consigliato per te

  • in

    Tokyo2020: Ore 14.15, la finale per l’oro che non ti aspetti… Francia-Russia. Mikhaylov e c. con una sola sconfitta al passivo… contro Ngapeth e c.

    TOKYO – Francia e Russia (ROC) alle 14.15 ora italiana si incontreranno nella prima finale tutta europea della pallavolo maschile ai Giochi Olimpici dal 2000 quando l’allora Jugoslavia sconfisse la Russia in due set.Per la Francia di Ngapeth e compagni questa è la prima finale olimpica, giunta alla seconda partecipazione a cinque cerchi, dopo l’amaro 9° posto di Rio2016 quando ad eliminare i transalpini sin dalla fase a gironi fu un drammatico confronto da dentro/fuori con il Brasile. Il miglior piazzamento della Francia ai Giochi alla 5ª partecipazione olimpica (1988, 1992, 2004, 2016) è sin qui l’8° posto di Seul 1988.Guardando a Tokyo2020 la Francia arriva alla finale dopo aver vinto solo due delle cinque partite del turno preliminare a Tokyo 2020, inclusa una vittoria per 3-1 proprio sullam Russia (ROC)Nella stagione la Francia è arrivata terza nella Volleyball Nations League maschile 2021 di Rimini.
    Il cammino della Russia (ROC) ha invece visto gli uomini di Sammelvuo vincere sei delle sette partite sin qui giocate ai Giochi, con l’unica eccezione proprio della sconfitta per 3-1 contro la Francia nel girone iniziale. Nessuna delle partite dei Russi è andata al quinto set. Tra i russi Maxim Mikhaylov può vincere la sua terza medaglia olimpica. Ha infatti fatto parte della squadra russa che ha conquistato il bronzo nel 2008 e l’oro nel 2012. Mikhaylov è anche il top scorer della ROC ai Giochi Olimpici di Tokyo 2020 con 109 punti.
    Nelle competizioni internazionali il confronto tra Francia e Russia è di 13-10, 1 solo precedente olimpico nella prima fase di questa edizione.
    Il confronto in questi giochi…AttaccoFrancia 380 punti – eff. % 37,25Russia 327 punti – eff. % 33,83Errori attaccoFrancia 11Russia 99MuriFrancia 71 punti (2,54)Russia 69 punti (2,76)BattuteFrancia 16 ace (0,57 set)Russia 34 ace (1,36 set)RicezioneFrancia 59,60% pos.Russia 58,13% pos.  LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: L’Argentina di De Cecco butta giù dal podio il Brasile. 33 anni dopo Seul, un altro Conte di bronzo

