consigliato per te

  • in

    Monza fa fuori una Trento sperimentale e si gode il primo posto

    Di Eugenio Peralta La Vero Volley Monza rispetta il pronostico nel recupero casalingo dell’ultima giornata di andata di Serie A1 femminile, battendo la Delta Despar Trentino con un netto 3-0. Un risultato – il decimo successo consecutivo in campionato – che consente alla squadra di Marco Gaspari di godersi un provvisorio ma prestigioso primo posto solitario, con 3 punti di vantaggio su Conegliano (che ha giocato due partite in meno). L’unica brutta notizia per le monzesi è il rinvio del big match di sabato contro Novara, che costringerà Orro e compagne a fermarsi ancora nel weekend. Come annunciato, per la gara dell’Arena il tecnico ospite Matteo Bertini attua un ampio turn-over, risparmiando titolari come Raskie, Berti e Piani in vista di match più abbordabili. Anche Monza, d’altro canto, per diversi motivi tiene ai box Parrocchiale, Danesi e inizialmente Van Hecke. Ciò nonostante è partita vera e a tratti il match è anche combattuto, come nel terzo set, in equilibrio fino al 16-16. Quando vuole però Monza accelera, grazie a una ricezione solida che permette ad Alessia Orro di azionare le centrali: Zakchaiou chiude con 9 punti (per lei anche 2 ace), Candi a 6 e Moretto ne mette a segno 3 in un solo set. Per le monzesi da sottolineare anche l’ottima prova di Alessia Gennari, top scorer con 15 punti e il 58% in attacco, mentre è da rivedere Stysiak (ferma al 36%); più che discreta la serata di Beatrice Negretti, titolare nel ruolo di libero. Trento si tiene a galla con la prestazione generosa di Jessica Rivero (13 punti con il 41%), ma sono evidenti le difficoltà soprattutto nell’intesa tra la palleggiatrice Stocco e le attaccanti, in particolare una Furlan fuori dal gioco. Ritmo ed entusiasmo, da sfoderare in occasioni più propizie, comunque non mancano. I SESTETTI – Trento si presenta, come annunciato, con una formazione “sperimentale”: Stocco in palleggio, Mason opposto, Rucli e Furlan al centro, Nizetich e Rivero schiacciatrici, Moro libero. A riposo Piani e Raskie, assente Quiligotti. Gaspari, che deve rinunciare a Lazovic (risultata positiva al Covid) e Rettke (tesserata dopo la data originaria del match), effettua a sua volta numeri cambi: in panchina Van Hecke, Danesi e Parrocchiale, giocano Orro in diagonale con Stysiak, Candi e Zakchaiou centrali, Davyskiba e Gennari in posto 4 e Negretti libero. 1° SET – Parte fortissimo Monza, con due attacchi di Gennari e uno di Stysiak per il break del 4-1. Trento fatica a prendere le misure con il nuovo assetto, ma non si fa staccare e accorcia con Rivero e Nizetich (5-4). Mason mantiene il distacco e un fallo in palleggio di Orro vale il pareggio (8-8). La Delta Despar non si ferma e si porta anche avanti grazie a Rivero e Mason (8-10) per un parziale complessivo di 0-4; subito però la Vero Volley riordina le idee e trova il controbreak grazie a tre muri consecutivi di Zakchaiou, Candi e Stysiak (13-11). Le ospiti non mollano di un millimetro, restano in scia con Rivero (15-14) e Mason (16-15) e alla fine agguantano la parità con l’ace del 17-17 di Stocco. Davyskiba risponde immediatamente firmando un attacco e un ace (19-17) e Bertini chiama time out; al rientro però Monza allunga ancora con Gennari e Stysiak (21-17). Strada in discesa per la Vero Volley, che mette in ghiaccio il risultato con l’ace del 23-18 di Zakchaiou; Gennari si procura 5 set point e Orro chiude al secondo tentativo (25-20). 2° SET – Ancora una partenza lanciata per la squadra di casa firmata da Stysiak, Gennari e Davyskiba: 4-0. Bertini richiama subito le sue, ma non evita un’ulteriore fuga sul servizio di Stysiak: 7-1 con due punti consecutivi di Candi. Due errori e un muro di Stocco rimettono però in gioco la Delta Despar, che con Rucli ricuce quasi tutto lo svantaggio (8-7): stavolta è Gaspari a fermare il gioco. Al ritorno in campo ci pensa ancora Candi con un attacco e un ace a mettere la firma sul nuovo break monzese per l’11-7. Nonostante gli sforzi di Rivero, la Vero Volley prende di nuovo il largo con Davyskiba e Zakchaiou (14-8), costringendo il tecnico ospite a un nuovo time out. Furlan e Mason ci provano (15-10), ma Monza resta saldamente avanti grazie al muro di Stysiak e allunga con un altro ace di Zakchaiou (18-11). Candi in prima linea è inarrestabile (19-12, 20-13) e il muro di Davyskiba stoppa anche la mini-rimonta di Trento per il 23-17. La chiusura è affidata a una bomba di Stysiak per il 25-18. 3° SET – Monza getta nella mischia anche Moretto al posto di Candi. L’avvio, stavolta, è a favore di Trento: 1-3 sull’errore di Stysiak e 2-4 con il muro di Furlan. Rucli mantiene il vantaggio e la Delta Despar riesce anche ad allungare fino al 5-8 grazie a un altro attacco out di Stysiak. Nizetich firma il 6-9, ma Moretto riavvicina le sue (8-9) e Monza trova l’aggancio sul 10-10 con l’errore di Rivero. Il primo vantaggio delle padrone di casa arriva sul 13-12 con Zakchaiou; Bertini ferma il gioco ma non può evitare il break firmato a muro da Van Hecke, appena entrata in campo insieme a Boldini. Non è finita, però: dal 14-12 Trento ribalta di nuovo il risultato con Rivero, Mason e l’errore di Zakchaiou (14-15). Un muro di Boldini riporta avanti Monza (16-15); anche le ospiti provano il doppio cambio con Raskie e Botarelli, ma dall’altra parte Van Hecke e Gennari non perdonano (18-16) ed è time out. Al rientro il turno di battuta di Davyskiba trascina Monza fino al 20-16, poi arrivano l’attacco di Zakchaiou e il muro di Moretto per il 22-17. La Vero Volley è ormai in dirittura d’arrivo: Furlan concede anche il più 6, Gennari schiaccia il 24-18 e ancora Moretto scrive la parola fine sull’incontro (25-19). Katerina Zakchaiou: “Abbiamo spinto fin dall’inizio, centrando questa vittoria importante per noi. Sono felice per la squadra, di cui sono orgogliosa per la prova di stasera e per questi tre punti. Il premio MVP? Ho cercato di dare il meglio, come tutte del resto. Ci aspetta ora un periodo molto intenso, ricco di gare, dove dovremo dare il massimo per portare a casa i migliori risultati possibili“. Vero Volley Monza-Delta Despar Trentino 3-0 (25-20, 25-18, 25-19)Vero Volley Monza: Parrocchiale ne, Stysiak 9, Boldini 1, Gennari 15, Van Hecke 3, Orro 1, Danesi ne, Zakchaiou 9, Davyskiba 9, Candi 6, Moretto 3, Negretti (L). All. Gaspari.Delta Despar Trentino: Piani ne, Raskie, Nizetich 8, Rivero 13, Moro (L), Mason 5, Rucli 4, Stocco 4, Furlan 4, Botarelli, Berti ne. All. Bertini.Arbitri: Braico e Simbari.Note: Spettatori 493. Monza: battute vincenti 4, battute sbagliate 11, attacco 51%, ricezione 65%-43%, muri 7, errori 19. Trento: battute vincenti 1, battute sbagliate 12, attacco 36%, ricezione 49%-25%, muri 2, errori 19. CLASSIFICAVero Volley Monza 37; Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano** 34; Savino Del Bene Scandicci 34; Unet E-Work Busto Arsizio 32; Igor Gorgonzola Novara** 31; Reale Mutua Fenera Chieri** 25; Il Bisonte Firenze*** 20; Bosca S.Bernardo Cuneo* 19; VBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore 13; Acqua & Sapone Roma Volley Club* 10; Delta Despar Trentino 10; Volley Bergamo 1991** 9; Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia* 9; Bartoccini Fortinfissi Perugia** 8.*Una partita in meno LEGGI TUTTO

  • in

    Trento in trasferta a Monza, Bertini pensa al turnover “viste le numerose gare ravvicinate”

    Di Redazione Appena tre giorni dopo la sfida casalinga con Firenze, persa in quattro set, per la Delta Despar Trentino è già il momento di tornare in campo per un’altra importante gare di campionato. Martedì alle 18 a Monza, infatti, le gialloblù saranno ospiti del Vero Volley per il recupero dell’ultima giornata d’andata, originariamente prevista per il 26 dicembre e rinviata per l’emergenza Covid-19. Una trasferta dall’altissimo coefficiente di difficoltà per le ragazze di Bertini che dovranno vedersela con l’attuale capolista del campionato, un primato che Monza condivide con Conegliano e Scandicci. Bertini concederà quasi certamente un turno di riposo all’acciaccata Vittoria Piani, da poco rientrata dopo l’operazione al menisco, e non potrà disporre nemmeno del libero Geraldina Quiligotti, tesserata successivamente alla data in cui avrebbe dovuto giocarsi la partita.“Viste le numerose gare ravvicinate che dovremo affrontare in questo periodo sarà inevitabile affidarsi ad un po’ di turnover. Giocheremo con una formazione sperimentale con l’obiettivo di migliorare la condizione e cercare una maggiore continuità di gioco – spiega l’allenatore di Trento, Matteo Bertini – Sappiamo bene quanto sia forte Monza e quanto sarà difficile riuscire a tenerle testa ma nonostante ciò affronteremo la gara con la serenità di chi ha poco o nulla da perdere cercando di rischiare molto il servizio per provare a creare delle difficoltà alle nostre avversarie”.Bertini potrebbe affidarsi inizialmente ad un sestetto con Stocco al palleggio, Rivero opposto, Nizetich e Mason laterali, Furlan (o Berti) e Rucli al centro e Moro libero. Monza potrebbe rispondere con Orro in regia, Stysiak opposto, Gennari e Lazovic schiacciatrici, Danesi e Candi al centro e Parrocchiale libero. I direttori di gara del match tra Vero Volley Monza e Delta Despar Trentino saranno Marco Braito e Armando Simbari. Complessivamente sono otto i precedenti tra le due squadre tra Serie A2 e A1, tutti favorevoli a Monza. Nel roster delle lombarde troviamo due ex gialloblù, le centrali Sonia Candi e Gaia Moretto. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Vittoria in rimonta per Firenze a Trento dopo un mese e mezzo senza giocare

    Di Redazione Il Bisonte Firenze torna a giocare dopo un mese e mezzo (l’ultima gara di campionato disputata risaliva al 5/12/21 a Monza) e, oltre le difficoltà, si impone con carattere sul campo della Delta Despar Trentino (1-3) che era reduce dall’ottima prestazione di domenica scorsa a Cuneo (3-2). Starting Seven – Coach Bertini parte con Raskie in regia e Piani in diagonale, Berti e Furlan al centro, Nizetich e Rivero in banda e Moro libero. Massimo Bellano risponde con Cambi in regia, Nwakalor opposto, Knollema e Enweonwu in banda, Sylves e Beliën al centro e Van Panetoni libero. 1° SET – Avvio a braccetto delle due formazioni, muro di Sylves (3-5). Ottima diagonale stretta di Knollema (6-9). Super spike in parallela di Nwakalor, ace di Sylves (10-14). +6 Firenze con Belien vincente in fast, muro di Sylves (13-20) e secondo time out tecnico di Bertini. Bellissimo anticipo di Cambi, mani out di Knollema (15-21). Finale aggressivo per le bisontine: murone di Nwakalor, primo tempo di Sylves che regala il set point poi, chiude Enweonwu in attacco (16-25). 2° SET – Partenza a rilento nella seconda frazione di gioco ed è la formazione di casa ad aggredire (4-0), dopo il time out di Bellano è Beliën ad accorciare con la fast che vale il -3. Le gialloblu alzano il ritmo, migliorando decisamente nei fondamentali di muro-difesa (9-4). Pronta risposta delle bisontine: Enweonwu in attacco, ace di Sylves e muro di Belien su Furlan (9-8) e Bertini ferma le sue. Trento aggressivo anche dai nove metri è nuovamente in vantaggio di quattro lunghezze, Beliën accorcia ancora su base fast. Ace gialloblu (17-13), Nwakalor scarica la bomba del -2 ma Piani prima e Furlan poi rispondono prontamente (19-15) e Bellano richiama la squadra. Cambi opta per la pipe di Enweonwu, che va a segno. Furlan trascinatrice sul finale sia a muro che in attacco (23-19). Dentro Lapini su Sylves al servizio. Piani regala il set point (24-19) ma poi è il Bisonte show. Belien prima e Knollema poi vincenti a muro (24-22) e ferma il gioco Bertini. Knollema inarrestabile super spike e monster block (24-24). Il finale di set è un susseguirsi di errori sia al servizio che in attacco, poi sul 27-27 Nwakalor e Enweonwu sono determinanti (27-29). 3° SET – Nella terza frazione di gioco le ragazze di Bertini spingono forte dai nove metri mettendo in seria difficoltà la ricezione di Firenze (10-4) e Bellano ferma il gioco cercando di far ritrovare fiducia alle sue. Migliora la ricezione ma le padrone di casa sono molto presenti anche a muro facendo della fase break l’arma vincente (18-9). Bellano tenta di spezzare il ritmo inserendo Bonciani su Cambi e Lapini su Knollema ma non cambia l’inerzia del set dominato dalla squadra di casa che trascinata dalle ottime Nizetich e Piani chiude in agilità (25-11). 4° SET – Buona partenza delle bisontine aggressive in fase offensiva con Nwakalor e Sylves (2-5), accorciano le gialloblu con la capitana Nizetich (4-6). Pipe vincente di Nwakalor (6-8). Accorcia Trentino Rosa fermando prima Sylves a muro e trovando poi l’ace che vale il -1. Mani out di Knollema, poi Nwakalor (8-12) e time out discrezionale per Bertini. Diagonale stretta di Nwakalor (11-14). Cambi di seconda intenzione (12-16) e secondo time out di Bertini. Beliën in fast, ace di Enweonwu (13-18). Super pipe di Nwakalor (15-19) che mantiene il +4 chiudendo anche l’attacco del turno successivo. Primo tempo di Sylves (17-21). Nwakalor passa da zona 2 (19-23), Beliën regala il primo match point a Firenze mettendo a segno una bella fast (20-24), annulla Rivero prima in attacco e poi al servizio (22-24). Bellano spezza il ritmo e suona la carica con il secondo time out discrezionale. Errore di Trento e Cambi e compagne chiudono set e partita (22-25). Massimo Bellano (Coach Il Bisonte Firenze): “Una vittoria davvero bella e importante per come è maturata e per il periodo da cui veniamo fuori. Nel primo set abbiamo giocato davvero con una grande qualità interpretando bene la partita. Nel secondo set siamo partiti non benissimo, ma poi dalla metà abbiamo ritrovato ordine a muro ed in difesa alzando le percentuali in contrattacco e coronando una rimonta importante che ci ha portato sul 2-0. Nel terzo peccato solo per il turno al servizio di Nizetich sulla nostra P1 che ha creato un divario tra noi e loro che non siamo poi riusciti a colmare nel corso del set. Nel quarto siamo ripartiti bene e abbiamo tenuto un livello di cambio palla importante e forse inaspettato per il poco tempo che abbiamo avuto per provare il sestetto; il tutto unito a qualche muro e ad un paio di difese importanti che ci hanno regalato i break. Siamo riusciti a portare a casa una vittoria che deve servire a darci convinzione sulla qualità del gruppo che rimane comunque alta e del fatto che lavorando bene la nostra stagione può continuare sullo stesso percorso che abbiamo avuto finora”. DELTA DESPAR TRENTINO – IL BISONTE FIRENZE 1-3 (16-25 27-29 25-11 22-25)DELTA DESPAR TRENTINO: Rivero 12, Furlan 10, Piani 17, Nizetich 21, Berti 3, Raskie 3, Moro (L), Mason 2, Quiligotti (L), Botarelli, Stocco. Non entrate: Rucli. All. Bertini.IL BISONTE FIRENZE: Enweonwu 13, Belien 10, Cambi 2, Knollema 9, Sylves 7, Nwakalor 26, Panetoni (L), Lapini, Bonciani. Non entrate: Graziani, Diagne, Van Gestel, Golfieri (L). All. Bellano. NOTE – Spettatori: 250, Durata set: 22′, 34′, 4′, 25′; Tot: 85′. MVP: Nwakalor. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Firenze in trasferta a Trento per la prima gara di campionato dopo un mese

    Di Redazione Il Bisonte Firenze, seppur non ancora al completo, torna finalmente in campo ed è pronto per affrontare la trasferta a Trento per la gara che vale la terza giornata del girone di ritorno in programma per Sabato ore 20.00 al Pala Trento (BG). I precedenti fra le due squadre invece sono sette, fra B1 e A1, con un bilancio di sei vittorie per Il Bisonte e una per Trentino (3-0 a Trento il 22 novembre 2008, in B1). Dopo la sconfitta subita a Monza ed il successivo riposo dovuto all’anticipo della gara con Conegliano, Il Bisonte Firenze causa covid-19 non ha più giocato gare di campionato. L’ultimo match disputato risale al 30 Dicembre 2021 serata nella quale le ragazze di Bellano hanno affrontato in trasferta la Igor Gorgonzola Novara di Lavarini nei quarti di finale di Coppa Italia Frecciarossa, senza poter contare sull’apporto del libero Panetoni, della centrale Graziani e dell’opposta Nwakalor. Massimo Bellano: “Gli aspetti da valutare sono diversi. Il primo è che speriamo di tornare finalmente a giocare dopo un lungo periodo di inattività perché nell’ultimo periodo non c’è solo la gara giocata a Novara ma dal rinvio di Bergamo in avanti è passato un mese e mezzo dove abbiamo giocato una sola partita, speriamo con Sabato di riprendere un percorso e portarlo avanti un po’ di tempo”. “La prima difficoltà legata a questa gara è sicuramente di questa natura poi c’è una formazione di Trento che anche nella partita di Cuneo ha dimostrato di essere una buonissima squadra ad organico completo e quindi ci saranno le difficoltà legate a loro, al loro modello di gioco ed all’ottimo utilizzo che fanno del servizio riuscendo ad essere molto aggressivi e sbagliando poco. Questi aspetti renderanno la partita ancora più insidiosa, noi nel frattempo stiamo cercando di ricrearci un ritmo ed un assetto di gioco tali da permetterci di riprendere il percorso da dove l’avevamo interrotto.” (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    La Delta Despar Trentino cerca conferme nell’anticipo con Firenze

    Di Redazione Obiettivo continuità. Dopo il successo su Roma di dicembre e il punto prezioso strappato domenica scorsa a Cuneo, la Delta Despar Trentino ospiterà sabato sera alle 20 alla BLM Group Arena Il Bisonte Firenze, con l’obiettivo di proseguire la propria risalita e di muovere nuovamente la classifica. Per le gialloblù la sfida con le toscane aprirà un ciclo di tre gare ravvicinate, che proseguirà martedì con il recupero esterno sul campo di Monza e terminerà sabato prossimo con un altro anticipo, alla BLM Group Arena contro Scandicci. La buona notizia per Bertini giunge dall’infermeria, visto che l’infortunio occorso a Ilenia Moro nel finale di gara con Cuneo si è rivelato meno grave del previsto. Il libero trentino ha smaltito la contusione rimediata al ginocchio sbattendo contro i led durante un’azione difensiva e sabato sarà regolarmente a disposizione. “La nostra condizione è buona e anche l’infortunio di Moro si è rilevato fortunatamente non grave – spiega Matteo Bertini – stiamo continuando a lavorare sulla nostra condizione, il punto ottenuto a Cuneo ci ha regalato fiducia e ci ha permesso di lavorare in settimana con grande attenzione e ulteriori motivazioni. Affronteremo una squadra di qualità che sarà però al rientro dopo un lungo periodo di inattività per Covid. Speriamo di riuscire a ripetere la buona prestazione offerta a Cuneo, con l’obiettivo di provare a muovere nuovamente la nostra classifica. Saranno importanti la fame e la determinazione che riusciremo a trasportare in campo con una squadra che, non scordiamocelo, ha saputo interrompere la striscia successi di Conegliano“. Sono cinque i precedenti in serie A1 tra Trento e Firenze, 4 relativi alla scorsa stagione e uno al match d’andata dell’attuale campionato: finora la Delta Despar non ha mai vinto contro le toscane. Ex della gara sarà il tecnico gialloblù Matteo Bertini, allenatore dell’allora Azzurra San Casciano in B1 nella stagione 2011-2012. I direttori di gara saranno Andrea Pozzato e Dominga Lot. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    A Cuneo serve il tie break per battere una tenace Delta Despar

    Di Redazione Sfida accesissima tra Bosca S.Bernardo Cuneo e Delta Despar Trentino per la seconda giornata di ritorno: le ospiti sfiorano l’impresa giocando una prima parte di gara di alto livello, ma devono accontentarsi di un solo punto. Sull’1-2, infatti, le piemontesi reagiscono alla grande, complici anche il calo fisico accusato dalle gialloblu e l’infortunio al ginocchio di Moro, e si aggiudicano l’incontro sul 3-2. Punti preziosi, comunque, per entrambe le squadre. Nella Delta Despar molto bene la rientrante Vittoria Piani con 22 punti personali; da rimarcare anche la prova di Rivero (19 punti) e la solida prestazione a muro di Berti (5) e Furlan (4). Tra le fila piemontesi molto continua ed efficace in attacco Degradi (20 punti), la migliore assieme a Squarcini, votata a fine gara MVP grazie anche a 5 muri e 3 ace firmati nell’arco del match. La cronaca: Sono Nizetich e Piani a regalare a Trento punti preziosi, con il primo allungo che giunge con il turno al servizio della laterale argentina della Delta Despar (3-6). Raskie ottiene ottime risposte anche da Rivero (9-13) con Pistola costretto a chiamare time out per riorganizzare le idee nella metà campo di casa. In effetti Cuneo, tornato in campo, cambia marcia e con tre attacchi di Degradi e una difesa più attenta riesce a ricucire lo strappo trovando la parità sul 14-14. Un’ottima Rivero firma in pipe il 16-17, ma a decidere il set è il turno al servizio di Piani: l’opposto di Trento firma tre ace cogliendo impreparate in seconda linea le neo entrate Kuznetsova e Giovannini e spedendo Trento sul 17-23. Finale con Raskie protagonista a muro e Delta Despar che chiude rapidamente i conti (18-25). La reazione della Bosca S.Bernardo giunge in avvio di secondo set: dopo un break trentino (0-3) le piemontesi crescono in ogni aspetto del loro gioco, esaltandosi a muro con Squarcini (6-4) e in attacco con la solita Degradi (11-8). Un paio di sbavature nella metà campo gialloblù favoriscono l’allungo cuneese, con l’ace di Squarcini che spedisce la Bosca sul 17-13. Trento ha un sussulto con il muro di Furlan (19-16) ma è tardi per sognare la rimonta, con Cuneo che trova in Gicquel e Squarcini le chiavi per ristabilire la parità dei set (25-19). Dopo un avvio di terzo set equilibrato (8-8) è Trento a ritrovare il ritmo e la brillantezza mostrate nel primo parziale. Il turno in battuta di Piani, impreziosito dal muro di Berti e reso ancor più efficace dai due errori in fast di Stufi, creano un solco tra le due squadre, con la Delta Despar che si spinge fino al 10-16. Il mani out di Nizetich e un altro muro di Berti lanciano Trento a distanza di sicurezza (11-19), nel finale c’è gloria anche per Piani (tre attacchi) e Furlan (muro) con la Bosca che alza bandiera bianca (17-25). Riscatto cuneese griffato Gicquel e Degradi in avvio di quarto set (7-4). Il muro trentino stenta a contenere Degradi (11-7) e dopo due errori delle padrone di casa (11-10) la Bosca S.Bernardo piazza un altro strappo volando sul 15-10. Bertini inserisce in regia Stocco, Piani avvicina Trento nel punteggio (16-14) ma sul più bello le gialloblù si bloccano nuovamente, favorendo il nuovo allungo piemontese (21-15). La Delta non trova le soluzioni per riaprire il set e la solita Degradi allunga il match al tie break (25-19). Il quinto set si apre con l’infortunio di Moro, che per difendere un pallone sbatte con il ginocchio contro i led e deve lasciare il campo a Quiligotti. Cuneo trova un doppio break con l’ace di Jasper e l’errore di Raskie (7-4), la difesa di casa fa la differenza e Squarcini firma il 9-5 in fast. L’attacco di Jasper e l’ace di Degradi tagliano le gambe alla Delta (13-7), costretta ad alzare bandiera bianca al cospetto di una Bosca protagonista di uno sprint finale maiuscolo, soprattutto in difesa (15-8). Matteo Bertini: “Va benissimo così. Non era facile strappare punti a Cuneo, loro sono davvero una bellissima squadra e considero questo punto conquistato un ottimo risultato sia per la classifica che per il morale. Rientravamo dopo un mese senza gare ufficiali e con le note vicissitudini legate alla positività di molte ragazze, abbiamo tenuto il campo egregiamente per cinque set e non era affatto scontato che riuscissimo a farlo. Un pizzico di rammarico c’è, ma sapevamo che la battuta sarebbe stata decisiva e negli ultimi due set le nostre avversarie sono state più brave di noi. L’infortunio di Moro, che spero abbia rimediato solamente una contusione al ginocchio, ci ha tolto un po’ di sicurezze in ricezione ma, ripeto, sono molto soddisfatto di aver mosso la classifica“. Bosca S.Bernardo Cuneo-Delta Despar Trentino 3-2 (18-25, 25-19, 17-25, 25-19, 15-8)Bosca S.Bernardo Cuneo: Signorile 1, Degradi 20, Squarcini 20, Gicquel 18, Jasper 8, Stufi 10, Spirito (L), Giovannini 1, Agrifoglio 1, Kuznetsova, Zanette, Caruso. Non entrate: Basso (L), Gay. All. Pistola.Delta Despar Trentino: Rivero 19, Furlan 10, Piani 22, Nizetich 11, Berti 9, Raskie 2, Moro (L), Mason, Stocco, Botarelli, Quiligotti (L). All. Bertini.Arbitri: Venturi, ArmandolaNote: Durata set: 28′, 27′, 26′, 27′, 16′; Tot: 124′. Spettatori: 965. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Contro Trento sarà una Cuneo forza 4? Signorile: “Puntiamo ai tre punti”

    Di Redazione A quasi un mese di distanza dall’ultima gara di campionato la Bosca S.Bernardo Cuneo è pronta per scrivere la prima pagina del suo 2022: domenica 16 (ore 17.00) al Palazzo dello Sport di Cuneo arriva la Delta Despar Trentino per il derby ninesquared valido per la seconda giornata di ritorno. La formazione cuneese, che aveva chiuso il 2021 con tre vittorie consecutive e l’eliminazione a testa alta nei quarti di finale di Coppa Italia ad opera di Conegliano, vuole allungare il filotto di successi e trovare lo slancio per un girone di ritorno in cui migliorare l’attuale ottava posizione in graduatoria. In un palazzetto aperto con capienza del 35%, per l’accesso saranno necessari green pass rafforzato e mascherina Ffp2, che andrà indossata correttamente durante tutta la permanenza all’interno dell’impianto. Come stabilito dalle nuove misure per il contenimento della diffusione dell’epidemia da Covid-19, all’interno del palazzetto sarà vietato consumare cibi e bevande; l’area hospitality e il bar saranno pertanto chiusi. Dall’allenamento congiunto con l’Eurospin Ford Sara Pinerolo, disputatosi al Palazzo dello Sport di Cuneo giovedì 13, coach Pistola ha potuto trarre buone indicazioni in vista del match con la Delta Despar Trentino. Lavoro differenziato per Zanette, che ha ripreso ad allenarsi mercoledì 12 dopo aver superato il Covid-19, mentre Stufi, Gay e Agrifoglio, le altre tre giocatrici biancorosse colpite dal virus tra fine 2021 e inizio 2022, hanno riassaporato il clima partita.  Dall’altra parte della rete ci sarà una formazione bisognosa di punti per allontanarsi dalla zona calda della classifica e con tante attaccanti che possono fare male, compresa la recuperata Piani: per aggiudicarsi l’intera posta in palio serviranno un giusto approccio al match e grande attenzione. Noemi Signorile, palleggiatrice Bosca S.Bernardo Cuneo: “Non vediamo l’ora di tornare a giocare, e di farlo davanti ai nostri tifosi: è come se fosse un esordio. Il gruppo sta bene: le compagne che si sono negativizzate si stanno riprendendo anche se ci vorrà un po’ di tempo per essere di nuovo al massimo. Rispetto alla sfida di andata siamo cresciute e quindi domenica scenderemo in campo con tre obiettivi: riprendere il ritmo, giocare bene e portare a casa i tre punti“. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO

  • in

    Trento a Cuneo, Bertini ritrova Piani: “Ottima notizia, ora puntare alla continuità”

    Di Redazione Dopo i rinvii delle sfide contro Monza e Bergamo, la Delta Despar Trentino è pronta a tuffarsi nuovamente sul campionato di serie A1 femminile. Domenica pomeriggio, infatti, le gialloblù di coach Bertini faranno visita alla Bosca San Bernardo Cuneo (fischio d’inizio alle 17, diretta streaming su VBTV) per il match valido per la seconda giornata del girone di ritorno, primo appuntamento del 2022 per Nizetich e compagne che avevano chiuso il proprio 2021 superando a domicilio Roma. Già ad inizio settimana tutte le atlete gialloblù colpite recentemente dal Covid-19 si sono negativizzate e hanno ottenuto il via libera per potersi tornare ad allenare. Bertini potrà quindi disporre di tutte le effettive della rosa, eccezion fatta per la centrale Michela Rucli, unica indisponibile per la sfida in Piemonte. A referto ci sarà anche il nuovo acquisto Geraldina Quiligotti, libero prelevato sul mercato nel mese di dicembre, così come tornerà a disposizione anche Vittoria Piani, al rientro dopo l’operazione al menisco del ginocchio. Per le gialloblù sarà un match impegnativo ma molto importante per cercare continuità di risultati dopo il successo con Roma che ha permesso alla Delta Despar di salire al terz’ultimo posto in classifica a quota nove punti in coabitazione con Vallefoglia e Bergamo, mentre le piemontesi stazionano a centro classifica grazie ai loro 16 punti.“Siamo contenti di riprendere finalmente il nostro cammino e siamo felici di essere nuovamente quasi al completo – spiega l’allenatore di Trento, Matteo Bertini – Stiamo ricercando la migliore condizione che ovviamente in questa fase della stagione non c’è ancora: la buona notizia è che anche Piani ha ripreso ad allenarsi con la squadra e sarà disponibile. In questo periodo stiamo lavorando sullo stato fisico e sull’inserimento nei nostri meccanismi di gioco di Quiligotti. Sarà una gara molto difficile, Cuneo gioca un’ottima pallavolo come abbiamo già visto all’andata e come ha dimostrato anche contro big del nostro campionato del calibro di Conegliano. In casa Cuneo è una squadra particolarmente temibile e che vanta un ottimo servizio: in generale sarà un test probante che dovrà dirci a che punto siamo con la ricerca della migliore condizione. L’obiettivo, ovviamente, è quello di cercare punti mettendo in campo tutto ciò che abbiamo fatto in quest’ultimo periodo”.Probabile starting seven trentino con Raskie al palleggio, Piani opposto, Nizetich e Rivero laterali, Furlan e Berti al centro e Moro libero. Il tecnico ospite Pistola dovrebbe rispondere con Signorile in regia, Gicquel opposto, Degradi e Jasper schiacciatrici, Squarcini e Stufi al centro e Spirito libero. (fonte: Comunicato stampa) LEGGI TUTTO