in

La regista Arianna Severin approda all’Hermaea Olbia

Di Redazione

L’Hermaea Olbia edizione 2021/2022 continua a prendere forma grazie all’innesto di Arianna Severin, palleggiatrice proveniente dal Barricalla CUS Torino.

LA CARRIERA – Nata a Torino il 15 gennaio 2002, alta 184 cm, Severin ha mosso i primi passi nelle fila dell’Union Volley Pinerolo, con cui ha disputato le categorie Under 12 e Under 13. Successivamente è stata per un biennio all’In Volley Chieri, proseguendo il suo percorso giovanile fino all’Under 14. Nel 2016 è approdata a Orago, mentre l’anno successivo è stata a Torino per vestire i colori della formazione Under 18 del CUS. I primi approcci con il Volley senior sono arrivati nella stagione 2018/19 grazie alla chiamata del Fenera Chieri (B2). Le buone prestazioni offerte le sono valse quindi il ritorno a Torino, stavolta in A2, dove nelle ultime due annate è cresciuta ancora alle spalle del primo palleggio Rebecca Rimoldi. Diplomata al Liceo Linguistico, la neo hermeina è studentessa di Scienze della Mediazione Linguistica all’Università degli Studi di Torino.

LE DICHIARAZIONI

Sono entusiasta di poter intraprendere questo nuovo percorso a Olbia – afferma la palleggiatrice – l’Hermaea è una società esperta a questi livelli e che sa bene come funziona un campionato impegnativo come la Serie A. Sono stata subito attirata dalla proposta di far parte di una squadra giovane, ma allo stesso tempo molto competitiva. Sono sicura che sarà una bellissima esperienza, non vedo l’ora di conoscere le mie nuove compagne e di iniziare questa stagione in un posto magico come la Sardegna“.

Così coach Guadalupi: “Arianna, seppur giovane, alle qualità tecniche consolidate nel suo percorso fin qui aggiunge esperienza di campo nella categoria e motivazioni forti sul suo futuro pallavolistico. La squadra beneficerà molto di tutti questi aspetti“.

(Fonte: comunicato stampa)


Fonte: http://www.volleynews.it/feed/


Tagcloud:

MotoGp, Lorenzo su Rossi: “Magari ci sorprende, ma credo sarà l'ultimo anno”

A2, Brescia: Sophie Blasi chiude il reparto schiacciatrici