consigliato per te

  • in

    Kamil Semeniuk ufficiale a Perugia: “Solo qui potevo trovare nuove sfide”

    Di Redazione Arriva finalmente l’ufficialità del grande colpo di mercato della Sir Safety Susa Perugia per la stagione 2022-2023: come già noto da tempo e anticipato dallo stesso presidente Gino Sirci, Kamil Semeniuk sarà una nuova freccia all’arco della squadra umbra. 26 anni, alto 1,94, lo schiacciatore polacco è esploso nelle ultime tre stagioni con la maglia dello Zaksa Kedzierzyn-Kozle, la squadra in cui si è sviluppata tutta la sua carriera (con l’eccezione di una stagione in prestito allo Zawiercie) e con cui ha conquistato due Champions League (l’ultima delle quali da MVP nella finale contro Trento), tre scudetti, tre Coppe nazionali e due Coppe di Polonia. Semeniuk fa anche parte della nazionale polacca con la quale nel 2021 ha conquistato la medaglia d’argento alla VNL e quella di bronzo agli Europei. Qualità clamorose in attacco ed in battuta sono i suoi punti di forza, ma lo schiacciatore è un atleta a tutto campo, grazie alla sua tecnica in ricezione e difesa ed al suo salto poderoso nel fondamentale del muro. A Perugia affiancherà il compagno di nazionale Wilfredo Leon e il riconfermato Oleh Plotnytskyi. La società non ha comunicato la durata del suo contratto, ma dovrebbe trattarsi di un accordo triennale che prevederà anche un sostanzioso rimborso per lo Zaksa, con cui il giocatore era ancora vincolato. Le sue prime parole sulla decisione di accettare l’offerta di Perugia, arrivata dopo che lo scoppio della guerra in Ucraina aveva fatto sfumare il trasferimento in Russia al Belogorie Belgorod: “Ad essere onesti, non è stata una scelta facile. Non perché avessi tante offerte da altri club, ma perché dovevo capire se Perugia fosse la scelta giusta in questo momento. Per me la prossima sarà la prima stagione fuori dalla città dove sono nato e soprattutto fuori dal mio paese, quindi volevo fare una scelta intelligente e che fosse il meglio per me come giocatore. E cosa potevo scegliere, venendo dal miglior club europeo negli ultimi due anni? Solo Perugia mi poteva dare nuove sfide e la possibilità di crescere come giocatore. Un club, come nel calcio ad esempio il Real Madrid, dove ogni anno le aspettative per la stagione sono massime, e quindi è automatico per un giocatore dare il meglio di se stesso ogni giorno“. Nelle ultime stagioni Semeniuk ha giocato molte volte in Champions League contro squadre italiane: “È vero, e non sono mai state partite facili. Ovviamente, le squadre che ho affrontato giocano in Champions League quindi rappresentano la migliore espressione del campionato italiano: sono curioso di conoscere il livello generale di tutte le squadre della Superlega, ma è chiaro come il campionato italiano sia una delle massime leghe del mondo. Penso che sarà molto difficile vincere il campionato e gli altri titoli, ma penso anche che tutto sia nelle nostre mani e che, dando il 100% in campo, abbiamo la possibilità di vincere tutto e contro tutti“. Il nuovo arrivato è ben consapevole delle ambizioni di Perugia: “Per me non è una situazione speciale o nuova, anche nel mio precedente club c’erano grandi aspettative e grandi obiettivi. Una situazione che da un lato potrebbe essere stressante, ma che dall’altro lato ti spinge a fare sempre tutto al massino. A livello personale, il mio obiettivo è quello di dare il massimo per la mia squadra, voglio che tutti all’interno del club siano felici e soddisfatti di me“. Perugia sogna da anni di vincere la Champions League e Semeniuk ha vinto le ultime due edizioni: “Penso che la Champions League sia il sogno non di Perugia, ma di ogni club. Ho vinto questo trofeo due volte di seguito con lo Zaksa, penso che non fossero in molti a crederci, ma abbiamo dimostrato, oltre alle capacità individuali, soprattutto di essere una squadra. A Perugia, dove sulla carta abbiamo un ottimo team, dovremo cercare di fare lo stesso dimostrando non solo le nostre individualità, ma anche di essere una squadra. Spero di portare un po’ di fortuna, avendo vinto questa competizione negli ultimi anni, e spero che riusciremo a vincere la Champions la prossima stagione“. Prima di congedarsi Kamil ha un messaggio per il suo nuovo pubblico: “Ai tifosi auguro relax durante le vacanze e dico loro di ricaricare le batterie per la prossima stagione perché avremo sicuramente bisogno del supporto dei nostri tifosi che sono il settimo giocatore in campo e possono aiutarci durante le partite per arrivare alla vittoria. Ci vediamo a Perugia!“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    VNL femminile: Alexa Gray trascina il Canada all’impresa contro la Turchia

