consigliato per te

  • in

    Hermaea Olbia, si è conclusa a Roma l’avventura delle campionesse sarde Under19

    Di Redazione Si è conclusa sabato a Roma l’avventura delle campionesse sarde Under 19, impegnate nella fase inter regionale contro Volley Group Roma e Azzurra V. San Casciano. La prima partita, contro Roma, è iniziata purtroppo nel peggiore e sfortunato dei modi: durante la fine del primo set la forte schiacciatrice Eleonora Minarelli ha subito la rottura del quinto dito della mano destra, evento che ha comprensibilmente destabilizzato e preoccupato tutti. Il coach ha così dovuto ricorrere a una formazione totalmente sperimentale, con l’ingresso in campo della “piccola” Sara Farina (classe 2007). Nel secondo e terzo set ci sono stati altri cambiamenti per cercare di gestire al meglio la gara in una situazione di piena emergenza. La squadra di casa era però davvero molto ostica e ha ottenuto così meritatamente la vittoria per 3-0. Durante la seconda gara contro Firenze (compagine di alto livello che quest’anno ha vinto il campionato di B2 e passato poi il turno contro Volley Group Roma), coach Anile ha ricorso alla strategia del doppio palleggiatore. A parte un primo momento di tensione le ragazze hanno poi lottato su ogni pallone, dando il massimo in una gara molto complessa che ha però visto vincitrici le toscane per 3-0. Coach Anile: “Considerata la situazione sono davvero felice per quest’esperienza: tutte le ragazze hanno giocato ed è stato formativo e importante il confronto con due realtà così prestigiose. Il nostro obiettivo per il futuro sarà non fermarci alla fase inter regionale ma superarla, e come società stiamo lavorando per questo“. Un sentito augurio di pronta guarigione alla super Eleonora (che verrà operata domani) e un enorme ringraziamento alle dirigenti Elena Decandia e Maria Nappo per il prezioso supporto in questa complessa ma emozionante trasferta! E’ stato un anno davvero difficile ma carico di soddisfazioni ed emozioni incredibili. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Quinto innesto per Olbia. Arriva la schiacciatrice estone Kristiine Miilen

