consigliato per te

  • in

    Casarano è più forte degli acciacchi, a Palmi non basta Stabrawa

    Di Redazione

    Alla vigilia della sfida interna con l’Omifer Palmi si sapeva che solo una prova di carattere e di orgoglio avrebbe permesso alla Leo Shoes Casarano di provare ad interrompere la serie negativa, che sembrava destinata a proseguire soprattutto considerando le molteplici defezioni di una settimana caratterizzata da difficoltà e sfortune. I rossoazzurri, hanno sfoderato una prestazione di grande maturità che ha consentito loro di portare a casa una vittoria dal peso specifico rilevante, nonostante l’uscita dal campo di Cianciotta nel finale per un problema alla caviglia. Casarano si porta così a soli due punti da Palmi in classifica, avendo però disputato una partita in meno.

    La cronaca:L’inizio del match è di marca ospite: trascinati dal polacco Stabrawa, i calabresi si portano subito avanti conducendo le danze. Un break di 6 punti spezza il predominio ospite e lancia i rossoazzurri verso la conquista del primo set grazie agli attacchi vincenti di Marzolla e Cianciotta, ma soprattutto grazie ad ottime percentuali a muro (25-19).

    Ingranata la marcia giusta, i ragazzi di coach Licchelli spingono forte anche nel set successivo. Palmi tenta di rimanere agganciato al match ma gli attaccanti calabresi trovano una Leo Shoes perfetta nella correlazione muro-difesa ed efficace in attacco grazie ai suoi martelli in giornata di grazia. Con il punteggio di 25-21 i padroni di casa si portano sul doppio vantaggio.

    Leo Shoes che continua a macinare gioco e punti anche nel parziale successivo. Palmi tenta il tutto per tutto e Marsili si affida soprattutto ai suoi centrali. I rossoazzurri acquisiscono un piccolo vantaggio che i calabresi puntualmente annullano. Si arriva alle fasi decisive in assoluta parità: esce Cianciotta per un problema alla caviglia ed il suo sostituto Guadagnini si erge a protagonista, firmando gli ultimi due punti che consegnano set e match ai padroni di casa tra gli applausi meritati del pubblico.

    Leo Shoes Casarano-OmiFer Palmi 3-0 (25-19, 25-21, 25-22)Leo Shoes Casarano: Fanizza 3, Cianciotta 17, Peluso 6, Marzolla 16, Ciupa 7, Matani 4, Prosperi Turri (L), Moschese 1, Guadagnini 2. N.E. Urso, Floris, Ulisse, Rampazzo. All. Licchelli. OmiFer Palmi: Marsili 3, Marinelli 9, Rau 7, Stabrawa 13, Carbone 4, Gitto 11, Cappio (L), Peripolli 1, D’Amato 0, Pellegrino 0. N.E. De Santis, Ferraccù, Miscione. All. Radici. Arbitri: Colucci, Di Bari. Note: Durata set: 26′, 30′, 35′; tot: 91′.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Positività al Covid a Casarano: rinviata la sfida con Napoli

    Di Redazione

    La Lega Pallavolo Serie A ha disposto il rinvio a data da destinarsi della partita del Girone Blu di Serie A3 tra QuantWare Napoli e Leo Shoes Casarano, valida per la quarta giornata di ritorno, che si sarebbe dovuta disputare domenica 22 gennaio. La causa del rinvio è la positività al Covid-19 di più di tre atleti della squadra salentina.

    Per Napoli si tratta del secondo rinvio in poche settimane, sempre a causa dei contagi nella squadra avversaria: la formazione partenopea, infatti, doveva già recuperare la partita contro la SSD Sabaudia.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ortona concede il primo set a Casarano, poi fa sua la gara

    Di Redazione

    I Ragazzi della Sieco Impavida Ortona salgono sul pullman, direzione Abruzzo con tre pesantissimi punti in saccoccia. Quelle di Nunzio Lanci della vigilia non erano affatto frasi di circostanza. Spuntarla contro il Casarano sarebbe stato difficile e il campo ha confermato le previsioni. Quella che onestamente era impossibile da prevedere è stata la Partenza horror dei ragazzi Impavidi che incappano subito nella temibile fase muro/difesa dei padroni di casa. Al contrario la Sieco risulta fallosa e distratta lasciando campo libero e gioco facile agli avversari. Senza nulla togliere agli avversari, però, la Sieco non è quella vista nel primo parziale. Infatti è di tutt’altro spessore è la squadra scesa in campo nel secondo set. Il servizio degli ortonesi comincia ad impensierire un bel po’ la ricezione dei padroni di casa, che nonostante questo rimane eccezionale.

    Ci pensano Bertoli e Bulfon a dare quella spinta in più che riporterà la gara in equilibrio sul set pari. Costante la crescita del sestetto abruzzese che a mano a mano che la gara si sviluppa, registra tutti i suoi fondamentali. Cresce il muro, cresce la difesa e la ricostruzione diventa efficace. Ferrato non ha che l’imbarazzo della scelta anche se alla fine il più prolifico risulterà Matteo Bertoli. Qualche brivido nel finale di gara quando la Leo Shoes aumenta il ritmo nella disperato tentativo di portare la partita ai vantaggi. Quasi ci riesce se non fosse che gli abruzzesi si sono lasciati la fase apatica al primo set. Ortona stringe i denti e risponde colpo su colpo agli affondi dei padroni di casa dando vita ad un finale incerto ed emozionante. Ci penseranno Marshall prima, che con la sua Pipe distanzia di due punti gli avversari e Bulfon poi, che chiude set e match con il suo muro.

    Un’ottima prova corale per una Sieco che prosegue l’inseguimento alla capolista Catania ancora vincente in casa contro Palmi. Da segnalare un problema muscolare al quadricipite per il centrale Tommaso Fabi costretto a lasciare il posto a Iorno alla fine del primo set.  

    IN BREVE

    I padroni di casa mettono in mostra sin dal primo set quella che è la loro specialità: la difesa. Bravi gli atleti di Casarano a capitalizzare poi il lavoro fatto in copertura. Sieco pressoché inesistente che soffre molto in ricezione subendo presto un pesante passivo di sette punti. La Sieco prova a tenere il passo degli avversari ma ormai il distacco è troppo ampio. Il muro degli abruzzesi non sembra essere pervenuto e la Leo Shoes Casarano ha gioco facile nella gestione di gioco che la porterà a mettere in tasca il primo set.

    Nel secondo set il piglio della Sieco sembra essere differente, con Iorno dentro al posto di Fabi. Due errori della Leo Shoes favoriscono gli abruzzesi che si trovano da subito a poter gestire un vantaggio di quattro punti. Si scuotono i padroni di casa che riprendono a far male al servizio e a chiudere tutti gli spazi agli attacchi ortonesi. Il vantaggio ortonese dura poco e da un 2-7 si arriva al nove pari. Ci pensa Bertoli a far respirare i suoi con un buonissimo turno al servizio aiuta i compagni a ristabilire un margine di quattro punti quando si è da poco superata la metà del secondo parziale. Continua Bertoli a dare spettacolo. Lo schiacciatore ortonese prende la squadra per mano e la conduce al pareggio.

    Terzo Set che parte con la SIECO in vantaggio ma che subisce il veemente ritorno dei padroni di casa pronti a ricucire uno strappo di quattro punti. Lanci predica calma e i suoi lo ascoltano. Bertoli tira forte dai nove metri e Arienti blocca il passaggio con il suo muro. Nel contempo cala un po’ anche la qualità della Leo Shoes che subisce il ritorno della SIECO. Bravi i ragazzi di Coach Lanci a rimanere calmi e gestire un importante vantaggio che porterà ad un altrettanto importante vittoria di set.

    Buono anche l’avvio di Quarto Set per Ortona che registra il muro e limita l’efficienza dei martelli pugliesi. Arriva però un ritorno di fiamma dei pugliesi che riesce a ribaltare la situazione. La partita torna ad essere viva. I padroni di casa ci credono e Ortona torna in difficoltà. È ancora una volta il servizio l’arma in più di Ortona che tiene botta e gioca un entusiasmante punto a punto con gli avversari.

    PUNTO A PUNTO

    PRIMO SET. Coach Lanci arruola Leonardo Ferrato palleggiatore e Andrea Bulfon Opposto. Al centro si preparano Tommaso Fabi e Alessandro Arienti mentre la coppia degli schiacciatori è la solita formata da Matteo Bertoli e da Capitan Leonel Marshall. Libero Benedicenti. I Padroni di casa saranno invece in campo con Fanizza palleggiatore e Marzolla opposto. Matani e Peluso sono i centrali mentre schiacciatori di banda Chupa e Cianciotta. Libero Prosperi.

    Si parte con la SIECO al servizio. Fabi impensierisce subito la ricezione ma l’attacco del Casarano è potente 1-0. Il primo punto per la SIECO è di Bulfon che poi va subito al servizio. Fuori il servizio di Cianciotta e poco dopo Marshall lo imita 3-2. La Leo Shoes tiene bene l’attacco di Bulfon e sulla ricostruzione trova il punto break 4-2. Muro di Bertoli 4-3. Ace di Marzolla 6-3. La diagonale di Cianciotta è buona 8-4. Fischiato un fallo a Ferrato 10-5. Fuori la schiacciata di Bulfon 11-5. Benedicenti lascia cadere la palla ma valuta male ed è ace 13-5. Fuori la schiacciata di Marzolla 13-8. Fuori il servizio di Fabi 14-8. Ancora un ACE di Cianciotta 16-9. Stavolta Bulfon passa di prepotenza 16-10. Bella botta di Bertoli per il 17-11. Bulfon trova un mani-fuori 20-14. Cianciotta tira un colpo in diagonale che Benedicenti non riesce a trattenere 21-15. Bulfon trova la diagonale giusta 23-17. Lo stesso opposto ortonese sbaglia il servizio e regala il primo di tanti set-ball 24-17. Una free-ball che Arienti decide di attaccare di prima intenzione ma la palla finisce abbondantemente fuori. Il set si chiude 25-18.

    SECONDO SET. Al servizio, per gli avversari c’è la Leo Shoes ma il primo punto è di Iorno, che ha preso il posto di Fabi 0-1. Marshall non riesce a tenere l’attacco di Marshall 0-2. Fuori l’attacco di Panizza 0-3. Ancora un errore in attacco per Casarano 0-4. Marzolla riesce ad addomesticare una difficile palla filo rete e guadagna il primo punto 1-4. Marshall vola in cielo e attacca per l’1-6. Doppia palla fischiata a Chupa 1-7. Bulfon sbaglia il servizio 2-7. Murato Bertoli 5-8. Marzolla sbaglia il servizio 6-9. La Pipe di Marzolla regala il punto dell’8-9. Marshall schiaccia fuori 9-9. Il muro tocca l’attacco di Bertoli 9-11. Lungo il servizio di Matani 10-12. Ace di Bertoli 10-13. Fuori l’attacco di Cianciotta 10-14. Sul nastro il servizio di Iorno 12-15. Passa Cianciotta 14-16. Fuori la diagonale di Chupa 14-17. Bertoli blocca la strada col suo muro 14-18. Arienti per il 16-19. Bertoli la piazza bene 16-20. Buon momento anche per Bulfon che con una doppietta porta i suoi al set point 16-24. Ace di Chupa 19-24. L’ultimo punto del set è di Iorno 19-25.

    TERZO SET. Serve Bertoli e Fanizza fa invasione 0-1. Palleggia Marshall e Bertoli dalla seconda linea fa 0-3. Forte sulla linea di fondo Bulfon 2-5. Chupa trova il mani fuori del 5-6. Ace di Bertoli 7-10. Incontenibile la Pipe di Bertoli 9-12. Chupa murato da Arienti 9-14. Invasione fischiata a Marshall 11-14. Ferrato di prima intenzione inganna la Leo Shoes col suo secondo tocco 12-15. Sul nastro il servizio di Simone Marzolla 13-17. Muro di Bertoli 14-18. Muro di Iorno 15-20. Bulfon trova il punto numero 23. Marzolla serve sul nastro ed è ancora set-point per Ortona 19-24. Ancora un’iniziativa di Ferrato che chiude il set con un secondo tocco 20-25.

    QUARTO SET. Tocca alla Leo Shoes servire con Cianciotta. Fuori l’attacco della Leo Shoes 0-1. Arienti ferma a muro Peluso 0-2. Ancora un muro per Ortona 0-3. Fischiato un fallo di doppia a Bulfon 2-4. Buon punto di Cianciotta, Benedicenti non riesce a trattenere 5-6. Fuori la diagonale di Bulfon, i padroni di casa trovano il pareggio 7-7. Fuori l’attacco di Marshall 9-7. Muro di Arienti su Chupa 12-11. Fuori l’attacco di Matani 14-14. Fischiata doppia a Cianciotta 14-15. Muro di Ferrato 15-16. Bulfon trova una piazzata che vale il 18-19. Marshall con la sua Pipe conquista un punto break 19-21. A terra l’attacco di Bertoli 21-23. Bertoli ancora per il match point 22-24. Muro di Bulfon e fine dei giochi 22-25.

    Nunzio Lanci: “Casarano è partita fortissimo mettendoci in difficoltà. Un primo set nel quale gli avversari hanno giocato ad un livello altissimo sbagliando per giunta poco o niente. Poi, piano piano siamo stati bravi a venire fuori riuscendo a rimanere attaccati alla partita. Peccato per Fabi che ha avvertito un dolore al quadricipite. Domani cominceremo a muoverci per stabilire meglio l’entità dell’infortunio“.

    Matteo Bertoli: “Un primo set giocato molto bene dai nostri avversari. Di certo non siamo entrati in campo con la giusta concentrazione ma Casarano ha strameritato di vincere il set.  Grande reazione di squadra a partire dal secondo set che ci ha permesso di traghettare in porto una gara molto difficile contro una squadra di giovani molto promettenti“.

    Leo Shoes Casarano – SIECO SERVICE IMPAVIDA ORTONA 1-3 (25-18, 19-25, 20-25, 22-25)Sieco Ortona: Fabi 2, Vindice n.e., Bertoli 19, Benedicenti L. pos: 57% perf: 20%, Iorno 6, Marshall 14, Di Tullio n.e., Bulfon 16, Arienti 10, Ferrato 1, Pollicino n.e., Palmigiani n.e. Coach: Nunzio Lanci e Vice: Di Pietro LucaLeo Shoes Casarano: Moschese 2, Urso n.e., Peluso 3, Floris, Marzolla 30, Guadagnini n.e., Rampazzo, Ulisse 1, Chupa 12, Fanizza, Prosperi pos: 71% perf: 36%, Cianciotta 13, Matani 3. Coach: Licchelli Fabrizio e Vice: Cozzetto Fabio.Arbitri: Matteo Talento (Lucca) e Autuori Enrico (Salerno)Note: Muri Punto: Ortona 12, Casarano 3 Errori Al Servizio: Ortona 12, Casarano 13 Aces: Ortona 3, Casarano 4. Ricezione: Ortona pos: 59%, perf: 18%. Casarano pos: 65% perf: 34% Attacco: Ortona 52%, Casarano 44%

    (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Ortona, a Casarano la seconda insidiosa trasferta dell’anno

    Di Redazione

    Seconda trasferta consecutiva per la SIECO Service Impavida Ortona che sarà di scena nell’insidioso campo di Cutrofiano (Le) per affrontare la locale formazione della Leo Shoes Casarano.

    I pugliesi, con i loro 24 punti, sono la quinta forza del campionato e sono in piena lotta con un gruppetto di squadre formato da Tuscania, Palmi e Bari per acciuffare l’ultimo gradino del podio prima della fine di questa Regular Season.

    All’andata gli Impavidi si imposero in rimonta per tre set ad uno dopo che gli ospiti si erano aggiudicati il primo parziale. La grinta e l’esperienza degli ortonesi erano servite alla fine per avere la meglio su un sestetto, quello di Casarano, ottimo soprattutto nella cruciale fase di difesa/ricostruzione. Da allora, però, di acqua sotto i ponti ne è passata davvero parecchia. La SIECO ha conquistato nove vittorie consecutive (contando che il recupero della quinta giornata contro Marcianise si è disputato a fine novembre) dimostrano una straordinaria crescita nella qualità di gioco.

    Nonostante l’evidente miglioramento del sestetto ortonese, Coach Nunzio Lanci rimane con i piedi per terra e si prepara alla sfida di Cutrofiano con il suo cavallo di battaglia: “Lo dico sempre e lo ripeto anche oggi: dobbiamo avere rispetto di tutti ma paura di nessuno. Mi aspetto una gara tosta ma equilibrata, contro una squadra giovane e con tanta voglia di raggiungere un piazzamento importante in ottica play-off. All’andata Casarano ci ha dimostrato tutto il loro valore e ora saranno pronti a vendicare la sconfitta in casa loro. D’altro canto anche il nostro gioco ad oggi è molto più sciolto ed incisivo. Siamo diventati più cinici e abbiamo diminuito di gran lunga errori e distrazioni. Sarà una partita senza alcun dubbio impegnativa per noi, tutt’altro che una passeggiata, ma certamente siamo un sestetto in un certo senso differente da quello dell’andata. Fermarci sarà dura per chiunque”.

    L’orario di inizio slitta di un ora. Si comincerà quindi alle ore 19.00 quando i signori Matteo Talento (Lucca) e Autuori Enrico (Salerno) daranno il via alle ostilità. Sarà come sempre possibile seguire la diretta della gara su www.impavidapallavolo.it

    (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Casarano KO anche ad Aversa, è il terzo stop di fila

    Di Redazione

    Prosegue il periodo negativo in casa Leo Shoes Casarano che in quel di Aversa incappa nella terza sconfitta consecutiva cedendo le armi ad una formazione di casa più determinata, più cinica nei momenti cruciali quando ha fatto valere la maggior esperienza ed il miglior tasso tecnico del roster.

    Tra i ragazzi di coach Licchelli tante recriminazioni per una prestazione di certo non brillante, con sbavature e disattenzioni che hanno pregiudicato la possibilità di portare via da Aversa punti importanti e soprattutto di approfittare dell’assenza pesante tra le fila dei padroni di casa dell’opposto Argenta.

    Cronaca.L’importanza della sfida e dei punti in palio si fanno sentire sin da subito; il primo set è vietato ai deboli di cuore: ci vogliono oltre 35 minuti per decretare il vantaggio normanno concretizzatosi con il punteggio di 32-30 e soprattutto dopo che la Leo Shoes ha sprecato ben cinque set ball non riuscendo a contenere le giocate al centro di Diana e Marra.

    Il parziale successivo lascia intravedere la reazione degli ospiti ma si tratta di un fuoco di paglia: lo schiacciatore bulgaro di casa Lyutskanov si porta al servizio sul punteggio di 6-10 in favore dei rossoazzurri e ribalta l’andamento del parziale con un incredibile break di otto punti che stordiscono Peluso e compagni incapaci di avere una reazione degna di nota. Aversa si porta cosi sul 2-0 conquistando il secondo set con il punteggio di 25-16.

    Il terzo parziale è molto simile al primo: Aversa si affida agli attaccanti di posto quattro che tanto male fanno agli ospiti, mentre i rossoazzurri trovano nuova linfa che gli permette di essere meno fallosi e più efficaci. Un mani-out del polacco Ciupa segna il 23-25 in favore della Leo Shoes che accorcia le distanze.

    La contesa sembra potersi riaprire ma così non è: i ragazzi di Licchelli sono incapaci a dare continuità e partono subito male nel set che avrebbe potuto rimandare tutto al tie-break. Aversa amministra con facilità il vantaggio e chiude set e match in proprio favore (25-21) senza che la Leo Shoes riesca ad impensierire gli avversari.

    Wow Green House Aversa – Leo Shoes Casarano 3-1 (32-30, 25-16, 23-25, 25-21)Wow Green House Aversa: Pistolesi 2, Lyutskanov 33, Marra 9, Pietronorio 9, Gasparini 16, Diana 8, Iannaccone 2, Fortunato (L), Argenta 0. N.E. Di Meo, Ricci Maccarini, Barretta, Gatto, Pasquali. All. Falabella.Leo Shoes Casarano: Fanizza 0, Cianciotta 19, Peluso 3, Marzolla 18, Ciupa 18, Matani 6, Prosperi Turri (L), Rampazzo 0, Ulisse 1, Guadagnini 0, Floris 1, Moschese 6. N.E. De Micheli. All. Licchelli.Arbitri: De Sensi, Capolongo. Note – durata set: 42′, 30′, 35′, 31′; tot: 138′.

    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Dopo nove vittorie Catania si ferma: è Casarano a imporle lo stop

    Foto Casarano Volley Di Redazione Si interrompe dopo nove vittorie di fila la striscia positiva della Farmitalia Catania: a fermare gli etnei è la lanciatissima Leo Shoes Casarano, che sale così in terza posizione nel Girone Blu. Una partita dai due volti per la Farmitalia, perfetta nei primi due set, altalenante nei successivi tre, al […] LEGGI TUTTO