in

Europei Beach Volley: Ferragosto caldo. Da Lunedì sette coppie italiane al via a Monaco

MONACO (Germania) – Da lunedì 15 agosto a Monaco, in Germania, prenderà il via l’edizione 2022 dei Campionati Europei di beach volleyche termineranno domenica 21 agosto con le finali che assegneranno le medaglie. Per la prima volta la rassegna iridata sarà inserita nel programma degli European Championships, manifestazione multidisciplinare in corso di svolgimento nella città bavarese nel 50° anniversario dei Giochi Olimpici 1972. L’evento continentale di beach volley tornerà, quindi, in Germania dopo l’edizione del 2010 disputata a Berlino che vide trionfare nel torneo femminile le padrone di casa Goller/Ludwig e gli olandesi Nummerdor/Schuil in quello maschile.
L’edizione 2022 dei Campionati Europei si giocherà con la formula delle “Pool modificate”. Le vincenti delle prime partite, infatti, si affronteranno per il primo posto mentre le coppie sconfitte si contenderanno il terzo piazzamento.

Saranno ben 7 le squadre tricolori presenti alla rassegna continentale: Marta Menegatti – Valentina Gottardi, Reka Orsi Toth – Sara Breidenbach, Claudia Scampoli – Margherita Bianchin, Paolo Nicolai – Samuele Cottafava, Daniele Lupo-Alex Ranghieri, Adrian Carambula – Enrico Rossi, Davide Benzi- Carlo Bonifazi.

Le prime a scendere in campo, nel tabellone femminile, saranno le azzurre Scampoli-Bianchin che nel secondo match della pool G affronteranno lunedì 15 agosto alle ore 21 la coppia slovacca formata da Kotnik/Lovsin T.
Martedì 16 agosto alle ore 12.30, invece, Menegatti-Gottardi faranno il proprio esordio nella Pool F affrontando nel derby tutto italiano Orsi Toth R./Breidenbach.

Nel tabellone maschile Nicolai-Cottafava, reduci dal secondo posto conquistato insieme a Rossi-Carambula alla Nations Cup, sono stati inseriti come teste di serie nella pool C, dove se la dovranno vedere nel match d’esordio con i cechi Sepka/Semerad (16/08 ore 15).
Lupo-Ranghieri saranno invece impegnati nella Pool E, insieme a: Krattiger/Breer (SUI), Nõlvak/Tiisaar (EST), Nurminen/Siren (FIN). Gli italiani faranno il proprio esordio nella competizione contro gli svizzeri Krattiger/Breer il 16 agosto alle ore 19.
Nel girone G, invece, sono state inserite le coppie tricolori Carambula-Rossi e Benzi Bonifazi che si affronteranno nel primo match della pool il 16 agosto alle ore 17.

LA FORMULA – Le 32 squadre divise in 8 gironi si affronteranno con la formula delle “Pool Modificate”, le vincenti delle prime partite si affronteranno per il primo posto mentre le coppie sconfitte si contenderanno il terzo piazzamento. Le prime classificate di ogni pool si qualificheranno direttamente agli ottavi di finale mentre le seconde e le terze si affronteranno nel primo turno a eliminazione diretta. Seguiranno poi quarti di finale, semifinali e finali.

TABELLONE FEMMINILE
Pool A
Müller/Tillmann (GER), Vieira/Chamereau (FRA), Ahtiainen/Prihti (FIN), Álvarez M/Moreno (ESP)
Pool B
Schützenhöfer/Plesiutschnig (AUT), Piersma E./van Driel, M. (NED), Heidrich/Vergé-Dépré, A. (SUI), Makhno, In./Makhno, Ir. (UKR)
Pool C
Kravcenoka/Graudina (LAT), Windeleff/Bisgaard (DEN), Placette/Richard (FRA), Lahti/Parkkinen (FIN)
Pool D
Erika/Paulikiene (LTU), Soria/González (ESP), Brunner/Hüberli (SUI), Walkenhorst/Lippmann (GER)
Pool E
Böbner/Vergé-Dépré, Z. (SUI), Davidova/Lunina (UKR), Stam/Schoon (NED), Dumbauskaite/Grudzinskaite (LTU)
Pool F
Borger/Sude (GER), Khmil/Lazarenko (UKR), Menegatti/Gottardi (ITA), Orsi Toth, R./Breidenbach (ITA)
Pool G
Laboureur/Schulz (GER), Klinger, D./Klinger, R. (AUT), Scampoli/Bianchin (ITA), Kotnik/Lovsin, T. (SLO)
Pool H
Carro/Lobato (ESP), Kociolek/Lodej (POL), Ittlinger/Schneider (GER), Van Driel, E./Ypma (NED)

TABELLONE MASCHILE
Pool A
Åhman/Hellvig (SWE), Berntsen/Mol, H. (NOR), Mol, A./Sørum, C. (NOR), Elazar/Ohana (ISR)
Pool B
Kantor/Rudol (POL), Samoilovs/Smedins (LAT), Brouwer/Meeuwsen (NED), Pfretzschner, S./Huster (GER)
Pool C
Nicolai/Cottafava (ITA), Sepka/Semerad (CZE), Varenhorst/Van De Velde (NED), Luini/Penninga (NED)
Pool D
Ermacora/Pristauz (AUT), Krou/Gauthier-Rat (FRA), Perusic/Schweiner (CZE), Sowa/Pfretzschner, L. (GER)
Pool E
Lupo/Ranghieri (ITA)
, Krattiger/Breer (SUI), Nõlvak/Tiisaar (EST), Nurminen/Siren (FIN)
Pool F
De Groot/Boermans (NED), Hörl/Horst (AUT), Ehlers/Wickler (GER), Abell/Brinck (DEN)
Pool G
Carambula/Rossi (ITA)
, Benzi/Bonifazi (ITA), Seidl, R./Waller (AUT), Métral/Haussener (SUI)
Pool H
Bryl/Losiak (POL), Winter/Henning (GER), Herrera/Gavira (ESP), Huber, A./Dressler (AUT)

PAROLA AI TECNICI
Caterina De Marinis (Tecnico Menegatti-Gottardi): “Sicuramente il torneo di Amburgo è una possibilità importante per prepararci al meglio in vista della rassegna continentale. Giocare contro le migliori coppie è sempre il miglior allenamento possibile.Marta e Valentina stanno facendo bene ottenendo importanti risultati sia in ambito nazionale sia internazionale e questo ci rende felici, ma sappiamo bene che è importante rimanere con i piedi per terra anche se i miglioramenti li stiamo constatando giorno dopo giorno, allenamento dopo allenamento. Marta non ha bisogno di presentazioni mentre Valentina, che gioca a beach da neanche due anni, ha ancora ampi margini di miglioramento e proprio questo è stato il motivo per il quale è stata scelta. L’Europeo sarà sicuramente una manifestazione dura, lunga, durante la quale non ci saranno turni semplici. Tra l’altro la nostra prima partita del girone sarà il derby contro Reka Orsi Toth e Sara Breidenbach, una coppia formatasi da poco e della quale abbiamo pochi punti di riferimento. Un derby poi è sempre una gara un po’ particolare che nasconde delle insidie. Le ragazze affronteranno poi la coppia tedesca e quella delle giovani ucraine Sarà importante provare a imporci subito nella prima partita, perché a differenza di altri tornei dove nella pool ogni squadra si affronta l’una contro l’altra, a Monaco chi vincerà la prima sfida dovrà affrontare la vincente dell’altra sfida. Iniziare dunque con un successo è per noi fondamentale anche per giocarci il primato del girone anche se poi in manifestazioni di questo tipo a volte non basta solamente fare delle buone prestazioni per vincere, ma ci sono tanti aspetti che si devono allineare e noi stiamo lavorando proprio su questo. Il principale obiettivo per i Campionati Europei è quello di continuare il nostro percorso di crescita e alla fine del torneo tireremo le somme per vedere, appunto, su quali aspetti siamo migliorati, siano essi tecnici, fisici e mentali. Le ragazze sono pronte per la manifestazione”.

Daniele Di Stefano (tecnico di Orsi Toth-Breidenbach): “Le ragazze stanno bene e non vedono l’ora di cominciare la manifestazione. Sara e Reka sono una coppia formatasi per cause di forza maggiore ma hanno caratteristiche estremamente compatibili. Sono reduci dalla CEV Nations Cup, importante manifestazione che ha permesso loro di confrontarsi con avversarie di valore che ritroveranno a Monaco. Le ragazze a Vienna si sono espresse su buoni livelli pur essendo la loro prima manifestazione insieme. Abbiamo cercato di imparare quanto più possibile da ogni singolo match per ben figurare anche agli Europei. Le ragazze non hanno nulla da perdere. Il primo, importante, obiettivo è quello di crearci qualche possibilità. Punto dopo punto, set dopo set dovranno farsi trovare pronte a prescindere da chi si ritroveranno davanti. La pool è difficile, sono tutte coppie molto forti e noi dovremo essere bravi a creare qualche insicurezza. Oltre a Marta e Valentina, che troveremo davanti nel nostro primo match, ci troveremo davanti ancora una volta le tedesche Borger/Sude, incontrate nella Nations Cup a Vienna, in un match che ci ha visto perdere il primo set 20-22 e che ci ha visto battagliare nel secondo. Con loro anche le giovani e forti atlete ucraine Khmil/Lazarenko. Non capita tutti i giorni di partecipare ad una manifestazione così importante. È una grande opportunità e non vediamo l’ora di giocare”.

Simone Di Tommaso (tecnico di Nicolai/Cottafava): “Siamo reduci da una bellissima prestazione in Nations Cup. Nel corso del torneo abbiamo incontrato molte coppie forti del circuito mondiale e abbiamo espresso un gioco di altissimo livello. Siamo, quindi, soddisfatti sia dell’aspetto tecnico che esperienziale. Per quanto riguarda, invece, l’avvicinamento ai Campionati Europei abbiamo scelto di prepararci a questo importante appuntamento attraverso la partecipazione ai tornei di Vienna e Amburgo per poi traferirci a Monaco. Prima della Nations Cup invece abbiamo fatto un lavoro specifico di preparazione per tre settimane a Pescara. Il nostro girone agli Europei è molto competitivo per cui ci costringe a tenere alta la soglia d’attenzione perché affronteremo sin da subito match di alto livello. La giovane coppia della Repubblica Ceca, formata da Sepka/Semerad, negli ultimi tornei ha fatto vedere il proprio valore e poi ci sono gli olandesi Varenhorst/Van De Veld che punteranno chiaramente ad arrivare in fondo. Dovremmo quindi affrontare ogni partita con la massima concentrazione. Noi rappresentiamo l’Italia e l’obiettivo è sempre quello di essere tra i protagonisti. Per fare questo sarà importante partire bene nella prima fase e poi proveremo a raggiungere la fase finale e conquistare qualcosa di importante”.

Fabrizio Magi (tecnico di Scampoli/Bianchin): “Per noi la Nations Cup è stata un’esperienza bellissima sotto vari punti di vista. Siamo arrivati a Vienna non al 100% con Margherita Bianchin che sta recuperando da un piccolo problemino muscolare. Abbiamo avuto quattro match point contro la Lettonia per andare in semifinale e questo dimostra che le nostre squadre femminili sono competitive a livello europeo. La Nations Cup ci dà quindi tanta fiducia in vista dei Campionati Europei. In questi giorni abbiamo lavorato bene in allenamento per migliorare alcuni aspetti e cercare di mostrare il nostro miglior gioco agli Europei di Monaco e provare, così, ad essere tra le coppie protagoniste del torneo. Per quanto riguarda il nostro girone dovremo battere immediatamente la Slovenia per avere così subito la certezza del passaggio del turno. Poi il match contro le padrone di casa Laboureur/Schulz sarà un altro importante banco di prova e sarà importante per proseguire nel migliore dei modi nel torneo. Il nostro obiettivo in questa rassegna iridata è sicuramente quello di giocare un beach volley di alto livello e provare a conquistare un quarto di finale. Poi giunti a quel punto molto dipenderà anche da quale incrocio ci riserverà il sorteggio. Da parte nostra posso dire che, se riusciremo a raggiungere il livello di gioco e sintonia che Claudia e Margherita sono in grado di esprimere, potremmo ambire ad arrivare lontano”.


Fonte: https://www.volleyball.it/feed/


Tagcloud:

A3: Stipe Perić, un nazionale croato per Garlasco

Garlasco, Stipe Peric completa il reparto centrali: “Onorato di giocare qui”