    Di Redazione Si è aperta con un colpo a sensazione la pool di VNL femminile di Calgary: nella notte italiana le padrone di casa del Canada hanno superato per 3-1 la Turchia, una delle grandi favorite della competizione. Prestazione di altissimo livello per le canadesi, trascinate da una super Alexa Gray (22 punti) e capaci di avere la meglio sulle rivali nonostante i 31 errori-punto: merito di un muro efficacissimo (14 block vincenti, 4 a testa per Gray e Hilary Howe) e di un servizio ficcante che ha messo in difficoltà la squadra di Guidetti, costretta ad affidarsi alla sola Ebrar Karakurt. Nell’altra partita del girone la Serbia di Daniele Santarelli ha battuto in rimonta la Germania, con 15 punti di Ana Bjelica e 13 della centrale Maja Aleksic (passato e futuro di Vallefoglia). A Sofia, invece, la Bulgaria ha dato un duro colpo alle ambizioni di qualificazione alle Finals della Repubblica Dominicana, travolgendola in tre set con 22 punti di una scatenata Maria Yordanova, opposta classe 2002. Oggi alle 16 si torna in campo con il derby asiatico tra Thailandia e Corea del Sud, mentre alle 19 toccherà alle azzurre contro la Polonia. LA SITUAZIONEPool 5: Serbia-Germania 3-1 (17-25, 25-16, 25-21, 25-18); Canada-Turchia 3-1 (25-22, 21-25, 25-22, 25-23). Prossimo turno: Giappone-Olanda gio 30/6 ore 1.00; Belgio-USA gio 30/6 ore 4.00.Pool 6: Cina-Brasile 2-3 (20-25, 23-25, 25-18, 25-21, 11-15); Rep.Dominicana-Bulgaria 0-3 (15-25, 13-25, 21-25). Prossimo turno: Thailandia-Corea del Sud mer 29/6 ore 16; Italia-Polonia mer 29/6 ore 19.Classifica: Giappone 8 vittorie (23 punti); USA 7 (21); Brasile 7 (20); Italia e Serbia 6 (17); Cina 5 (17); Turchia 5 (16); Canada e Thailandia 4 (12); Polonia 4 (11); Bulgaria e Rep.Dominicana 3 (9); Belgio 3 (6); Germania 2 (8); Olanda 1 (6); Corea del Sud 0 (0). (fonte: Volleyball World) LEGGI TUTTO

  • in

    Giochi del Mediterraneo: 3-0 alle padrone di casa, le azzurre accedono ai quarti

    Di Redazione Vale il secondo posto nel girone C e l’accesso ai quarti di finale la vittoria conquistata dalla Nazionale femminile ai Giochi del Mediterraneo in corso a Orano. Alla Bir El Djir Sports Hall le azzurre hanno battuto con un netto 3-0 (25-11, 25-14, 25-18) le padrone di casa dell’Algeria. Un match affrontato dall’Italia con determinazione e senza alcun calo nel rendimento. Le azzurre hanno sempre condotto la gara in vantaggio e non hanno lasciato alle algerine la possibilità di mettere in discussione il risultato. Oggi l’Italia osserverà il turno di riposo e tornerà in campo giovedì 30 giugno per affrontare la partita dei quarti di finale. La cronaca:Per questo terzo e ultimo impegno della prima fase il tecnico azzurro Luca Pieragnoli sceglie di affidarsi nuovamente al sestetto composto dalla diagonale Bosio-Diop, dalle schiacciatrici Enweonwu e Perinelli, dalle centrali Mazzaro e Squarcini e dal libero Panetoni. Per l’Algeria il ct Nabil Tennoun schiera lo starting six composto da Bensalem, Brahmi, Mezemate, Abderrahim, Djouhri, Oudai e il libero Hammouche. Partenza lanciata per le azzurre che piazzano un break che vale il +6 (7-1). Timida reazione dell’Algeria che prova a riavvicinarsi (8-4), ma la manovra dell’Italia riprende immediatamente slancio (14-5). Sul 16-7 un infortunio di gioco costringe Enwonwu a uscire dal campo, la schiacciatrice azzurra viene sostituita da Cagnin. Le azzurre continuano a macinare buon gioco e punti, l’Algeria non oppone resistenza e l’Italia conquista agevolmente il primo set (25-11). Più equilibrato l’avvio della seconda frazione con le algerine che riescono a tenere il passo delle azzurre (4-3). Un buon turno in battuta di Diop permette all’Italia di allungare sul +6 (10-4). L’inerzia non cambia e le ragazze di coach Pieragnoli continuano a dominare il set (18-10) e conquistano anche la seconda frazione (25-14). Nessuna flessione nel ritmo delle azzurre nel terzo set. L’Italia si porta subito in vantaggio (8-6) e a metà frazione riesce a piazzare il break che vale il +8 (19-11) e si rivela decisivo per le sorti del set e della partita (25-18). Italia-Algeria 3-0 (25-11, 25-14, 25-18)Italia: Enweonwu 1, Mazzaro 6, Diop 8, Perinelli 1, Squarcini 11, Bosio 3; Panetoni (L), Battistoni, D’Odorico 7, Cagnin 8, Frosini 4, Nwakalor 2. All. Pieragnoli.Algeria: Bensalem 3, Brahmi 3, Mezemate 8, Abderrahim 7, K. Djouhri 4, Oudai; Hammouche (L), Bechar 1, Radia, Rabah. Ne: W. Djouhri, Soualmi. All. Tennoun.Arbitri: Eyike (CMR), Correa Benitez (ESP)Note: Durata Set: 21’, 23’, 26’. Italia: 8 a, 7 bs, 9 mv, 14 et. Algeria: 0 a, 6 bs, 3 mv, 24 et. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    VNL femminile: è subito spettacolo tra Brasile e Cina

    Di Redazione Regala subito emozioni la partita inaugurale della terza settimana di VNL femminile, l’ultima prima delle Finals di Ankara. A Sofia il big match tra Brasile e Cina non tradisce le attese: avanti di due set, le verdeoro si fanno raggiungere e trascinare al tie break dalle avversarie, ma la spuntano grazie a una grande reazione di squadra e portano a casa un successo di inestimabile valore in chiave qualificazione. Sfida avvincente soprattutto a muro: 11 block vincenti a 10 per le cinesi, con Wang Yuanyuan e Carol a spartirsi il bottino (5 punti a testa). In attacco fanno il bello e il cattivo tempo Gabi (27 punti, ma anche 9 errori) e Li Yingying (20 punti e 10 errori); 24 punti anche per la brasiliana Kisy. Stasera (dalle 19 italiane) il programma ridotto della prima giornata si completerà con la sfida tra Repubblica Dominicana e Bulgaria, mentre nella notte prenderà il via anche la pool di Calgary, in Canada. Alle 19 di domani, infine, l’esordio delle azzurre contro la Polonia. LA SITUAZIONEPool 5: Serbia-Germania mer 29/6 ore 1.00; Canada-Turchia mer 29/6 ore 4.00.Pool 6: Cina-Brasile 2-3 (20-25, 23-25, 25-18, 25-21, 11-15); Rep.Dominicana-Bulgaria mar 28/6 ore 19. Prossimo turno: Thailandia-Corea del Sud mer 29/6 ore 16; Italia-Polonia mer 29/6 ore 19. Classifica: Giappone 8 vittorie (23 punti); USA 7 (21); Brasile 7 (20); Italia 6 (17); Cina 5 (17); Turchia 5 (16); Serbia 5 (14); Thailandia 4 (12); Polonia 4 (11); Rep.Dominicana e Canada 3 (9); Belgio 3 (6); Germania 2 (8); Bulgaria 2 (6); Olanda 1 (6); Corea del Sud 0 (0). (fonte: Volleyball World) LEGGI TUTTO

  • in

    Giochi del Mediterraneo: 3-0 anche alla Macedonia del Nord, l’Italia è già ai quarti

    Di Redazione Seconda vittoria ai Giochi del Mediterraneo per la Nazionale Maschile. Questa mattina, all’Hammou Boutlèlis Sports Palace, gli azzurri hanno battuto 3-0 la Macedonia del Nord. Un successo che vale il primo posto in classifica nel Girone A e la qualificazione ai quarti di finale in programma giovedì 30 giugno. Miglior realizzatore del match è stato Francesco Recine, unico azzurro in doppia cifra, che ha messo a segno 15 punti (2 ace). Per gli azzurri una buona prova di squadra. L’Italia ha condotto sempre in vantaggio i primi due set, per poi concedere qualcosa in più agli avversari nella terza frazione. Recuperato lo svantaggio, nel finale i ragazzi di Fanizza sono tornati a imporre il proprio gioco e hanno conquistato set e partita. CRONACA – Per questa seconda e ultima partita della fase a gironi il tecnico azzurro Vincenzo Fanizza si affida allo stesso sestetto della gara d’esordio e schiera diagonale Falaschi-Gironi, gli schiacciatori Magalini e Recine, i centrali Vitelli e Di Martino e il libero Catania. Il tecnico della Macedonia del nord, Ratko Pavlicevic, sceglie la formazione composta da Milev, Madjunkov, N. Gjorgiev, Kostikj, Savovski, G. Gjorgiev e il libero Richliev. E’ l’Italia a dettare il ritmo della gara sin dalle prime battute (6-3). La fluidità della manovra azzurra permette ai ragazzi di Fanizza di allungare ulteriormente fino ad arrivare sul +7 (14-7). Le contromisure adottate dalla Macedonia del nord sono insufficienti per arginare il buon gioco degli azzurri che mantengono il vantaggio (19-16) e conquistano agevolmente il primo set (25-19). In avvio di seconda frazione è nuovamente l’Italia a imporre il proprio dominio in campo (7-5). Gli avversari provano a contenere (8-7), ma è perentoria la ripartenza della Nazionale tricolore che allunga il passo (16-9), continua a macinare buon gioco e punti (22-14) e si porta sul 2-0 (25-16). Cambi nel sestetto azzurro in avvio di terzo set. Per questa frazione Fanizza fa scendere in campo la formazione composta Recine, Di Martino, Schiro, Gardini Vitelli, Falaschi e il libero Catania. La Macedonia del Nord prova a sorprendere l’Italia (3-5), ma è pronta la reazione degli azzurri che ritrovano buon ordine e operano il sorpasso (8-7). Rispetto ai set precedenti il match procede in modo più equilibrato (9-9) con i macedoni che provano a mettere in difficoltà gli azzurri (14-16). Nel finale Falaschi e compagni ritrovano buon ordine, accorciano (20-21), piazzano il break del sorpasso (22-21) e chiudono set e partita (25-23). ITALIA-MACEDONIA DEL NORD 3-0 (25-19, 25-16, 25-23) ITALIA: Vitelli 9, Falaschi 1, Recine 15, Di Martino 3, Gironi 9, Magalini 9; Catania (L), Crosato 1, Pol, Gardini 6, Schiro 2. Ne: Ferrato. All. Fanizza. MACEDONIA DEL NORD: Milev 9, Madjunkov 4, N. Gjorgiev 13, Kostikj 4, Savovski 6, G. Gjorgiev 3; Richliev (L); Iliev 3. Ne: Aleksov, Boshkov, Despotovski, Stojanov. All. Pavlicevic. ARBITRI: Popovic (SRB), Jacob (FRA). DURATA SET: 24’, 23’, 23’ ITALIA: 8 a, 13 bs, 5 mv, 16 et MACEDONIA DEL NORD: 3 a, 8 bs, 4 mv, 20 et. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Giochi del Mediterraneo: la Turchia ferma la corsa delle azzurre

    Di Redazione È arrivata la prima sconfitta per la nazionale femminile ai Giochi del Mediterraneo di Orano, in Algeria. Dopo la netta vittoria all’esordio contro la Spagna, le azzurre sono state superate per 1-3 dalla Turchia, dopo una prestazione altalenante. Nel quarto set, Perinelli e compagne hanno pagato un momento di difficoltà, non riuscendo a rientrare nel finale e trascinare l’incontro al tie break. Stasera alle 22 l’ultimo match della fase eliminatoria contro l’Algeria (trasmesso in diretta streaming); tra poco, alle 10, tornerà in campo anche la nazionale maschile contro la Macedonia del Nord. La cronaca:Il tecnico Luca Pieragnoli si è affidato allo starting six con la diagonale Bosio-Diop, le schiacciatrici Enweonwu e Perinelli, le centrali Mazzaro e Squarcini e il libero Panetoni. Per la Turchia, coach Hamurcu Alper ha fatto scendere in campo il sestetto composto da Unal, Aydin, Yildirim, Yuzgenc, Erkek, Akyol e il libero Sonsirma. È l’Italia a rompere l’equilibrio (4-4) che caratterizza l’avvio del match, a portarsi in vantaggio (8-5) e a mantenere le avversarie a distanza (12-8). Pronta la reazione della Turchia, che riesce a contenere le azzurre e a capovolgere la situazione (15-16). Le azzurre faticano a ritrovare fluidità e la formazione turca resta avanti (19-21). Nel finale è l’Italia a riaprire i giochi e a portare il set ai vantaggi (24-24), ma è la Turchia a trovare lo spunto giusto per chiudere (24-26). Nel secondo set è la Turchia a trovare il primo vantaggio (5-8) e a tenere le azzurre a distanza (10-16). Perinelli e compagne faticano a trovare il ritmo e la continuità necessari a contrastare la manovra delle turche (18-21) che conquistano anche la seconda frazione (19-25). L’avvio del terzo set vede in campo un’Italia che con determinazione conquista un vantaggio sulle avversarie (7-5) e prosegue spedita nella propria manovra (14-11). Le avversarie faticano a tenere il passo delle ragazze di coach Pieragnoli (21-16) e l’Italia conquista agevolmente la terza frazione (19-25). È nuovamente l’equilibrio a caratterizzare l’avvio del 4° set (4-4). La Turchia prova a scappare (5-7), ma le azzurre sono brave a rimanere a contatto (9-10). Repentina l’accelerazione della Turchia che spinge sull’acceleratore (11-16), l’Italia prova a rientrare (17-19), ma non riesce a completare la rimonta e la Turchia conquista set e partita (21-25). Turchia-Italia 3-1 (26-24, 25-19, 19-25, 25-21)Turchia: Unal 3, Aydin 21, Yildirim 7, Yuzgenc 6, Erkek 8, Akyol 11; Sonsirma (L), Yilmaz, Arici, Kilic 1, Cebecioglu 6. Ne: Akyaldiz. All. Alper.Italia: Enweonwu 1, Mazzaro 7, Diop 23, Perinelli 4, Squarcini 14, Bosio 4; Panetoni (L), Battistoni, D’Odorico 9, Cagnin 13, Frosini. Ne: Nwakalor. All. Pieragnoli.Arbitri: Mohamed (Egitto), Ridene (Tunisia).Note: Durata set: 29’, 26’, 25’, 33’. Turchia: 4 a, 5 bs, 8 mv, 14 et. Italia: 5 a, bs, 9 mv, 32 et. LA SITUAZIONEPool A: Francia-Croazia 2-3 (23-25, 25-19, 19-25, 25-21, 10-15); Serbia-Francia 3-1 (19-25, 25-17, 25-20, 25-22); Croazia-Serbia mar 28/6 ore 9. Classifica: Serbia 3, Croazia 2, Francia 1.Pool B: Egitto-Macedonia del Nord 3-1 (25-20, 11-25, 25-19, 25-23); Tunisia-Grecia 0-3 (17-25, 10-25, 13-25); Macedonia del Nord-Tunisia 0-3 (20-25, 11-25, 21-25); Grecia-Egitto 3-0 (25-19, 25-14, 25-22); Grecia-Macedonia del Nord mer 29/6 ore 12; Egitto-Tunisia mer 29/6 ore 15. Classifica: Grecia 6, Egitto e Tunisia 3, Macedonia del Nord.Pool C: Italia-Spagna 3-0 (25-15, 25-17, 25-19); Algeria-Turchia 0-3 (16-25, 4-25, 13-25); Turchia-Italia 3-1 (26-24, 25-19, 19-25, 25-21); Spagna-Algeria 3-0 (25-23, 29-27, 25-18); Turchia-Spagna mar 28/6 ore 19; Italia-Algeria mar 28/6 ore 22. Classifica: Turchia 6, Italia e Spagna 3, Algeria 0.Quarti di finale gio 30/6Semifinali sab 2/7Finali lun 4/7 (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    La canadese Alexa Gray è una nuova pantera dell’Imoco Conegliano: “Un grande onore”

    Di Redazione La Prosecco DOC Imoco Volley ha messo sotto contratto per la prossima stagione la schiacciatrice canadese Alexa Gray, 185 cm, nata a Calgary il 7 agosto 1994. Giocherà con il numero 8. Giocatrice dalla grande potenza offensiva, grazie a un’elevazione e a una tecnica importante può attaccare da prima e da seconda linea assicurando fisicità e tante soluzioni per chiudere i colpi.La sua carriera inizia a livello giovanile in Canada nel Dinos, club della sua città natale; parallelamente gioca anche a livello scolastico con la Centennial High School. Dopo il diploma si trasferisce negli Stati Uniti d’America e gioca a livello universitario nella NCAA Division I con la Brigham Young dal 2012 al 2015: oltre a ricevere diversi riconoscimenti individuali, nel torneo 2014 si spinge fino alla finale NCAA. Nella stagione 2016-17 firma il suo primo contratto professionistico in Corea del Sud con il GS Caltex Seoul, impegnato in V-League. Approda in Italia nella stagione seguente, difendendo i colori del Soverato, in Serie A2, mentre nel campionato 2018-19 fa il salto e gioca in Serie A1 con Casalmaggiore. Nella stagione 2019-20 si trasferisce alla VolAlto Caserta, neopromossa nel massimo campionato italiano, che lascia a metà annata per accasarsi a Scandicci. Nel 2020 il trasferimento a Busto Arsizio dove diventa uno dei punti di forza della squadra nelle ultime due stagioni grazie a un gioco d’attacco efficace e spettacolare: nel 2021/22 si è classificata al 7° posto tra le “bomber” in una classifica dei punti realizzati solitamente dominata dagli opposti, con 453 punti (4,4 punti a set di media), ed è 5° assoluta del campionato tra le attaccanti nelle classifiche di Lega nella “media ponderata”, grazie anche a un ottimo 48% abbondante di positività in attacco.Con la nazionale canadese nel 2010 è con l’Under-18 che partecipa al campionato nordamericano, ed è premiata come miglior attaccante del torneo. Nel 2017 debutta in nazionale maggiore, con cui conquista successivamente la medaglia di bronzo alla Coppa Panamericana 2018; mentre l’anno successivo si aggiudica la Volleyball Challenger Cup e la medaglia di bronzo al Campionato Nordamericano, dove viene premiata come miglior schiacciatrice. Attualmente è impegnata nelle tappe della VNL con la Nazionale del Canada. Alexa, commenta la scelta di giocare con la Prosecco DOC Imoco nella prossima stagione:“Il mio desiderio per la prossima stagione era quello di restare in Italia e quando ho saputo che una squadra del calibro di Conegliano voleva puntare su di me mi sono sentita davvero onorata. Per me non c’è stato alcun dubbio, era una chiamata irrinunciabile e adesso tocca a me, spero di rendere tutti orgogliosi. Non è un segreto che il campionato italiano sia uno dei migliori al mondo, ci sono squadre e giocatori forti in ogni squadra, gli allenatori sono molto preparati e ci sono partite bellissime. È qui che sento di continuare a migliorare ogni anno perché il livello è molto alto”.E poi c’è il Palaverde con i suoi tifosi e la sua atmosfera unica…“Penso che i tifosi del Pala Verde siano molto appassionati e partecipano in maniera caldissima al match. Sono entusiasta di avere l’opportunità che i fans gialloblù facciano finalmente il tifo per me e non trovarmeli “contro” al Palaverde! Sono emozionata di poterli conoscere e di vivere con loro una bella stagione!”Conosci il gioco di Conegliano da avversaria, come pensi ti troverai con il gioco di coach Santarelli e una regista come Asia Wolosz?“Penso che sia Wolosz che coach Santarelli abbiano creato una grande cultura con la loro leadership. Spero di poter entrare in sintonia con una super palleggiatrice come Wolosz in campo con la velocità dell’attacco che è la principale caratteristica del gioco delle Pantere. Mi piace il gioco veloce, so che lei è un’abile palleggiatrice e sono fiduciosa che potremo trovare un buon feeling insieme”. Cosa ti senti di poter dare alla tua nuova squadra?“Conosco bene la maggior parte delle ragazze della squadra, ma non vedo l’ora di entrare in sintonia e di conoscere meglio durante questa stagione in cui dovremo amalgamare un gruppo con tante novità.  Vorrei essere una giocatrice consistente, una che può dare qualcosa di importante al gioco quando è in campo. Penso che saremo una squadra molto forte, abbiamo tutti i mezzi per vincere e saremo lì per provare a vincere ogni trofeo, io voglio dare il mio contributo. Ci saranno molte partite da giocare in una stagione ricca di impegni e tutte dovremo essere pronte per aiutare il team a raggiungere gli obiettivi.”Programmi estivi?“Quest’estate sono con la Nazionale canadese, adesso abbiamo la VNL poi spero di avere un po’ di tempo per riposare e visitare la mia famiglia. A settembre andrò ai campionati Mondiali e poi ci vediamo direttamente a Conegliano!“(fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Marina Lubian è negativa al Covid-19 e si aggregherà alla nazionale a Sofia

    Di Redazione Ci sarà anche Marina Lubian nella rosa della nazionale che prenderà parte alla terza tappa di VNL femminile, a partire da mercoledì 29 giugno, a Sofia. La centrale azzurra, risultata positiva al Covid-19 al rientro dalla precedente trasferta a Brasilia, questa mattina – dopo una settimana di isolamento – si è sottoposta a un tampone di controllo che ha avuto esito negativo. La centrale, rimasta asintomatica per tutto il periodo della positività, ha già svolto la visita medica di controllo e ottenuto il via libera per raggiungere la Bulgaria nella giornata di domani. L’esordio delle azzurre, che questa mattina hanno svolto il primo allenamento a Sofia, è fissato per mercoledì alle 19 contro la Polonia. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO