consigliato per te

  • in

    Chicco Blengini: “Per Gara 5 ci serve il pubblico delle grandi occasioni”

    Chicco Blengini, allenatore della Cucine Lube Civitanova, vuole un palazzetto infuocato per Gara 5 dei Quarti di finale dei Play Off Scudetto, il match da dentro o fuori con la WithU Verona in programma sabato 8 aprile alle 18 all’Eurosuole Forum. Già protagonista di un siparietto con gli oltre 70 tifosi dei Predators presenti sabato scorso al Pala AGSM AIM di Verona a fine incontro, il tecnico campione d’Italia ha raccolto la standing ovation del settore ospiti e ora torna sull’importanza del calore dei sostenitori.

    IL PROGRAMMA DI GARA 5

    “Ci aspetta l’ennesima battaglia sportiva e sarà dura come le altre – garantisce coach Blengini –. Abbiamo la chance di riempire l’Eurosuole Forum e giocare con il tifo delle grandi occasioni. La squadra in campo ha saputo reagire riequilibrando la serie, sono convinto che anche sugli spalti del nostro palazzetto i tifosi marchigiani offriranno una cornice di pubblico trascinante come quella su cui ha potuto contare la WithU in Veneto. I nostri sostenitori hanno capito l’impegno dei ragazzi e la mole di lavoro per arrivare fin qui. So che potremo contare sulla loro spinta!“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Blengini dopo Gara 3: “Vittoria di personalità, vogliamo vendere cara la pelle”

    Spalle al muro, Civitanova tira fuori carattere e orgoglio e si prende Gara 3 in tre set riaprendo la serie contro Verona. Nel dopo partite le parole di coach Blengini, l’mvl della sfida Nikolov e Yant.

    Gianlorenzo Blengini (allenatore): “Anche nelle prime due partite di questa serie avevamo fornito delle buone prestazioni dal punto di vista tecnico, mancando però di personalità nei finali di set. Stasera proprio quella personalità l’abbiamo invece trovata, e il risultato è stato chiaramente diverso dai precedenti. Vogliamo vendere cara la pelle, siamo soddisfatti del risultato di oggi e consapevoli del fatto che in Gara 4 ci aspetterà un’altra partita difficilissima, come lo sono state le tre finora disputate, nella quale a fare la differenza saranno nuovamente i palloni che giocheremo nei finali di set”.

    Alex Nikolov: “Abbiamo sfoderato una buonissima prestazione, lo dimostra anche il risultato finale che è nettamente a nostro favore. La variante tecnica che mi ha riguardato nell’attacco? L’avevamo allenata in varie occasioni e stasera l’abbiamo messa in atto per la prima volta anche in partita. Penso con buoni risultati, quindi vedremo se verrà ripetuta anche in futuro”.

    Marlon Yant: “Sono molto contento, prima di questa partita ci siamo guardati in faccia promettendoci di non mollare, fino all’ultimo punto. Questo è quello che dovremo fare anche in Gara 4. La vittoria di stasera ci regala grande fiducia, abbiamo i mezzi per portare la serie a Gara 5 e dobbiamo riuscirci”.

    (fonte: Comunicato stampa Lube Volley) LEGGI TUTTO

  • in

    Blengini: “Dovevamo essere più cattivi. Ora bisogna accelerare”

    Di Redazione

    Già dalle parole della vigilia era sembrata una Cucine Lube Civitanova quasi rassegnata al quarto posto, e in effetti è andata proprio così: il big match con la Sir Safety Susa Perugia non ha avuto mai storia e si è concluso con un secco 3-0 a favore degli umbri. Ma le dichiarazioni di Gianlorenzo Blengini a fine partita sono tutt’altro che accomodanti: “Bisogna essere onesti, Perugia ha condotto per tutta la partita e la differenza va cercata nuovamente nel saldo battuta-ricezione. La Lube ha provato a restare in gara, sì, ma l’ho vista poco combattiva, e di questo mi dichiaro chiaramente responsabile io“.

    “Pur trattandosi di un match che contava poco dal punto di vista della classifica – continua l’allenatore della Lube – avremmo dovuto essere più cattivi, ed evidentemente non sono riuscito a trasmettere l’importanza di questo atteggiamento, che ci avrebbe fatto molto bene in vista dei prossimi fondamentali appuntamenti. Il quarto posto in regular season ci fa sicuramente piacere, ma io faccio sempre fatica a trovare belle parole dopo una sconfitta. Dobbiamo accelerare, lavorare per migliorare ancora in molti aspetti, che da qui in avanti diventano assolutamente imprescindibili“.

    “Era una partita che volevamo tantissimo vincere – garantisce anche Aleksandar Nikolov – quello di Perugia è un campo molto importante, quindi non siamo per niente contenti per come è andata. Bene il quarto posto in regular season, ma ora è arrivato il momento più importante della stagione e bisogna farsi trovare pronti. Testa alla sfida di mercoledì in Champions League, una partita da dentro o fuori, in cui dovremo dare tutto per riuscire a centrare l’obiettivo“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Blengini analizza la sconfitta: “Potevamo gestire meglio la ricezione. Eravamo pronti”

    Di Redazione

    Dopo la sconfitta nella gara di andata dei quarti di finale di Champions League contro i padroni di casa dell’Halkbank Ankara per 3-1, in casa Cucine Lube Civitanova si fa il punto della situazione nel post partita, analizzando cosa è andato e cosa no.

    Ora i cucinieri saranno chiamati alla grande impresa da compiere all’Eurosuole Forum di Civitanova nella gara di ritorno (in programma mercoledì 15 marzo, alle ore 20.30): bisognerà forzatamente vincere da 3 punti (3-0 o 3-1) e vincere il Golden Set per poter ambire alle semifinali.

    Queste le dichiarazioni di coach Blengini, Bottolo ed Anzani al termine dell’incontro:

    Gianlorenzo Blengini (allenatore): “Ci aspettavamo una battaglia, e così è stata. Abbiamo affrontato una squadra che in casa dall’inizio della stagione non ha mai perso, con una bella bolgia. Squadra di qualità che nell’ultimo periodo ha aggiunto anche Jaeschke e quindi eravamo pronti a questo tipo di partita, lo abbiamo dimostrato. Loro hanno iniziato forte in battuta, noi abbiamo sofferto dall’inizio, siamo riusciti ad arrangiarci cercando di crescere in difesa. C’è stato poi l’episodio di Marlon che ci ha penalizzato in ricezione in una fase cruciale. Peccato perché la squadra ha giocato a viso aperto. Sicuramente potevamo gestire meglio la ricezione, ma a fare la differenza l’hanno fatta gli avversari attaccando palla alta. Noi non siamo stati altrettanto bravi col muro a cercare di creare difficoltà. Loro hanno fatto meglio e hanno vinto“.

    Mattia Bottolo: “Nel secondo set abbiamo avuto quella sequenza dove purtroppo Marlon è caduto da muro su difesa nostra, quindi su contrattacco, e ovviamente è dovuto uscire per un po’ di punti. Da lì abbiamo faticato in ricezione, abbiamo perso quel gap di vantaggio che avevamo guadagnato ed è stato un peccato. Noi eravamo in partita, ma non abbiamo tenuto il livello alto per 4 set. Questa gara deve insegnarci che la squadra turca è alla nostra portata, però dobbiamo dimostrarlo e lo faremo sicuramente al ritorno a Civitanova. Qui il pubblico ha dato alla squadra una spinta enorme. Sono sicuro che anche i nostri tifosi lo faranno vista l’importanza della sfida“.

    Simone Anzani: “Sicuramente abbiamo approcciato nel migliore dei modi la partita per poi lasciare qualcosa dal secondo al quarto set. Siamo lí e lo dimostra il fatto che la gara è stata abbastanza combattuta fino a quando loro non c’hanno messo in difficoltà dai nove metri. Tra l’altro gli avversari hanno difeso il triplo di noi, quindi è stato anche quello un fattore fondamentale per la loro vittoria. Noi dobbiamo essere più esigenti su determinate situazioni che sono oggettivamente semplici“.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Blengini: “Milano rimaneggiata? Queste gare non sono mai facili da interpretare”

    Di Redazione

    Una cinica Lube spazza via quello che resta di una rimaneggiata (causa Covid) Milano e vale a 38 punti in classifica. Una quota che le dà la matematica certezza, a una giornata dal termine della regular season, di godere del vantaggio del fattore campo nei playoff. Di seguito i commenti post gara dei cucinieri.

    Gianlorenzo Blengini (allenatore): “Non è mai facile interpretare partite come quella di stasera, non a caso nel primo set abbiamo fatto fatica. Il rischio in certi casi è di fare pasticci, di innervosirsi, ma noi siamo stati bravi a non farlo. Soprattutto siamo stati bravi a capire che per sfruttare le oggettive difficoltà degli avversari dovevamo giocare bene. Dal secondo set in poi lo abbiamo fatto, esprimendoci con più naturalezza e serenità, riuscendo a portare a casa i tre punti. Gli ingressi dalla panchina hanno dato un po’ più di qualità, ribadisco per l’ennesima volta che la nostra è una squadra in cui si fa fatica a trovare dei titolari e delle riserve, ha un organico intercambiabile e si tratta di una virtù non da poco”.

    Barthelemy Chinenyeze: “Per noi è stata una partita strana, visti i problemi di formazione degli avversari. Mentalmente è molto difficile giocare una gara del genere, e penso che nel primo set si sia visto. Dal secondo in poi abbiamo giocato al massimo, quindi alla fine è andata bene. Siamo contenti del quarto posto al termine della Regular Season. Ora pensiamo all’Halkbank, quindi alla sfida di Champions League. Sfideremo una delle squadre più forti del campionato turco, servirà la migliore Lube”.

    Mattia Bottolo: “Oggi era importante prendere questi tre punti. Loro erano a ranghi molto ridotti però liberi di testa, e questo nel primo set ha creato una condizione strana, che li ha tenuti a galla. Siamo riusciti a portarlo a casa e poi da lì abbiamo iniziato a giocare come sappiamo fare. Abbiamo spinto su ogni pallone, riuscendo a fare tutto quello che l’allenatore ci aveva chiesto. E adesso pensiamo alla partita di Champions League che ci attende in Turchia, una trasferta molto difficile, ma siamo in un trend positivo e vogliamo prolungarlo”.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Blengini indica la strada giusta per i playoff: “Forse ho trovato il sestetto ideale”

    Di Redazione

    Dopo un inizio di campionato a dir poco altalenante, la Cucine Lube Civitanova sembra aver finalmente trovato la giusta quadra, come confermano anche le ultime 3 vittore consecutive ottenute contro Cisterna, Piacenza e Siena in ordine temporale.

    La corretta intelaiatura è stata costruita anche e soprattutto grazie all’apporto del proprio coach, Gianlorenzo Blengini, il quale ha così parlato a “Il Resto del Carlino ed. Macerata” in vista della delicata sfida casalinga contro l’Allianz Milano, autentica bestia nera dei cucinieri: “Finalmente sembra si sia trovato il sestetto ideale ed i risultati stanno arrivando” commenta in apertura.

    Il discorso continua soffermandosi su alcuni dei suoi giocatori chiave, come Nikolov ed Anzani: “Nikolov è sicuramente un posto 4 e l’ho schierato come opposto solamente ad inizio campionato perché Yant era appena rientrato. Anzani, invece, è finalmente tornato ad alti livello dopo un periodo non al massimo, ma è fisiologico che sia così. Non accade solo con lui, ma con tutti i nazionali“.

    Un altro elemento molto importante nella rosa della Lube è indubbiamente Mattia Bottolo, spesso decisivo quando chiamato in causa: “Ad inizio 2023 aveva fatto un po’ di fatica quando veniva schierato tra i titolari, mentre da subentrante ha espresso il meglio. Non mi piace, però, né fare conclusioni affrettate né dividere la squadra in titolare e riserve“.

    La chiosa, infine, è rivolta proprio all’Allianz avversario di turno, con un occhio ai playoff ormai imminenti: “Milano è un team scorbutico, e ne sa qualcosa anche Trento, dato che la stava eliminando. Sabato non sarà importante solo per noi, ma anche per loro dato che vorranno evitare l’ottavo posto nei playoff, che vorrebbe dire scontro con Perugia. Dovrebbe mancare Ishikawa, ma anche Ebadipour è un giocatore di caratura internazionale. Non dobbiamo però fare calcoli: siamo una squadra in crescita e non possiamo permetterci il lusso di pensare chi sarebbe meglio affrontare nei quarti (Piacenza o Verona, ndr)”.

    (fonte: Il Resto del Carlino ed. Macerata) LEGGI TUTTO

  • in

    La Lube recupera alla grande con Siena. Blengini: “Vittoria cercata e molto importante”

    Di Redazione

    Dopo la bella e convincente vittoria esterna contro l’Emma Villas Aubay Siena nel recupero dell’8° giornata di ritorno di SuperLega, valevole anche come terza vittoria consecutiva, alla fine della partita sono intervenuti per la Cucine Lube Civitanova tre dei protagonisti della gara: coach Blengini, Balaso ed Anzani.

    Queste le loro dichiarazioni:

    Gianlorenzo Blengini: “Era una partita importante e la squadra l’ha affrontata con maturità. Siamo riusciti a iniziarla bene, nel secondo set abbiamo preso il largo e quando vai in fuga gli avversari provano il tutto per tutto, quindi Siena ha iniziano a forzare il servizio trovando buoni riscontri. In quel frangente siamo stati bravi a non perdere l’orientamento e la lucidità, riuscendo a vincere il set. Stessa cosa nel terzo parziale. Portiamo a casa una vittoria cercata e molto importante“.

    Fabio Balaso: “Era una partita chiave per entrambe le contendenti. Entrambe l’hanno interpretata bene perché anche Siena ha giocato col braccio sciolto, sia in battuta sia in attacco, riuscendo a metterci in difficoltà soprattutto nel terzo set. Per noi questa vittoria è chiaramente fondamentale in chiave quarto posto. Siamo già in modalità Play Off: abbiamo altre due partite di Regular Season molto importanti e difficili, dovremo esser bravi a saperle affrontare al massimo, con la testa giusta“.

    Simone Anzani: “Stasera era importante vincere. L’abbiamo approcciata bene questa partita, forse nel terzo set abbiamo peccato un po’ di presunzione, ma poi siamo stati bravi a recuperare. Il quarto posto? Ci sono altre due partite da giocare e dobbiamo affrontarle al massimo della possibilità, senza fare calcoli, senza ragionare sulla classifica. Noi dobbiamo pensare esclusivamente a proseguire al meglio nel nostro percorso, coscienti del fatto che nei Play Off ogni avversario sarà molto difficile da affrontare“.

    (fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Simone Anzani: “È con partite così che si diventa una grande squadra”

    Di Redazione

    Una rimonta entusiasmante per blindare il quarto posto e, forse, dare una svolta alla stagione. È così che la pensa Simone Anzani dopo il 3-2 messo a segno dalla Cucine Lube Civitanova ai danni della Gas Sales Bluenergy Piacenza: “Quella di oggi, dal terzo set in poi, penso sia stata una delle nostre migliori partite dall’inizio dell’anno a questa parte. Proprio questo match deve rappresentare per noi un punto di partenza, perché abbiamo sicuramente tante possibilità per crescere ancora. Solo dalle partite come questa si può diventare una grande squadra“.

    “Oggi c’è stata una grande cornice di pubblico – continua il centrale campione del mondo – la spinta dei nostri supporter è stata fondamentale. Se anche loro continueranno a credere in noi sono convinto che magari potremmo toglierci delle belle soddisfazioni. Sognare fa sempre bene!“.

    “Una vittoria ottenuta con il contributo di tutta la squadra – sottolinea Gianlorenzo Blengini – che oggi ha messo sul campo tutte le sue risorse mentali, fisiche e di roster. Ci siamo arrangiati nel miglior modo possibile contro una formazione che ha iniziato fortissimo in battuta, tanto che nel primo set abbiamo fatto una fatica bestiale a trovare il cambio palla. Poi, anche dopo aver perso il secondo al rush finale, siamo rimasti in partita, ce la siamo giocata da battaglia e alla fine siamo molto contenti del risultato finale. Determinante per noi anche la spinta del pubblico, un fattore di cui abbiamo tantissimo bisogno“.

    Soddisfatto anche Aleksandar Nikolov: “Il servizio ha sicuramente fatto la differenza, quando anche noi abbiamo iniziato a incidere dai nove metri il trend della gara è decisamente cambiato. Sono contento per questa vittoria, e anche per la prestazione che siamo riusciti a sfoderare dopo una partenza molto difficile. Ora pensiamo alla prossima sfida“.

    Per Piacenza è Ricardo Lucarelli a commentare il match: “Volevamo vincere ad ogni costo questa partita, abbiamo giocato molto bene nei primi due set battendo davvero bene, poi siamo un po’ calati in questo fondamentale e la Lube ha iniziato da parte sua a ricevere bene. C’è molto rammarico per aver perso al tie break, anche perché stavamo giocando una buona pallavolo, ma perso il terzo set qualcosa è cambiato nel trend della gara. L’assenza di Leal certamente si è fatta sentire, lui è un giocatore di palla alta molto importante per noi, speriamo non si sia fatto nulla di grave. Io? Stasera sono stanco, sono stati cinque set molto tirati“.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO