consigliato per te

  • in

    Dennis: “Nessun problema familiare, Macerata non ha gioco di squadra”. Di Pinto: “Sono frastornato”

    Di Redazione Un paio di giorni fa è arrivata una doccia fredda in casa Med Store Tunit Macerata. Il forte opposto cubano Angel Dennis ha rescisso il contratto che lo legava alla squadra che milita in Serie A3 maschile: “Legata esclusivamente a motivi personali”, si legge nella nota stampa inviata dalla società. Nell’edizione odierna del Resto del Carlino Macerata, Angel Dennis tiene a precisare i motivi che lo hanno spinto ad allontanarsi dalla squadra in un’intervista di Lorenzo Monachesi. “Dietro la mia scelta non c’è una ragione economica o societaria”, chiarisce in prima battuta Dennis. “Anche lo scorso anno avevamo una bella squadra ma non abbiamo vinto, nonostante ci fossi anch’io. Ci vuole un gioco di squadra e purtroppo non lo avevamo. La storia poteva ripetersi anche quest’anno e così ho preferito andarmene”. Il motivo, quindi, non si cela dietro a motivi familiari e personali: “La mia famiglia sta bene”, ma riguarda la costruzione della squadra, le scelte tecniche e gli obiettivi che la Med Store Tunit Macerata si era posta la scorsa stagione, e che sta perseguendo anche in questa. Vien da sè chiedersi come mai, a questo punto, Dennis abbia deciso di rimanere anche all’inizio di questa stagione, nonostante le premesse per un ambiente a lui non consono si sono presentate già lo scorso anno: “Pensavo che la situazione potesse migliorare nel tempo, ma così non è e allora me ne sono andato. Sono stati giorni duri e scomodi perché non cela facevo più ad andare avanti”. Angel Dennis chiosa facendo sapere che, nel momento in cui la notizia del suo addio è trapelata, diverse società estere e di serie A2 lo hanno contattato. Ora, l’opposto cubano, sta vagliando le diverse proposte per decidere dove proseguire la stagione. Dall’altra parte, coach Di Pinto racconta di aver preso atto della scelta del giocatore e di star lavorando per occupare adeguatamente il posto lasciato libero da Dennis. “Siamo tutti un po’ frastornati — si legge nell’intervista di Fabio Petrelli per il Corriere Adriatico Macerata — perché non ci aspettavamo una decisione del genere, presa peraltro in maniera irrevocabile. Tutti siamo molto dispiaciuti dal punto di vista umano, e poi c’è chiaramente l’aspetto tecnico: per una squadra costruita con l’intento di fare un torneo di vertice, rinunciare a un giocatore del calibro di Dennis accresce le difficoltà”. “Contrasti tra noi? No, nel modo più assoluto. Tutto riconducibile a normali scambi di vedute, con qualche divergenza di opinioni ma cose che appartengono alla quotidianità all’interno dello spogliatoio, affrontate sempre con toni civili. Non resta che proseguire nel nostro cammino senza di lui: noi sul campo, e la società a monitorare il mercato alla ricerca di una pedina che possa integrare la nostra rosa” chiosa Di Pinto. LEGGI TUTTO

  • in

    Divorzio tra Angel Dennis e Macerata: l’opposto rescinde il contratto

    Di Redazione Si interrompe il rapporto tra l’opposto cubano Angel Dennis e la Med Store Tunit Macerata. Una scelta decisa dal giocatore e inaspettata per tutto l’ambiente biancorosso, comunica la società che continua: “Alla Pallavolo Macerata non resta che accettare la volontà di Angel Dennis, legata esclusivamente a motivi personali“. Si chiude così un’avventura cominciata lo scorso campionato, ufficialmente solo da gennaio, durante la quale la squadra e l’opposto si sono tolti tante soddisfazioni insieme, arrivando ad un passo dalla promozione e ripartendo quest’anno con grande determinazione. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Pallavolo Macerata e Angel Dennis si separano

    Si interrompe il rapporto tra l’opposto cubano e la Med Store Tunit, una scelta decisa dal giocatore e inaspettata per tutto l’ambiente biancorosso. Alla Pallavolo Macerata non resta che accettare la volontà di Angel Dennis, legata esclusivamente a motivi personali.
    Si chiude così un’avventura cominciata lo scorso campionato, ufficialmente solo da gennaio, durante la quale la squadra e l’opposto si sono tolti tante soddisfazioni insieme, arrivando ad un passo dalla promozione e ripartendo quest’anno con grande determinazione.
    L’addio di Dennis non cambia tuttavia il progetto della Pallavolo Macerata, con la dirigenza e lo staff tecnico che hanno piena fiducia nel roster costruito in estate: i ragazzi guidati dal coach Di Pinto hanno dimostrato in questa prima parte di stagione tutta la qualità e il potenziale di cui dispongono e sapranno proseguire sulla strada intrapresa con successo fino ad oggi. Da parte della società, oltre alle confermate ambizioni, la volontà di supportare il gruppo trovando la migliore soluzione per sostituire la partenza di Dennis.

    Articolo precedenteAvimecc Volley Modica, arriva la terza sconfitta in campionato LEGGI TUTTO

  • in

    Macerata si presenta a Bologna rimaneggiata, ma questo non la ferma: 3-1

    Di Redazione Grande partita di coraggio e sacrificio per i biancorossi che si prendono una fondamentale vittoria in trasferta, ai danni di una Geetit Bologna che ha combattuto fino alla fine. Sono proprio i padroni di casa a portarsi avanti nei set, sfruttando le incertezze di una Med Store Tunit dalla formazione inedita; bravissimi però i ragazzi di coach Di Pinto a riprendersi già dal secondo set, aiutarsi l’un l’altro nei momenti difficili e cambiare faccia alla partita trascinati da un super Lazzaretto. Nei set successivi Macerata va sempre avanti e controlla, non senza difficoltà, ma dimostrandosi matura anche con in campo tanti giovani. LA CRONACA – Di Pinto costretto a reinventare il sestetto di partenza, ci sono Lazzaretto, Margutti e Scita, centrali Pasquali e Sanfilippo, Longo in regia, libero Gabbanelli. Bologna in campo con Boesso, Maretti e Spagnol, Soglia e Marcoionni al centro, quindi Cogliati e come libero Ghezzi. Prima fase di gara giocata punto a punto: qualche errore di troppo in battuta per entrambe le squadre, la Med Store Tunit è efficace al centro mentre gli avversari difendono bene a muro, 6-5. Guida Bologna, i biancorossi costretti a riorganizzarsi e inseguire, è bravo Scita a trovare lo spazio e superare il muro per l’8-8 ma un paio di errori successivi regalano il +2 ai rossoblù. Coach Di Pinto chiama il time-out per scuotere i suoi, Bologna riesce però a mantenere il vantaggio e allunga 16-12; Marcoionni e Spagnol tengono a distanza i tentativi di recupero di Macerata e Di Pinto richiama la squadra col time-out sul 19-14. Maretti firma il 21-16, poi arriva il break