consigliato per te

  • in

    Del Monte Supercoppa: Angelo Lorenzetti, “Abbiamo fatto la nostra parte, approfittando di una Perugia non ancora rodata”

    CIVITANOVA – “Abbiamo fatto la nostra parte, giocando una partita molto completa sotto tutti i punti di vista ed approfittando del fatto che Perugia non fosse ancora sciolta e rodata per disputare una partita così importante con la solita continuità – ha commentato al termine della partita Angelo Lorenzetti, tecnico di Trentino Volley –. Il risultato è stato sicuramente sorprendente, ma forse non conviene dirlo troppo forte e parlo per esperienza diretta. Dobbiamo prepararci infatti ad una Finale con Monza in cui dovremo stare molto attenti a non subire il loro effetto”.

    Sostieni Volleyball.it

    Articolo precedenteA2 Credem Banca: Live streaming, ore 20.30 Siena – BergamoArticolo successivoDel Monte Supercoppa: Perugia sconfitta. Grbic: “Siamo mancati nelle situazioni dove li abbiamo messi in difficoltà” LEGGI TUTTO

  • in

    Del Monte Supercoppa: La delusione di Civitanova. Juantorena: “Accusato un calo psicologico che non possiamo permetterci”

    CIVITANOVA – Lube alla seconda sconfitta consecutiva, eliminata in semifinale dalla Del Monte Supercoppa.
    Il tecnico Gianlorenzo Blengini commenta così il ko: “Dobbiamo giocare meglio, vanno migliorate tante cose: a tratti abbiamo fatto fatica ad avere continuità di ricezione, privandoci di conseguenza della possibilità di sviluppare il gioco in maniera più imprevedibile, mentre in altri momenti, soprattutto all’inizio, abbiamo lasciato cadere a terra dei palloni che non sarebbero dovuti cadere, quindi avremmo dovuto fare molto meglio in difesa, e questo indipendentemente dal punteggio scritto ogni volta sul tabellone. Per noi è fondamentale aumentare la qualità in tutte queste cose e l’unico modo per riuscirci è cercarla ogni giorno in allenamento. I complimenti a Monza per il risultato odierno sono a prescindere. Noi abbiamo reagito bene nel terzo set, ma ribadisco che dobbiamo fare molto meglio certe cose perché l’avversario di turno ce lo imporrà”.
    Jiri Kovar, entrato a più riprese per Garcia Gabriel: “Monza ha giocato una gran bella partita. La differenza l’hanno fata battuta e ricezione, fondamentali in cui abbiamo faticato tanto. Bene la reazione del terzo set, ma non basta. Non possiamo essere contenti di questa partita, a prescindere dai meriti dell’avversario. Noi dobbiamo fare meglio, dobbiamo fare di più perché dobbiamo essere consapevoli che giocando sui livelli espressi oggi faremmo fatica contro tanti avversari. L’imperativo è lavorare, lavorare, lavorare”. 
    Il campione d’Europa Simone Anzani: “Bravissima Monza, ma in questa sconfitta ci sono anche molti nostri demeriti. Si tratta della seconda sconfitta consecutiva in casa, mi dispiace davvero tanto per i nostri tifosi. Torneremo in palestra con l’obiettivo di lavorare sodo per rialzarci subito”.
    Il cuore del gioco marchigiano Osmany Juantorena, oggi sottotono: “Monza ha giocato una grande partita, la differenza credo l’abbiano fatta il rendimento in ricezione e in attacco. Noi non siamo riusciti a entrare mai in partita per davvero, eccezion fatta probabilmente per il terzo set. Ma non abbiamo resistito, e ci siamo anche innervositi accusando un calo psicologico che non possiamo certamente permetterci. La stagione è appena iniziata, la parola d’ordine è testa bassa e lavorare”. LEGGI TUTTO

  • in

    Del Monte Supercoppa: Che festa in casa Vero Volley. All’unisono: “In finale serve giocare bene come oggi”

    Bonati e Dasvyskiba

    CIVITANOVA – Festa grande in casa Vero Volley dopo l’exploit contro pronostico, ma meirtatissimo sul campo, nella semifinale contro la corazzata Lube.
    Georg Grozer, l’opposto dei brianzoli ha commentato così  il successo: “Faccio sport anche per vivere i sogni. Oggi abbiamo giocato da grande squadra e nei momenti in cui non siamo riusciti a farlo abbiamo sempre reagito insieme, facendo nostro questo pass per la Finale di Del Monte Supercoppa. La differenza lato nostro stasera l’ha fatta il servizio. Abbiamo approcciato bene la gara dai nove metri, esprimendoci in maniera positiva anche nel contrattacco e nella correlazione muro-difesa. Abbiamo giocato sempre insieme, senza abbassare la testa dopo un terzo set non eccellente. Chi preferisco tra Trento e Perugia? Sono due grandi squadre. Noi dobbiamo solo pensare a recuperare e dare il massimo domani”.
    Il tecnico Massimo Eccheli ha portato Monza alla sua prima storica finale “Abbiamo giocato una grandissima partita, con pochissimi momenti in cui non siamo riusciti a tenere l’inerzia del match dalla nostra parte. Sono felice per i ragazzi per quello che stanno facendo da un anno a questa parte. Domani chi preferisco? Va bene qualsiasi avversario. Se vuoi alzare un trofeo devi battere tutti. Domani dobbiamo mettere la stessa fame, la stessa qualità, messa in campo oggi”.Claudio Bonati il direttore sportivo del Monza: “Grandissima soddisfazione per il club, per i ragazzi, per lo staff: ci mettono tutti grandi passione e dedizione quotidianamente. Questo pass per la Finale lo dedichiamo al nostro presidente, Alessandra Marzari, che fa tanti sacrifici per queste squadre: il merito è anche suo. Domani? Preferisco giocare bene. Noi la nostra parte l’abbiamo fatta”. LEGGI TUTTO

  • in

    Del Monte Supercoppa: Monza che bella pallavolo. Meritato 3-1 su una Civitanova opaca

    Monza prima semifinalista
    1. SEMIFINALECUCINE LUBE CIVITANOVA – VERO VOLLEY MONZA 1-3 (22-25, 16-25, 25.21, 20-25)Cucine Lube Civitanova: De Cecco 2, Juantorena 10, Simon 13, Garcia Fernandez 11, Santos De Souza 15, Anzani 7, Marchisio (L), Balaso (L), Kovar 2, Sottile 1. N.E. Yant Herrera, Jeroncic, Penna, Diamantini. All. Blengini.Vero Volley Monza: Orduna 0, Davyskiba 16, Galassi 10, Grozer 21, Dzavoronok 18, Grozdanov 9, Gaggini (L), Beretta 0, Karyagin 0, Federici (L), Calligaro 0, Galliani 0. N.E. Comparoni, Mitrasinovic. All. Eccheli.ARBITRI: Goitre, Lot.NOTE – durata set: 29′, 24′, 30′, 28′; tot: 111′.
    Il tabellino set per set
    CIVITANOVA – Il Vero Volley Monza è la prima grande sorpresa della Final Four di Del Monte Supercoppa.  Una sorpresa solo per i promostici che la squadra di coach Eccheli ha meritato di concretizzare sul campo con una pallavolo più fresca, più performante a questa data della stagione rispetto a quella di una Civitanova che incassa il secondo ko consecutivo sul campo di casa dopo quello con Piacenza una settimana fa.La squadra brianzola ha dato l’impressione di avere più opzioni e più energie, ma anche più lucidità per risolvere alcune ricezioni negative e difendere tanto, tanto, di più. Gara pressoché a senso unico, Lube oggi davvero bruttina e poco reattiva. Vince il Vero Volley che gioca una pallavolo più corale e con continuità ad alto livello. E’ la prima finalista. La Lube resta alla finestra aspettando la condizione e Zaytsev.
    PIU’ E MENO – Juantorena al 14% in attacco (1 su 7 in attacco, 2 muri subiti) è il termometro della Lube nel primo set ma anche la radiografia della Lube per il resto del match.  Monza vince su tutta la linea e solo un avvio di terzio set con il freno a mano tirato  ha impedito un più rotondo 0-3. La squadra di Eccheli mura di più (11 a 7: 4 su Juantorena, 4 su Garcia), piazza più ace (11 a 5) e mette nel mirino Lucarelli che ne subisce 6 (giocatore che nonostante il 72% in attacco non regala ancora la percezione di essere giocatore determinante). La percentuale di attacco finale è simile 52% Lube, 53% Monza, ma Orduna e c. giocano con un altro ritmo: Grozer 21 punti (+10 vinte/perse), Dzavoronok 18 (+11) i protagonisti. La difesa (bravo Federici ma anche i due posti 4) poi fa la differenza in molti frangenti, favorendo il contrattacco.
    SESTETTI – Civitanova con De Cecco in regia, Garcia Gabriel opposto, Juantorena e Lucarelli in 4, Simone Anzani al centro, Balaso libero. Monza con Orduna in regia, Grizewr opposto, Davyskiba e  Dzavoronok schiacciatori, Galazzi e Grozdanov al centro, Federici libero.
    LA PARTITA  –Un muro su Juantorena, un mani out di Dzavoronok valgonO il contro break con allungo di Monza: 9-11.  Dzavoronok ferma anche Lucarelli: 9-12. Monza difende (su Juantorena) e trova il +4 con Davyskiba: 12-16. Simon suona il rilancio della Liube con un primo tempo, un muro a tetto su tentativo di pallonetto di Dzavoronok da 4 e muro su Grozer da 2. 18-18.E’ ancora il turno di battuta di Dzavoronok che regala un nuovo allungo brianzolo con Balaso che va in difficoltà e i contrattacchi di Gabi difesi. Bene Daviskiba in contrattacco: 19-23. L’ultimo servizio di “Gabi” Garcia Gabriel (6 punti per lui 71%) out vale il 22-25.
    Monza tonica in avvio di secondo set: 1-4. Quando il muro della Lube sembra rintuzzare lo svantaggio. Juantorena soffre in ricezione mentre di contro Monza può agevolmente ricostruire.  Il muro di Grozer sulla parallela di Lucarelli vale il 6-10 e il time out di Blengini. Kovar subentra a Juantorena, il muro di Grozer ferma in una sfida uno contro uno Lucarelli: 7-13. Kovar è murato da Davyskiba, 10-16. In regia entra Sottile. Dzavoronok ace su Kovar: 10-17. Set che Monza si merita sul campo mantenendo con buona regolarità il proprio cambiopalla.
    Sestetto Lube che torna in campo con tutti i titolari in avvio di terzo set. Il primo punto è di Juantorena. Il primo break è della Lube ottenuto per l’errore di Grozer che forza in attacco e chiude out: 6-4. Coach Eccheli spende il suo time out. C’è vita in casa Lube: Lucarelli forza il turno di servizio e il Vero Volley va in tilt. Dzavoronok e Federici faticano in ricezione, Grozer regala tre palloni (è il suo set peggiore dall’avvio di questa gara: si tocca anche la spalla destra dopo un attacco obbligato a bilanciere per risolvere una palla alzatagli dietro), Davyskiba finisce dentro al muro di Simon: 10-4. Inizia a macinare gioco Monza che costringe Blengini al time out sul 18-14, un -4 che il Vero Volley ha meritato grazie ai suoi due posti 4 ben imbeccati da Orduna. Sul 19-16 Kovar subentra a Garcia (falloso) e il Vero Volley non sfrutta la ghiotta occasione di accorciare ancora con una azione prolungata e tante occasioni: 20-16 (poteva essere 19-17) ma Juantorena alla terza occasione non se lo fa ripetere.  E proprio l’”Hombre”  chiude il terzo set 25-21, al secondo set ball.   Grozer al 14% in attacco, Davyskiba 38%.
    Set della verità? Il quarto la Lube lo apre bene (2-0) con lampi di Juantorena, ma alla distanza è il Vero Volley che appare più squadra. Tantissima difesa e capacità di ricostruire:  6-9. La Lube regala qualcosa: Simon servizio out, Juantorena si fa sfilare da Grozer a muro, ace di Davyskiba con Lucarelli che guarda. Kovar entra per Garcia Gabriel. Simon attacca out un primo tempo, Monza vola a +5, 14-19. Blengini le prova tutte, ma se  a Dzavoronok riesce tutto, Juantorena finisce nelle fauci del muro brianzolo e nessuno dietro copre.    Set in cassaforte per Monza e biglietto per la prima storica finale del team di coach Eccheli. LEGGI TUTTO

  • in

    A1 F.: 4ª giornata, Monza – Novara è subito big match. Oggi doppio anticipo

    MODENA – Terminato giovedì sera il turno infrasettimanale con il successo della Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano, che ha raggiunto in vetta alla classifica la Unet E-Work Busto Arsizio, è subito tempo di tornare in campo nel weekend con la 4ª giornata di Regular Season.
    BUSTO E CONEGLIANO IN VETTA – Le due capoclassifica affronteranno impegni esterni, entrambe domenica pomeriggio. Le farfalle di Marco Musso saranno ospiti della Reale Mutua Fenera Chieri. Le due squadre curiosamente hanno affrontato fin qui le stesse squadre, ma se le bustocche hanno ottenuto tre vittorie, le biancoblù di Giulio Cesare Bregoli sono reduci da una doppia sconfitta esterna.“Chieri è sempre un campo molto difficile in cui giocare, anche perché la Reale Mutua è una squadra che gioca insieme da tanto tempo e ha dei meccanismi già automatizzati – afferma Giorgia Zannoni, libero di Busto Arsizio -. Noi probabilmente arriveremo alla partita più in fiducia rispetto a loro, visto che nell’ultimo turno hanno perso contro Vallefoglia e dovremo cercare di valorizzare tutti gli aspetti positivi che abbiamo trovato in questi primi incontri di campionato”. 
    Le pantere di Daniele Santarelli, ottenuto un prezioso 3-0 sull’Igor Gorgonzola Novara, andrà a far visita all’ambiziosa VBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore, partita a grandi ritmi.“Siamo un po’ in emergenza, ma abbiamo un gruppo fortissimo e siamo tutte sintonizzate sulla stessa lunghezza d’onda – spiega Asia Wolosz, capitana di Conegliano -. Le ragazze giovani stanno offrendo un grande contributo, sia in partita che in allenamento, tutte le nuove si sono integrate molto bene e quindi possiamo continuare a vincere nonostante le difficoltà. Giovedì siamo state brave con Novara, ma ora ci prepariamo a questa trasferta con Casalmaggiore che sarà molto insidiosa, loro sono partite bene e sappiamo che sarà un match impegnativo. Del resto anche le prime due partite contro le neopromosse ci hanno dimostrato come ogni partita del campionato italiano sia difficile e nasconda pericoli, dovremo giocare un’altra partita solida per continuare la striscia vincente”.
    OGGI DOPPIO ANTICIPO – Doppio anticipo sabato. Alle ore 17.00 Il Bisonte Firenze, reduce da due successi consecutivi, ospiterà a Scandicci la Bosca S.Bernardo Cuneo, che ha confermato contro Scandicci, nonostante il ko di essere in crescita. “Sotto certi aspetti mi aspetto una gara simile a quella con la Despar Trentino perché Cuneo è una squadra che fa della fase break un punto di forza – evidenzia Massimo Bellano, coach di Firenze -. Ci vorrà nuovamente molta pazienza nel fronteggiare questo tipo di gioco. Loro sono bravi con il loro sistema di attacco a ricercare le criticità altrui e sicuramente lavoreranno dove noi in questo momento siamo meno performanti. Non c’è tanto tempo ma dobbiamo essere ancor più bravi ad aver pazienza aspettando i momenti giusti per chiudere la partita”. “C’è ancora rammarico per la sconfitta con Scandicci – rivela Federica Stufi, centrale di Cuneo -. Nonostante una formazione rimaneggiata ce la siamo giocata fino alla fine e con più attenzione su alcune palle avremmo potuto sicuramente fare qualcosa di meglio. Mi sono piaciuti molto il nostro carattere e la capacità di reagire nei momenti di difficoltà. Firenze è una squadra molto fisica e spavalda; noi dobbiamo riuscire a imporre il nostro gioco e dare la tranquillità agli attaccanti di rischiare qualche palla con una buona copertura in caso di muro. Ci sono tutti i presupposti per una gara combattuta”.
    PER LA SALVEZZA? In serata, live su Rai Sport+ HD, la Bartoccini Fortinfissi Perugia, ancora a secco di vittorie, proverà a sbloccarsi nel suo PalaBarton contro l’Acqua&Sapone Roma Volley Club. Si sfidano il presente e il recente passato di Luca Cristofani, che la scorsa stagione guidò le capitoline alla promozione in A1 e ora siede sulla panchina delle umbre.
    CHE EQUILIBRIO – Con l’entusiasmo trascinante della prima vittoria in Serie A1, la Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia si reca in Lombardia per sfidare il Volley Bergamo 1991. Le orobiche, al contrario, non hanno ancora mosso la propria classifica, seppur siano giunti segnali positivi dal doppio confronto con Scandicci e Monza.“Vallefoglia è una squadra che andrebbe aggredita molto al servizio – anticipa Pasqualino Giangrossi, coach di Bergamo -. E questo è l’unico fondamentale che ancora non ci riesce bene. Ci stiamo lavorando tanto e speriamo che questa settimana di allenamento specifico e intenso ci porti dei frutti, perché, se attaccata bene al servizio, Vallefoglia ha delle soluzioni d’attacco molto chiare e noi dovremo essere bravi nel nostro lavoro di muro difesa. Hanno giocatori importanti molto alti, con grandi colpi e angoli. Questa è la chiave: tenerle lontane dalla rete e impedire il gioco al centro per poi cercare di contenere la forza delle loro ali. L’aspettativa dei punti c’è, perché sappiamo che se giochiamo bene possiamo mettere in difficoltà tutti e portare punti a casa, questo sì. L’obbligo della vittoria sicuramento no, perché loro sono forti. L’unico obbligo che ci dobbiamo dare è quello di andare in campo a dare il massimo e cercare di esprimere il nostro gioco migliore”.
    Aspettando Ana Bjelica, “Sarà un confronto difficile, loro hanno perduto tutte e tre le partite disputate sin qui, ma hanno saputo sempre mettere in difficoltà le avversarie” analizza Francesca Scola, palleggiatrice di Vallefoglia -. In generale, poi, io penso che da parte nostra dovremo affrontare tutte le partite con la stessa mentalità, senza mai sottovalutare nessuno. Dovremo limitare gli errori e i momenti di buio che ogni tanto ci penalizzano, quando caliamo un po’ in lucidità. Per quel che riguarda me, la squadra mi sta aiutando tanto. La A1 è una sfida che mi stimola molto, sono una che ama mettersi in gioco e sin qui sono molto felice: mi trovo bene con le mie compagne, tra loro c’è gente che ha vinto tanto. Io ho ancora molto da imparare e un’esperienza come questa è di grande arricchimento anche a livello personale”. 
    SCANDICCI IN CRESCITA – La Savino Del Bene Scandicci cerca il tris di successi nell’impegno casalingo contro la Delta Despar Trentino. Le toscane di Massimo Barbolini, ritrovate pressoché tutte le effettive, hanno impresso un primo cambio di marcia, mentre le gialloblù di Matteo Bertini devono fare i conti con qualche acciacco che ha colpito soprattutto il reparto delle centrali, con Berti e Rucli in imperfette condizioni fisiche. “Ci teniamo a riprendere il nostro percorso personale, senza focalizzarci troppo sulla squadra che andremo ad affrontare ma concentrandosi sulla nostra crescita, individuale e di squadra – spiega Matteo Bertini, coach di Trentino –. In questi giorni abbiamo dovuto far fronte a qualche problema di natura fisica ma nonostante ciò andremo a Scandicci determinati a giocare una gara propositiva al cospetto di una squadra ricca di stelle e che sta recuperando tutte le sue atlete più rappresentative”.
    BIG MATCH – Il posticipo serale vedrà di fronte Vero Volley Monza e Igor Gorgonzola Novara, due delle squadre più accreditate a infastidire Conegliano. Appaiate a quota 6 in classifica, brianzole e piemontesi cercano la vittoria per non perdere troppo terreno dalla testa. “Sarà una partita molto importante, come tutte del resto – precisa Marco Gaspari, coach di Monza -. Non c’è tempo di fare festa dopo una vittoria, bensì analizzare le cose che sono andate bene e quelle che non hanno funzionato. La squadra deve trovare e mantenere continuità per questo trittico di partite di alto livello che ci aspetta. Sappiamo che Novara viene da una sconfitta a Conegliano, quindi avrà voglia di rivalsa. Anche noi però ce l’abbiamo dopo aver perso l’ultima semifinale Scudetto contro di loro. Dovremo essere ordinati, soprattutto in ricezione, sfruttando la nostra fase di break-point. Si giocherà sull’equilibrio e sulla pazienza in alcuni momenti di gara. Dovremo giocare set per set, una palla alla volta, per cercare di arrivare all’obiettivo”.
    RAI SPORT – Rai Sport + HD trasmetterà  questa sera, alle ore 20.30,Bartoccini Fortinfissi Perugia-Acqua&Sapone Roma.Telecronaca affidata a Marco Fantasia e Giulia Pisani.
    SKY SPORTSky Sport Arena domani sera, ore 20.30, Vero Volley Monza-Igor Gorgonzola Novara.Telecronaca affidata a Stefano Locatelli e Francesca Piccinini.
    CAMPIONATO SERIE A1 FEMMINILE4^ GIORNATASabato 23 ottobre, ore 17.00Il Bisonte Firenze – Bosca S.Bernardo Cuneo  ARBITRI: Rolla-OranelliSabato 23 ottobre, ore 20.45 (diretta Rai Sport + HD)Bartoccini Fortinfissi Perugia – Acqua&Sapone Roma ARBITRI: Papadopol-Zanussi
    Domenica 24 ottobre, ore 17.00Reale Mutua Fenera Chieri – Unet E-Work Busto Arsizio  ARBITRI: Cappello-BrunelliSavino Del Bene Scandicci – Delta Despar Trentino  ARBITRI: Carcione-SalvatiVBC Trasporti Pesanti Casalmaggiore – Prosecco DOC Imoco Volley Conegliano  ARBITRI: Prati-TurtùVolley Bergamo 1991 – Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia  ARBITRI: Giardini-VenturiDomenica 24 ottobre, ore 20.30 (diretta Sky Sport Arena)Vero Volley Monza – Igor Gorgonzola Novara  ARBITRI: Pozzato-Bassan
    LA CLASSIFICAUnet E-Work Busto Arsizio 9; Prosecco Doc Imoco Volley Conegliano 9; Igor Gorgonzola Novara 6; Vero Volley Monza 6; Savino Del Bene Scandicci 6; Vbc Trasporti Pesanti Casalmaggiore 6; Il Bisonte Firenze 6; Delta Despar Trentino 4; Reale Mutua Fenera Chieri 3; Acqua & Sapone Roma Volley Club 3; Megabox Ondulati Del Savio Vallefoglia 3; Bosca S.Bernardo Cuneo 2; Bartoccini-Fortinfissi Perugia 0; Volley Bergamo 1991 0. LEGGI TUTTO

  • in

    Del Monte Supercoppa: Le rose delle quattro semifinaliste. Trento sfida Giannelli… Lorenzetti, quale modulo?

    CIVITANOVA – Le rose delle 4 semifinaliste di Del Monte Supercoppa.ITAS TRENTINOLa ventiduesima stagione di attività vedrà il Club gialloblù alle prese con una nuova rifondazione. Il roster è stato rinnovato per otto tredicesimi, rispetto a quello che lo scorso maggio a Verona ha sfiorato la vittoria della Champions League; fra i confermati ci sono però nomi importanti, come quelli dei centrali serbi Lisinac e Podrascanin e come quello dell’astro nascente della pallavolo italiana Alessandro Michieletto, che ha rinnovato pochi giorni fa il suo contratto sino al 2024. Sarà lui il simbolo della nuova Itas Trentino dopo la partenza del Capitano Giannelli, sostituito in cabina di regia da un altro azzurro, Riccardo Sbertoli. A disposizione di Lorenzetti ci saranno altri due Campioni d’Europa di belle speranze, come Daniele Lavia e Giulio Pinali, ma il tecnico fanese (alla sua sesta stagione sulla panchina di Trento) potrà contare anche sul ritorno eccellente in maglia gialloblù di Matey Kaziyski, protagonista in campo di quindici dei diciotto titoli vinti dal Club (di cui è il migliore marcatore di sempre: 4.945 punti). In rosa anche tanti altri italiani cresciuti in casa come Cavuto, De Angelis e Albergati e due prospetti su cui scommettere nel lungo periodo come Sperotto e D’Heer.

    N.
    GIOCATORE
    Ruolo

    Nascita

    Alt.
    (cm)

    Luogo
    Nasc.

    Naz.
    Sport.

    1
    KAZIYSKI Matey
    Schiacciatore
    1984
    203

    BUL

    BUL

    3
    D’HEER Wout
    Centrale
    2001
    203

    BEL

    BEL

    5
    MICHIELETTO Alessandro
    Schiacciatore
    2001
    209

    BS

    ITA

    6
    SBERTOLI Riccardo
    Palleggiatore
    1998
    190

    MI

    ITA

    7
    CAVUTO Oreste
    Schiacciatore
    1996
    200

    CH

    ITA

    10
    PINALI Giulio
    Schiacciatore
    1997
    198

    BO

    ITA

    12
    ALBERGATI Daniele
    Schiacciatore
    1993
    200

    BG

    ITA

    15
    LAVIA Daniele
    Schiacciatore
    1999
    200

    CS

    ITA

    16
    ZENGER Julian
    Libero
    1997
    190

    GER

    GER

    18
    PODRASCANIN Marko
    Centrale
    1987
    203

    SRB

    SRB

    20
    LISINAC Srecko
    Centrale
    1992
    205

    SRB

    SRB

    22
    SPEROTTO Lorenzo
    Palleggiatore
    1999
    190

    VE

    ITA

    24
    DE ANGELIS Carlo
    Libero
    1996
    190

    LT

    ITA

    All.: Angelo LORENZETTIVice allenatore: Francesco PETRELLA
    ALBO D’ORO4 Scudetti 2007/08, 2010/11, 2012/13, 2014/153 Coppa Italia 2010, 2012, 20132 Supercoppa Italiana 2011, 20135 Mondiale per Club 2009, 2010, 2011, 2012, 20183 CEV Champions League 2008/09, 2009/10, 2010/111 CEV Cup 2018/193 Junior League 2010/11, 2013/14, 2014/152 Scudetti Under 19 2013/14, 2014/151 Scudetto Under 18 2005/061 Scudetto Under 17 2012/132 Scudetti Under 16 2010/11, 2011/122 Boy League Under 14 2009/10, 2018/19 LEGGI TUTTO