in

I Diavoli regolano in quattro set i Canottieri Ongina e raccolgono la sfida dello Scanzo

Di Redazione

Tenta il colpaccio a Brugherio la Canottieri Ongina che però esce dal fortino rosanero con un solo set vinto ed un quarto set che si prolunga ai vantaggi prima di decretare i Diavoli vincitori del 20° appuntamento di Serie B. Bottino pieno per i ragazzi di Durand che grazie al successo numero 18 continuano ad occupare il primo posto del girone B. Se la vetta è ancora salda nelle mani dei rosanero, è nelle retrovie che s’invertono i ruoli; vincitrice dello scontro diretto contro Trento (3-0), è ora da Scanzorosciate che i Diavoli devono guardarsi le spalle per difendere i quattro punti di vantaggio che oggi le separano (53 punti Diavoli, 49 Scanzorosciate). Trento scivola invece in terza posizione, ad un punto dai playoff (48, terza). Questo è lo scenario di classifica che avvicina le squadre alla 21° giornata di Campionato che per i Diavoli assume i sapori del derby contro Vittorio Veneto. Tornando alla gara.

Ongina, in visita al PalaKennedy, cerca di recitare il ruolo della guasta feste, ruolo che le riesce bene nel terzo set, vinto reagendo ai primi due set invece senza ombre per i Diavoli, e per buona parte del quarto set, risolto al ventisettesimo punto dai Diavoli che, dopo un avvio appannato, trovano in Morato fonte di sicurezza. Morato è solo uno dei protagonisti di questa fibrillante sfida; a lui fa infatti eco la costante forza di Cafulli che fa suoi 24 punti risultando il miglior realizzatore dell’incontro e di Maiocchi che torna a far vedere la sua tonicità. Diagonale Santambrogio- Cafulli, al centro Fumero e Cariati, Maiocchi e Morato di banda, Raffa Libero. Questa la formazione di Durand per aprire la serata.

Ed il buongiorno dei Diavoli è da smorza animi per Ongina che dopo il 5 pari vede i rosanero prendere quota col muro di Santambrogio (7-5). Sotto di appena un punto gli ospiti fanno presto i conti con un muro Diavoli che non lascia passare e ,con quelli di Fumero (11-9) e di Cafulli (14-10), sul 15-10, dopo l’ace di Maiocchi, il gioco si ferma. Il rientro vede in campo un’Ongina fallosa che con tre errori in attacco concede il 18-11 ai Diavoli. Il pressing rosanero prosegue con Maiocchi che sale in cattedra: pipe e mani out fanno recitare 22-14. Secondo time out di Ongina. Al pallonetto degli ospiti (22-15) i Diavoli sono pronti a replicare col secondo muro di Santambrogio (23-15), gli ultimi due colpi li sferra Cafulli; lungolinea e diagonale da posto 4 mettono a referto il 25-17 del primo set.

Stessa apertura anche della seconda frazione di gara che prende vita con un punto a punto che dura fino al 6 pari prima del muro di Maiocchi e dei due aces consecutivi di Morato (9-6). Per Ongina è Miranda a reagire con due azioni che valgono il 9-8 ma il cambio palla è deciso dal muro di Cariati (10-8). Il -2 diventa + 4 dei Diavoli dopo una bella difesa di Maiocchi che si trasforma nel punto di Morato che fa centro anche a muro, ed è 14-10. Ancora incertezze nella metà campo dei gialloneri e così col muro di Cafulli il +5 Diavoli è automatico (17-12). Fila tutto liscio nel finale di set che trova in Cariati il realizzatore del muro del 18-12 e del primo tempo del 20-13. Maiocchi s’attiva poi per il 22-15, saggiamente Cafulli va di pallonetto (23-15) e, quando la battuta di Maiocchi trova l’angolo più remoto del campo, ecco ben servito il 24-16. Ancora un punto consolatorio per Ongina ma è Piazza a chiudere 25-17 per il 2-0 Diavoli.