    FINALE 3° POSTOARGENTINA – BRASILE 3-2 (25-23, 20-25, 20-25, 25-17, 15-13) – il tabellino
    TOKYO – Incredibile all’Ariake: il bronzo è dell’Argentina. Come un oro per coach Mendez, in lacrime alla fine, e i suoi certamente indicati tra le vittime sacrificali della vigilia in un girone nel quale non dovevano nemmeno passare. Invece dal match spareggio con gli Stati Uniti in poi l’Argentina ha fallito soltanto l’assalto alla Francia, prendendosi gli scalpi di USA, Italia e oggi Brasile.Un Brasile che scende dal podio olimpico per la prima volta dal 2000. “Molti tifavano perché succedesse – ha commentato uno sconsolato Bruno alla fine – è normale quando stai in alto per così tanto tempo. Ora dovremo riflettere, io per primo”.Un maestoso De Cecco, seguito da un Conte decisivo quando serviva e dai centrali Solé e Loser tra i migliori in campo (10 muri in due) hanno disposto in cinque set altalenanti di una Seleçao con le polveri bagnate. Leal ha trascorso in panchina più di metà match, fermo a un 4 su 14 in attacco non da lui, Wallace ha chiuso al 9% di efficienza un’Olimpiade che l’ha visto crollare nelle ultime due partite. Non bene nemmeno Bruno, tant’è che la scossa data da Fernando e Alan stava per girare il tie-break.Finisce probabilmente qui la storia di questo Brasile, campione a Rio dopo due argenti sofferti: troppo anziano il nucleo di questa squadra per pensare di rivederlo anche a Parigi 2024 nella sua interezza.
    Conte, 33 anni dopo papà!
    I PIÙ – Stratosferica prestazione di De Cecco, ma anche match indovinato tatticamente da Mendez che piazza Loser a marcare Lucas a uomo e alla lunga il cambio di rotazione paga. Conte ha dimostrato ancora una volta al mondo quanto contino accanto alle doti tecniche e atletiche le doti caratteriali, Danani ha fatto il definitivo salto nell’olimpo del volley che conta. Lato Brasile il migliore è stato indiscutibilmente Douglas, ingiusto che l’ultima murata sia capitata a lui.
    I MENO – Come detto Wallace e Bruno hanno reso sotto le aspettative in un match nel quale avrebbero dovuto far valere il peso della loro esperienza. Male anche Leal, per oltre due set e mezzo senza attacchi vincenti all’attivo, in difficoltà i centrali a muro.
    Solé e De Cecco
    LE FORMAZIONI – Brasile tipo con Bruno-Wallace, Lucarelli-Leal, Lucas-Mauricio e Thales libero, idem l’Argentina che gioca con De Cecco-Lima, Conte-Palacios (recuperato dall’infortunio alla caviglia), Loser-Solé e Danani libero.
    LA PARTITA – Brasile subito in crisi, con Lucarelli e Leal in difficoltà: il primo a pagare è il neo acquisto di Modena dopo due attacchi non chiusi sul 9-13 Argentina, entra Douglas. L’Argentina controlla fino al 19-15, quando un contrattacco di Douglas e un errore di Conte danno il -1 al Brasile. La rimonta però non si completa, 22-24 Argentina che diventa 23-25 grazie a Conte. Renan riparte con Douglas, l’Argentina si siede leggermente e va sotto 7-5. Il Brasile guadagna anche un altro break di vantaggio, prende a sbagliare servizi ma trova in Douglas un faro nella notte per andarsi a prendere l’1-1 col 25-20. Nel terzo parte meglio l’Argentina, Bruno e soci pareggiano a quota 10 ma l’ace di Conte e il muro su Douglas dicono13-16. Rientra Leal ed è subito pareggio grazie a Lucarelli e sorpasso con l’ace proprio di Leal: 17-16 che diventa 19-17 con l’errore di Solé. Wallace vince il contrasto del 22-18, Leal continua a faticare in attacco (0 su 7) ma Lucarelli ormai è in palla e Wallace timbra un muraccio su Facundo per il 25-20 finale. Il 4-2 Brasile è il punto che serve a far sbloccare Leal ma è un Brasile ancora incerto quello che si fa superare da Lima 6-8. Dentro Fernando per Bruno e Lucarelli spara ancora out il -5. Brasile in completa balia dell’avversario su una P1 nella quale rientra Bruno, Renan prova a inserire Douglas ma non c’è verso: da 7-9 a 7-15, con Loser che legge alla perfezione i registi verdeoro. L’Argentina non si lascia sfuggire l’occasione di prendersi il tie-break e conduce senza paura fino al 17-25 finale con Leal di nuovo in panchina per Douglas.
    Il tie-break è la parte più bella del match: Facundo ferma Wallace a uno e i verdeoro si incartano per lo 0-3 iniziale. Quando Wallace spara out il 3-7 i fantasmi di un’Olimpiade giù dal podio iniziano a pervadere i brasiliani. De Cecco mura Douglas per il 4-8, il computo dei muri sin qui dice 16 Argentina e 9 Brasile. Doppio cambio, dentro Fernando e Alan, fuori Wallace e Bruno ed è proprio il turno al servizio di Alan che riporta i verdeoro a -1 (9-10). Solé cambia e Facundo riporta subito i suoi a distanza (9-12). Douglas vince lo scambio lungo che poteva chiudere il match e poi Fernando mura Conte: dal possibile 9-13 all’11-12. L’ace terrificante di Lucarelli a 117 km/h segna il clamoroso pareggio a quota 12. L’Argentina arriva comunque per prima a match point con Conte sul 13-14 e il muro di Loser su Douglas chiude il discorso per il bronzo. LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Finale 3 posto Argentina-Brasile 3-2, il tabellino

    FINALE 3° POSTOARGENTINA – BRASILE 3-2 (25-23, 20-25, 20-25, 25-17, 15-13)ARGENTINA: Solé 12, De Cecco 3, Conte 21,  Lima 13, Palacios 13,  Loser 14, Danani (L); Sanchez, Pereyra 1, Poglajen, Ramos. N.: Mendez. All. Mendez.BRASILE: Lucarelli 13, Lucas 14, Wallace 17, Leal 5, M. Souza 6, Bruno 1, Thales (L); Gil Kreling 1, Douglas 11, Alan 2, Isaac, Maurizio B.. All. Renan.Arbitri: Maroszek (POL)  Collados (FRA).Note: Durata set  30’, 26′, 31’, 29’, 21′.  Toh 2.27.ARGENTINA: attacchi 58/127, muri 17, ace 2/104, errori avversari 28.BRASILE: attacchi 56/123, muri 10, ace 4/104, errori avversari 33. LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Ore 6.00, Brasile-Argentina per il bronzo. Derby sudamericano Bruno e De Cecco, registi al top mondiale

    TOKYO – Brasile – Argentina (ore 6.00) è derby sudamericano per la medaglia di bronzo. La sfida di questa finale è un bis in queste Olimpiadi. Le due squadre sono infatti reduci dalla Pool B dove si sono classificate al 2° e 3° posto. Una gara chiusa solo 3-2 (16-14 a 5°) per i verdeoro che però l’Argentina ha gettato dopo un iniziale 0-2.Brasiliani con 4 vittoria e 1 sconfitta, argentini con 3 vittorie e 2 sconfitte. Quindi entrambe le squadre si sono poi imposte nei Quarti e hanno invece perso la semifinale per un totale di 5 vittorie e 2 ko per il Brasile e 4 vittorie e 3 sconfitte per l’Argentina.E’ la sfida tra Bruno e De Cecco, due dei migliori registi a livello mondiale,  tra Lucarelli (88 punti totali) e Leal (99) contro Conte (104) e Palacios (64), Wallace (97) contro Lima (125), sfida al centro tra Solé e Loser contro Lucas e Mauricio De Souza.Arbitri della finale il polacco Maroszek (1°) e il francese Collados.
    Una sfida tra due squadre che nei vari fondamentali si confrontano cosìAttaccoBrasile 370 punti – eff.% 34,14Argentina 383 punti – eff.% 31,34Errori attaccoBrasile 117Argentina 142MuriBrasile 60 punti (2,22 a set)Argentina 58 punti (1,93)BattuteBrasile 29 ace (1,07 set)Argentina 29 ace (0.97 set)RicezioneBrasile 56,73% pos.Argentina 61,82% pos.
    Tralasciando l’attività sudamericana, a livello Mondiale tra Argentina e Brasile, dal 1984 sono ben 45 i precedenti, 5 vittorie biancocelesti e ben 40 in favore del Brasile.Tanti i precedenti anche ai Giochi Olimpici, in una occasione, a Seul 1988 anche in finale per  il 3° posto.1984 Los AngelesFase Gruppi: Argentina – Brasile 1-31988 SeulFinale 3°/4° posto Argentina – Brasile 3-21996 AtlantaFase a Gironi: Argentina – Brasile 3-1Match qualificazioni 5°/8° posto: Argentina – Brasile 1-32000 SydneyQuarti di finale: Argentina – Brasile 3-12012 LondraQuarti di finale: Argentina – Brasile 0-32016 RioQuarti di finale: Argentina – Brasile 1-32020 TokyoFase a Gironi: Argentina – Brasile 2-3.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteTokyo2020: Tutte le partite del 7/8 agosto. Pallavolo & Beach Volley è tempo di medaglie LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Tutte le partite del 7/8 agosto. Pallavolo & Beach Volley è tempo di medaglie

    TOKYO – Tutto il programma delle gare di pallavolo e beach volley del weekend, 7 e 8 agosto. Orario italiano, Tokyo +7. Si chiude il torneo di beach volley femminile, giornata di semifinali nella pallavolo femminile.
    IL PROGRAMMASabato 7 AgostoPALLAVOLO MASCHILE FINALIFinale 3°/4° postoOre 06.30 Argentina – BrasileFinale 1°/2° postoOre 14.15 Finale 1° posto Francia – ROC (Russia)
    BEACH VOLLEYFinale 3°/4° postoOre 03:00 Plavins-Tocs – Cherif-Ahmed (QAT)Finale 1°/2° postoOre 04:30 Mol, A.-Sorum (NOR) – Krasilnikov-Stoyanovskiy (ROC)

    Domenica 8 Agosto

    PALLAVOLO FEMMINILE FINALIFinale 3°/4° postoOre 02.00 Korea – SerbiaFinale 1°/2° postoOre 06.30 Brasile – Stati Uniti

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteTokyo2020: Il presunto doping di Tandara… La nota stampa della difesa LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Velasco, “Il doping di Tandara” e l'”autoreferenzialità azzurra” sul bel tacer

    Best Of, RAI2: Volpi, Fiona May e Velasco

    TOKYO – Julio Velasco a “Best of”, il contenitore di Rai2 condotto da Jacopo Volpi è tornato a parlare di azzurro ma anche del Doping di Stato russo e del caso della brasiliana Tandara.
    GLI USA – Italia-Serbia, poi Serbia-Stati Uniti… “Ogni partita ha storia a se. Ad inizio torneo mi ero sbilanciato per una finale Stati Unit-Italia, mi ero speso con grande fiducia”. Poi si spende positivamente sulle statunitensi “Anche nella VNL è stata la miglior squadra. Ha poi una migliore gestione dello staff, Kiraly lascia parlare molto anche il vice e lascia parlare le giocatrici. Interessante la partecipazioni corale”
    Julio Velasco
    IL DOPING – “La finale più giusta relativamente. Intanto non capisco se c’è stato Doping di Stato in Russia. Se c’è stato e la ‘penalizzazione’ è solo non avere bandiera e inno, penso che se ne fregano. O c’è stato o non c’è stato. Su Tandara opposto del Brasile che ora non può giocare… Non mi esprimo sulla sua positività o meno ma è stata ritirata dal torneo nel frattempo con lei sono arrivate in semifinale. Le altre squadre hanno giocato contro una squadra che ha potuto contare su una giocatrice che poi è stata sospesa, non una qualsiasi. Se io fossi stato un allenatore di una squadra che ha perso con il Brasile sarei inviperito. E’ una giocatrice che ha fatto la differenza”. “La Pellegrini entrando al CIO ha parlato subito di guerra al doping, questa lotta passa anche da qua… Se si sanziona una sola giocatrice…”
    LA FINALE USA-BRASILE – “La più giusta dal punto di vista tecnico, l’allenatore del Brasile lo conosco, è già stato grandissimo tra maschi e femmine, ma queste cose (il doping di Tandara) non le capisco”.
    Lucchetta & Zaytsev…
    UN BEL TACERE… – Dopo l’intervento di Lucchetta che ha evidenziato anche come Zaytsev ed Egonu a fine Olimpiadi non abbiano presenziato alle conferenze stampa (forse intendeva la zona mista post gara…ndr) Velasco è tornato a parlare del nostro movimento: “Non capisco l’ambiente che sosteneva che si andava per l’oro… Era due anni che non si giocava. Sulla base di cosa si affermava questa cosa? Siamo un movimento autocelebrativo e autoreferenziale. L’estate scorsa le nostre due nazionali non si sono allenate nemmeno un giorno… Noi i più forti? Sulla base di cosa? Si creano tante aspettative per questa autoreferenzialità che poi la pressione aumenta in maniera esponenziale. Non è solo l’aver giocato o meno la VNL, forse dobbiamo parlare meno prima, o non parlare per niente prima. Perché poi dopo non si va nemmeno alle conferenze stampa…”.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteBergamo: Ufficiale l’arrivo di Kone da Firenze LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Brasile si conquista la terza finale. Comodo 3-0 alla Korea

    SEMIOFINALEBRASILE – KOREA 3-0 (25-16, 25-16, 25-16) – il tabellino
    TOKYO – Anche la seconda semifinale dei Giochi femminili si chiude con un rotondo 3-0,  è il Brasile di Zé Roberto che centra la sua terza finale olimpica femminile, dopo gli ori di Pechino 2008 e Londra 2012, al termine di una semifinale non complicata con la Korea di Lavarini, già bella sorpresa di queste semifinali. Il problema dello stop a Tandara per la positività ad un controllo antidoping risalente a Luglio non ha inciso nel morale della squadra verdeoro scesa in campo concentrata e determinata. Korea troppo fallosa in attacco per impensierire.
    FORMAZIONE – Il Brasile presenta la stessa formazione del resto dei giochi, con un solo cambio obbligato: Montibeller per la sospesa Tandara, già rientrata in Brasile. Macris, in regia, l’opposta è la posto 2 di Novara, centrali Gattaz e Ana Carolina, Fe Garay e Gabi in 4, Camila Brait libero. Korea con  Yeum in regia,  Kim Heejin opposta,  Kim Su Ji e Yang Hyo Jin centrali, Kim Yeon Koung e Park Jeongah schiacciatrici, Park J. libero.
    PIU‘ – Tutto verdeoro questo capitolo con Fè Garai punto di riferimento di Macris. Gabi 12 punti. 15 i muri verdeoro (3 quelli coreani), 4 gli ace, 11 gli errori verdeoro contro i 16 delle asiatiche.
    MENO – Rispetto al 3-0 del Brasile nel girone preliminare oggi alla Korea è mancata anche Kim. Nella prima sfida con le brasiliane aveva chiuso con un 12/19 in attacco e una efficienza del 52.63, oggi in semifinale 10/27, 22.22 di efficienza…
    LA PARTITA – Primo set a senso unico sin dagli inizio: 5-2. La cronologia del parziale dice: 10-5, 18-12, 21-14, 25-16 finale. Asiatiche mai in partita nonostante una buona prova in difesa (14!) attacco che non incide (12/36). Rosamaria e Fe Garay subito in partita.Secondo set che fino al 10-10 vede maggior equilibrio, poi il break decisivo: 15-10 verdeoro. Kim spinge: 16-14, poi il set si chiude con un 23-14… Fino al secondo 25-16.Brasile che decide di prendere in mano il parziale da subito: 4-1. E’ il set in cui Macris cambia il suo gioco aprendo a Gabi (spettacolari gli attacchi in pipe con il muro koreano che salta a vuoto sui centrali) e Fe Garay. Rosamaria 0/5 non incide. E’ 10-5, 15-8, 20-10, 25-16, una sequenza che racconta un parziale senza storia con la Korea che affonda nell’efficienza in attacco. LEGGI TUTTO

  • in

    Tokyo2020: Instagram. Juantorena… “Volevo provarci, ma non rientro più nei progetti futuri della nazionale”

    MODENA – Simone Anzani posta su Instagram un messaggio sulla sua esperienza olimpica. Un messaggio tra gioia per l’esperienza, dolore per l’epilogo, ma anche voglia di rivincita con una citazione di Jordan… Al piede del suo post un commento di Osmany Juantorena destinato a far chiacchierare dopo che si pensava che lo stesso italocubano avesse dato l’addio all’azzurro, con tanto di consegna della maglia numero 5 a Michieletto. “Volevo provarci… Ma non rientro più nei progetti futuri della nazionale” con l’emoticons della scimmietta che non parla…Da quanto si legge è quindi il nuovo corso di Fefé De Giorgi che non contempla il posto 4 di origine caraibico?  Detto che quello in mano da De Giorgi è un ciclo che ai apre guardando a Parigi 2024 e giustamente deve anche fare i conti con le carte d’identità, ma Osmany voleva proseguire in azzurro?
    IL TESTO DEL POST DI ANZANI SU INSTAGRAMÈ stato un sogno fantastico. Un assaggio di cosa vuol dire stare nell’Olimpo dello sport. Purtroppo la ferita è ancora aperta ci vorrà qualche giorno ancora per farla richiudere ma bisogna sapersi rialzare più forti e tignosi di prima.Michael Jordan una volta disse: “Posso accettare la sconfitta, ma non posso accettare di rinunciare a provarci.”Bisogna provarci, riprovarci e riprovarci ancora. Andremo altre volte con il culo per terra ma ci rialzeremo e lotteremo insieme per i prossimi obbiettivi. Perché noi siamo l’ITALIA. 🇮🇹Un ringraziamento va a tutti voi Italiani che ci avete seguito in piena notte, siete l’anima dello sport.
    LA RISPOSTA DI JUANTORENAAnche io volevo provarci! Ma non rientro più nei progetti futuri della nazionale 🙊… Provaci per noi 2 😍

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteTokyo2020: Brasile-Korea 3-0, il tabellino. 15 muri per le verdeoro che volano in finale LEGGI TUTTO