    Di Redazione Arriva dall’Estonia il quinto innesto dell’Hermaea Olbia: Kristiine Miilen, schiacciatrice classe 1996, vestirà i colori biancoblù per la stagione sportiva 2021/2022. LA CARRIERA – Nata il 4 dicembre 1996 a Viljandi (Estonia), alta 183 centimetri, Miilen ha maturato le prime esperienze in patria tra il 2012 e il 2015 con le maglie di Audentes SG/NK, Viljandi Metall e Tartu Ulikool Bigbank. Nel’estate del 2015 è approdata in Finlandia per giocare con Wovo Rovaniemi, dopo di che è volata in Francia, dove per un biennio è stata protagonista con il Saint-Raphaël (Ligue A, massima divisione del campionato transalpino). Nel 2018 è scesa di categoria approdando al Terville-Florange (Pro B), poi – dopo una parentesi in Grecia con l’AONPannaxiakos – nel marzo del 2020 è tornata in Francia, al Béziers, dove ha sostituito l’infortunata Alexa Smith. Nell’ultima stagione si è messa in luce con il Vandœuvre Nancy, compagine che ha contribuito a portare al nono posto in graduatoria nella Ligue A al termine della regular season. Miilen è inoltre schiacciatrice titolare e punto di riferimento della nazionale estone allenata dal tecnico italiano Lorenzo Micelli. LE DICHIARAZIONI – “Non c’è voluto molto per convincermi – afferma l’atleta – l’Italia, per me, è la più grande nazione di volley al mondo ed è sempre stato un mio sogno andarci a giocare. Ho avuto delle offerte da altri Paesi, ma quando il mio agente mi ha parlato dell’Hermaea, ho subito pensato che fosse il posto giusto per me: squadra ambiziosa, campionato importante, coach esperto e compagne di talento. In più il ‘bonus’ legato al territorio meraviglioso. Mi sono detta: se fai ciò che senti, le cose non potranno che andar bene“. Sul campionato: “Ho lavorato con alcuni coach italiani in passato e mi è sempre piaciuto il loro approccio sistematico, professionale e appassionato al lavoro. Non vedo l’ora di potermi allenare in questo nuovo contesto, perché il livello sarà sicuramente altissimo e potrò imparare molto“. Su Olbia e l’Hermaea: “Conosco qualcosa sull’ambiente grazie a Piia Korhonen. L’ho contattata personalmente per rivolgerle alcune domande quando si è prospettata l’eventualità di venire in Sardegna. Si è trovata benissimo ed è rimasta piacevolmente sorpresa dal livello del torneo. Inoltre lo staff della nazionale estone è italiano, e proprio coach Micelli mi ha incoraggiata ad accettare la proposta di Olbia“. L’Isola: “E’ una delle destinazioni turistiche più famose in assoluto, ma purtroppo nessuno tra i miei amici e parenti l’ha mai visitata. Sarebbe bello che la mia presenza aiutasse gli estoni a scoprire la Sardegna e che i miei connazionali venissero ad assistere alle nostre partite! Anche in Grecia ho vissuto in un’Isola come Naxos ed è stata un’esperienza molto bella. Se tante giocatrici desiderano andare in metropoli come Parigi, Atene o Istanbul, io ho sempre preferito piccole comunità circondate dalla natura, in cui si mangia buon cibo e le persone sono amichevoli. La vostra Isola è inoltre popolare a livello sportivo dalle nostre parti perché negli ultimi anni il nostro miglior calciatore, Ragnar Klavan, ha militato nel Cagliari, mentre Kaspar Treier, uno dei cestisti più popolari, ha giocato per la Dinamo Sassari“. Le esperienze passate: “La lega estone non è professionistica – spiega – perciò ho dovuto andare all’estero per migliorare come giocatrice. Ho iniziato in Finlandia, come parecchie connazionali, dove ho potuto lavorare parecchio sul piano fisico. Al termine della seconda stagione ero una delle migliori realizzatrici in campionato. Dopo di che sono andata al Saint-Raphaël, in Francia, dove il mio coach era l’italiano Giulio Bregnoli. Lui mi ha mostrato il Volley da una prospettiva completamente nuova. L’esperienza trascorsa assieme è stata decisiva per la mia carriera. Per la prima volta un tecnico ha lavorato per ore sulla mia tecnica mostrandomi soluzioni che non conoscevo. Avevo delle compagne molto forti e ho dovuto lavorare tanto per adeguarmi al loro livello. Non è stato semplice per una ragazza come me, arrivata dall’Estonia, ma quella parentesi mi ha insegnato ad amare la disciplina e il duro allenamento. Nelle stagioni successive in Francia e Grecia ho giocato parecchio e sono stata responsabilizzata. Credo che anche questo aspetto sia fondamentale nella formazione di un’atleta. L’ultimo campionato, a Nancy, è stato difficoltoso, ma credo che tutte le esperienze avute fin qui, positive o negative, abbiano contribuito a rendermi la giocatrice che sono ora. E non dimentico la nazionale: le ultime due estati trascorse con coach Micelli mi hanno permesso di maturare. Nessun altro allenatore prima di lui aveva creduto così tanto in me”. Le caratteristiche: “Non sono altissima, e ho dovuto compensare migliorando in termini di velocità, elevazione e forza. Sono ovviamente un’attaccante, cerco di essere aggressiva e di mettere quanti più punti possibili a terra. Dal punto di vista tecnico, credo che ogni buona giocatrice debba essere il più possibile completa tra attacco, ricezione, muro, battuta, difesa e sostegno emotivo alle compagne. Un’altra attitudine importante che cerco di mantenere è la tendenza al miglioramento. Non si può giocare bene in partita se ci si allena in modo pigro“. Gli obiettivi: “Innanzitutto migliorare come persona e come giocatrice. So che non sarà tutto semplice, visto che sarò l’unica straniera, ma credo che si possa progredire soltanto se si accetta di uscire dalla comfort-zone. Non mi sono mai misurata con il campionato italiano e sono curiosa di vedere come riuscirò ad adattarmi. In secondo luogo vorrei mantenere a pieno le aspettative che hanno su di me la società e la squadra. Mi auguro che ci sia la possibilità di costruire un bello spirito di squadra oltre che un volley gradevole per i nostri tifosi. Ultimo proposito, ma non in ordine di importanza, è imparare la lingua italiana. Secondo me è la più bella che esista e sarei orgogliosa di me stessa se riuscissi a farla mia in tempi brevi. Questo mi consentirebbe, peraltro, di dare un tocco più personale a questa esperienza, così da poter parlare con i nostri tifosi dopo la partita, oppure semplicemente augurare buona giornata alle persone con cui entro in contatto“.   “In Francia e in Grecia Kristiine ha mantenuto ottimi standard di rendimento – spiega il Direttore Generale Michelangelo Anile – Micelli, Commissario Tecnico dell’Estonia, ci ha dato ottime referenze sul suo conto. E’ una ragazza che ha voglia di arrivare e che cerca di realizzare il suo massimo potenziale“. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sofia Renieri è il primo innesto dell’Hermaea Olbia: “Ho accettato con entusiasmo”

    Di Redazione Il primo tassello dell’Hermaea Olbia edizione 2021/2022 è Sofia Renieri, opposto classe 1997 reduce da una stagione nella CBF Balducci Hr Macerata (Serie A2 Girone Est), formazione con cui ha conquistato la Coppa Italia di categoria. LA CARRIERA – Nata a Lucca il 24 luglio 1997, ha giocato fin da giovanissima con i colori della Nottolini Volley Capannori, con cui ha affrontato tutta la trafila fino ad approdare – appena 13enne – nella prima formazione militante in Serie B1. Dopo essere diventata pian piano un punto di riferimento del sestetto toscano, nell’estate del 2020 ha voluto mettersi alla prova in A2 sposando la causa di Macerata, dove ha trovato l’ex biancoblù Ilaria Maruotti. All’esordio nella categoria, il nuovo opposto dell’Hermaea ha avuto fin da subito un impatto positivo, accompagnando la squadra fino al quarto posto al termine della Poule Promozione (eliminazione ai quarti di finale playoff per mano di Sassuolo) e a uno storico trionfo in Coppa Italia.Nell’ultima stagione Renieri ha fatto registrare 256 punti in 28 gare. Vicina alla Laurea in Economia Aziendale all’Università di Pisa, ama leggere e viaggiare. LE DICHIARAZIONI –“Sono molto felice di essere una nuova giocatrice dell’Hermaea – afferma la giocatrice – ho ricevuto tante referenze positive sull’ambiente e sulla società. Soprattutto Ilaria (Maruotti, ndr) durante la stagione mi ha parlato spesso di quanto sia sta bene a Olbia. Per questo motivo, quando la mia procuratrice mi ha prospettato la possibilità di trasferirmi in Sardegna, ho accettato con entusiasmo. Obiettivi personali? Ho sempre puntato a crescere sotto il profilo tecnico e caratteriale, e credo che Olbia sia la piazza ideale in cui proseguire questo percorso. Ho già parlato con coach Guadalupi e mi ha destato un’ottima impressione”. “Seguivamo Sofia fin dall’ultima stagione in B1 – commenta il Direttore Generale Michelangelo Anile – durante la scorsa stagione abbiamo continuato a monitorarla e ci ha colpiti per l’ottimo rendimento e la media punti alta nonostante fosse esordiente in A2. Ha ancora dei margini di crescita piuttosto ampi, ma siamo certi che si rivelerà fin da subito un punto di riferimento importante della nuova squadra. È un opposto atipico, in possesso di buoni colpi e completa in tutti i fondamentali”.  (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Otto volte Serie A: l’Hermaea Olbia si prepara per la prossima stagione

    Di Redazione L’Hermaea Olbia continuerà a rappresentare la Sardegna nel Volley di Serie A. Per l’ottava stagione consecutiva, infatti, il club gallurese militerà nel campionato nazionale di A2, riscrivendo ancora una volta il record assoluto di longevità ai massimi livelli per una formazione sarda. La decisione è giunta dopo settimane di lunga e approfondita riflessione da parte del presidente Sarti: la scorsa stagione si è conclusa con una brillante salvezza, ma le sofferenze generate dalla pandemia sul fronte economico – mancati introiti di biglietteria, sponsorizzazioni sempre più difficili, spese per il rispetto dei protocolli anti Covid – unitamente all’incertezza sul fronte impianti, hanno creato degli inevitabili punti di domanda sull’opportunità di intraprendere ancora un’avventura gratificante, sì, ma senza dubbio onerosa. Nonostante tutto, l’Hermaea ha voluto prendere il coraggio a due mani, e anche nella prossima stagione garantirà la sua partecipazione in una categoria prestigiosa, confermandosi ancora alfiere di Olbia e della Sardegna nella Pallavolo di alto livello. Il lavoro messo in atto da un gruppo di leghe sportive – tra cui la Lega Pallavolo Serie A Femminile – ha creato una spinta positiva a livello politico nazionale. Ciò ha portato il Governo a inserire nel Decreto Sostegno Bis una norma che facilita il reperimento di sponsorizzazioni tramite un credito di imposta. Questo aspetto, sommato alla possibilità di portare totalmente in detrazione le somme spese, rende maggiormente appetibile l’investimento nello sport di alto livello.  Numerose le novità in arrivo per la stagione 2020/2021 dell’Hermaea Olbia, a cominciare dall’organigramma societario: il presidente Sarti potrà avvalersi della collaborazione del Direttore Generale Michelangelo Anile – già coach della prima squadra e responsabile del settore giovanile – e di Jenny Barazza: dopo aver appeso le ginocchiere al chiodo, infatti, l’ex capitano biancoblù ricoprirà il ruolo di Direttore Sportivo e di tecnico del settore giovanile. Nel ruolo di Team Manager sarà invece riconfermato Aldo Decortes. Nei prossimi giorni verrà resa nota la composizione dello staff tecnico e, a seguire, quella del roster. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Volley Hermaea Olbia, giorni intensi per le formazioni giovanili

    Di Redazione Sono stati giorni incredibili per le formazioni del Volley Hermaea Olbia dei campionati giovanili. Tante partite e tanti successi, frutto di incessante lavoro e una grande nostalgia del campo da gioco. U19Sabato 22 le ragazze di coach Anile hanno portato a casa una importantissima vittoria per 3-0 in casa Castelsardo; le attendono adesso tre recuperi fondamentali in ottica di accesso alle provinciali.U17Doppia vittoria delle Hermeine di coach Garbellini contro le “cugine” della Timeout, entrambe le partite conquistate per 3-0, in casa ad Arzachena mercoledì, e fuori casa a Telti venerdì.U15Ieri si è svolto ad Arzachena il concentramento di gare per l’accesso alle semifinali provinciali della categoria, che ha coinvolto Hermaea, Timeout e Silvio Pellico SS. Le giovanissime biancoblu di coach Garbellini hanno vinto contro entrambe le formazioni, aggiudicandosi così il prestigioso accesso alle semifinali territoriali Under 15.U13Secondo successo consecutivo per le bimbe di coach Jenny Barazza, che in trasferta a Palau si aggiudicano una bella vittoria per 2-1. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Campionati al via! Hermaea-Gemini in campo contro Cagliari

    Foto Facebook Volley Hermaea Olbia

    Di Redazione
    Ci siamo quasi! Sta per cominciare il campionato nazionale di Serie B2 femminile per le ragazze della Hermaea-Gemini Olbia. La squadra, composta al 90% da atlete sarde, farà il suo debutto sabato ad Arzachena contro le “cugine” isolane della Pallavolo Alfieri Cagliari. Alcune ragazze, come Eleonora Minarelli e Flavia Nenni, hanno già avuto modo di esprimersi durante le partite della Serie A.
    La gara avrà inizio alle 15.30 e si terrà a porte chiuse, ma trasmetteremo la partita in streaming sulla pagina Facebook della società.
    Ecco la squadra allenata da coach Michelangelo Anile e Gegè Garbellini: Eleonora Minarelli, Flavia Nenni, Valentina Martis, Eleonora Caboni, Marika Vietri, Maria Laura Piras, Maria Cossu, Giulia La Licata, Martina Ragnedda, Silvia Saggia, Francesca Serra, Emma Giustini.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Serie B2, un altro libero per l’Hermaea-Gemini: ecco Silvia Saggia

    Foto Facebook Hermaea Olbia

    Di Redazione
    La nuova B2 targata Hermaea Olbia e Gemini Arzachena si arricchisce, dopo l’ingresso di Eleonora Caboni, del secondo libero Silvia Saggia, classe 2002, arrivata tra le fila biancoblu in prestito dalla Pallavolo Olbia.
    Nonostante la giovane età Silvia ha già maturato diverse esperienze interessanti: dal trofeo delle regioni con l’attuale compagna di squadra Valentina Martis, al salto di categoria dalla C alla B2 con l’Olbia. Esperienza in B2 anche nella scorsa stagione, sempre tra le fila biancorosse e “in coppia” con Eleonora Caboni. Nell’Hermaea, oltre al campionato nazionale, svolgerà anche quello di U19 come libero titolare.
    Coach Anile: “Silvia è una delle giocatrici di prospettiva più interessanti della nostra isola per il suo ruolo; fortissima in difesa, è un’atleta dall’atteggiamento sempre positivo e siamo davvero felici di averla con noi“.
    (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO