consigliato per te

  • in

    Il Vbc Mondovì spegna 50 candeline e prepara la decima stagione in Serie A

    Di Redazione Quella che sta per iniziare sarà una stagione particolare per il Vbc Mondovì, che festeggia 50 anni di attività sportiva…e 10 di Serie A. Dopo la storica promozione del 1984 e le tre stagioni in A2 negli anni ’80, infatti, i monregalesi si apprestano a vivere la settima stagione nella seconda serie nazionale, dopo il ritorno nell’Olimpo del volley datato 2015. L’anno di nascita del Vbc Mondovì è il 1972, quando il neonato sodalizio iscrive una propria squadra al campionato di seconda categoria provinciale FIPAV. Già nella stagione successiva l’approdo nelle categorie regionali con la promozione in Serie D, mentre nel 1976 viene conquistata la Serie C. L’ascesa, con/aldo bovolo – Mario Sasso in panchina, è dirompente e porta i monregalesi in Serie B nel 1978. Da allora una lunga permanenza sulla scena interregionale e nazionale, interrotta solo dalla parentesi in Serie C nella stagione 2006/2007. Il Vbc sfiora l’approdo in Serie A già ad inizio anni ’80, grazie all’entusiasmo dello storico e indimenticato presidente Nino Manera. I tifosi di lunga data (che un tempo si chiamavano “Green Devils”) ricordano la rocambolesca sconfitta a Milano (sulla quale si potrebbe scrivere un libro…) che rimandò la storica promozione. Quella venne festeggiata sabato 30 marzo 1984, sul campo del Lasalliano Torino. Protagonista una squadra tutta “fatta in casa”, capitanata da Beppe Carlevaris e guidata da Mario Sasso. L’esperienza in A2, targata Valeo, dura tre anni e vede aggregarsi al gruppo locale campioni come Baranowicz, Halanda e Trifunovic. Dopo la dolorosa retrocessione, il Vbc rischia subito di ritornare in Serie A, finendo alle spalle di Asti e Sauber Bologna (solo per quoziente set). Seguono sei annate tra B1 e B2. Nel 1993 viene a mancare il presidente Nino Manera (a lui è intitolato l’attuale palazzetto dello sport), la cui carica viene rilevata dalla moglie Giuliana. Dieci anni dopo, il testimone passa a Giancarlo Augustoni, che ha ricoperto la carica di presidente della società fino ad oggi. A riportare entusiasmo ci pensa la squadra affidata a Roberto Santilli (con campioni come Oria e Mastrangelo), che nel 1995-1996 contende a Roma la promozione diretta in Serie A e si ferma solo ai play-off. Seguono tre anni con Simeonov in panchina, quindi il duo Bonelli-Peyra riporta i monregalesi in B1. Il ritorno di Sasso coincide con la sfortunata annata del 2005-2006, ma il “purgatorio” dura un anno solo. Ai play-off, a Mantova, il Vbc riconquista la B2, e nel 2011-12 sale in B1 (con un cambio in panchina alla vigilia dell’ultima giornata a Bresso). Augustoni scommette sul giovane tecnico del Parella Mauro Barisciani e il “comandante” impiega tre anni per tornare in A2: è il giugno 2015, la festa è sul campo di Aversa dopo un incredibile doppio confronto ai play-off contro il Prata di Pordenone. Al ritorno in A2, subito una salvezza tranquilla, con il secondo posto nella classifica delle presenze di spettatori al palazzetto, alle spalle solo di Siena. Al secondo anno i monregalesi centrano la Pool Promozione e staccano il biglietto per i play-off per la promozione in SuperLega. L’incrocio nei Quarti è di quelli difficilissimi, contro la corazzata Emma Villas Siena, che alla fine approda semifinale. I monregalesi coronano la meravigliosa seconda stagione in A2 anche con il passaggio alla semifinale di Coppa Italia, battendo nei quarti Aversa ed arrendendosi solo alla solita Siena nello scontro per l’accesso alla finalissima. Numeri importanti anche sugli spalti, con 12.000 spettatori paganti nelle partite casalinghe. La terza stagione vede un avvio in sordina, prima di un incredibile filotto di risultati utili che porta i monregalesi fino al quarto posto della Pool B. Dopo sei anni in panchina, la società saluta Barisciani e scommette su Fenoglio. La stagione 2018-19 vede i biancoblù stravincere la Regular Season, purtroppo però ai play-off è Cantù a vincere la serie dei quarti di finale. Morelli e compagni (in rosa anche i due estoni Kollo e Treial) sfiorano anche la finale di Coppa Italia, arrendendosi a Bergamo in semifinale. Si arriva così all’ultimo biennio, sicuramente più complicato. Nel 2019-2020, in autunno la squadra perde Fenoglio e altri pezzi pregiati della rosa, ma dopo l’arrivo in panchina di Mario Barbiero si risolleva e arriva a sfiorare i play-off (il campionato viene interrotto prematuramente a causa dell’emergenza Covid). La pandemia condiziona anche l’ultima stagione, che con orgoglio e senso di responsabilità comunque i monregalesi portano a termine, seppur tra mille difficoltà. L’anno prossimo il Vbc Mondovì sarà ancora ai nastri di partenza della Serie A2, pronto a scrivere un altro capitolo di una storia lunga mezzo secolo. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Alessio Ferrini torna all’Ecosantagata dopo l’esperienza a Mondovì

    Di Redazione

    L’Ecosantagata Civita Castellana riabbraccia Alessio Ferrini. Lo schiacciatore di Velletri, classe 1995, torna in rossoblù dopo un’esperienza in serie A2 con la maglia del Mondovì.Ferrini aveva giocato a Civita Castellana l’anno scorso, nella squadra che stava dominando il suo girone di serie B prima che la pandemia di Covid sospendesse tutti i campionati. Trasferitosi in Piemonte, si è ritagliato uno spazio da titolare anche in serie A2, scendendo in campo 19 volte con 134 punti messi a referto.

    Ora la nuova avventura in maglia Ecosantagata, in un roster Ferrini andrà a rinforzare il pacchetto degli schiacciatori a disposizione di coach Beltrame. “Sono tornato per finire quello che la pandemia aveva interrotto – dice il neoacquisto -. L’anno scorso stavamo facendo un grande campionato, poi siamo stati costretti a mollare tutto all’improvviso a causa del Covid. È bello essere qui un anno dopo, con l’obiettivo di riprendere da dove ci eravamo lasciati”.

    Ferrini porta con sé un’esperienza importante maturata in una categoria superiore. “A Mondovì ero partito come riserva – spiega – poi sono diventato titolare e ho giocato molto. Mi sento pronto per dare subito il mio contributo qui a Civita Castellana, mi servirà solo un periodo di adattamento alla squadra e agli schemi”.

    Sulla stagione dell’Ecosantagata, lo schiacciatore di Velletri si dice fiducioso. “Ho visto alcune partite e devo fare i complimenti ai miei compagni per come hanno saputo affrontare il momento d’emergenza, portando a casa prestazioni e punti importanti. Il potenziale della squadra c’è e il campionato è ancora molto lungo: credo che l’obiettivo della serie A3 sia alla nostra portata. Io sono venuto qui per questo”.

    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Barbiero ringrazia Mondovì: “Due anni difficili di pandemia, due campionati complicati”

    Di Redazione In Serie A2 maschile resta solo da giocare il recupero della 5a giornata di ritorno in programma oggi alle 19.00 tra la Prisma Taranto e l’Agnelli Tipiesse Bergamo, domenica scorsa infatti è calato il sipario sulla stagione regolare. Regolar season che ha sancito anche il “termine dei giochi” per Lagonegro fanalino di coda con 12 punti e per la Vbc Mondovì penultima a 16 lunghezze. Ed è proprio il tecnico monregalese, Mario Barbiero, ad affidare a facebook i suoi pensieri: “Grazie VBC Mondoví, 2 anni difficili di Pandemia, 2 campionati complicati, ho conosciuto persone meravigliose che vivono lo sport con passione, ho incontrato amicizie che rimarranno per tutta la vita. Grazie alla società che ha combattuto ogni istante contro le avversità, grazie a tutto lo staff “straordinarie persone” , grazie ai miei giocatori, grazie all’Hagar group che ci hanno sempre sostenuto, a tutte le persone che ho conosciuto, grazie ad una città meravigliosa“ LEGGI TUTTO

  • in

    Bilancio positivo per le formazioni del settore giovanile del Villanova/Vbc Mondovì

    Foto Facebook VBC Mondovì

    Di Redazione
    Bilancio decisamente positivo per le formazioni del settore giovanile del VILLANOVA/VBC MONDOVI’, che nello scorso fine settimana hanno conquistato tre successi su quattro gare disputate.
    SERIE CTerzo successo in quattro gare disputate per i ragazzi allenati da coach Massimo Bovolo e Loris Ferrero, che hanno vinto ad Asti per 3-1 (23-25,25-11, 25-18,25-19).
    Con questo successo il VILLANOVA/VBC MONDOVI’ sale a quota 9 punti in vetta alla classifica in compagnia di Cuneo e Racconigi.
    UNDER 19I ragazzi allenati da Mario Turco e Sara Durando hanno piegato senza eccessive difficoltà il Savigliano con un rotondo 3-0 (25-12, 25-15, 25-14), dominando tutta la partita.
    UNDER 17I ragazzi allenati da Diego Marchisio si sono arresi per 3-0 al Cuneo Bianco (25-22, 25-20, 25-13).
    UNDER 15I ragazzi allenati da Alberto Bonelli e Sara Rocca hanno piegato per 3-0 il Cuneo Bianco (25-13, 25-16, 25-20).
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Rinviata a data di destinarsi Mondovì – Siena

    Ufficio Stampa Vbc Synergy Mondovì

    Di Redazione
    Notizia di ieri la positività di altri due componenti del gruppo squadra della Emma Villas Aubay Siena, che salgono quindi a dieci.
    Successivamente quindi la decisione della Lega, riportata dai social della Vbc Mondovì (che sarebbe dovuta essere l’avversaria dei toscani domani) di rinviare la partita.
    “In serata la Legavolley ha disposto il rinvio della partita di sabato sera tra Vbc Mondovì e Emma Villas Aubay Siena a data da destinarsi a causa della positività al Covid-19 di più di tre atleti della squadra ospite”.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Vbc Mondovì: sospese tutte le attività dalla Serie C in giù

    Foto Facebook Vbc Mondovì

    Di Redazione
    Perdurando purtroppo l’emergenza sanitaria, la dirigenza del Vbc Mondovì, seppur a malincuore, ha ritenuto opportuno mantenere la sospensione dell’attività sportiva dei gruppi partecipanti ai campionati di Serie C, Serie D/U.19, Prima Divisione, Under 17, Under 15 ed Under 13 fino al 23 novembre compreso.
    Ovviamente la situazione resta sotto osservazione: qualora ci dovessero essere dei miglioramenti, verranno di conseguenza apportati gli opportuni aggiornamenti e modifiche.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Vbc Mondovì, ad ottobre al via i corsi di minivolley

    Foto Ufficio Stampa Vbc Mondovì

    Di Redazione
    Venerdì 9 ottobre dalle 17.30 alle 19 presso la palestra del Baruffi Maschile ripartiranno i corsi di Minivolley del Vbc Mondovì, che saranno tenuti da allenatori tesserati FIPAV.
    I corsi sono rivolti a tutti i bambini che frequentano la Scuola Primaria (dalla seconda alla quinta) e ai i ragazzi delle Scuole Medie Inferiori e mirano ad avvicinare il maggior numero possibile di ragazzini al mondo del volley e del Vbc Mondovì, mirando ad una crescita armoniosa ed equilibrata del corpo del minore per farne un adulto sano, forte, più sicuro di sé e più felice. Saranno offerte occasioni di gioco spontaneo da cui attingere esperienze di gruppo motorie e morali significative, dando l’opportunità del miglior avviamento alla pratica del gioco della pallavolo, nel rispetto delle diverse esigenze fisiologiche, psicologiche e pedagogiche di ciascun allievo.
    Durante i corsi i partecipanti potranno apprendere sia quelli che sono gli elementi base dell’attività motoria successiva come coordinazione, destrezza ed altre qualità psicofisiche, sia i fondamentali specifici della pallavolo.
    Per tutto il mese di ottobre la partecipazione ai corsi sarà gratuita, mentre con l’inizio del mese di novembre si dovrà procedere all’iscrizione degli stessi con una quota annua di adesione di 250 euro.
    Per maggiori informazioni si può contattare Brunello Prette al 335/6034189 o segreteria@vbcmondovi.it oppure presentarsi direttamente alla palestra del Baruffi Maschile muniti di abbigliamento sportivo, ossia scarpe da ginnastica, tuta, maglietta e pantaloncini.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Bussolari saluta Mantova: “Credevo di restare, ma l’A2 è una grande chance”

    Foto Gabbiano Top Team Mantova

    Di Redazione
    “Il Gabbiano Top Team Volley Mantova mi avrebbe riconfermato. Quando però è arrivata questa opportunità…”.
    Manuel Bussolari lascia la frase in sospeso, tanto nell’ambiente della pallavolo tutti sanno che quell’occasione ormai l’ha colta al volo. Sbarcare nuovamente in A2, più preparato ed esperto di quanto non lo fosse nell’esordio del 2018 a Macerata, reduce da un’attività giovanile che gli aveva regalato un titolo italiano Under 17 con la Lube ed un argento continentale con la Nazionale Under 19.
    A 21 anni e mezzo il centrale castiglionese giocherà a Mondovì, una delle roccaforti del volley piemontese.
    “Questo mi ha fatto rivedere i programmi di studio, ma i treni vanno presi ad ogni costo anche al volo – continua -. Ero convinto di rimanere a Mantova, in questi giorni mi iscriverò invece all’Università di Parma, facoltà di Chimica. Ma seguirò le lezioni online ed in sede andrò solo per sostenere gli esami”.
    Anche perchè il torneo cadetto non può concedere troppe distrazioni: “A Mondovì ritroverò coach Mario Barbiero, che è stato mio allenatore nell’esperienza giovanile azzurra. Questo mi stimola ed un po’ anche mi preoccupa poiché sarà curioso trovare due diverse filosofie di lavoro nella stessa persona. Non lo scopro io, ma un conto è fare il selezionatore, un altro allenare tutti i giorni una squadra di club. Quanto a me, è una bella sfida quella che mi si pone davanti. Sono contento di quel che ho imparato e messo in pratica nell’ultima stagione di B al Gabbiano Top Team Volley Mantova, di sicuro approdo in A2 molto più maturo che non due anni fa. SO che è un campionato di livello molto alto in cui occorre lavorare sodo per avere chance di mettersi in mostra. Mi aspetta un compito difficile, visto che sulla carta non dovrei essere nel sestetto titolare. Farò il possibile per conquistarmi il posto sul campo forte dell’esperienza acquisita a Mantova”.
    A proposito di pensieri sospesi, al Gabbiano Top Team Volley Mantova vorrebbe dire che… “Con loro sono stato benissimo. Ai miei ex compagni non ho molto da aggiungere visto che li ho ringraziati tutti per tempo e rimango costantemente in contatto con loro. Vorrei invece salutare l’intero staff e ringraziarne i componenti per quanto hanno fatto in una stagione che poteva regalare grosse soddisfazioni e che purtroppo è rimasta senza alcun epilogo”.
    Sospesa, appunto. Come il compito del centrale, che deve arrampicarsi in cielo e restarci un istante in più di colui che si ritrova di fronte a centro rete.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO