consigliato per te

  • in

    F1, Wolff: “Red Bull? Siamo preoccupati, il regolamento era chiaro”

    SINGAPORE – Toto Wolff è intervenuto per parlare del caso Red Bull, che sta infiammando in queste ore il mondo della Formula 1. La scuderia di Milton Keynes è infatti accusata di aver sforato il budget cap. Una notizia che ha suscitato reazioni da tutti i team rivali. “Si parla dimilioni di dollari, la differenza tra vincere e perdere – ha detto il team principal della Mercedes ai microfoni di Sky Sport -. Noi abbiamo fiducia nella leadership e nella trasparenza della FIA, perché quello dei costi è uno dei fattori più importanti del regolamento di questa nuova Formula 1. Siamo preoccupati, il regolamento era molto chiaro. E non riguarda solo la stagione 2021, ma anche quella in corso e la 2023, visto che la macchina per la prossima stagione è già pronta”.
    Le parole di Wolff
    “La FIA ha un gruppo di addetti alla contabilità molto competenti, quindi pur se ci dovessero essere delle aree grigie sono piccole – ha aggiunto Wolff -. Ma se sappiamo di poter spendere 5 milioni in più senza subire una grossa penalità allora lo facciamo. Vogliamo vedere la leadership della FIA in azione e capire le conseguenze. E’ importante per tutto il campionato, le regole finanziarie devono essere uguali per tutti così come le altre”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Verstappen: “Inaccettabile quello che è successo, queste cose vanno controllate”

    SINGAPORE – Max Verstappen ha parlato dopo l’ottavo tempo in qualifica al Gran Premio di Singapore, valevole per la diciassettesima tappa del Mondiale 2022 di Formula 1. Il pilota olandese è stato costretto a rientrare ai box durante l’ultimo tentativo per realizzare la pole, conquistata da Charles Leclerc, a causa del quantitativo non sufficiente di carburante rimasto nel serbatoio. “Avevamo finito la benzina, se avessi completato quel giro non ne avrei avuta abbastanza. Queste cose andavano controllate prima – ha detto i microfoni di Sky Sport -. E’ per questo che ho abortito il giro precedente. Io non posso vedere il livello di carburante sullo schermo. Non è accettabile quello che è successo, da entrambe le parti dobbiamo cercare di fare il meglio. Quello che abbiamo fatto oggi non è stato sufficiente”. Verstappen ha poi parlato in vista della giornata di domenica: “La gara è compromessa, qui non è come Spa e Monza dove si può superare agevolmente. Penso che sarà una gara frustrante, rimarrò bloccato dietro a tante macchine”.
    Il commento di Perez
    Anche Sergio Perez, secondo in griglia, ha parlato dopo la qualifica del sabato: “Domani dobbiamo partire bene, possiamo attaccare Charles da subito e puntare alla vittoria. Peccato aver perso la pole per soli due centesimi, ma è un grande risultato per il team. La squadra ha fatto un lavoro fantastico. Sono molto contento. Le condizioni meteo sono state insidiose e domani potranno cambiare in ogni momento. Sarà cruciale non commettere errori e fare una gara pulita”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, vola la Ferrari a Singapore: pole di Leclerc, quarto Sainz

    SINGAPORE – Charles Leclerc conquista la pole position nel Gran Premio di Singapore, diciassettesimo appuntamento stagionale della Formula 1. Il monegasco della Ferrari partirà davanti a tutti nella gara domenicale a Marina Bay. In prima fila con lui c’è Sergio Perez, mentre il terzo tempo se lo prende la Mercedes di Lewis Hamilton. In seconda fila, assieme al britannico, ci sarà l’altra Rossa di Carlos Sainz. Terza fila composta dalla Alpine di un ottimo Fernando Alonso e dalla McLaren di Lando Norris, mentre è indietro Max Verstappen, costretto a rientrare ai box nel mezzo dell’ultimo tentativo. L’olandese partirà quindi dall’ottava casella in griglia, dietro anche all’AlphaTauri di Pierre Gasly.
    LA GRIGLIA DI PARTENZA
    PRIMA FILA1. Charles Leclerc (Ferrari)2. Sergio Perez (Red Bull)
    SECONDA FILA3. Lewis Hamilton (Mercedes)4. Carlos Sainz (Ferrari)
    TERZA FILA5. Fernando Alonso (Alpine)6. Lando Norris (McLaren)
    QUARTA FILA7. Pierre Gasly (AlphaTauri)8. Max Verstappen (Red Bull)
    QUINTA FILA9. Kevin Magnussen (Haas)10. Yuki Tsunoda (AlphaTauri)
    SESTA FILA11. George Russell (Mercedes)12. Lance Stroll (Aston Martin)
    SETTIMA FILA13. Mick Schumacher (Haas)14. Sebastian Vettel (Aston Martin)
    OTTAVA FILA15. Zhou Guanyu (Alfa Romeo)16. Valtteri Bottas (Alfa Romeo)
    NONA FILA17. Daniel Ricciardo (McLaren)18. Esteban Ocon (Alpine)
    DECIMA FILA19. Alexander Albon (Williams)20. Nicholas Latifi (Williams) LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Wolff sul caso Red Bull: “Siamo preoccupati, violazioni per milioni di dollari”

    SINGAPORE – “Si parla di milioni di dollari, la differenza tra vincere e perdere. Noi abbiamo fiducia nella leadership e nella trasparenza della FIA, perché quello dei costi è uno dei fattori più importanti del regolamento di questa nuova Formula 1”. Toto Wolff ha parlato così del caso Red Bull, che sta infiammando in queste ore il mondo della Formula 1. La scuderia di Milton Keynes è infatti accusata di aver sforato il budget cap. Una notizia che ha suscitato reazioni da tutti i team rivali. “Siamo preoccupati, il regolamento era molto chiaro – ha detto il team principal della Mercedes ai microfoni di Sky Sport -. E non riguarda solo la stagione 2021, ma anche quella in corso e la 2023, visto che la macchina per la prossima stagione è già pronta”.
    Le parole di Wolff
    “La FIA ha un gruppo di addetti alla contabilità molto competenti, quindi pur se ci dovessero essere delle aree grigie sono piccole – ha aggiunto Wolff -. Ma se sappiamo di poter spendere 5 milioni in più senza subire una grossa penalità allora lo facciamo. Vogliamo vedere la leadership della FIA in azione e capire le conseguenze. E’ importante per tutto il campionato, le regole finanziarie devono essere uguali per tutti così come le altre”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, la FIA sul caso Red Bull: “Stiamo valutando, ma ci sono speculazioni inventate”

    SINGAPORE – “Stiamo attualmente finalizzando la valutazione dei dati finanziari 2021 presentati da tutti i team di F1. Lepresunte violazioni del Regolamento finanziario, se del caso, saranno trattate secondo la procedura formale prevista”. La FIA interviene sul caso Red Bull con un comunicato che chiarsce lo stato delle cose a livello ufficiale, a un giorno dallo scoppio della questione che sta infiammando la Formula 1. La scuderia di Milton Keynes, infatti, è accusata di aver sforato il budget cap, ovvero il tetto di spesa in cui un team deve rientrare.
    Speculazioni e congetture
    “La FIA – si legge poi nella nota – rileva speculazioni e congetture significative e inventate in relazione a questo argomento ribadisce che la valutazione è in corso e che il giusto processo sarà seguito senza prendere in considerazione alcuna discussione esterna”. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Gp Singapore: Leclerc davanti a Verstappen nelle libere 3, terzo Sainz

    SINGAPORE – E’ di Charles Leclerc il miglior tempo nella terza sessione di prove libere al Gran Premio di Singapore, valevole per la diciassettesima tappa del Mondiale 2022 di Formula 1. Il monegasco, sul circuito di Marina Bay, firma il crono di 1:57.782, precedendo la Red Bull di Max Verstappen e l’altra Ferrari del compagno di squadra Carlos Sainz, rispettivamente in seconda e terza posizione. Quarta piazza per la Alpine di un ottimo Fernando Alonso, che si mette davanti a Sergio Perez.
    Gli altri tempi
    Sesto tempo per l’Aston Martin di Lance Stroll, che precede la Alpine di Esteban Ocon e il compagno di squadra Sebastian Vettel. A chiudere la top ten ci sono la Mercedes di George Russell e la McLaren di Daniel Ricciardo, mentre è solo dodicesimo Lewis Hamilton, dietro anche a Kevin Magnussen. I piloti sono scesi in pista dopo circa mezz’ora dall’inizio della sessione, a causa della pioggia che ha permesso loro di uscire dai box solo nella seconda parte delle FP3. LEGGI TUTTO

  • in

    F1: Leclerc precede Verstappen nelle libere 3 a Singapore, terzo Sainz

    SINGAPORE – Charles Leclerc è il più veloce nella terza sessione di prove libere al Gran Premio di Singapore, diciassettesimo appuntamento stagionale della Formula 1. Il monegasco, sul circuito di Marina Bay, firma il crono di 1:57.782, precedendo la Red Bull di Max Verstappen e l’altra Ferrari del compagno di squadra Carlos Sainz, rispettivamente in seconda e terza posizione. Quarta piazza per la Alpine di un ottimo Fernando Alonso, che si mette davanti a Sergio Perez.
    Gli altri piloti
    Sesto tempo per l’Aston Martin di Lance Stroll, che precede la Alpine di Esteban Ocon e il compagno di squadra Sebastian Vettel. A chiudere la top ten ci sono la Mercedes di George Russell e la McLaren di Daniel Ricciardo, mentre è solo dodicesimo Lewis Hamilton, dietro anche a Kevin Magnussen. I piloti sono scesi in pista dopo circa mezz’ora dall’inizio della sessione, a causa della pioggia che ha permesso loro di uscire dai box solo nella seconda parte delle FP3. LEGGI TUTTO

  • in

    F1, Mekies sul caso Red Bull: “Situazione molto grave, ci aspettiamo severità”

    SINGAPORE – “Riteniamo la situazione molto grave, ci aspettiamo una gestione esemplare dalla Fia. Ci fidiamo al 100% della Fia, che ha preso una posizione forte negli ultimi mesi. Ci aspettiamo severità e trasparenza per andare a correre tutti con le stesse regole. Le implicazioni sono gigantesche”. Laurent Mekies ha parlato così ai microfoni di Sky Sport della situazione che vede protagonista la Red Bull e che ha infiammato il mondo della Formula 1. La scuderia di Milton Keynes è infatti accusata di aver sforato il budget cap, ovvero il tetto di spesa per ogni team. 
    Le parole di Mekies
    “L’importante è stabilire lo sforamento, poi confermiamo che queste sono le regole uguali per tutti – ha aggiunto il direttore sportivo della Ferrari -. Poi bisognerà capire che implicazioni ha avuto nel2021, 2022 e anche nel 2023. La cosa su cui ci aspettiamo massima severità è proprio quello divalutare se il budget cap è stato sforato”.  LEGGI TUTTO