9) ma dopo il time out di Mazzanti è nuovamente la formazione gialloblù a strappare con l’uno-due ravvicinato di Marconato e l’ace di un’ottima Michieletto (12-15). Il sistema muro-difesa trentina imbriglia le attaccanti di casa (13-19), l’ingresso in regia di Scola non muta l’inerzia del set con l’Itas che trova break point in serie correndo velocissima verso il 18-25 firmato sempre da Michieletto.

    La reazione dell’Honda Olivero giunge puntuale in avvio di terzo set: un servizio pungente mette in difficoltà la linea di ricezione ospite che incassa gli ace di Hall e Signorile e il prepotente allungo delle piemontesi (8-3). Entrano Stocco e DeHoog ma Cuneo rimane padrona del campo con Haak e Enweonwu molto precise in attacco (18-10). Parziale senza storia con Trento che ha piccolo sussulto (19-13) prima di alzare anzi tempo bandiera bianca (25-15).

    Tutto nel segno di Marconato (due muri e un attacco) l’ottima partenza dell’Itas Trentino in avvio di quarto set (4-9). Le gialloblù ritrovano lo smalto dei primi due parziali, con Olivotto e Marconato attentissime a muro (10-13) e Michieletto imprendibile da posto 4 (13-18). Nel finale Guiducci si aggrappa a Shcherban per tenere a distanza Cuneo, con l’invasione di Molinaro che consegna i tre punti alle gialloblù (19-25).

    “Era importante tornare a vincere soprattutto per l’entusiasmo che un successo porta con sé e per la possibilità che ci regala di poter tornare a lavorare da martedì con maggiore serenità e fiducia – ha spiegato a fine gara il tecnico dell’Itas Trentino Davide Mazzanti – . Nei primi due set la squadra è andata in crescendo dopo un po’ di tensione iniziale e ha saputo giocare con maggiore ordine e precisione nei colpi d’attacco. In avvio di terzo set abbiamo perso lucidità dopo alcuni scambi molto lunghi e siamo calati in attacco e nel sistema muro-difesa, per ritrovarci poi nella quarta frazione, soprattutto in quest’ultimo aspetto del nostro gioco”.

    Le parole di Massimo Bellano: “Sono stati set completamenti diversi uno dall’altro. Nel primo siamo partiti bene però poi abbiamo scialacquato troppo in contrattacco. Nel secondo loro sono state nettamente superiori e noi non siamo state in grado di reagire. Nel terzo invece ha funzionato soprattutto l’attacco in centro e siamo state molto più costanti anche in battuta. Nel quarto nel muro e nella difesa abbiamo lavorato peggio e quando si è creato lo stacco inziale non siamo stati in grado di ricucirlo non trovando continuità. Dobbiamo essere più incisivi e più soluzioni di attacco. Mi dispiace veramente molto  per il pubblico che viene sempre numeroso al palazzetto, perché non riuscire a dare loro soddisfazioni ci pesa tanto. Nessuno sta mollando, nonostante le difficoltà, in settimana ci alleniamo con impegno e costanza e non poter dare soddisfazioni a chi ci sostiene e ai nostri tifosi ci amareggia davvero tanto.”

    L’Itas Trentino tornerà in campo domenica 25 febbraio alle 17 per ospitare alla ilT quotidiano Arena la Reale Mutua Fenera Chieri nella gara valida per l’ottava giornata del girone di ritorno del campionato di Serie A1 Tigotà.

    Di seguito il tabellino del match giocato oggi al Palazzo dello Sport di Cuneo

    Honda Olivero San Bernardo Cuneo – Itas Trentino 1-3 (20-25, 18-25, 25-15, 19-25)Honda Olivero San Bernardo Cuneo: Sylves 4, Stigrot 3, Kubik 9, Enweonwu 12, Signorile 2, Hall 11, Ferrario (L); Scola 0, Tanase 1, Haak 19, Molinaro 5. N.e. Thior, Scognamillo (L). All. Massimo Bellano.Itas Trentino: Guiducci 2, Angelina 4, Olivotto 8, Scholten 12, Michieletto 21, Marconato 11, Mistretta (L); Shcherban 6, Acosta 1, Stocco 0, De Hoog 1, Moretto 0. N.e. Passaro, Parlangeli (L). All. Davide Mazzanti.Arbitri: Rocco Brancati di Città di Castello e Michele Brunelli di Falconara Marittima.Durata set: 27’, 26’, 24’, 27’; tot. 1h e 44’.Note: Honda Olivero San Bernardo Cuneo: 4 muri, 3 ace, 6 errori in battuta, 15 errori in azione, 38% in attacco, 60% (34%) in ricezione. Itas Trentino: 11 muri, 3 ace, 7 errori in battuta, 9 errori in azione, 36% in attacco, 45% (25%) in ricezione. Spettatori: 1478. Mvp: Michieletto.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ultima chiamata per l’Itas Trentino: domenica lo scontro diretto con Cuneo

    Scivolata a -11 dalla quota salvezza, l’Itas Trentino affronterà la trasferta sul campo dell’Honda Olivero San Bernardo Cuneo consapevole di essere di fronte all’ultima chiamata per provare ad invertire la rotta e mantenere viva la speranza di poter ancora raggiungere la salvezza. In terra piemontese si sfideranno la penultima e l’ultima forza del campionato, una rivincita del match che nel girone d’andata regalò alle gialloblù la prima ed unica vittoria stagionale. Il fischio d’inizio del match, valido per la settima giornata di ritorno di Regular Season del campionato di Serie A1 Tigotà, è previsto per domenica alle ore 17, con diretta streaming su Volleyball World Tv.

    Settimana senza intoppi di natura fisica in casa gialloblù con il coach Davide Mazzanti e il suo staff che hanno potuto lavorare al meglio per preparare la delicata trasferta cuneese. L’intera rosa sarà regolarmente a disposizione, eccezion fatta ovviamente per Gates, rientrata anzitempo negli Stati Uniti.

    “Stiamo lavorando per avere un cambio-palla più fluido e per mettere maggiore pressione sul centro della rete – dichiara l’allenatore dell’Itas Trentino, Davide Mazzanti – ; in settimana siamo cresciuti ma l’aspetto in cui dobbiamo fare un ulteriore salto di qualità è la capacità di stare insieme nei momenti difficoltà. Ci sono fasi durante la gara in cui alcuni break che subiamo ci restano mentalmente addosso per troppo tempo: la qualità del nostro gioco passa per il miglioramento di questo aspetto”.

    L’incontro in programma al Palazzo dello Sport di Cuneo sarà diretto da Rocco Brancati di Città di Castello e Michele Brunelli di Falconara Marittima.

    La gara tra Honda Olivero San Bernardo Cuneo e Itas Trentino si potrà seguire in diretta streaming sulla piattaforma Volleyball World Tv.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO