consigliato per te

  • in

    Motta piega Prata nel pienone del PalaCrisafulli

    foto HRK Motta di Livenza Di Redazione L’amichevole tra Tinet Prata e HRK Motta ha dimostrato che Pordenone, quando arriva la pallavolo di qualità risponde e anche con grande entusiasmo. In un PalaCrisafulli festante e riempito da oltre un migliaio di appassionati è Motta ad aggiudicarsi il test match contro una Tinet volitiva che gioca […] LEGGI TUTTO

  • in

    Pino Lorizio: “Voglio una Motta sbarazzina e che non si ponga limiti”

    Foto Pallavolo Motta Di Redazione In vista dell’amichevole di sabato 17 settembre con la Tinet Prata di Pordenone, il ds Alessandro Carniel e il coach Pino Lorizio hanno fatto il punto sulla preparazione per il prossimo campionato di Serie A2, iniziata da circa un mese, in un’intervista doppia con l’ufficio stampa della società. “Le sensazioni sono buone – ha detto […] LEGGI TUTTO

  • in

    Motta sorprenderà ancora? Lorizio: “Il livello sarà altissimo, l’obiettivo rimane la salvezza”

    Di Redazione Quella passata è stata una stagione da incorniciare per Motta di Livenza, tanto da appiccicarle l’etichetta di “matricola terribile”: quarti di finale di Coppa Italia, sesto posto in regular season e playoff giocati a testa alta contro una corazzata come Cuneo, messa in grande difficoltà. Ma il prossimo anno sarà tutta un’altra storia: “Il livello dell’A2 si è alzato tantissimo rispetto all’anno scorso, in più noi abbiamo cambiato 11 giocatori su 14, quindi dovremo trovare la giusta amalgama” è il commento di coach Lorizio sulle colonne de Il Gazzettino di Treviso. La sfida sarà trovarla subito, l’amalgama, perché il calendario ha messo sulla strada dell’HRK subito sfide delicatissime: Reggio Emilia in casa alla prima giornata, Cuneo in trasferta alla seconda, il derby con Porto Viro alla terza. “Un inizio tutto in salita, come in salita sarà tutto il nostro campionato, ma lo sappiamo e ci prepareremo per affrontarlo nel miglior modo possibile. Il nostro obiettivo? Rimane sempre la salvezza”. LEGGI TUTTO

  • in

    Edoardo Cunial a Motta sulle orme di papà Moreno: “Unarande opportunità per me”

    Di Redazione Il reparto degli schiacciatori dell’HRK si completa con il profilo di Edoardo Cunial, cognome noto agli addetti ai lavori, che ricorderanno Moreno, il padre di Edoardo tra i campi della Serie A e, per un paio di stagioni anche a Motta di Livenza.Il figlio d’arte segue le orme del padre e diventa grande tra le fila di Treviso ottenendo ottimi piazzamenti nazionali, tra cui due terzi posti ed un secondo posto, mentre con la maglia di Trentino Volley conquista un argento nella Boy League. Edoardo è uno schiacciatore classe 2004, che può fare affidamento sui suoi 198 cm d’altezza, oltre chiaramente, all’indiscusso bagaglio tecnico. Sicuramente una risorsa importante per coach Lorizio che, nel perfetto “stile Motta” potrà contare su una panchina di valore. Ecco la sua intervista ai microfoni della sua nuova società. Scuola Treviso, come tanti giocatori che hanno fatto la storia recente di Motta. Conosci alcuni di loro? Speri di poterne ripercorrere le orme?“Non ho avuto l’opportunità di giocare con i ragazzi che hanno poi proseguito da Treviso al Motta però li conosco di nome e sarebbe bellissimo per me riuscire a ripercorrere le loro orme” Sei nato ad Oderzo e papà Moreno ha giocato due stagioni in Serie C proprio a Motta di Livenza. Si può dire che effettivamente torni a casa? Quanto sei motivato?“Mio papà ha giocato una decina di stagioni in serie A per poi concludere gli ultimi anni della sua carriera in serie minori facendo tra queste un paio di stagioni a Motta. Mi sento a casa, gioco nel mio territorio e sono molto motivato perché quella di quest’anno è una grande opportunità per me.” Ti stai immaginando la tua avventura in biancoverde? Quali sono le aspettative che hai?“Immagino una stagione ricca di soddisfazioni sia a livello di squadra sia a livello personale dove spero di poter dimostrare le mie capacità e quello che ho imparato durante le esperienze al volley Treviso in particolare gli ultimi due anni grazie agli insegnamenti di Michele Zanin che mi ha sempre sostenuto e dato fiducia.” Che giocatore è Edoardo Cunial? Invece fuori dal campo quali sono i tuoi hobby?“Sono un giocatore che cerca di dare il meglio non tanto per se stesso quanto per il bene della squadra, ascoltando i suggerimenti degli allenatori. Sono un atleta che lavora puntando sempre al miglioramento personale. Durante il mio tempo libero mi dedico allo svago, a uscire con i miei amici e non ultimo mi piace giocare a beach volley.” (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Motta, il centro si rinforza con Stefano Trillini: “L’entusiasmo è altissimo”

    Di Redazione Continua senza sosta la costruzione della rosa che sarà impegnata nel prossimo campionato di Serie A2. Tra i nuovi arrivi c’è anche il nome di Stefano Trillini, già avversario dei Biancoverdi con Civitanova e Pineto in Serie A3, e che ora è pronto a fare il grande salto diventando un leone di Motta. C’è da dire che per Stefano questa non sarà la primissima esperienza nella categoria, che infatti, lo ha visto debuttare nella stagione 2018-19 con la maglia di Potenza Picena. Cresciuto nel settore giovanile della Lube nel 2017 si è laureato campione d’Italia Under 20 ed ha poi continuato a mettersi in mostra, soprattutto in Serie A3. Abbiamo scambiato qualche chiacchiera con lui per iniziare a conoscerlo meglio: Quest’anno ci saranno tante novità e un gruppo nuovo da formare, ti senti pronto? “Si quest’anno ci saranno un po’ di novità nel gruppo, ma io sento pronto e non vedo l’ora di conoscere i miei nuovi compagni di squadra e di iniziare a lavorare insieme in palestra.” Per te ci sono tante stagioni di A3 alle spalle, anche da avversario biancoverde. Ma questo non sarà il tuo esordio assoluto in A2, che infatti hai già assaggiato nel 2018/19 quali sono le differenze con cui affronterai questa “nuova” A2? “Sicuramente quest’anno affronto in modo diverso la serie A2 rispetto al mio esordio in quanto era il mio primo anno dopo le giovanili ed era tutto nuovo per me. Ora invece ho consapevolezza dei miei mezzi e sono pronto ad aiutare il più possibile la squadra a fare un bel campionato, mettendomi in gioco sotto ogni punto di vista. L’entusiasmo di poter giocare in una categoria superiore è altissimo.” In cosa ti senti di dover ancora migliorare e invece in cosa potrai essere di grande aiuto alla squadra? “Essendo ancora giovane penso che potrò e dovrò migliorare in ogni particolare partendo dalla tecnica individuale come il muro fino ad arrivare all’aspetto mentale che è fondamentale. Invece spero di aiutare la squadra portando tanta voglia di lavorare e appunto l’entusiasmo che non manca mai sia in campo che in spogliatoio.” Per concludere quali sono i tuoi programmi estivi e una promessa che puoi fare ai tuoi nuovi tifosi? “Quest’estate sicuramente ne approfitterò per riposarmi ma senza tralasciare lo studio e la forma fisica. Mi sento di promettere ai tifosi di cui ho un bellissimo ricordo da avversario che sicuramente ci divertiremo ogni domenica dando sempre il massimo. Forza Motta!” (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Leonardo Battista difenderà ancora la seconda linea dell’HRK Motta di Livenza

    Per l’HRK Motta di Livenza dirigere le operazioni della seconda linea per la terza stagione consecutiva ci sarà Leonardo Battista. Arrivato l’anno della grande promozione in Serie A2 e protagonista di quella squadra matricola che ha saputo spaventare tutti nella passata stagione.Con la terza firma diventa, di fatto, il veterano della squadra. Per lui c’è tanta A2 alle spalle, ben sei stagioni (questa sarà la settima) e una Coppa Italia con la maglia di Siena. Nato a Bari, ora è in Puglia a godersi le vacanze ha risposto a qualche nostra domanda. Questa sarà la tua terza stagione in biancoverde, diventi il veterano. Cosa ti senti di dire ai nuovi arrivati?”Da veterano del club mi sento di dire ai nuovi arrivati di sentirsi a casa, penso che sia il “segreto” per ambientarsi subito e dare il massimo poi in campo, perché è un po’ come mi sono sentito io tre anni fa alla mia prima esperienza biancoverde grazie ai miei ex compagni di squadra e grazie ai tifosi, che nonostante il covid ci hanno sempre seguito e sostenuto anche sui social.” Forse nessuno quanto te in questa squadra conosce l’A2, cosa ti aspetti?”Il livello di questo campionato si è ulteriormente alzato, dopo anni ritroviamo squadre retrocesse dalla Superlega e in più il numero degli stranieri in campo è aumentato. Quindi mi aspetto un livello di gioco molto alto con partite veramente spettacolari, ci sarà da divertirsi!” Sarà una squadra giovanissima, e ci sarà da lavorare ma dove credi possa arrivare questa formazione?“Da quando sono a Motta tutto quello che abbiamo raggiunto è stato grazie al duro lavoro fatto giorno dopo giorno, sarà quindi fondamentale continuare con l’idea di entrare in palestra e migliorarsi sempre un po’ di più. Squadra giovanissima con differenti età, ognuno di noi ha obiettivi personali, dobbiamo essere da subito un gran gruppo e mettere i nostri obiettivi e le nostre ambizioni a disposizione della squadra e del bene comune.” L’anno scorso finalmente hai potuto conoscere il calore dei tifosi, quest’anno saranno più vicini cosa puoi dirgli?“Finalmente la scorsa stagione ho potuto riassaporare il calore del pubblico che in alcuni frangenti, in alcune partite è stato proprio l’uomo in più!Approfitto per ringraziarli per il supporto dato nonostante la lontananza da Motta. Quest’anno spero di ritrovare i Leoni sugli spalti più numerosi e pronti a tifare fino alla fine!” (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Motta di Livenza riparte dal centrale Alessandro Acuti: “Spero di migliorare ancora”

    Di Redazione La costruzione della rosa dell’HRK Motta di Livenza in versione 2022-23 riparte da uno dei protagonisti dello scorso finale di stagione: Alessandro Acuti, centrale classe 2000, che può già vantare presenze in Superlega e Champions League, ma soprattutto che ha saputo mettersi in mostra lo scorso anno trovando il posto da titolare e dimostrandosi tra i migliori nel suo ruolo. Di seguito la sua intervista realizzata dall’ufficio stampa della società. Ciao “Acu” come stai e come stai trascorrendo queste vacanze? “Ciao a tutti, io sto bene, sto continuando ad andare in palestra per tenermi in forma. Nel frattempo sto anche studiando perché tra giugno e luglio ho degli esami universitari da dare, ma ovviamente non manca il tempo libero per stare con la mia famiglia e i miei amici.”  Per te è stato un finale di stagione sopra le righe, che cosa ti aspetti dalla prossima?  “La prossima stagione sarà sicuramente molto impegnativa. Il livello si alzerà notevolmente considerando che potranno esserci due stranieri per squadra, io mi aspetto di raggiungere gli obiettivi che la società si è prefissata, di fare ancora meglio rispetto all’anno appena trascorso e di toglierci delle belle soddisfazioni. Dal punto di vista personale spero di migliorare e crescere il più possibile.” Cosa ti ha spinto a restare ancora in biancoverde? “Sicuramente Motta è una bellissima realtà. La scorsa stagione mi sono trovato bene sia con lo staff che con la dirigenza. È un ambiente tranquillo, ma che al tempo stesso riesce a spronarti per farti dare il massimo. Queste per me sono caratteristiche importanti, e hanno influito molto sulla mia scelta di restare qui” Una cosa che ti ha stupito positivamente della scorsa stagione e una che vorresti migliorare? “Positivamente mi ha stupito il pubblico. Il tifo ed il supporto che ci hanno sempre dato i nostri tifosi nonostante fossimo praticamente sempre fuori casa giocando a Caorle. Ma loro ci hanno sempre fatto sentire tanto calore, dove possibile ci hanno seguito anche in trasferta e questa è una cosa bellissima che devo dire mi ha stupito molto. Invece per ciò che vorrei migliorare devo entrare negli aspetti tecnici, ossia la battuta. Devo trovare più continuità e poi devo lavorare tanto sul muro ma sono pronto a mettermi in gioco per togliermi belle soddisfazioni.” (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Cuneo prova a chiudere i conti: “Dovremo azzerare gli errori banali”

    Di Redazione Dopo aver vinto Gara 1 in casa, la Banca Alpi Marittime Acqua S.Bernardo Cuneo si prepara alla trasferta sul campo dell’HRK Diana Group Motta di Livenza per Gara 2 dei quarti di finale Play Off, in programma domenica 24 aprile alle 18. I cuneesi andranno a Caorle con l’obiettivo di portare a casa il passaggio diretto alla semifinale, senza allungare la serie e dover disputare Gara 3 in settimana. Un match che si prospetta nuovamente molto acceso e combattuto: Botto e compagni, con una settimana in più di allenamento per trovare l’amalgama e il ritmo di gioco con il nuovo opposto croato Leo Andric, non vedono l ora di scendere in campo e mostrare il proprio potenziale di squadra. “Domenica scorsa – dice il centrale Lorenzo Codarin – siamo stati bravi a vincere una partita sotto di 2-1 contro una squadra che non aveva nessuna intenzione di mollare. In settimana abbiamo analizzato i problemi riscontrati e abbiamo lavorato per arrivare pronti all’incontro di domani. La partita in trasferta l’affronteremo diversamente, dobbiamo azzerare gli errori banali che possono aiutare la squadra avversaria a risorgere da un momento buio. Per loro potrebbe essere l’ultima gara della stagione e la giocheranno in casa, quindi scenderanno in campo senza pensieri e pressioni“. “Siamo determinati – continua Codarin – a chiudere subito la serie per poter riposare e preparare al meglio il turno successivo, evitando soprattutto un’eventuale Gara 3 che potrebbe essere complicata. In Gara 1 abbiamo espresso un buon livello di gioco e dobbiamo riuscire a mantenerlo, anche nei due set in cui abbiamo perso è stato a causa di errori nostri. Il fondamentale che potrebbe aiutarci maggiormente è la battuta, perché loro hanno un buon palleggiatore che gioca veloce e con palla perfetta può mettere in difficoltà il nostro muro e la nostra difesa. Poi, come dico sempre, vince chi mette giù la palla, quindi le percentuali d’attacco faranno la differenza“. La partita sarà trasmessa in diretta streaming sul canale YouTube di Volleyball World. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO