consigliato per te

  • in

    F1: Verstappen vince il Gp degli Stati Uniti davanti a Hamilton, quarto Leclerc

    AUSTIN –  Max Verstappen trionfa nel Gran Premio degli Stati Uniti, valevole per la diciassettesima tappa del Mondiale 2021 di Formula 1. Sul circuito di Austin, l’olandese vince l’ennesima battaglia con Lewis Hamilton, difendendosi a dovere nel finale e relegando il rivale della Mercedes al secondo posto. Allunga così ulteriormente il pilota della Red Bull in classifica piloti.
    A BREVE IL SERVIZIO COMPLETO LEGGI TUTTO

  • in

    F1 Gp Stati Uniti, diretta gara: dove vederla in tv

    AUSTIN – Al via il diciassettesimo appuntamento della stagione di Formula 1. Dopo la pole position fatta registrare da Max Verstappen davanti a Lewis Hamilton, è tempo di assegnare la vittoria nel Gran Premio degli Stati Uniti. La gara di Austin, valevole per la sedicesima tappa del Mondiale 2021, sarà trasmessa in diretta su Sky Sport F1 (canale 207 del decoder) alle ore 21, mentre in chiaro sarà visibile in differita su TV8 dalle ore 22:55. La visione in streaming è disponibile su Sky Go. LEGGI TUTTO

  • in

    Diretta gara F1 Gp Stati Uniti: dove vederla in tv

    AUSTIN – Tutto pronto per la diciassettesima gara della stagione di Formula 1. Dopo la pole position di Max Verstappen davanti a Lewis Hamilton, è tempo di assegnare la vittoria nel Gran Premio degli Stati Uniti. La gara di Austin, valevole per la diciassettesima tappa del Mondiale 2021, sarà trasmessa in diretta su Sky Sport F1 (canale 207 del decoder) alle ore 21, mentre in chiaro sarà visibile in differita su TV8 dalle ore 22:55. La visione in streaming è disponibile su Sky Go. LEGGI TUTTO

  • in

    F1 Gp Stati Uniti, Leclerc: “Sarà difficile lottare con chi sta davanti”

    AUSTIN – Charles Leclerc ottiene il massimo dalla propria qualifica, chiudendo in seconda fila grazie alla penalità di Valtteri Bottas. La Ferrari può dunque sorridere con il monegasco in vista della gara del Gran Premio degli Stati Uniti che però si preannuncia un testa a testa tra Max Verstappen e Lewis Hamilton per la vittoria: “Sono molto contento. Alla prima curva ho fatto un piccolo errore, però dopo è stato davvero un bel giro. Partiremo quarto e quinto e proveremo a sfruttare al meglio questa opportunità. Abbiamo fatto una prova nel secondo run delle PL3, ma è andata malissimo da parte mia. Sicuramentela fiducia non era un granché arrivando in qualifica. Non siamo così forti sul passo per stare con chi ci sta davanti in gara. Quando hanno messo tutto insieme abbiamo fatto un po’ fatica. Loro sono molto davanti, ma è quello che ci aspettavamo: non ci sono sorprese. Lavoreremo, proveremo a fare una bella partenza e abbiamo tutte le carte per fare meglio del nostro rivale diretto, la McLaren. Ci aspettavamo di essere meno competitivi rispetto a loro qui, meglio così”, la sua analisi. 
    Le parole di Sainz
    Di buon umore anche Carlos Sainz, quinto alle spalle del compagno di squadra. Lo spagnolo è affiancato da Daniel Ricciardo in terza fila a Austin: “Abbiamo fatto bene la Q1, in Q2 invece qualcosa da analizzare c’è perché siamo stati gli unici a doverci qualificare con la Soft – spiega a Sky Sport -. La pista è peggiorata e non potrò partire con la gomma migliore. Peccato perché poi in Q3 abbiamo fatto un bel giro. Non potrò fare uno stint lungo, bensì dovrò farlo corto. Le due soste rischi che finiscano presto e ti ritrovi degrado: dovremo invertarci qualcosa. Forse dovevamo rischiare qualcosa di più con quella pista lenta. Per noi un punto debole è il degrado gomme, ma La McLaren sembra averne un po’ di meno. Obiettivo personale deve essere arrivare davanti a loro”.  LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Gp Stati Uniti: Verstappen precede Hamilton e va in pole. Leclerc 4°

    AUSTIN – La pole position nel Gran Premio degli Stati Uniti è di Max Verstappen. Sul circuito di Austin, l’olandese della Red Bull si aggiudica il solito duello con Lewis Hamilton grazie al giro in 1’32”910 e due decimi di vantaggio sul campione del mondo in carica della Mercedes. Terza piazza per l’altra di Red Bull di Sergio Perez, poi Valtteri Bottas che però sconterà cinque posizioni di penalità. Sale dunque in seconda fila Charles Leclerc, seguito dall’altra Ferrari di Carlos Sainz (5°). Scatteranno dal fondo della classifica, invece, Sebastian Vettel (Aston Martin), Fernando Alonso (Alpine) e George Russell (Williams) per il cambio della power unit. 
    I risultati della qualifica
    PRIMA FILA
    1. Max Verstappen (Red Bull)2. Lewis Hamilton (Mercedes)
    SECONDA FILA
    3. Sergio Perez (Red Bull)4. Charles Leclerc (Ferrari)
    TERZA FILA 
    5. Carlos Sainz (Ferrari)6. Daniel Ricciardo (McLaren)
    QUARTA FILA
    7. Lando Norris (McLaren)8. Pierre Gasly (AlphaTauri)
    QUINTA FILA
    9. Valtteri Bottas (Mercedes)*10. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)
    SESTA FILA
    11. Esteban Ocon (Alpine)12. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)
    SETTIMA FILA
    13. Lance Stroll (Aston Martin)14. Nicholas Latifi (Williams)
    OTTAVA FILA
    15. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)16. Mick Schumacher (Haas)
    NONA FILA
    17. Nikita Mazepin (Haas)18. Sebastian Vettel (Aston Martin)*
    DECIMA FILA
    19. Fernando Alonso (Alpine)*20. George Russell (Williams)* LEGGI TUTTO

  • in

    F1 Gp Stati Uniti, Leclerc: “Abbiamo le carte in regola per fare meglio della McLaren”

    AUSTIN – Charles Leclerc chiude in seconda fila la propria qualifica grazie alla penalità di Valtteri Bottas. La Ferrari può dunque sorridere con il monegasco in vista della gara del Gran Premio degli Stati Uniti che però si preannuncia un testa a testa tra Max Verstappen e Lewis Hamilton per la vittoria: “Sono molto contento – ammette -. Alla prima curva ho fatto un piccolo errore, però dopoè stato davvero un bel giro. Partiremo quarto e quinto e proveremo a sfruttare al meglio questa opportunità. Abbiamo fatto una prova nel secondo run delle PL3, ma è andata malissimo da parte mia. Sicuramente la fiducia non era un granché arrivando in qualifica. Non siamo così forti sul passo per stare con chi ci sta davanti in gara. Quando hanno messo tutto insieme abbiamo fatto un po’ fatica. Loro sono molto davanti, ma è quello che ci aspettavamo: non ci sono sorprese. Lavoreremo, proveremo a fare una bella partenza e abbiamo tutte le carte per fare meglio del nostro rivale diretto, la McLaren. Ci aspettavamo di essere meno competitivi rispetto a loro qui, meglio così”.
    L’analisi di Sainz
    Di buon umore anche Carlos Sainz, quinto alle spalle del compagno di squadra. Lo spagnolo è affiancato da Daniel Ricciardo in terza fila a Austin: “Abbiamo fatto bene la Q1, in Q2 invece qualcosa da analizzare c’è perché siamo stati gli unici a doverci qualificare con la Soft – spiega a Sky Sport -. La pista è peggiorata e non potrò partire con la gomma migliore. Peccato perché poi in Q3 abbiamo fatto un bel giro. Non potrò fare uno stint lungo, bensì dovrò farlo corto. Le due soste rischi che finiscano presto e ti ritrovi degrado: dovremo invertarci qualcosa. Forse dovevamo rischiare qualcosa di più con quella pista lenta. Per noi un punto debole è il degrado gomme, ma La McLaren sembra averne un po’ di meno. Obiettivo personale deve essere arrivare davanti a loro”.  LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Gp Stati Uniti: Verstappen in pole position davanti a Hamilton. Leclerc 4°

    AUSTIN – Max Verstappen si prende la pole position nel Gran Premio degli Stati Uniti. Sul circuito di Austin, l’olandese della Red Bull si aggiudica il solito duello con Lewis Hamilton grazie al giro in 1’32”910 e due decimi di vantaggio sul campione del mondo in carica della Mercedes. Terza piazza per l’altra di Red Bull di Sergio Perez, poi Valtteri Bottas che però sconterà cinque posizioni di penalità. Sale dunque in seconda fila Charles Leclerc, seguito dall’altra Ferrari di Carlos Sainz (5°). Scatteranno dal fondo della classifica, invece, Sebastian Vettel (Aston Martin), Fernando Alonso (Alpine) e George Russell (Williams) per il cambio della power unit. 
    La griglia di partenza
    PRIMA FILA
    1. Max Verstappen (Red Bull)2. Lewis Hamilton (Mercedes)
    SECONDA FILA
    3. Sergio Perez (Red Bull)4. Charles Leclerc (Ferrari)
    TERZA FILA 
    5. Carlos Sainz (Ferrari)6. Daniel Ricciardo (McLaren)
    QUARTA FILA
    7. Lando Norris (McLaren)8. Pierre Gasly (AlphaTauri)
    QUINTA FILA
    9. Valtteri Bottas (Mercedes)*10. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)
    SESTA FILA
    11. Esteban Ocon (Alpine)12. Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo)
    SETTIMA FILA
    13. Lance Stroll (Aston Martin)14. Nicholas Latifi (Williams)
    OTTAVA FILA
    15. Kimi Raikkonen (Alfa Romeo)16. Mick Schumacher (Haas)
    NONA FILA
    17. Nikita Mazepin (Haas)18. Sebastian Vettel (Aston Martin)*
    DECIMA FILA
    19. Fernando Alonso (Alpine)*20. George Russell (Williams)* LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Leclerc: “Amo questo tracciato, con Sainz ci spingiamo a vicenda”

    AUSTIN – Obiettivo confermare le ultime prestazioni. Charles Leclerc, giunto quarto con rammarico in Turchia, vuole prendere tutto il buono visto nelle gare precedenti chiudendo nel migliore dei modi il 2021. Prima tappa gli Usa, paese che il ferrarista ama. “La mia città preferita negli States è Los Angeles, l’ho visitata qualche anno fa ed è un luogo perfetto per staccare. Sono stato anche a Milwaukee per vedere l’NBA con la premiazione per i campioni dello scorso anno. Ora voglio tornare in pista, adoro gli Usa e questa pista, in una situazione migliore rispetto al 2019”, dichiara il monegasco.
    “Sainz? C’è competizione”
    “È sempre importante battere Carlos. Lui è un compagno molto forte che si sta comportando bene, tra di noi  c’è competizione e ci spingiamo a vicenda ed è sicuramente un bel duello da vedere”. Dichiarazioni quelle di Leclerc che sottolineano come all’interno della Ferrari c’è sì voglia di prevalere sul compagno di squadra ma in un clima sano che può solo portare tutto il team a migliorare. LEGGI TUTTO