consigliato per te

  • in

    L’Eurolega del futuro e le italiane

    La prima osservazione della sera è che Ettore Messina, smentendo fermamente una voce di mercato paradossale, ha dato una lezione di giornalismo a chi informa e su come informarsi ai fruitori. Verificare cioè le notizie prima di diffonderle. La regola dimenticata. La seconda osservazione riguarda sempre Milano che si presenterà da favorita alla Coppa Italia torinese. L’Olimpia che in Italia ha dominato le rivali dirette nei confronti diretti. In Europa invece è evidente che oltre ai limiti in regia (Pangos fuori fino a marzo ben inoltrato riporta l’Olimpia sul mercato), l’Armani soffra anche di tensioni e insicurezze. Prova ne è la percentuale al tiro. Milano senza Shields non è giudicabile, Mitrou-Long come secondo (pseudo) gestore del gioco è stata scommessa forse esagerata, ma le nostre due squadre devono specchiarsi in un contesto tecnico molto difficile.

    La Virtus e le altre italiane

    E la Virtus deve anche confrontarsi con i criteri di ammissione alla prossima Eurolega, che nel 2023/24 non passerà ancora a 20 squadre, anche se il nuovo ad Marshall Glickman ha detto a L’Equipe che la decisione sarà presa in estate. Però Glickman ha pure sottolineato alcuni concetti cardine. Il più importante è che Euroleague e Fiba dovranno confrontarsi sulle coppe e i calendari. E con nuovi dirigenti sostiene sia possibile. Poi ha detto che Euroleague si allargherà e vuole l’As Monaco (peraltro in piena corsa per i playoff) e a breve Parigi (non l’ha detto in Francia, ma anche Londra). E la Virtus? E il resto delle italiane? Venezia sogna con la nuova arena per il 2026, ma intanto potrebbe vincere l’Eurocup. La Virtus se dovesse risolversi l’aggressione bellica della Russia in Ucraina, rischia di restare fuori. Ma soprattutto la nostra Italia deve strutturarsi. Come fa Tortona che nel 23/24 sarà in Eurocup. Come purtroppo non riescono a fare in B Firenze che si è ritirata e Palermo che rinuncia a una gara. E questo è punto di riflessione ineludibile. Perché è bello, emozionante e dolcemente retrò che da noi conti soprattutto (soltanto) vincere. Ma organizzarsi per vivere a lungo è il primo obiettivo, sempre accantonato. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, l’Olimpia sprofonda a Berlino. Virtus piegata dallo Zalgiris

    BOLOGNA – La Virtus Bologna di Scariolo vende cara la pelle, ma alla fine si arrende ancora in Eurolega, sconfitta al PalaDozza dallo Zalgiris Kaunas, che si impone 87-77. Per le V Nere, dopo tre successi di prestigio, uno stop che torna a complicare la corsa ai play off. Tra 48 ore ad Atene contro l’Olympiacos servirà una reazione da grande squadra per restare ancora in gioco.
    Olimpia, tramonto all’Alba…
    L’Olimpia Milano di Messina cade ancora e colleziona la terza sconfitta consecutiva tra Eurolega e Serie A. Le AJ meneghine, dopo tre vittorie di fila, incappano nel secondo ko in coppa, travolte dall’Alba Berlino, che si impone con un eloquente 83-63, difficilmente commentabile sotto il profilo strattamente tecnico e che decreta l’addio ai sogni di agguantare una posizione valida per accedere al play-off della massima competizione europea.
    Eurocup, Brescia firma l’impresa e abbatte la capolista Joventut
    Grande impresa di Brescia che firma una grande impresa in Eurocup, superando 85-75 la capolista Joventut. Strepitosa prestazione di Amedeo Della Valle autore di 26 punti e miglior marcatore del match. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, Olimpia Milano travolta dall’Olympiacos 82-66

    ATENE (Grecia) – Dopo tre vittorie consecutive si ferma la serie positiva dell’Olimpia Milano in Eurolega. La squadra di Messina, che aveva appena agguantato la Virtus Bologna in vetta alla classifica di Serie A, cede di schianto ad Atene, travolta dall’Olympiacos 82-66.
    Percentuali bassissime e un arbitraggio rivedibile
    Brutta prestazione dell’Olimpia, che viaggia per tutto il match su percentuali bassissime, che non le lasciano scampo. Pesa comunque in parte anche un arbitraggio rivedibile e il tecnico a Messina, che propbabilmente è una delle chiavi di volta del match. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, impresa Virtus Bologna: Barcellona sbancata 83-75!

    BARCELLONA (SPAGNA) – Dopo il ko in campionato con l’Olimpia Milano, costato l’aggancio in vetta alla Serie A, la Virtus Bologna reagisce subito andando a centrare una grande impresa in Eurolega. Le V Nere di Scariolo sbancano il Palau Blaugrana, superando la capolista Barcellona 83-75 e tornando in corsa per un posto ai play off dopo un avvio di competizione altalenante. Grande protagonista per gli emiliani Lundberg, che mette 20 punti a referto, seguito da Ojeleye, che ne realizza 14. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, la Virtus Bologna torna a vincere: Fenerbahce battuto in rimonta

    BOLOGNA – PalaDozza in delirio per la vittoria più bella e sofferta in questa Eurolega per la Virtus Bologna. Le V Nere di coach Scariolo battono 92-88 il Fenerbahce dopo un match tiratissimo e tornano a vincere dopo la scoppola rimediata dal Baskonia. Partita combattuta fino all’ultimo secondo, contro un Motley scatenato, miglior marcatore con 26 punti. Gli emiliani però si “accontentano” della buona vena di Belinelli, che insieme a Jaiteh e Mannion firma il settimo successo stagionale in Europa della Virtus. LEGGI TUTTO

  • in

    Eurolega, Olimpia Milano che tris! Battuto anche il Valencia

    MILANO – Torna a brillare in Eurolega l’Olimpia Milano di Ettore Messina. L’AJ finalmente si scrolla di dosso la maledizione europea e centra il terzo successo consecutivo, annichilendo Valencia, dopo aver regolato Stella Rossa e la capolista Monaco. Al Forum è un match condotto dall’inizio alla fine dai meneghini, che alla fine si impongono largamente, con un eloquente 90-79. Protagonista della serata è Baron, che chiude a 24 punti. L’Olimpia risale la classifica con uno score di 6-9, che la mette a sole due vittorie dalla zona playoff. Le EA7 sono tornate. LEGGI TUTTO