Reagisce Ongina in questo terzo set e sul 5-6, presto 6-8, 7-9, trova e mantiene il primo vantaggio della serata. I Diavoli recuperano: il primo ad accorciare a -1 è Maiocchi (8-9) che, dopo il pari che arriva col muro di Cariati (10-10), porta i compagni di nuovo un passo avanti con la diagonale dell’ 11-10. Cafulli è sintonizzato sulla stessa frequenza e con mani out serve il 12-11. Ongina conquista però un piccolo break con Pené, tre punti di margine che conservano fino al muro di Miranda (14-17) quando arriva poi il time out di coach Durand. I Diavoli con Cafulli arginano Ongina: la diagonale stretta vale il 17-17, due punti secchi sempre del nostro opposto il 20 pari ed arriva poi un importante -1, dopo che Ongina si era riportata avanti di due, sul 22-23. Miranda produce la set ball sul 22-24, annullata dalla prima intenzione di Santambrogio 23-24. Al servizio Morato ma la palla tocca il nastro e si ferma nella metà campo dei rosanero. 23-25 per Ongina.

Il set vinto rigenera gli ospiti che aprono il quarto set 1-5, 2-8. Sul 2-9 coach Durand si è già giocato entrambe le pause ed al rientro in campo, nonostante i Diavoli abbiamo recuperato qualche punto, Ongina continua a +5 (5-10). Le quotazioni dei Diavoli sembrano diminuire ma il break di Cariati e Cafulli, unito a due errori degli ospiti, producono il -1 (9-10). Capaci di portare pazienza, i Diavoli procedono punto a punto in questo quarto set prima di ritrovare il vantaggio sul 14-13 con l’ace di Maiocchi, 15-14, 17-16 col lungonlinea e diagonale di Morato. Sul 20 pari ancora nessun colpo di scena al PalaKennedy perché a Miranda e compagni replicano Cafulli e Maiocchi. La tensione in campo produce una sequenza di errori che porta al 24 pari. Ongina ha la set ball tra le mani grazie all’attacco di Miranda (24-25) ma entra in scena il jolly Morato che con la sua diagonale annulla il vantaggio. Sul 25 pari è ora Cariati a muro a portare i Diavoli in vantaggio 26-25, match ball che i rosanero non sciupano. Difesa di Cafulli, Raffa alza a Morato che col suo mani out non perdona. Sul 27-25 termina il quarto set ed è vittoria 3-1 per i Diavoli; un altro importante successo in questi ultimi sei appuntamenti prima della fine del campionato.

Le dichiarazioni di coach Durand: “Tre punti ieri sera contro un avversario che ha giocato un’ottima partita. È venuto a Brugherio col coltello tra i denti e ci ha dato veramente filo da torcere. Nei primi due set siamo stati molto ordinati e loro ci hanno concesso qualche errore di troppo mentre nel terzo, complice un buon loro set, abbiamo dovuto cedere. Molto bella la nostra reazione nel quarto, sotto 10-2 non ci siamo scomposti, abbiamo saputo soffrire portando così a casa una partita molto importante. Quello che ci deve rimanere è che non c’è nulla di facile da qua alla fine. Ci sono ancora sei partite ed ognuna di queste va giocata sudandosela, consapevoli che nessuno ci regalerà nulla. Sono contento per Cafulli che ha fatto un’ottima prestazione; dopo un periodo un po’ così così ha di nuovo giocato una buonissima partita. Maiocchi continua nel suo periodo di recupero e una nota sicuramente per Morato per quello che ha fatto vedere nel quarto set, davvero determinante nelle fasi importanti del parziale”.

Trasferta a Milano per i ragazzi di coach Durand che saranno ospiti di Vittorio Veneto nella 21° giornata di Campionato, sabato 23 marzo alle ore 21.

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

Ciclismo, tragedia in Belgio: dilettante muore investito in gara

Pallavolista dell’Anno: In archivio i 16.esimi di finale maschile. Chi passa il turno…