consigliato per te

  • in

    Busto ‘promossa’ in Cev Cup, il presidente Pirola: “Decisione che premia la nostra storia”

    Di Redazione E’ ancora fresca la notizia dell’inclusione della UYBA Volley nell’elenco delle squadre che parteciperanno alla CEV Cup 2023, una comunicazione quasi inaspettata ed accolta con grande soddisfazione dalla società e dai tifosi di Busto Arsizio. Per le farfalle sarà l’ottava partecipazione alla seconda manifestazione continentale, già vinta in tre occasioni: nel 2010, nel 2012 e nel 2019. Il commento del Presidente Giuseppe Pirola (nella foto con il Trofeo vinto nel 2019): “La comunicazione della CEV è giunta sì in maniera quasi inaspettata, ma premia la nostra storia all’interno delle competizioni europee e di conseguenza del nostro ranking internazionale. Avremmo partecipato con grande onore anche alla Challenge Cup, la terza per importanza e ancora per noi inesplorata, ma naturalmente riconosciamo nella CEV Cup un maggior pregio e dunque accogliamo la notizia con grande soddisfazione”. “Anche questa edizione vedrà la partecipazione di squadre importanti, ma siamo orgogliosi della rosa che abbiamo costruito e siamo sicuri che potrà farsi valere su tutti i campi grazie all’entusiasmo delle giovani e all’esperienza di chi le competizioni internazionali le conosce bene e le ha giocate da protagonista come Carli Lloyd, Rossella Olivotto e Rosamaria Montibeller. Abbiamo un conto in sospeso con la CEV Cup, in quanto la precoce eliminazione della scorsa stagione non ci è ancora andata giù. Sarà un motivo in più per presentarci ancora più determinati”. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Musso firma fino al 2024: “UYBA, la società migliore in cui lavorare e crescere”

    Di Redazione La UYBA Volley è già nel futuro: arriva oggi, nel pieno della stagione, la riconferma per altre due stagioni del tecnico Marco Musso che sarà dunque sulla panchina delle farfalle fino al 2024. Con ampio anticipo rispetto al termine del campionato, la società del presidente Giuseppe Pirola posa dunque la prima pietra del nuovo corso, confermando la fiducia nel suo coach, subentrato a Marco Fenoglio nel dicembre 2020 e capace di un fenomenale cambio di passo che ha portato la squadra al terzo posto in Champions League e a centrare il quarto posto in Italia. Non solo: Marco Musso sta confermando anche in questa stagione di essere l’uomo giusto al posto giusto, come dimostrano il raggiungimento delle Finali di Coppa Italia, l’attuale quarto posto in classifica della UYBA, la crescita del gruppo e la capacità di lottare anche contro le squadre “top spender”. Nato a Chieri l’1 settembre 1986 lega la sua carriera a Busto Arsizio dal 2008 come addetto statistiche di Carlo Parisi. Ricoprirà questo incarico fino al 2013/2014. Dalla stagione successiva sarà vice allenatore e accompagnerà anche gli head coach Marco Mencarelli, Stefano Lavarini e Marco Fenoglio. Da dicembre 2020 la panchina è sua. Con la società biancorossa ha vinto tutto: uno scudetto, una Coppa Italia, una Supercoppa Italiana, 3 CEV Cup, centrando anche due terzi posti e un secondo posto in Champions. Così il Presidente Giuseppe Pirola: “Marco Musso è la nostra sicurezza per il futuro: è cresciuto insieme a noi ed è esploso al momento giusto; se qualcuno poteva dubitare delle sue qualità e attribuire alla fortuna gli incredibili risultati della scorsa stagione, credo che in questa prima metà del 2021/22 si sia dovuto ampiamente ricredere: Marco si conferma capace di tirare sempre fuori il meglio dalle sue atlete e nonostante la giovane età si dimostra sempre molto ponderato nelle sue scelte. E’ anche molto amato dai tifosi che lo sentono uno di loro e questo credo sia un ulteriore plus. Non si tratta di una riconferma scontata: quanto di buono fatto negli anni fa sì che il mercato guardi anche a lui. Lo ringrazio dunque per aver accettato di proseguire la sua storia insieme a noi“. Le parole di Marco Musso: “Con la società ci eravamo detti che attorno a Natale avremmo iniziato a parlare di futuro e così è stato. Non ho pensato due volte ad accettare la proposta del Presidente Pirola, sono sicuro che la UYBA sia sempre la società migliore in cui lavorare e in cui crescere. Sento che sto crescendo, e con me la squadra. C’è un rapporto di totale fiducia da una parte e dall’altra, per cui sono orgogliosissimo di continuare il mio percorso qui e provare ancora una volta a ripagare società e tifosi“. (fonte: Comunicato Stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Mondiale per Club, Pirola: “La meritocrazia deve prevalere”

    Di Redazione Sono giorni di fervida attesa in casa UYBA Volley per conoscere la decisione finale della FIVB sulla scelta dell’ottava squadra che parteciperà al Mondiale per Club in programma tra il 14 e il 19 dicembre ad Ankara. Alle già sicure Conegliano, VakifBank, Fenerbahçe (con wild-card), Minas e Praia Clube (Campionato Sudamericano per Club) si aggiungeranno le due finaliste del Campionato Asiatico per club (ancora da disputare) e la terza classificata della Champions League, una tra Unet e-work Busto Arsizio e Igor Gorgonzola Novara. Una decisione, quest’ultima, resa difficile dal fatto che non esistono criteri ufficiali per assegnare il terzo posto nella massima competizione europea. Le farfalle sperano, come confermano le parole del presidente Giuseppe Pirola: “Il Mondiale per Club per la UYBA Volley sarebbe il coronamento di una splendida stagione, contraddistinta da mille difficoltà ma anche da grandi risultati sportivi. Non solo: sarebbe un premio per un percorso iniziato qualche anno fa, un cammino che ci ha riportati ad essere protagonisti in Europa fino alla vittoria della CEV Cup e l’anno scorso a combattere fino alla semifinale di Champions; con una vittoria strepitosa in casa della corazzata turca Vakifbank abbiamo sognato e, di fatto, sfiorato la finale“. “Non si è ancora deciso il criterio che stabilirà chi tra noi e Novara ha conquistato il terzo posto – continua Pirola – ma in ogni caso io sono molto sereno. Credo che la meritocrazia debba prevalere: è vero che entrambe le formazioni sono arrivate terze perché non c’è stata la “finalina”, ma la UYBA ha vinto una gara di semifinale su due, mentre Novara le ha perse entrambe. In ogni caso, qualsiasi decisione verrà presa sarà accettata con rispetto. Certo, se saremo chiamati a difendere i colori dell’Italia al Mondiale per Club saremo onorati e cercheremo di fare del nostro meglio nella massima competizione del pianeta: per noi, per i nostri tifosi e per la città di Busto Arsizio“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Giuseppe Pirola: “A queste condizioni non ha senso riaprire i palazzetti”

    Di Redazione È di forte attualità il dibattito sulla riapertura dei palazzetti dello sport per la prossima stagione, argomento reso ancora più vivo dall’introduzione del nuovo decreto “green pass” che entrerà in vigore dal 6 agosto. Le norme attuali prevedono per le regioni in zona bianca una capienza limitata al 50% per gli impianti all’aperto e al 25% per gli impianti al chiuso, con possibili ulteriori restrizioni in caso di passaggio in zona gialla. Sull’argomento è intervenuto il presidente della UYBA Volley Busto Arsizio Giuseppe Pirola: “Pur nel rispetto del lavoro delle istituzioni governative e del comitato tecnico scientifico, non posso essere felice per queste prime indicazioni sulle riaperture. Nel nostro caso specifico, la e-work arena, il 25% significherebbe avere a disposizione circa 1000 posti, che andrebbero però ulteriormente a diminuire per consentire il distanziamento tra le persone che, se confermato a 1 metro, è un parametro predominante rispetto alla percentuale sulla capienza totale. Per noi sarebbero circa 750 posti in totale, troppo pochi per poter pensare di predisporre una campagna di tesseramento stagionale, anche in considerazione del fatto che, come detto, in zona gialla si potrebbe scendere anche sotto questa soglia“. “In ogni caso con questi numeri – conclude Pirola – considerando i costi minimi di gestione del palazzetto nei giorni evento (elettricità, steward, vigili del fuoco ecc…), non possiamo pensare di aprire la e-work arena al pubblico, se non a fronte di una perdita economica che si andrebbe a sommare al drammatico mancato introito della scorsa stagione. Dipenderà anche dall’andamento del contagio, quindi inutile lanciarsi in azzardate e rischiose promesse ai tifosi: se potremo avere almeno 1000 posti apriremo le porte, ma vendendo di volta in volta biglietti a posto unico e prezzo fisso, se ne avremo meno saremo costretti a tenere chiuso“. Continua Paolo Ferrario, presidente di e-work Spa: “In una situazione di profonda incertezza come è quella attuale, queste sono le uniche soluzioni possibili che ci vengono in mente, anche se siamo al lavoro per cercare sempre il miglior compromesso. Confidiamo da parte delle istituzioni un chiarimento più puntuale su tutte le disposizioni di prevenzione da adottare, auspichiamo una indicazione chiara e definitiva sul numero di spettatori per gli eventi al chiuso che tenga conto delle prescrizioni di sicurezza sì, ma anche delle esigenze delle società sportive. Ingresso con green pass con doppia vaccinazione al 100%, oppure con l’attuale green pass al 50% della capienza totale: per noi queste sarebbero soluzioni accettabili per una programmazione seria e sostenibile, con almeno 2200 posti circa a disposizione“. La società bustocca attende dunque di conoscere le decisioni definitive del Governo per predisporre un piano di riapertura e comunicare i dettagli sulla vendita di biglietti e abbonamenti. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    L’UYBA saluta Christian Merati, responsabile della cantera bustocca

    Di Redazione E’ arrivato alla UYBA Volley nel 2016 e ha completamente ribaltato, in positivo, il settore giovanile biancorosso: Christian Merati, responsabile della cantera bustocca, lascia oggi l’incarico dopo 5 anni di lavoro fruttuoso e tanti traguardi raggiunti. Non stiamo parlando solo dei noti successi sportivi, culminati quest’anno con il raggiungimento dei titoli provinciali di Under 17 e 19 (quest’ultima incredibilmente quarta alle finali nazionali), ma anche di un impagabile contributo di impegno a tutto tondo, anche a supporto della prima squadra. Christian Merati ha posto le basi per il futuro del settore giovanile biancorosso, sviluppando in prima persona le intuizioni del presidente Giuseppe Pirola di allargare il raggio d’azione sul territorio con UYBA & Friends e di perseguire un progetto d’eccellenza sportiva con le affiliazioni UYBA & Friends Gold. Così il presidente Giuseppe Pirola: “Merati oggi saluta, ma non è un addio: i buoni rapporti stretti con tutti i componenti dello staff e della società, la sua capacità di sorridere sempre e di trovare sempre le parole giuste al momento giusto ci fanno dire: arrivederci Christian. Per me il settore giovanile è di vitale importanza e avere avuto al mio fianco un professionista come Merati è stato un enorme privilegio: come in ogni cosa parlano i risultati e Christian ne ha raggiunti parecchi. Auguro a lui e alla sua famiglia il meglio, sicuro che i nostri destini si incroceranno ancora“. Christian Merati: “Sono chiaramente dispiaciuto di andare via, ma sono molto felice per il lavoro di questi cinque anni. Voglio ringraziare tutte le persone di UYBA: il responsabile comunicazione Giorgio Ferrario, il fotografo Gabriele Alemani, Milvia Testa ed Elena Colombo, due donne fantastiche, Enzo Barbaro, un direttore generale di grande spessore e un amico speciale, tutto gli staff con cui ho avuto il privilegio di collaborare e per ultimo, certo non per importanza, il presidente Pirola: grazie Giuseppe per la fiducia che hai riposto in me e per la libertà di gestione lavorativa che mi hai concesso durante tutti i cinque anni. Sono fiero di aver fatto parte della famiglia UYBA, spero di aver dato almeno in minima parte quanto ho ricevuto, che è tantissimo, saluto e abbraccio tutti. Ci rivedremo presto, questa volta da avversari: sarà un po’ strano certo, ma va accettato: è normale che ogni tanto lo sport preveda anche questo“.  (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Busto Arsizio sfida il VDK Gent. Pirola: “Quest’anno ci sono molte squadre toste”

    Di Redazione Si sono svolti questo mezzogiorno a Lussemburgo i sorteggi dei 16esimi di finale della CEV Cup 2022. La UYBA inizierà il suo nuovo percorso europeo contro il VDK Bank Gent Dames: questo è infatti il nome uscito dall’estrazione odierna per le farfalle che hanno già vinto la manifestazione in tre occasioni (2010 – 2012 – 2019) e puntano dunque al poker. L’obiettivo non sarà banale perchè il livello del torneo è alto, con diverse squadre assai competitive, Eczacibasi Istanbul e Uralochka Ekaterinburg su tutte. Per i 16esimi di finali la gara di andata è prevista in Belgio tra il 16 e il 18 novembre, il ritorno tra il 23 e il 25 novembre alla e-work arena. Questo il commento a caldo del Presidente Giuseppe Pirola, arrivato oggi in diretta whatsapp durante “UYBA Mystery Room“, il programma settimanale biancorosso live su Instagram con ospiti a sorpresa e senza scaletta a cui oggi hanno partecipato anche Silvia Lotti e Christina Bauer (replica qui: https://www.instagram.com/p/CQiuXSqoqY7/): “Finalmente riassaporiamo aria di Coppa, il Gent è una buona squadra che abbiamo già incontrato un paio di volte, ottenendo sempre la vittoria: che questo sia di buon auspicio! Quest’anno nel lotto delle concorrenti ci sono molte squadre toste, compreso l’Eczacibasi Istanbul che richiama alla memoria le recenti incredibile battaglie di Champions. La UYBA è una squadra portata per l’Europa e anche questa stagione troveremo facilmente gli stimoli giusti per ben figurare“. (Fonte: comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Sospensione di due mesi per 5 consiglieri della Lega femminile

    Di Redazione Il Tribunale Federale della Fipav ha deliberato la sospensione per due mesi da ogni attività federale per cinque componenti del Consiglio di Amministrazione della Lega Pallavolo Serie A Femminile: si tratta di Emanuele Catania, Sandra Leoncini, Giuseppe Pirola, Carla Burato e Carmelo Borruto (che ha nel frattempo lasciato l’incarico). Nel mese di ottobre 2020, i cinque consiglieri erano stati deferiti dalla Procura Federale per aver determinato i criteri di ammissibilità ai campionati di Serie A1 e A2 in deroga rispetto alla normativa federale e a quella della stessa Lega. Gli incolpati avevano scelto due diverse linee difensive: i legali di Catania, Leoncini, Pirola e Borruto sostenevano la buona fede dei propri assistiti, ritenendo che avessero agito “nella convinzione che le deroghe al regolamento di ammissione ai campionati fossero già state discusse dal presidente Fabris in Consiglio Federale e che sarebbero state ratificate dalla Fipav secondo le procedure che erano state riferite“, e comunque “nella convinzione di non porsi in contrasto con gli orientamenti della Federazione, ma anzi di volersi uniformare ai suoi intenti a salvaguardia della possibilità di svolgimento dei campionati“. Secondo la difesa di Burato, invece, il CdA non avrebbe prevaricato i propri poteri, ma avrebbe correttamente “ritenuto di poter accordare specifiche deroghe, che, ben lungi dall’essere ‘imposte’ alla Federazione, ha chiesto al Consiglio Federale di ratificare, ferme restando le reciproche sfere di competenza“. Il giudice ha però ritenuto non condivisibile l’impostazione dell’avvocato: “Dalla lettura dei verbali risulta – si legge nella sentenza – che quanto deciso non fosse certo una proposta alla Federazione ma un atto di natura decisoria e dispositiva. Inequivocabili per il convincimento sono i termini usati, che non lasciano dubbio sulle reali intenzioni decisorie“. Inoltre, secondo il Tribunale, la linea di difesa degli altri incolpati “rende edotti della coscienza dell’antigiuridicità di quanto posto in essere dall’intero Consiglio“. (fonte: Federvolley.it) LEGGI TUTTO

  • in

    Leonardi: “Siamo tornate con la testa giusta”. Pirola: “Un miracolo sportivo”

    Di Redazione
    Gioia incontenibile per le farfalle della Unet E-Work Busto Arsizio dopo la qualificazione ai quarti di finale di Champions League: un traguardo storico e ottenuto in maniera insperata, se si pensa al travagliatissimo inizio di stagione delle biancorosse tra casi di Covid-19, infortuni e risultati negativi culminati nell’esonero dell’allenatore Marco Fenoglio.
    Proprio questo aspetto sottolinea a fine gara il presidente Giuseppe Pirola: “Questa squadra ha compiuto un vero e proprio miracolo sportivo, è completamente rinata, trasformata dopo le innumerevoli difficoltà di inizio anno. Siamo stati compatti nei momenti duri e ancora una volta abbiamo dimostrato come l’Europa sia nel nostro DNA. E’ una giornata emozionante per me, per tutto il team e lo staff, per i nostri tifosi, la città di Busto Arsizio e i nostri sponsor che voglio ancora ringraziare: in un anno complicato è stato un regalo poter dar loro grande visibilità grazie alle dirette televisive“.
    “Sono strafelice per questo passaggio di turno – aggiunge Giulia Leonardi – siamo venute qui con grande convinzione e abbiamo vinto tre partite su tre. Oggi un gioco meraviglioso, con uno splendido muro difesa. Abbiamo passato un momento difficile a dicembre, ma siamo tornate con la testa giusta: abbiamo dimostrato chi siamo e ci meritiamo questa qualificazione. Siamo cresciute enormemente in questo mese di gennaio“.
    Il tecnico Marco Musso, al suo esordio da primo allenatore in questa stagione, commenta così: “Siamo molto contenti del risultato raggiunto. Rispetto al torneo di andata, in cui la squadra era andata sempre in calando, questa volta è cresciuta di partita in partita. La qualificazione è meritata, a partire dalla vittoria per nulla scontata su Scandicci e grazie al livello messo in campo ieri ed oggi, sempre più alto. Questo significa che abbiamo avuto la testa per competere ad alto livello. Brave le ragazze e bravi tutti“. 
    (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO