consigliato per te

  • in

    Tonno Callipo, rescissione consensuale con Fabio Bisi

    Si dividono le strade tra la Tonno Callipo Volley e l’opposto Fabio Bisi. Il 27enne giocatore modenese, all’esordio in A1, era arrivato quest’estate a Vibo Valentia dopo sei stagioni di fila in A2. Il suo apporto è stato essenziale soprattutto dopo l’infortunio di Nishida, giocando in totale 6 gare per 19 set complessivi. Particolarmente fattivo il suo contributo nell’ultima gara vinta tra le mura amiche del PalaMaiata dalla Tonno Callipo contro Padova. Coach Baldovin gli ha dato spazio fin dall’inizio schierandolo nel sestetto titolare. Bisi si è fatto trovare pronto e ha totalizzato 8 punti finali, tra cui un ace. La Tonno Callipo ringrazia Fabio Bisi per l’impegno e l’abnegazione sempre mostrate sia in allenamento che in partita e gli augura le migliori fortune professionali.
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com

    Articolo precedenteNikola Grbic: “Sono emerse le qualità morali dei miei ragazzi” LEGGI TUTTO

  • in

    Tonno Callipo Volley, Associazione Valentia e Vibo Center al fianco delle famiglie bisognose

    Il vicepresidente Filippo Maria Callipo: “Vogliamo che il territorio faccia squadra con noi per attivare una rete di solidarietà destinata a crescere sempre di più”.
    Scendono in campo, nel vero senso della parola, anche i giocatori della Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia per sensibilizzare il territorio sull’importanza della raccolta alimentare. Lo faranno lunedì 20 dicembre al Vibo Center (dalle ore 16 alle ore 20) abbracciando il progetto promosso per il quarto anno consecutivo dall’Associazione Valentia, realtà presente sul territorio dal 2017 composta da un cospicuo numero di ragazzi che da anni dona il proprio impegno per aiutare chi ne ha bisogno, attivandosi per il sociale, principalmente nel Sud Italia. L’obiettivo che anima l’Associazione è quello di far crescere e migliorare il territorio vibonese e calabrese, dando sostegno fisico e psicologico a chi ne ha bisogno, aiutando le persone che vivono in condizioni economiche disagiate e precarie. Così Tonno Callipo Calabria e Associazione Valentia hanno deciso già in avvio di questa stagione agonistica di intraprendere un percorso insieme credendo nel rispetto delle regole condivise e nell’aiuto, concreto, sul territorio.Nella giornata di lunedì 20 dicembre, all’interno del centro commerciale Vibo Center (ss. 18 Tirrena Inferiore a Vibo Valentia), dalle ore 16 alle ore 20 i campionissimi giallorossi, protagonisti nel campionato di Superlega e orgoglio della Calabria sportiva, si occuperanno insieme ai volontari dell’associazione Valentia della raccolta alimentare. A conclusione tutti i prodotti donati saranno consegnati alla chiesa Santa Maria Maggiore e San Leoluca per la distribuzione alle famiglie bisognose del territorio.
    “In vista del Natale – spiega Anthony Lo Bianco, presidente di Valentia – ci è sembrato opportuno realizzare un progetto che mettesse la persona e le sue esigenze primarie al centro del nostro impegno. È un onore e un piacere poter collaborare con una grande realtà come la Tonno Callipo Volley al quale ci lega un’amicizia ormai consolidata e in grado di generare sempre splendidi momenti di solidarietà.Un sentito ringraziamento anche al centro commerciale Vibo Center ed al suo direttore Raffaele Quaranta, per averci permesso, anche quest’anno, di poter organizzare un’iniziativa così importante per la nostra realtà“.
    Affiancare l’Associazione Valentia nell’evento benefico della colletta alimentare è stata una scelta naturale ed in linea con il modo di intendere la collettività da parte del Club giallorosso. Così il vicepresidente Filippo Maria Callipo: ”Vogliamo che il territorio faccia squadra con noi per attivare una rete di solidarietà destinata a crescere sempre di più. È per questo motivo che insieme all’Associazione e alla parrocchia di San Leoluca intendiamo incentivare la popolazione ad agire secondo i valori della condivisione e della cura verso l’altro, attraverso iniziative come quella della colletta alimentare. Siamo molto fieri di affiancare l’Associazione Valentia che con costanza accresce il senso di responsabilità civile sul territorio. Anche noi, come società sportiva, tentiamo di diffondere gli stessi valori che poi sono anche alla base dello sport. È proprio per questo motivo, infatti, che la collaborazione con l’Associazione riesce così bene. Ci auguriamo però che iniziative di questo genere possano servire a sensibilizzare la comunità non solo per il periodo natalizio e che gesti, anche piccoli, di generosità possano essere compiuti tutti i giorni. Sono tante gocce a fare il mare”.UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    Tonno Callipo Volley e Associazione Argo insieme per l’adozione dei cani più sfortunati

    I giocatori della Tonno Callipo Volley in posa per realizzare un calendario solidale. L’iniziativa è promossa dall’Associazione Argo, sodalizio che da tre anni ha in gestione il Canile Comunale di Vibo Valentia.
    Dodici scatti fotografici e un messaggio che arriva dritto al cuore: “Aprite una gabbia e regalate un sogno”. Istantanee che immortalano insieme i giocatori della Tonno Callipo Volley e i simpatici ospiti del Canile Comunale di Vibo Valentia. È questa la sintesi dell’iniziativa benefica promossa dall’Associazione Argo che contando sulla dedizione e sull’impegno di un gruppo di volontari, ogni giorno si prende cura degli oltre 200 cani che, spesso sottratti dalla strada o da situazioni di maltrattamento, trovano momentaneamente rifugio nella struttura di località Aeroporto. Tutti in cerca di una famiglia vera che, in maniera responsabile, possa prendersene carico. Da qui l’idea di realizzare un calendario che potesse sensibilizzare l’opinione pubblica sulle tematiche dell’abbandono e del randagismo che ha preso forma grazie alla collaborazione di più soggetti: l’idea partita dalla Consigliera comunale con Delega al randagismo Paola Cataudella e l’interessamento dell’assessore allo Sport Michele Falduto, hanno innescato il coinvolgimento della Tonno Callipo Volley. La Società giallorossa, militante nella massima serie di pallavolo maschile (Superlega), ha risposto subito presente prendendo a cuore la situazione degli amici a quattro zampe. “Nel corso dei nostri 28 anni di storia ci siamo sempre dimostrati attenti alle problematiche sociali – ha spiegato il vicepresidente Filippo Maria Callipo – anche garantendo supporto alle associazioni che con serietà si spendono per il territorio. Purtroppo il fenomeno del randagismo è ancora molto diffuso nel vibonese per cui l’auspicio è riuscire a ribadire a voce alta che abbandonare gli animali domestici è un atto di inciviltà”.
    Gli scatti fotografici a cura di Lucia Luccisano sono stati realizzati nel centro storico cittadino con il coinvolgimento di cinque giocatori giallorossi: Gabriele Condorelli, Giovanni Gargiulo, Fabio Bisi, Pier Paolo Partenio e Alberto Nicotra. I teneri protagonisti a quattro zampe invece sono: Alabay, Bella, Pzifer, Sossio, Swarko, Bufala, Stracciatella, Lola, Debby, Susan, Victoria e Alicya. Il progetto ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Vibo Valentia.

    “La figura dell’atleta nell’immaginario collettivo rappresenta da sempre una figura da emulare. Per tale motivo abbiamo voluto fortemente che i giocatori della Tonno Callipo Volley diventassero dei testimonial d’eccezione per il nostro progetto” ha affermato la responsabile dell’Associazione Argo Marika Barreca che ha aggiunto: “Siamo rimasti piacevolmente colpiti della sensibilità che i ragazzi hanno dimostrato nei confronti dei nostri cani. Era evidente dal modo in cui si sono rapportati con loro preoccupandosi addirittura di proteggere i più piccoli dal freddo. Speriamo che la nostra iniziativa servirà ad invogliare molte persone ad aprire le gabbie del canile e portare a casa un amico fedele che ha tanto bisogno d’affetto. Un ringraziamento a Paola Cataudella che ci ha sempre accordato il suo prezioso sostegno e collaborato per rendere possibili le nostre iniziative, essendo una rappresentante istituzionale con una spiccata sensibilità verso i nostri amici a quattro zampe e promotrice di svariate attività”.
    Il costo è di 10 euro. Il ricavato delle vendite verrà destinato al sostentamento del canile.Per maggiori info è possibile contattare l’Associazione Argo – Vibo Valentia sui canali social o la referente Marika Barreca al 391-3472718.
    “L’amore per un cane dona grande forza all’uomo” Seneca
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    La Tonno Callipo si rinforza con lo schiacciatore Christian Fromm

    Entusiasta il tedesco: “Approdo in una Società seria con una lunga storia in Superlega. Darò tutto me stesso“.L’accoglienza del vicepresidente Filippo Maria Callipo: “Fromm ci sarà molto utile. Serve lo stesso spirito di gruppo mostrato contro Padova”
    È il 31enne Christian Fromm il nuovo schiacciatore della Tonno Callipo Volley, tesserato dopo l’inattesa partenza di Douglas. 204 centimetri di altezza e 99 kg di peso per il nazionale tedesco, nato a Berlino il 15 agosto 1990 ed attualmente impegnato nella Ligue 1 in Francia. Giocava nelle fila del Cannes, che proprio giovedì 15 dicembre ospiterà Perugia per la seconda giornata di Champions League.
    FROMM. Lo schiacciatore tedesco indosserà la maglia numero 1 e si è detto subito entusiasta di abbracciare questa nuova avventura in Italia. “Sono molto contento della chiamata da parte della Tonno Callipo. Mi fa molto piacere perché si tratta di un grande Club, con una lunga storia in Superlega. Voglio dare il mio contributo alla squadra, provando ad utilizzare esperienza, forza e tutta la mia energia positiva che ho dentro”. Molto fiducioso anche sul futuro della Callipo. “Faremo di tutto – sottolinea Fromm – per risalire in classifica perché la squadra è già forte, in un campionato però molto competitivo dove non ci sono partite facili. Sono sicuro che troverò un bel posto con tifosi molto calorosi, oltre ad un gruppo di giocatori di ottimo livello, molti di loro hanno già tanta esperienza e hanno vinto titoli importanti. Conosco il libero Rizzo con cui ho giocato a Monza. Da parte mia darò il massimo per dare il mio contributo alla squadra: sono davvero già carico per iniziare ad allenarmi. Approdo in una società come la Tonno Callipo molto seria, quindi c’è tutto per poter fare bene, poi ovviamente dipenderà da noi mettere in campo una buona pallavolo”.
    IL BENVENUTO DELLA SOCIETÀ. Chiara e determinata anche la voce della Società giallorossa, che attraverso il suo vicepresidente Filippo Maria Callipo spiega le motivazioni che hanno fatto ricadere la scelta su Fromm: “Dopo attente valutazioni sul mercato, complicate dal fatto che siamo in una fase avanzata del Campionato, abbiamo reputato che Christian Fromm sia l’elemento migliore per dare manforte alla nostra squadra. Si tratta di un atleta che fa delle doti fisiche il suo punto di forza e sicuramente ci sarà utile in attacco e a muro. Fromm è una vecchia conoscenza della Superlega e si è dimostrato entusiasta alla nostra chiamata. Non vede l’ora di mettersi a disposizione della squadra. Noi dobbiamo continuare a lottare con lo stesso spirito con cui abbiamo giocato contro Padova. Passione, sacrificio e grinta devono essere le coordinate che guideranno il percorso che ci rimane ancora da fare per concludere al meglio questa stagione”.
    CARRIERA. Per Fromm precedente esperienza in Grecia all’Olympiacos Pireo e due stagioni in Polonia con lo Jastrzębski Węgiel. Braccio potente, bravo al servizio e colpi di spessore in attacco, ha al suo attivo già quattro stagioni in Italia. Infatti, dopo gli inizi in Germania con Berliner TSC, VC Olympia Berlin, VfB Friedrichshafen e Durener, Fromm approda nella nostra Nazione. Nel 2012-13 eccolo in A2 e subito promosso in A1 con il Città di Castello. Nel 2014 il passaggio a Perugia dove disputa due campionati: nel primo con allenatore Grbic e per compagni, tra gli altri, De Cecco, l’ex Barone, Beretta ed Atanasijevic; nel secondo Kovac in panchina, con i vari Buti, Holt, Russell e Kaliberda in squadra. Ultima annata in Italia nel 2016-17 sempre in A1 nelle fila del Gi Group Monza (allenatore Falasca e per compagno l’attuale libero Marco Rizzo). Nelle quattro annate in A1 Fromm in 90 gare e 325 set giocati ha realizzato 1181 punti, di cui 1011 in attacco, 93 muri e 77 ace. Uno score di tutto rispetto per Fromm, che da oggi metterà al servizio della Tonno Callipo le proprie abilità tecniche e la potenza dei suoi colpi.
    TITOLI. Tra i titoli vinti da Fromm in Nazionale (col C.t. Giani) di rilievo la medaglia d’argento nella finale degli Europei nel 2017 persa (3-2) contro la Russia e quella di bronzo al Campionato del Mondo 2014. A livello di Club invece, oltre a due scudetti in Patria con VfB Friedrichshafen nel 2009-10 e 2010-11, anche uno la scorsa stagione con l’Olympiacos Pireo.
    DOLCE METÀ VOLLEY. Pallavolo in famiglia per il forte Fromm: nel giugno 2017 infatti, il posto-4 ex Perugia ha sposato Maren Brinker, campionessa anche lei della nazionale tedesca, dove ha disputato 321 partite. E vanta anche esperienze in Italia avendo giocato con Busto Arsizio, Pesaro e Montichiari.
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    Per la Tonno Callipo sarà una settimana senza partite: rinviata la trasferta di Piacenza

    È ripresa nel pomeriggio di oggi la preparazione della Tonno Callipo con una seduta di pesi e tecnica dopo che, nella tarda mattinata, la Lega Pallavolo ha comunicato ufficialmente il rinvio dell’anticipo dell’ultima giornata del girone di andata. La formazione calabrese, sabato 18 dicembre, sarebbe stata ospite della Gas Sales Bluenergy Piacenza, che da ormai oltre una settimana è alle prese con casi di Covid nel gruppo-squadra. Per la precisione si tratta dei giocatori Russell, Stern, Antonov e Catania, a cui ieri si è aggiunto il tecnico Bernardi. Ciò ha già causato per Piacenza il rinvio della gara contro Verona di questo fine settimana e così sarà anche per il match contro Vibo Valentia.Intanto la Tonno Callipo si gode il successo contro la Kioene Padova di sabato scorso. Un match che ha rinfrancato Saitta e compagni, reduci da una settimana alquanto movimentata. Due punti salutari per i giallorossi che dopo aver vinto i primi due set speravano di chiudere con la vittoria da tre punti. Invece sono stati spiazzati dalla reazione di Padova che ha reagito con veemenza portando il match al tie break. Qui è emerso, come lo era stato soprattutto nel primo e nel secondo parziale, cuore e carattere fondamentali per superare i periodi delicati come quello che ha caratterizzato l’ultima settimana del Club vibonese. Così si è potuto brindare ad un’affermazione che vale doppio. Nel senso che, nel roster giallorosso, si è apprezzata anche quella coesione di squadra e quell’unità di intenti che lasciano ben sperare per il futuro. Oltre ovviamente a quei progressi tecnici in campo, che hanno messo in luce diverse individualità, in primis il duo brasiliano del roster di coach Baldovin. Intanto l’mvp della serata, Mauricio Borges: per lo schiacciatore brasiliano score di 18 punti, di cui un ace, 50% in attacco e 44% in ricezione. E balzo anche nella specifica classifica generale dei martelli: ora Borges occupa la 31esima posizione con 102 punti realizzati di cui 10 ace, 85 punti in attacco e 7 muri. A quattro lunghezze da Nishida, due posizioni più su, ma ormai l’opposto giapponese è fermo da 4 partite. L’altro protagonista della serata è stato il centrale Flavio Gualberto: per lui 17 punti finali, di cui un ace, e ben 7 muri, numeri che hanno infiammato il pubblico presente, specialmente nei primi due set quando l’intesa con Saitta è stata molto proficua. Supportati in questo dalla ricezione, che ha fornito palloni ‘perfetti’ al regista siciliano per bene imbeccare il posto-3 verdeoro. Assieme a lui ottima prestazione pure per l’altro esperto centrale giallorosso Davide Candellaro: 12 punti, 2 ace e 4 muri. Ritornando a Flavio la performance di sabato gli è valsa la terza posizione nella specifica classifica individuale. Per lui 105 punti realizzati finora (dietro Simon 125 e Lisinac 110), di cui 72 primi tempi e 3 ace. Risultati di rilievo nel computo dei muri: ben 30 quelli alzati da Flavio, che lo piazzano in seconda posizione nella classifica dei block, dietro Simon con 35.Dunque numeri confortanti per la Tonno Callipo, che sabato ha confermato di volersi tirare fuori dall’attuale scomoda posizione di classifica puntando su quello spirito di gruppo decisivo in fasi delicate come quella attuale.
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    Scatto d’orgoglio della Tonno Callipo che supera Padova con cuore e carattere

    Grande prova di carattere per la Tonno Callipo che nell’anticipo della dodicesima giornata di Superlega supera al tie break (25-22, 25-20, 18-25, 24-26, 15-10) Padova al termine di una lunga battaglia, prolungata anche da due blackout elettrici a causa del maltempo. Fin da subito si apprezzano cuore e grinta che erano richiesti a Saitta e compagni per l’auspicata svolta. Nei primi due set emerge proprio il grande desiderio di riscatto dei giallorossi dopo un periodo delicato sia per i risultati in campo che per l’episodio dell’ultima settimana. E la squadra è sembrata proprio decisa a lasciarsi alle spalle polemiche e frizioni pensando solo al rettangolo di gioco, ed a giudicare dall’avvio di partita ci è riuscita ottimamente. La squadra di Baldovin parte gestendo il gioco senza sbavature, anzi mettendo in mostra una pallavolo bella a vedersi, come magari lo è stato in passato ma senza raccogliere i meritati frutti. La Callipo trascinata dai centrali Flavio (17 punti di cui 7 muri) e Candellaro (12) –  alla fine saranno ben 15 muri finali di Vibo contro i 9 di Padova – ha ingranato la quarta staccando Padova sul 2-0. Dal terzo set in poi quello che non ti aspetti: un calo dei vibonesi ha dato il là agli ospiti sospinti da un duo di attacco, Loeppky (19) e Bottolo (18) che ha macinato punti senza soluzione di continuità, primeggiando appunto in attacco. Al tie break però ecco venir fuori tutta la maestria del nazionale brasiliano Borges: lo schiacciatore-ricevitore verdeoro ha inciso nel quinto set con 4 punti che in totale diventano 18 che gli sono valsi la nomination come mvp del match. Alla fine la Tonno Callipo esulta in campo con gli applausi del caloroso pubblico giallorosso popolato per l’occasione dai giovani tesserati delle seguenti società: Sinapsys Soverato, AD Polisportiva Gioiosa Ionica 1990, Filadelfia Cup, ASD Blue Foxes Club, ASD Volley Academy, Pallavolo Metauria Gioia Tauro e Area Brutia Volley Team. Ospite d’eccezione la squadra del Reggio Basket In Carrozzina supportata in questa stagione dallo sponsor Tonno Callipo.Coach Baldovin schiera la diagonale Saitta-Bisi, al centro Candellaro e Flavio, in banda Basic e Borges. Il libero è Rizzo. Risponde Cuttini con Zimmermann in regia, Weber opposto, centrali Canelli e Vitelli, schiacciatori Bottolo e Loeppky, in seconda linea Gottardo.Sabato prossimo per la Tonno Callipo trasferta a Piacenza anche se questa settimana la squadra di Bernardi resterà ferma per casi di Covid.PRIMO SETPartenza che non lasciava presagire il meglio per la Callipo: Padova avanti 3-0 ci vuole tutta l’esperienza di Borges (5 punti, al pari di Basic) per risalire. Il brasiliano prima sigla il punto della ripartenza (1-3) quindi poi quello del sorpasso (7-6). . È una Callipo battagliera che non lascia cadere alcun pallone. Così i giallorossi prendono anche qualche punto di vantaggio (9-7) e rispondono bene soprattutto a muro inibendo l’opposto Weber che realizza il suo primo punto sul 15-12 Callipo. Padova però non molla e dopo aver pareggiato poco dopo (10-10) deve ancora subire la veemenza di Vibo trascinata da Basic autore di 4 punti in questo frangente fino al vantaggio giallorosso (15-11). Il set è però un continuo alternarsi di punti: Padova recupera ancora fino al -1 (15-14) con Canella che costringe Baldovin a chiamare il suo primo time out. Si prosegue quindi in equilibrio (18-18, 21-21), con la formazione calabrese che infila il break decisivo con i suoi centrali (due muri ciascuno per entrambi): prima un block di Flavio e poi un ace di Candellaro (23-21). Stavolta è Cuttini a chiamare time out, ma ancora Flavio in primo tempo ed un perfetto Nicotra che, subentrato in battuta a Bisi sul primo match-point, trova un ace all’incrocio delle linee utile a chiudere il set per il 25-22. Decisivo l’attacco giallorosso (39%) contro solo il 23% di Padova a cui non basta il solo Loeppky (4).SECONDO SETAnche in questo parziale la Callipo parte in salita (1-4) ma gradualmente, con costanza ed impegno, i giallorossi rientrano nel set grazie soprattutto ad una volontà di non mollare unita a grande caparbietà. Si ammira subito che è scattato qualcosa nella testa dei ragazzi di Baldovin: è evidente la voglia di rivalsa da parte di Saitta e compagni, mettendo in mostra anche la bella pallavolo che spesso si è apprezzata in alcune gare passate e soprattutto nella scorsa stagione. Sull’11-9 Vibo Cuttini chiama time out ma contro la Callipo di questa sera c’è ben poco da fare: ottima la prestazione, tra gli altri, di Candellaro (5 punti e 2 muri in questo set) che dà la spinta dal 14-11 Vibo, sia a muro che in primo tempo (15-12), al pari del compagno di reparto Flavio, anche 5 punti per lui. Padova soffre, non trova varchi nel muro-difesa giallorosso in cui anche Bisi (2) dà il suo contributo (17-13). La squadra di Baldovin continua ad essere lucida in difesa e concreta in attacco e sul 19-15 costringe Cuttini al secondo time out. Entra anche il giovane Schiro tra gli ospiti e realizza il 20-17, ed un buon contributo arriva da Bottolo e Weber (4 punti ciascuno), ma la Callipo non si disunisce e mantiene sempre un discreto vantaggio grazie anche ad una Padova alquanto fallosa in battuta in questo frangente ( 6 errori totali, contro i 3 di Vibo) con gli errori di Zimmermann e Petrov (entrato intanto per Loeppky) per il 23-19 Vibo. Ancora una battuta sbagliata stavolta da Vitelli ed un ace di Candellaro consegnano il 25-20 alla Callipo che passa a condurre 2-0.TERZO SETInizialmente il parziale è più equilibrato con le due squadre che viaggiano punto a punto (5-5). Da qui in avanti Padova prende le redini del gioco, ed inizia a scavare un solco dai calabresi che arrancano (8-12). Fino a quando gradualmente la Callipo, approfittando anche di altri errori al servizio degli ospiti e ritrovando verve in attacco – con Basic in primis, 4 punti per lui – non si riporta sotto (14-15). Padova però riprende ad essere concreta in attacco (17-21), trascinata da Loeppky e Bottolo (5 punti ciascuno) che si intendono bene con Zimmermann e contro cui poco può il muro-difesa di Vibo, nonostante a fine set la squadra giallorossa conduca nei muri (4-2). Su finire di set Baldovin prova con gli ingressi di Partenio-Nicotra per Saitta-Bisi, e nonostante un altro ace al servizio di Nicotra è l’ottimo Bottolo a chiudere (18-25) ed accorciare le distanze 1-2.QUARTO SETPronti via e dopo il 3-3 Padova prende il largo (3-6) con Baldovin che ferma subito il gioco ed i suoi si avvicinano (7-8) costringendo stavolta Cuttini al time out. Break di +4 per Padova (9-13) ma Vibo non ci sta a fare da comparsa. Così, dopo lo stop di 10 minuti a causa del secondo abbassamento delle luci, rientra in campo una Callipo che vuol recuperare ma Padova continua a martellare soprattutto con Bottolo, di fatto inarrestabile in attacco (6 punti e 2 ace). Così dopo il secondo ace dell’azzurro patavino (13-17) Baldovin chiama il secondo time out, e con grande spirito di abnegazione Saitta e compagni accorciano sempre più il gap, arrivando sul 21-22 con un muro imperioso di Flavio. L’errore di Canella consegna la parità, 22-22, a Vibo. Pathos a mille: Borges (5 punti trascina Vibo annullando il primo set-point (24-24) ma Padova diventa letale con doppio Loeppky (24-26) che porta così tutti al tie break. Alla fine pesa il 42% in attacco di Padova contro il 34% calabrese.QUINTO SETParte bene la Callipo dopo l’iniziale parità (2-2): è un attacco out di Bottolo che porta avanti i giallorossi sul 4-2. Padova però non molla con Weber che pareggia subito i conti. Il set vive di pathos con le due squadre che non lesinano impegno e grande carica. Così si prosegue in parità fino all’8-8 con scambi di colpi tra Borges e Bottolo. Da qui in poi Vibo assume il comando delle operazioni trascinata da super-Borges, stasera alquanto prolifico anche in attacco con 18 punti, di cui un ace, 50% in attacco e 44% in ricezione. 10-8 al time out di Cuttini, con Candellaro, un falloso Weber in attacco ed il solito Borges che portano Vibo a condurre 12-9. Padova sbaglia con Zimmermann in battuta, quindi l’ottimo Flavio prima con un muro e poi con un primo tempo chiude 15-10 facendo esultare tutto il pubblico presente sugli spalti del PalaMaiata.
    LA DICHIARAZIONE POST GARAValerio Baldovin (allenatore Tonno Callipo): “Vittoria meritata e anche molto sofferta. Abbiamo giocato bene e con continuità nei primi due set in cui loro hanno anche un po’ peccato in battuta. Nel terzo e quarto set abbiamo accusato un calo fisico anche a causa delle nostre difficoltà in attacco mancandoci due martelli su cui avevamo sempre fatto affidamento. Abbiamo lavorato tanto a muro difesa per cui alla fine abbiamo ottenuto una vittoria che vale doppio dopo una settimana destabilizzante per i noti episodi. I ragazzi sono stati bravi a ricompattarsi e a dare il meglio, fornendo feedback importanti. Continueremo a lavorare con attenzione anche in base a quello che il calendario ci proporrà”. 
    IL TABELLINOTonno Callipo Calabria Vibo Valentia – Kioene Padova 3-2(25-22, 25-20, 18-25, 24-26, 15-10)
    VIBO: Saitta 1, Basic 13, Candellaro 12, Flavio 17, Borges 18, Nicotra 2, Rizzo (L pos 38%, pr 17%), Gargiulo, Partenio, Bisi 8. Ne: Condorelli (L), Iurlaro. All. Baldovin.PADOVA: Zimmermann 2, Weber 14, Vitelli 8, Bottolo 18, Loeppky 19, Gottardo (L pos 43%, pr 19%), Schiro 1, Zoppellari, Canella 5, Petrov. Ne: Guzzo, Volpato, Crosato, Bassanello (L). All. CuttiniArbitri: Boris e Cesare.NOTE – Vibo: ace 7, bs 22, muri 15, errori 8. Padova: ace 9, bs 26, muri 9, errori 11. Durata set: 31’, 26’, 30’, 42’, 14’. Totale minuti 145. Spettatori 570, incasso 1558,00 euro.MVP: (Borges – Tonno Callipo)
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    Giallorossi in palestra per preparare il match contro Padova. Brilla il giovane Nicotra

    Brilla il 19enne talentuoso Alberto Nicotra, chiamato in campo a Perugia da coach Baldovin e autore di una buona prestazione. “Le sensazioni sono state forti – spiega – perché entrare in campo e trovarsi di fronte a quei giocatori è qualcosa di indescrivibile, e auguro a tutti i giocatori più giovani di avere l’opportunità di provarle, veramente pazzesco. Con Padova dobbiamo vincere”.
    È ripresa martedì nel pomeriggio la preparazione della Tonno Callipo, in vista dell’anticipo di sabato 11 dicembre al PalaMaiata contro Padova. Il match, valido per l’11esima giornata del campionato di Superlega, vedrà la squadra di Baldovin alla ricerca di quella vittoria che manca dalla gara contro Ravenna dello scorso 14 novembre.
    Con Nishida che sta svolgendo un lavoro differenziato sotto lo sguardo vigile dello staff medico giallorosso, Saitta e compagni sono stati impegnati nel pomeriggio con una seduta di pesi e tecnica. Si replicherà anche domani con lo stesso programma, per poi prevedere la doppia seduta di giovedì: pesi al mattino, tecnica al pomeriggio. Quindi allenamento di tecnica venerdì pomeriggio al pari della rifinitura di sabato mattina, per poi lasciare spazio al match di campionato sabato alle ore 18.00 contro la Kioene Padova, ex squadra di coach Baldovin per 11 anni tra settore giovanile e prima squadra.
    La Tonno Callipo, reduce dalla sconfitta di Perugia e che oggi rimarrà ai box per rispettare il turno di riposo, ha fatto registrare la buona performance del giovane Alberto Nicotra. Il talentuoso mancino siciliano, chiamato in campo da coach Baldovin nel corso del primo set al posto di Douglas, ha risposto presente mostrando la riconosciuta personalità e le doti tecniche già palesate nella sua pur finora breve carriera e che lo hanno portato ad avere le attenzioni di una società come la Tonno Callipo, sempre sensibile all’universo giovanile.
    I NUMERI. 195 centimetri di altezza e diciannove anni compiuti lo scorso settembre per Nicotra, di cui oltre dodici passati sui campi di pallavolo ad inseguire quel ‘sogno’ grazie anche a papà Isidoro. Alberto, siamo certi, avrà toccato il cielo con un dito quando coach Baldovin a primo set in corso lo ha chiamato in campo. E lui senza emozioni e tensioni ha mostrato quelle virtù che in questa stagione lo hanno portato giovanissimo nell’Olimpo del volley e che sicuramente lo proietteranno in alto, specie se manterrà umiltà ed impegno quotidiano nel lavoro in palestra. Intanto domenica ha mostrato personalità, capacità tecniche e freddezza: tutto ciò al cospetto non certo degli ultimi arrivati, ovvero i campioni della Sir Safety Perugia, realizzando sei punti di fronte ai muri alzati da Solè, Leon e compagni. Finora in totale sei le gare disputate da parte di Nicotra e precisamente 13 i set che lo hanno visto impegnato, con 6 punti realizzati quelli appunto sul tabellino di domenica scorsa, i primi all’esordio in Superlega per il mancino di Catania. Al di là del rammarico per la sconfitta, dal punto di vista personale invece, una gioia indescrivibile per Alberto Nicotra fino all’anno scorso di scena tra A3 e serie B nella sua Sicilia. Se alla chiamata estiva da parte della Tonno Callipo il sogno della Superlega per il giovane siciliano poteva dirsi realizzato, ora  aver dimostrato di poter dare il proprio contributo anche in campo in un roster di A1 è sicuramente il miglior modo per dare senso e concretezza a quel sogno a lungo inseguito.
    INIZI. Dopo gli inizi su un campo di calcio, Alberto capisce subito dopo i 5 anni che il suo futuro è invece al di là di una rete centrale, non di porta. Così eccolo compiere tutta la trafila nella società che lo ha cresciuto ancora adolescente, ovvero la Pallavolo Roomy Catania. Dopo qualche stagione arriva la chiamata, appena 16enne, dalla Papiro Volley Fiumefreddo: un torneo in B che ha forgiato il giovanissimo Nicotra, iniziando a fornirgli i rudimenti e le prime esperienze agonistiche di un certo livello. Quindi nel 2019 il ritorno alla casa madre della Roomy in C, per poi salire in Serie A3 la scorsa stagione all’Aci Castello. Insomma Nicotra porta con sé esperienze formative importanti per la sua giovane età, ed ora alla Callipo è giunto il momento di mettere a frutto quanto costruito nella sua comunque giovane esperienza nella propria terra.
    DICHIARAZIONI. Non sta nella pelle Alberto Nicotra che, dopo alcuni ingressi in battuta nelle scorse partite, domenica a Perugia ha disputato gran parte del primo set ed i restanti due, esordendo così più compiutamente nel massimo campionato di volley. “Sinceramente non me l’aspettavo di giocare così tanto a Perugia – sorride -, ho colto l’occasione e ho cercato di dare il massimo. Le sensazioni sono state forti perché entrare in campo e trovarsi di fronte a quei giocatori è qualcosa di indescrivibile, e auguro a tutti i giocatori più giovani di avere l’opportunità di provarle, veramente pazzesco. Con Padova dobbiamo vincere”. Insomma una prova di maturità del giovane Nicotra… “Penso di aver dato il meglio di me dimostrando al mister ed ai compagni che possono contare su di me dandomi fiducia. Spero – aggiunge – che il mio utilizzo sia stato il primo di tanti altri per dare così anche io il giusto supporto alla squadra”. Sul match di sabato chiaro il monito dello schiacciatore mancino: “Con Padova sarà una gara molto delicata che bisogna vincere, non solo per il morale quanto anche per la classifica. Sono certo che torneremo in campo più agguerriti che mai per prenderci tre punti importanti, anche con il contributo del nostro caloroso pubblico giallorosso”.
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO

  • in

    La big Perugia spegne le speranze di una combattiva Tonno Callipo ancora senza Nishida

    … durante Sir Safety Conad PERUGIA – Tonno Callipo Calabria VIBO VALENTIA, 10ª giornata Superlega Credem Banca, Campionato Italiano di Pallavolo Maschile Serie A1 2021-22. presso PalaBarton Perugia IT, 5 dicembre 2021. Foto: Michele Benda [riferimento file: 2021-12-05/_NZ60872]
    Ha provato a lottare fino alla fine la Tonno Callipo ma senza Nishida e con Douglas, che nel corso del primo set ha lasciato il posto a Nicotra, è diventato più difficile opporre resistenza a Perugia, una delle corazzate più titolate della Serie A. Così, nel quadro della decima giornata del campionato di SuperLega, i padroni di casa della Sir Safety si sono imposti 3-0 (25-21, 25-22, 25-13) dopo un’ora e 26 minuti di gioco, in cui è stata apprezzabile la voglia di non mollare mai da parte di Vibo. Nelle contingenti difficoltà che attanagliano il roster giallorosso, in Umbria brilla la nota lieta di Alberto Nicotra: il mancino classe 2002 chiamato da Baldovin a primo set in corso, si è fatto trovare pronto, mostrando personalità e sana ‘spavalderia’, non soffrendo le luci della ribalta in un Pala Barton alquanto prestigioso. Il giovane siciliano ha messo a terra sei palloni, col 50% in attacco ed il 53% di ricezione positiva. Assieme a lui di rilievo lo score (9 punti, migliore dei suoi) di Borges, anche 1 ace, 62% in ricezione e 40% in attacco, disimpegnatosi come opposto dal secondo set.La partita. Sestetti base confermati per entrambi le compagini nella sfida del PalaBarton: il tecnico Valerio Baldovin schiera nello starting six la diagonale palleggiatore opposto formata da capitan Saitta e Basic, schiacciatori di posto quattro Douglas e Borges, al centro  Flavio e Gargiulo, e Rizzo nel ruolo di libero. Nikola Grbic risponde con Giannelli in cabina di regia e Rychlicki opposto, in banda Leon e Anderson, centrali Solè e Russo e Colaci in seconda linea.
    PRIMO SETParte bene Perugia che sfrutta il muro-difesa e si porta subito avanti (4-2 e 6-3) ma poi deve subire il ritorno di Vibo. È Basic che trova un paio di punti utili a rimontare (7-6), al pari Gargiulo bravo con un primo tempo ad avvicinarsi sull’8-7. Perugia però non sbaglia in attacco e con l’ex Anderson e qualche errore di Douglas, stacca nuovamente i calabresi sul 13-7, con un parziale di 5-0. La Callipo stenta in ricezione e con Perugia che scappa via (16-9) Baldovin chiama il secondo time out per riorganizzare le idee. La squadra umbra, nonostante sia fallosa al servizio (8 errori contro i 5 di Vibo) riesce a mantenere un cospicuo vantaggio, e solo a sprazzi specialmente con Borges (migliore dei suoi con 5 punti in questo primo set) autore di un ace (17-13) cerca di restare a galla. Perugia però sbaglia poco e anche Ter Horst timbra il cartellino (19-14 e 20-15): Vibo dal canto suo sembra rianimarsi sul finale di set. Un primo tempo di Flavio (2 punti) ed un ‘autoritario’ Nicotra, entrato al posto di Douglas, che mostra nessun timore reverenziale al cospetto dei campioni di Perugia, allungano il set. È un suo attacco (23-20) a piegare le mani del muro umbro, ma Solè e Anderson spingono Perugia alla vittoria con un errore al servizio di Basic a chiudere 25-21.
    SECONDO SETBaldovin opta per Nicotra, chiamato a primo set in corso,che viene confermato per Douglas in questo secondo gioco. Proprio Vibo parte col giusto approccio portandosi avanti in diversi momenti del parziale. In particolare 5-3, poi allunga con Basic sul 6-4 ed un errore al servizio di Giannelli vede Vibo sull’8-6. Perugia sembra fuori dal match ma basta qualche lampo dei suoi martelli per rientrare subito in partita dopo la parità 9-9. La formazione giallorossa ci mette del suo con qualche errore in attacco mentre Leon e compagni iniziano ad alzare il muro (tre in questo secondo set). Un attacco di Basic (15-12) ed un muro di Gargiulo su Solè (18-14) mantengono la Callipo nel set, ma quando si sveglia Leon (6 punti per lui in questo set) allora Perugia stacca i calabresi (19-15). Anche qualche fallo sotto rete dei vibonesi con un’invasione di Borges (22-18) e Gargiulo (3 punti per lui al pari del brasiliano e di Basic) che non si arrende realizzando il 23-20. Perugia però ha il set in mano e non lo spreca chiudendo con un attacco out di Borges in versione-opposto. 25-22 e la squadra di Grbic passa a condurre 2-0.
    TERZO SETConferma ancora per Nicotra in banda mentre Candellaro rileva Gargiulo al centro. Vibo parte bene e risponde colpo su colpo a Perugia nella parte iniziale del set. Dopo la parità 3-3 con una significativa pipe di Nicotra, Perugia prende il largo con le bordate dei suoi martelli ad iniziare da Plotnytskyi. Tra le chiavi di questo set anche il fondamentale del muro a favore di Perugia (11 contro 1 di Vibo). Al 12-7 per opera di Leon, Baldovin chiama il suo secondo time out (il primo sul 7-4). Ma contro questo Perugia c’è ben poco da fare e passa avanti sul 14-8. Tra i locali Grbic fa rifiatare Giannelli chiamando Travica: Vibo non trova più varchi (20-11 murato Nicotra) e Perugia deve solo gestire gli ultimi scampoli di gara. Esce Basic per Bisi dopo un ace di Travica (22-11) e due muri proprio sull’opposto giallorosso consentono a Perugia di usufruire del primo match-point. Che viene annullato due volte per altrettanti falli degli umbri, abili poi a chiudere set ed incontro con Rychlicki sul 25-13.
    Periodo delicato per la Tonno Callipo, penultima in classifica con sette punti insieme a Taranto (a +5 da Ravenna e ad una lunghezza da Verona). Saitta e compagni sono chiamati a ricompattarsi: due le gare al giro di boa, dopo il turno di riposo dell’Immacolata, sabato 11 dicembre di nuovo in casa al cospetto di Padova, tra le sorprese positive di questo girone di andata. Un match in cui servirà tutto il sostegno del pubblico vibonese per cercare di invertire la rotta.
    DICHIARAZIONE POST-GARADavide Candellaro (centrale Tonno Callipo Calabria): “Purtroppo per noi le cose non stanno andando per il verso giusto e quando sopraggiunge la tensione diventa tutto ancor più complicato. È evidente che quando sentiamo troppo la pressione non riusciamo a far bene neanche quello che di solito ci riesce meglio. Avevamo messo in conto che Perugia ci avrebbe dato filo da torcere e probabilmente dovevamo giocare con un atteggiamento più spensierato. Da adesso in poi, qualunque sarà il livello dei nostri avversari, abbiamo la necessità di fare punti per risollevarci in classifica“.
    IL TABELLINOSir Safety Perugia-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-0 (25-21, 25-22, 25-13)PERUGIA: Giannelli 1, Rychlicki 10, Solè 8, Ricci 2, Leon 13, Anderson 6, Colaci (L pos 50%, pr 25%), Travica 1, Ter Horst 2, Piccinelli (L), Russo 5, Plotnytskyi 6. Ne: Mengozzi, Dardzans. All. GrbicVIBO: Saitta, Candellaro, Flavio 3, Douglas, Borges 9, Rizzo (L pos 18%, pr 9%), Gargiulo 4, Basic 6, Partenio, Nicotra 6, Bisi. Ne: Condorelli (L). All. Baldovin.Arbitri: Caretti e Frapiccini.NOTE – Perugia: ace 5, bs 20, muri 11, errori 4. Vibo: ace 1, bs 11, muri 1, errori 10; durata set: 31’, 31’, 24’. Totale minuti 86. MVP: (Rychlicki – Sir Safety Perugia)
    UFFICIO COMUNICAZIONERosita Mercatanteufficiostampa@volleytonnocallipo.com LEGGI TUTTO