di Lazzaretto che beffa due volte il muro di casa, quindi dopo un grande salvataggio di Scita mette a terra di forza il punto del 21-19 e riaccende il finale: la Med Store Tunit accorcia 24-22 ma Bologna riesce comunque a prendersi il set. Secondo set che riparte con i biancorossi avanti trascinati da Lazzaretto, a scherzare il muro avversario prima con un delicato pallonetto e poi con un tocco in anticipo, 2-4. Prova a controllare il vantaggio la Med Store Tunit, riceve bene e colpisce con Scita, risponde Bologna con il diagonale di Maretti che accorcia 8-10; i padroni di casa arrivano a -1 poi Macerata allunga di nuovo, Margutti vince la sfida contro il muro, 12-15. Ancora bene i biancorossi al centro: Longo serve Sanfilippo che fulmina gli avversari, poi la combinazione si ripete per il 15-20. Finale combattuto, lungo scambio con Bologna che difende bene e stavolta Soglia ha la meglio contro Lazzaretto, 18-21 e time-out per Di Pinto; accorciano i padroni di casa, Sanfilippo a muro fa 22-24, chiude Margutti. Riparte forte la Med Store Tunit, decisa e aggressiva, impone ritmi alti agli avversari ed è insuperabile a muro, 1-6 e time-out per i rossoblù. Asti prova a scuotere i suoi con i cambi ma i biancorossi allungano 4-10; nonostante il vantaggio per Macerata la partita resta combattuta, i padroni di casa danno battaglia: lungo scambio che vede però vincitori gli ospiti grazie al recupero in extremis di Margutti, con Bologna che contrattacca ma sbatte su Pasquali, 7-15. Buona serie in battuta di Bonatesta che permette ai rossoblù di accorciare ma la spezza Sanfilippo, 12-22; Macerata trova il 14-24 poi Bologna accorcia 18-24, decide la battuta out di Soglia e la Med Store Tunit va avanti nei set. Non cambia il copione al riprendere della gara, biancorossi avanti, Margutti buca il muro per il 4-8, quindi nuovo tentativo di recupero di Bologna che accorcia; ci pensa Scita a ristabilire il vantaggio, 6-10. Lunghissimo scambio e dopo un difficile recupero biancorosso Spagnol trova il tocco vincente, 9-14, Macerata riprende però subito a macinare punti e allunga 12-19, ancora decisivo il muro. Finale ben gestito dai biancorossi, con Lazzaretto, Scita e un paio di errori di Bologna che valgono i punti della vittoria, 17-25. Il tabellino: GEETIT BOLOGNA–MED STORE TUNIT MACERATA 1-3 (25-22, 23-25, 18-25, 17-25) GEETIT BOLOGNA: Bosso 9, Soglia 7, Maretti 8, Bonatesta 5, Cogliati 1, Ghezzi, Faiulli 1, Zappalà, Marcoionni 9, Spagnol 15, Dalmonte 1, Trigari 2. NE: Venturi, Meer, Faggiano, Conci, Faiella. Allenatore: Asta. MED STORE TUNIT MACERATA: Pasquali 9, Longo 5, Sctia 9, Margutti 6, Sanfilippo 9, Scrollavezza, Lazzaretto 25, Gabbanelli. NE: Del Grosso, Ferri, Facchi, Ravellino, Robbiati. Allenatore: Di Pinto. ARBITRI: Clemente e Selmi. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Med Store Tunit più forte delle assenze, è 3-1 a Bologna

    Grande partita di coraggio e sacrificio per i biancorossi che si prendono una fondamentale vittoria in trasferta, ai danni di una Geetit Bologna che ha combattuto fino alla fine. Sono proprio i padroni di casa a portarsi avanti nei set, sfruttando le incertezze di una Med Store Tunit dalla formazione inedita; bravissimi però i ragazzi di coach Di Pinto a riprendersi già dal secondo set, aiutarsi l’un l’altro nei momenti difficili e cambiare faccia alla partita trascinati da un super Lazzaretto. Nei set successivi Macerata va sempre avanti e controlla, non senza difficoltà, ma dimostrandosi matura anche con in campo tanti giovani.
    LA CRONACA – Di Pinto costretto a reinventare il sestetto di partenza, ci sono Lazzaretto, Margutti e Scita, centrali Pasquali e Sanfilippo, Longo in regia, libero Gabbanelli. Bologna in campo con Boesso, Maretti e Spagnol, Soglia e Marcoionni al centro, quindi Cogliati e come libero Ghezzi. Prima fase di gara giocata punto a punto: qualche errore di troppo in battuta per entrambe le squadre, la Med Store Tunit è efficace al centro mentre gli avversari difendono bene a muro, 6-5. Guida Bologna, i biancorossi costretti a riorganizzarsi e inseguire, è bravo Scita a trovare lo spazio e superare il muro per l’8-8 ma un paio di errori successivi regalano il +2 ai rossoblù. Coach Di Pinto chiama il time-out per scuotere i suoi, Bologna riesce però a mantenere il vantaggio e allunga 16-12; Marcoionni e Spagnol tengono a distanza i tentativi di recupero di Macerata e Di Pinto richiama la squadra col time-out sul 19-14. Maretti firma il 21-16, poi arriva il break di Lazzaretto che beffa due volte il muro di casa, quindi dopo un grande salvataggio di Scita mette a terra di forza il punto del 21-19 e riaccende il finale: la Med Store Tunit accorcia 24-22 ma Bologna riesce comunque a prendersi il set. Secondo set che riparte con i biancorossi avanti trascinati da Lazzaretto, a scherzare il muro avversario prima con un delicato pallonetto e poi con un tocco in anticipo, 2-4. Prova a controllare il vantaggio la Med Store Tunit, riceve bene e colpisce con Scita, risponde Bologna con il diagonale di Maretti che accorcia 8-10; i padroni di casa arrivano a -1 poi Macerata allunga di nuovo, Margutti vince la sfida contro il muro, 12-15. Ancora bene i biancorossi al centro: Longo serve Sanfilippo che fulmina gli avversari, poi la combinazione si ripete per il 15-20. Finale combattuto, lungo scambio con Bologna che difende bene e stavolta Soglia ha la meglio contro Lazzaretto, 18-21 e time-out per Di Pinto; accorciano i padroni di casa, Sanfilippo a muro fa 22-24, chiude Margutti. Riparte forte la Med Store Tunit, decisa e aggressiva, impone ritmi alti agli avversari ed è insuperabile a muro, 1-6 e time-out per i rossoblù. Asti prova a scuotere i suoi con i cambi ma i biancorossi allungano 4-10; nonostante il vantaggio per Macerata la partita resta combattuta, i padroni di casa danno battaglia: lungo scambio che vede però vincitori gli ospiti grazie al recupero in extremis di Margutti, con Bologna che contrattacca ma sbatte su Pasquali, 7-15. Buona serie in battuta di Bonatesta che permette ai rossoblù di accorciare ma la spezza Sanfilippo, 12-22; Macerata trova il 14-24 poi Bologna accorcia 18-24, decide la battuta out di Soglia e la Med Store Tunit va avanti nei set. Non cambia il copione al riprendere della gara, biancorossi avanti, Margutti buca il muro per il 4-8, quindi nuovo tentativo di recupero di Bologna che accorcia; ci pensa Scita a ristabilire il vantaggio, 6-10. Lunghissimo scambio e dopo un difficile recupero biancorosso Spagnol trova il tocco vincente, 9-14, Macerata riprende però subito a macinare punti e allunga 12-19, ancora decisivo il muro. Finale ben gestito dai biancorossi, con Lazzaretto, Scita e un paio di errori di Bologna che valgono i punti della vittoria, 17-25.
    Il tabellino:
    GEETIT BOLOGNA 1
    MED STORE TUNIT MACERATA 3
    PARZIALI: 25-22, 23-25, 18-25, 17-25.
    Durata set: 27’, 28’, 25’, 25’. Totale: 105’.
    GEETIT BOLOGNA: Bosso 9, Soglia 7, Maretti 8, Bonatesta 5, Cogliati 1, Ghezzi, Faiulli 1, Zappalà, Marcoionni 9, Spagnol 15, Dalmonte 1, Trigari 2. NE: Venturi, Meer, Faggiano, Conci, Faiella. Allenatore: Asta.
    MED STORE TUNIT MACERATA: Pasquali 9, Longo 5, Sctia 9, Margutti 6, Sanfilippo 9, Scrollavezza, Lazzaretto 25, Gabbanelli. NE: Del Grosso, Ferri, Facchi, Ravellino, Robbiati. Allenatore: Di Pinto.
    ARBITRI: Clemente e Selmi. LEGGI TUTTO

  • in

    Tunit Macerata, Sanfilippo: “A Bologna ripartiamo dalla grinta dimostrata a Grottazzolina”

    Di Redazione Per l’ottava giornata di Serie A3 Girone Bianco la Med Store Tunit Macerata è attesa al PalaDozza, ospite della Geetit Bologna. La squadra di casa è una neopromossa e al momento occupa l’undicesima posizione in classifica; arriva da tre sconfitte consecutive, l’ultima in trasferta contro la Sol Lucernari Montecchio Maggiore. Bologna non va però sottovalutata, la Med Store Tunit vuole dare continuità alla grande vittoria nel derby contro Grottazzolina che ha rimesso in corsa i biancorossi, ora secondi in classifica a pari merito proprio con la Videx, ad un punto di distanza dalla capolista Abba Pineto. “Siamo contenti per la vittoria nel derby, abbiamo dato tutto”, racconta il centrale Gabriele Sanfilippo, “La sconfitta di Montecchio Maggiore ha sicuramente influito sulla prestazione di domenica scorsa, ha messo in mostra i nostri punti deboli e ci ha spinti ad un confronto. Dopo la partita abbiamo parlato a lungo, volevamo riscattarci subito e in settimana abbiamo lavorato con l’unico obiettivo di vincere contro Grottazzolina. Si è visto tutto in partita, la grinta che ci abbiamo messo, l’esserci aiutati sempre l’un l’altro, è stata una vittoria di squadra, ancora più importante viste le assenze di Ferri e Robbiati. Fondamentale anche il sostegno del Banca Macerata Forum che ci ha incitati per tutta la gara”. Proprio a causa del forfait di Robbiati ti ha aperto più spazio in partita, dove hai dimostrato quanto sei cresciuto in questi mesi di lavoro, “Mi fa molto piacere, non mi aspettavo di giocare anche perché Robbiati si è dovuto fermare proprio a ridosso della gara. Dopo nove mesi di assenza dal campo non era facile; in queste prime partite ho avuto modo di accumulare minuti di gioco importanti ma contro Grottazzolina è stata la partita in cui sono riuscito a dimostrare quanto ancora posso dare alla squadra. Spero di continuare così”. Ora la trasferta di Bologna, “Una partita da non sottovalutare. Non dobbiamo pensare che sono una neopromossa, hanno dimostrato di essere una squadra tosta, che può metterci in difficoltà. Daranno tutto contro di noi, dovremo essere attenti a non concedere in ricezione, anzi a chiudere subito la partita senza lasciargli spazio; dobbiamo ripartire dalla grinta messa in campo contro Grottazzolina”. La diretta di Geetit Bologna – Med Store Tunit Macerata sarà visibile sul sito legavolley.tv a partire dalle 18. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sanfilippo “Contro Grotta una vittoria di squadra, ora confermiamoci a Bologna”

    Per l’ottava giornata di Serie A3 Girone Bianco la Med Store Tunit Macerata è attesa al PalaDozza, ospite della Geetit Bologna. La squadra di casa è una neopromossa e al momento occupa l’undicesima posizione in classifica; arriva da tre sconfitte consecutive, l’ultima in trasferta contro la Sol Lucernari Montecchio Maggiore. Bologna non va però sottovalutata, la Med Store Tunit vuole dare continuità alla grande vittoria nel derby contro Grottazzolina che ha rimesso in corsa i biancorossi, ora secondi in classifica a pari merito proprio con la Videx, ad un punto di distanza dalla capolista Abba Pineto.
    “Siamo contenti per la vittoria nel derby, abbiamo dato tutto”, racconta il centrale Gabriele Sanfilippo, “La sconfitta di Montecchio Maggiore ha sicuramente influito sulla prestazione di domenica scorsa, ha messo in mostra i nostri punti deboli e ci ha spinti ad un confronto. Dopo la partita abbiamo parlato a lungo, volevamo riscattarci subito e in settimana abbiamo lavorato con l’unico obiettivo di vincere contro Grottazzolina. Si è visto tutto in partita, la grinta che ci abbiamo messo, l’esserci aiutati sempre l’un l’altro, è stata una vittoria di squadra, ancora più importante viste le assenze di Ferri e Robbiati. Fondamentale anche il sostegno del Banca Macerata Forum che ci ha incitati per tutta la gara”. Proprio a causa del forfait di Robbiati ti ha aperto più spazio in partita, dove hai dimostrato quanto sei cresciuto in questi mesi di lavoro, “Mi fa molto piacere, non mi aspettavo di giocare anche perché Robbiati si è dovuto fermare proprio a ridosso della gara. Dopo nove mesi di assenza dal campo non era facile; in queste prime partite ho avuto modo di accumulare minuti di gioco importanti ma contro Grottazzolina è stata la partita in cui sono riuscito a dimostrare quanto ancora posso dare alla squadra. Spero di continuare così”. Ora la trasferta di Bologna, “Una partita da non sottovalutare. Non dobbiamo pensare che sono una neopromossa, hanno dimostrato di essere una squadra tosta, che può metterci in difficoltà. Daranno tutto contro di noi, dovremo essere attenti a non concedere in ricezione, anzi a chiudere subito la partita senza lasciargli spazio; dobbiamo ripartire dalla grinta messa in campo contro Grottazzolina”.
    La diretta di Geetit Bologna – Med Store Tunit Macerata sarà visibile sul sito legavolley.tv a partire dalle 18. LEGGI TUTTO

  • in

    Macerata interrompe l’imbattibilità di Grottazzolina in tre set

    Di Redazione Si ferma a sei gare consecutive la striscia di imbattibilità di Grottazzolina. Sul parquet del Banca Macerata Forum Vecchi e compagni si arrendono dopo 75 minuti di gioco alla Med Store Tunit, profetiche le parole della vigilia dell’ex di turno Gabbanelli: i dettagli hanno fatto la differenza. Coach Ortenzi schiera Marchiani-Giacomini, Vecchi e Mandolini laterali, Cubito e Focosi al centro e Romiti libero. Di Pinto risponde con Longo-Dennis, Margutti e Lazzaretto in attacco, Pasquali e Sanfilippo al centro e Gabbanelli libero. Equilibrio in apertura di match con il break di Margutti ad armare il braccio caldo di Dennis per il vantaggio locale (7-6). Macerata commette qualche errore di troppo al servizio e Grottazzolina ne approfitta per tenere il passo con Cubito (11 pari). In fase centrale arriva il primo strappo della partita che fa pendere l’ago della bilancia in favore dei locali, ancora protagonista Margutti al servizio che dà il là a cinque segnature consecutive: apre Sanfilippo, tre volte Dennis ed ace dello stesso Margutti (18-12). Capitan Vecchi prova a scuotere i suoi col primo squillo dai nove metri ma Macerata continua a spingere e con la pipe di Lazzaretto si porta sul 23-18. Gli errori di Cubito prima e Focosi poi fanno il resto (25-19). Macerata ancora avanti nel secondo parziale. Lazzaretto conquista il doppio vantaggio ma l’ace di Giacomini vale il pari (6-6). La gara procede senza esclusione di colpi, Dennis si erge a muro su Vecchi ma Mandolini colpisce in parallela e riporta avanti i suoi (11-12). L’equilibrio fa da padrone per l’intera fase centrale fino a quando Dennis prende per mano i suoi e traccia ancora una volta il solco decisivo (22-20). La Videx manca di lucidità e Macerata ne approfitta per fare suo anche il secondo set con un comodo 25-21. La gara si fa in salita. Gli ospiti non riescono ad entrare in partita col servizio e soffrono anche a muro contro un Dennis in grande spolvero (23 punti che lo fanno top scorer del match). E’ proprio il capitano maceratese a colpire in parallela facendo meglio di Mandolini il cui attacco fuori-misura  apre all’ennesimo allungo di marca locale.  Longo è incisivo dai nove metri e Sanfilippo lo imita con l’ace che vale il momentaneo 13-6. La Videx arranca, fatica a gestire la difficoltà del momento mentre Macerata continua a spingere a testa bassa (19-14). I padroni di casa riescono a gestire senza troppi patemi fino al diagonale di Lazzaretto che consegna nelle mani dei suoi ben 6 palle match. Il canto del cigno di Grottazzolina arriva a stretto giro di posta quando capitan Vecchi approfitta del break di Cascio e con la forza della disperazione dimezza lo svantaggio rendendo meno severo il punteggio. Cala il sipario sul match quando Cascio fallisce dai nove metri consegnando tre punti meritati alla formazione padrona di casa. IL TABELLINO MED STORE TUNIT MACERATA – VIDEX GROTTAZZOLINA 3 – 0 (25-19, 25-21, 25-21) Med Store Tunit Macerata: Pasquali 4, Longo 1, Del Grosso (L2) ne, Scita, Dennis 23, Margutti 6, Ferri ne, Sanfilippo 5, Scrollavezza, Lazzaretto 11, Facchi ne, Ravellino ne, Gabbanelli (L1), Robbiati ne. All: Di Pinto; Videx Grottazzolina: Giacomini 5, Cubito 4, Vecchi 15, Focosi 1, Pison, Cascio 2, Nielsen ne, Lanciani, Mandolini 16, Perini ne, Marchiani, Mercuri (L2) ne, Romiti R. (L1). All. Ortenzi; ARBITRI: Laghi – Turtù; (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO